Cara Montana, anche gli uomini fanno la spesa!

Montana_30_6457

Sono spesso al supermercato per lavoro e spesa e mi capita sempre di vedere uomini soli spingendo il carrello. Non si tratta solo di single ma anche di uomini sposati anche con figli. Grazie al lavoro che faccio vengo a scoprire del loro stato civile. Malgrado ciò essi dichiarano imbarazzati che sono stati mandati dalle proprie mogli e che il prodotto che gli propongo (faccio la promoter) non lo comprano perché di faccende domestiche non se ne intendono.
Ho trovato molta più apertura nei tedeschi ma anche nei francesi. Ma questo è un dato di fatto. Di questi uomini le pubblicità se ne dimenticano. Forse, come mi diceva una nostra lettrice, è la società ad essere ancora sessista, perciò l’uomo ha ancora paura ad essere rappresentato in veste di casalingo. E la pubblicità spesso riflette la società. Mi è sembrata un’ottima riflessione.
Ieri con le pantofole addosso e seduta comoda sul divano guardavo la televisione e notai lo spot della carne Montana.


Nella scena c’è una donna che fa la spesa al supermercato. In pratica le uniche volte che la donna ha potere d’acquisto viene rappresentata come una casalinga. Sul punto vendita arrivano due cowboy di sesso maschile (e già qui c’è una prima definizione dei ruoli) tra cui uno di bell’aspetto (per definire ancora di più il target femminile), il famoso Gringo del Carosello (come portare il panorama pubblicitario agli anni ’50) che seduce l’acquirente e la invita attraverso delle rime ad acquistare Montana e a consigliarlo alle amichE.

gringo
Insomma, quando la carne non si vende con le donne-oggetto, si può vendere anche in questo modo. Ecco l’altra alternativa della comunicazione italiana, ancora più arretrata degli anni ’50.

Lo stereotipo vuole che solo le donne cucinino e facciano la spesa. Perché gli uomini sono impegnati a cimentarsi nel ruolo di sex symbol da cinema. Uno spot stereotipato nell’assurdo.
Se il cambiamento di una società non parte dalla comunicazione da dove dovrebbe partire? Forse quegli uomini che al supermercato spingono il carrello si sentirebbero meno imbarazzati e meno svirilizzati se gli spot rassicurassero loro che sono uomini comunque se contribuiscono alle faccende di casa.