Donna-pungiball: “Così vi tenete i vostri mariti!”. Pubblicità choc di DeAgostini

deabyday_02

Questo cartellone è apparso in alcuni autobus di Roma e Milano e pubblicizza un magazine del gruppo DeAgostini, dedicato alle donne. Inoltre si chiede a queste di fare un selfie e inviarglielo.

L’immagine si commenta da sola. C’è un pungiball con il perizoma che evoca le rotondità femminili. L’immagine invita le donne ad allenarsi per essere in forma e tenersi il marito. Insomma, non si dice alle donne che tenersi in forma può essere una buona cosa per la salute o a fini competitivi (come la pratica della boxe) e per sè stesse, ma si chiede alle donne che devono assolutamente praticare attività fisica e “lottare” per non essere lasciate dai loro mariti.

pubb

Inoltre, il pungiball con le mutandine che “trasforma la donna in un sacco da boxe” sembra suggerire violenza sulle donne, o almeno, è stato interpretato in questo modo: tuo marito può anche picchiarti se non gli piaci fisicamente. Un’interpretazione che sicuramente non si riferisce all’intenzione di chi ha commissionato la campagna, ma che viene intesa così se si vive in un contesto già segnato da episodi quotidiani di violenza di genere e femminicidi.

La pubblicità, apparsa anche sulla pagina Facebook di DeAgostini, ha fatto già polemiche“Ma che pubblicità è questa??dovete solo vergognarvi!! tenersi un marito! come se la donna dovesse essere sempre disponibile per lui,,anche per le botte in questo caso visto il pungiball..bel messaggio ! complimenti!”, scrive un’utente sotto la foto incriminata postata perfino dal magazine come copertina. 

Inoltre, la pubblicità è anche offensiva verso quelle donne che praticano boxe e sono stufe di sentirsi ripetere che la boxe non è uno sport da donna. Pensieri che giustificano messaggi come questi. E’ assolutamente grave nel 2015 vedere pubblicità che consiglia le donne di cucinare, essere perfette e sottomesse ai loro mariti perché altrimenti scapperanno con le altre.

7 commenti