Quando un programma tv decide come devi essere: Plain Jane la nuova me!

Su MTV va in onda da qualche anno un programma chiamato Plain Jane: la nuova me.

Una serie un po’ banalotta atta a far diminuire l’autostima di tutte quelle ragazze che già a causa di martellanti messaggi che gridano alla perfezione lanciati da televisione, riviste e pubblicità , si ritrovano a non amare il proprio corpo e a desiderare di essere ciò che la nostra società consumistica vuole.

L’espressione Plain Jane indica una ragazza comune, poco curata, insicura, che non si lascia influenzare dai dettami della moda e che all’abito griffato della nuova collezione di Pinco Panco stylist preferisce una comoda tuta o comunque vestiti semplici che non la fanno sembrare ,anche quando va a fare la spesa, una Scarlett Johansson sul red carpet.  Ed è proprio a queste ragazze che si rivolge il programma in questione.

plain-jane

Louise Roe

La bellissima Louise Roe è la presentatrice di questa serie ed  in ogni puntata accorre in aiuto di una Plain Jane, stravolgendo completamente il suo aspetto fisico e cercando ,tramite una serie di prove e di sfide, di far aumentare la fiducia in se stesse. Attraverso un percorso che prevede quindi analisi, sfide e shopping, la presentatrice aiuterà la giovane fanciulla a raffinarsi, avere a che fare con i ragazzi, accettare se stessa e rivoluzionare la propria immagine. Lo stravolgimento avverrà in una settimana alla fine della quale la giovane si metterà alla prova  dichiarandosi al ragazzo del quale è innamorata cercando di conquistarlo durante un romantico appuntamento.

Ho guardato diverse puntante della serie e tutte seguono la stessa trama con tanto di lacrime al medesimo punto, potete trovare un’ampia descrizione di come queste si svolgano qui.

I  messaggi che ogni puntata lancia sono molto lesivi e subdoli, quasi sempre la ragazza che richiede il miracoloso intervento di Louise è una di quelle che in gergo definiremmo secchiona e spesso viene messa in evidenza questa caratteristica neanche fosse un reato. Le parole che maggiormente si sentono durante le varie puntate sono: bella, sexy, affascinante, sensuale, maschiaccio, femminilità; il programma non a caso si basa completamente sull’apparire, sull’essere belle per avere successo nella vita, intendendo come successo nella vita fare colpo sui ragazzi (una carriera? ) .

Louise Roe decide ed impone il vestiario più cool e fashion-secondo la vigente moda del momento-  da far indossare alla Plain

Louise sceglie gli abiti della Plain Jane

Louise sceglie gli abiti della Plain Jane

Jane,decidendo per questa scarpe –ovviamente altissime con le quali non sa palesemente camminare- e lasciandola in balia di truccatori e parrucchieri che stravolgeranno completamente il suo aspetto senza che questa possa dire mi piace o non mi piace, e così ecco capelli accorciarsi e cambiare colore,  unghia smaltate e trucco acceso. L’abito dell’appuntamento, ovviamente, sarà una sorpresa e verrà scelto da Louise. La plane Jane potrà vedere il risultato di tutte queste operazioni solo pochi minuti prima di andare all’appuntamento non avendo così modo di poter eventualmente contestare determinate scelte. Viene tolta alla ragazza ogni facoltà di decidere: la società questo impone e tu così devi fare per essere socialmente accettata, le ragazze nel programma vengono trattate come delle bambole e pur avendo una personalità la devono soffocare, alla faccia di chi dice che l’importante nella vita è essere se stessi. (essere se stessi senza un tacco 12 non è fashion!!! Ndr)

Dopo che la nostra plain jane avrà spuntato tutti i punti della lista per poter rispondere al meglio  ai  canoni estetici imposti dalla società potrà finalmente accedere allo step successivo:  cena romantica e dichiarazione al ragazzo ignaro di tutto.

Ovviamente il ragazzo si presenterà all’appuntamento vestendosi come più gli aggrada, poco importa se indosserà delle havaianas e la nostra plain Jane sembrerà la principessa Sissi al gran ballo con i modi di fare imposti dalla fata madrina Louise ( pensate che in una puntata andata in onda in questi giorni, durante una delle prove, tramite delle leggere scariche elettriche “puniva” una ragazza che non riusciva ad attaccare bottone con dei ragazzi incontrati al supermercato) .

La trasmissione lancia dei messaggi volti quasi a demonizzare l’essere intelligente se non si rispettano comunque determinati canoni e standard di bellezza.

Se dovessimo fermarci alla descrizione del programma senza andare a guardare le puntate, l’idea di aiutare delle ragazze ad acquisire fiducia in se stesse non è male, vedersi diverse talvolta puoi aiutare ad essere più sicure ma questo programma veicola l’idea che ogni problema di autostima, di sicurezza e di successo possa essere risolto diventando belle. All’inizio della trasmissione ci vengono presentate delle ragazze con personalità comunque forti, con obiettivi chiari, che vogliono diventare qualcuno per poi, alla fine,  diventare tutte uguali e omologate. Inoltre il comportamento tenuto durante l’appuntamento, sempre secondo le regole di Louise, lascia intendere che l’unica arma a disposizione per conquistare il belloccio sia questa fantastica trasformazione in cigno.

Quindi l’importante, secondo i dettami di Louise, è apparire e l’essere sicure di se stesse è una conseguenza dell’essere belle e sexy. Tutto gira intorno alla bellezza per avere successo nella vita: se sei bella i ragazzi ti apprezzano,attaccheranno bottone con te quando sei in fila al supermercato, ti lasceranno il numero di telefono per uscire ma  se sei vai a fare la spesa con abiti comodi e senza trucco non ti guarderanno, neanche se con te potessero avere la conversazione più bella e stimolante di tutta la loro vita. Il programma è rivolto ovviamente al mondo femminile, sono le donne che devono essere belle per essere apprezzate e che devono cambiare, non esiste infatti una versione maschile.

Perciò:

1-      Se vuoi avere successo nella vita, non importa se sei una persona geniale, devi essere bella e sexy;

2-      Per essere accettata devi rispecchiare i canoni imposti dalla società, quelli che vengono dettati giorno dopo giorno da star e celebrità, non a caso ogni parrucchiere e truccatore ha curato quando Beyonce quando Jennifer Lopez.

3-      Essere sicura di se stesse significa attaccare bottone con i ragazzi al supermercato o ballare il tango in una piazza di una grande città davanti a tutti.

4-      Bellezza è sinonimo di successo, la tua realizzazione nella vita dipende dal tuo aspetto fisico.

Questi sono i nuovi mostri che la società ci vuole imporre: persone omologate, senza personalità, interessate ai canoni di bellezza imposti dal consumismo.

Plain Jane:la nuova me è ,purtroppo, uno dei tanti programmi che decidono per noi come dobbiamo essere , pensate a il “Brutto anatroccolo, “Bisturi! Nessuno è perfetto”, “Extreme Makeover – Belli per sempre”, “ma come ti vesti!?”, “dire, fare, baciare o a un programma rivolto addirittura ai bambini come “Guardaroba perfetto Kids&Teens!”.

Il reality analizzato sembra quasi volerci far fare un tuffo negli stereotipi imposti dalle vecchie fiabe, in particolare dalla Bella Addormentata. Louise Roe potrebbe infatti interpretare una delle tre fate madrine che donano ad Aurora la bellezza e il saper cantare, delle virtù che bisogna possedere nel momento in cui si vuole conquistare il proprio amato quasi quanto un paio di tacchi 12.

Flora-Fauna-and-Merryweather

Pin@ 

10 commenti

  • lo hanno detto tante volte anche a me….non mi sono ammazzata,ma c’ho pensatoe un paio di volte c’ho anche provato,perchè dopo un’adolescenza passata a sentirtelo dire nei modi più cattivi possibili ho passato la vita dai 20 anni in poi a combattere col mio apsetto e il mio corpo…tutt’oggi a 41 anni non ho risolto i miei problemi col cibo (binge),anche se ho imparato a conviverci e a tenerli sotto controllo…eppure nei momenti più difficili come quello che sto passando ora si riaffacciano con prepotenza….

    "Mi piace"

    • si tutto vero cmq si tratta pur sempre di ragazze consenzienti , nessuna di loro è stata costretta a partecipare al programma boh forse le pagano oppure le regalano i vestiti chissà con la crisi che c’è in giro poi….io stessa sono perennemente angosciata dall’aspetto che tristezza :(

      "Mi piace"

      • Angela, giustificare dicendo che siano ragazze consenzienti secondo me sminuisce il problema. Loro saranno pure consenzienti, ma ci stanno un sacco di ragazzine a casa che lo guardano. Il problema sono i messaggi che il programma lancia. Come ho già scritto, spesso si mette in evidenza il fatto che le ragazze che si rivolgono alla trasmissione sono quelle che magari hanno buoni risultati a scuola. Il programma non fa leva anche su questo fattore, predilige solamente l’estetica. E a mio parere è sbagliato. Come se nella vita per poter andare avanti e avere successo bastasse solo la bellezza.

        "Mi piace"

  • Premessa: io leggo i vostri articoli perché non sono un esperto di comunicazione, quindi per essere sempre aggiornato e capire di più… (mentre i commenti li inserisco quando parlate di sesso quando penso possano essere utili e costruttivi…).
    Però in questo post alcune cose vorrei capirle meglio:
    – “Plain Jane indica una ragazza comune, poco curata, insicura, che non si lascia influenzare dai dettami della moda…”: se è insicura ecc. perché dare per scontato che sarebbe questo il motivo per cui “non si lascia influenzare” dalla moda ecc.?
    – “…preferisce una comoda tuta o comunque vestiti semplici…” : allora non è “insicura/poco curata/ecc”? “è proprio a queste ragazze che si rivolge il programma in questione” : alle ragazze sicure e che si piacciono? Davvero lo pensi?…
    – “Louise Roe… prove e di sfide, di far aumentare la fiducia in se stesse…in una settimana…al ragazzo del quale è innamorata cercando di conquistarlo durante un romantico appuntamento” : quindi lo scopo del programma è preparare la ragazza per quell’appuntameno? Se sì, in pochi giorni “rivoluzionare la propria immagine” significa davvero che dopo l’appuntamento la ragazza non sarà più la stessa? Io immagino che tutte le ragazze prima di uscire il sabato sera o andare al primo appuntamento o quando invitate a una festa, mettono un vestito diverso da quelli che usano nelle giornate scolastiche (o lavorative), si truccano e pettinano, se per un appuntamento forse pensano anche a come potrà essere e a cosa diranno ecc. Quindi non lo fanno anche per “aumentare la fiducia in se stesse”?… e questo programma non fa appunto questo?…
    – Sei sicura che è “Una serie un po’ banalotta atta a far diminuire l’autostima…”? le ragazze poi saranno davvero peggiorate in sicurezza e autostima?…
    – “I messaggi che ogni puntata lancia sono molto lesivi e subdoli…secchiona…bella, sexy, affascinante, sensuale, maschiaccio, femminilità…” : sicura e sempre in tutte le puntate? E poi perché una pulizia del viso/manicure/ e una volta dal parrucchiere/shopping dovrebbe essere “lesivo e subdolo”? e lo sono anche le “prove” che non sono sull’apparire ma cercano di far capire come superare i complessi che hanno? ma se è un programma che ti prepara al primo appuntamento con un ragazzo che non sa niente della loro “cotta”, sicura che poi queste ragazze studieranno di meno, saranno superficiali e penseranno solo allo shopping ecc?… In pochi giorni le ragazze sono plagiate ecc?… ma non fanno vedere dopo l’appuntamento come “è andata a finire” dopo 1-2 mesi? come?…
    – “Louise Roe decide ed impone il vestiario più cool e fashion-secondo la vigente moda…” : perché seguire la moda non lo fanno tutte prima di un appuntamento o andando a una festa ecc?
    – “L’abito dell’appuntamento, ovviamente, sarà una sorpresa e verrà scelto da Louise” : ma le ragazze non si provano tanti abiti/scarpe? Davvero pensi che poi si mettano un abito che per loro è brutto?… sicura che “Viene tolta alla ragazza ogni facoltà di decidere”? “così devi fare per essere socialmente accettata” : ma se io ho capito che è solo per il primo appuntamento?
    – “La plane Jane potrà vedere il risultato… pochi minuti prima…” : ma il programma non prevede appunto questo?
    – “finalmente accedere allo step successivo: cena romantica e dichiarazione al ragazzo ignaro di tutto” : ma il ragazzo non deve essere “ignaro di tutto”?…
    – “Ovviamente il ragazzo si presenterà all’appuntamento vestendosi come più gli aggrada” : e perché non dovrebbe farlo? Non è lui che ha chiesto l’appuntamento al “buio”…e a lei già piace…
    – “durante una delle prove, tramite delle leggere scariche elettriche “puniva” una ragazza” : lo fa sempre Louise questo in tutte le puntate? Cosa intendi per “leggera scarica elettrica?
    – “La trasmissione lancia dei messaggi volti quasi a demonizzare l’essere intelligente se non si rispettano comunque determinati canoni e standard di bellezza” : sicura? Io avevo capito che è un programma per qualsiasi ragazza, e che quindi TUTTE le ragazze che vanno a questo programma sono allo stesso livello e sono intelligenti/belle e non lo sanno perché appunto la società inculca loro dei canoni… qualsiasi ragazza nel programma può andare al primo appuntamento usando le proprie capacità intellettive quando è con il ragazzo… o le ragazze al tavolo hanno un auricolare che suggerisce?…
    – “ci vengono presentate delle ragazze con personalità comunque forti, con obiettivi chiari” : davvero? Tutte? Ma allora perché ci vanno?…
    – “alla fine, diventare tutte uguali e omologate… secondo le regole di Louise, lascia intendere che l’unica arma a disposizione per conquistare il belloccio sia questa fantastica trasformazione in cigno” : cioè questo programma per te è “magico” e “finisce” bene sempre?… le ragazze vanno all’appuntamento pensando di essere diventate un’altra e tutte “uguali” anche poi nel parlare con il ragazzo?… la sicurezza per loro è solo nell’apparenza e non hanno imparato niente altro con le “prove”?…
    – “Tutto gira intorno alla bellezza per avere successo nella vita… se sei bella i ragazzi ti apprezzano” : ma non fanno anche delle altre “prove”…?… e il programma non è solo per il primo appuntamento? Dove si capisce che in pochi giorni ti insegnano ad avere successo nella vita e tu dopo vivrai una vita “diversa” da “prima”? “se sei bella” : al programma ci vanno solo ragazze belle?
    – “non esiste infatti una versione maschile” forse programmi su come dichiararsi ecc. ce ne sono.
    – “Perciò: 1 2 3 4 “ : queste 4 conclusioni sono coerenti con l’intento e lo svolgimento del programma?
    – “Questi sono i nuovi mostri…” non si dovrebbe vedere dopo l’appuntamento come realmente sono cambiate le ragazze?…
    – “Plain Jane:la nuova me è ,purtroppo, uno dei tanti programmi…” : forse, ma qualcosa di positivo c’è per le ragazze che partecipano o no?
    – “Il reality analizzato sembra quasi volerci far fare un tuffo negli stereotipi imposti dalle vecchie fiabe…” forse questo è un po’ esagerato…
    Mie conclusioni:
    – le adolescenti che lo guardano cosa capiscono? Forse la prima cosa è che la “bruttezza” non esiste…, la seconda che i propri complessi possono provare a superarli…, terzo in una società come la nostra per il primo appuntamento è normale “prepararsi”… e che possono anche loro fare il “primo passo” senza aspettare lui, così anche se non sono corrisposte potranno capire che era solo una cotta e “dopo” possono avere altre opportunità (nel programma quante poi hanno trovato un altro partner o hanno vissuto senza più, o con meno, complessi, realizzandosi più facilmente anche nella scuola/lavoro?)…
    – “l’idea di aiutare delle ragazze ad acquisire fiducia in se stesse non è male, vedersi diverse talvolta puoi aiutare ad essere più sicure” : infatti anche nella vita di tuti i giorni le ragazze si cambiano/preparano per il primo appuntamento. “questo programma veicola l’idea che ogni problema di autostima, di sicurezza e di successo possa essere risolto diventando belle…” : ma il programma non punta tutto solo sulla bellezza, non cercano di fare superare anche gli altri complessi alle ragazze?… e poi in TV a Mtv, tu un programma come questo come lo faresti?

    "Mi piace"

  • Gli articoli sono molto interessanti. Poi si leggono i commenti dopo quello di Margherita Ferrari e cadono le braccia…

    "Mi piace"

  • Ho visto diverse volte questo programma. Anch’io sono rimasta abbastanza spiazzata dall’importanza data dalla presentatrice all’ “apparire”, messaggio che ovviamente viene poi trasmesso alle ragazze che guardano il programma. Tutto quello che avete scritto è giustissimo, ma io cerco sempre di trovare del buono in ogni cosa (spesso non ci riesco, in effetti), e quindi ho sempre pensato che le ragazze che partecipano a questo programma siano molto insicure, che in realtà vorrebbero vestirsi diversamente (non “alla moda”, ma in modo da far risaltare la propria bellezza), curare di più il proprio aspetto, ma che non sappiano bene come fare, o che magari siano troppo timide per farlo. Insomma, ho sempre pensato che la presentatrice le volesse soltanto aiutare ad uscire dal loro guscio. E io mi auguro vivamente che queste ragazze non smettano di essere se stesse, ma semplicemente che imparino a valorizzare il proprio aspetto e ad acquisire più autostima. Sappiamo tutti che l’attrazione, in molti casi, nasce prima sul lato fisico che su quello mentale.
    Detto questo, sono d’accordo sul fatto che un programma del genere possa trasmettere il messaggio che bisogna per forza essere diverse, trasformarsi, seguire le mode, per attirare l’attenzione.

    "Mi piace"