Primo corso di studi femminili e di genere all’Università di Kabul, Afghanistan.

8463915857_8927d3a689_z (1)

Il regime dei talebani ha a lungo impedito l’accesso all’istruzione per le bambine e le ragazze afghane.
Oggi, finalmente, secondo l’USAID (United States Agency for International Development), milioni di bambine frequentano le scuole. Inoltre, secondo dati recenti, sono circa 200.000 gli studenti –  di cui circa un quinto sono studentesse  –  che frequentano 70 tra le università pubbliche e private del paese.
In uno scenario simile, è di rilevante importanza il nuovo corso in studi femminili e di genere istituito dall’Università pubblica di Kabul. Il corso, della durata di due anni, non solo rappresenta un passo fondamentale per le donne afghane nella loro battaglia per la parità di diritti e opportunità, ma diventa anche un’occasione indispensabile per ” creare consapevolezza sulle responsabilità sociali di uomini e donne”, secondo il Programma delle Nazioni Unite per lo sviluppo (UNDP). Il primo corso, appena cominciato, formerà 28 studenti, tra cui 18 donne e 10 uomini.
Il Ministro dell’istruzione afghano, Farida Momand, ha detto in un comunicato: “Siamo testimoni di un momento storico per l’Università di Kabul con l’avvio di un programma di studi delle donne e di genere . Questo servirà come modello che le università di tutto il paese potranno replicare in futuro.”


Fonti: http://feminist.org/blog/index.php/2015/10/19/kabul-university-to-open-first-gender-studies-program-in-afghanistan/