Bambole Spettinate Diavole del Focolare

Si ritiene che le origini della relegazione della sessualità femminile a ruolo secondario rispetto a quella maschile vadano ricercate nei comportamenti dei primati superiori. Per milioni di anni, infatti, il primate superiore di sesso maschile ha dominato in campo riproduttivo, imponendo il proprio volere alle femmine del branco, pronte a sacrificare la loro prole nella speranza che, dando figli al maschio alpha, avrebbero ottenuto in cambio cibo e protezione per sé e per la progenie.

L’Homo Sapiens si è gradualmente allontanato da tali comportamenti, ma ha continuato ad affermare la propria supremazia in campo riproduttivo obbligando con ogni mezzo la propria donna alla sottomissione e a una fedeltà non necessariamente ricambiata. Dal punto di vista antropologico, una delle caratteristiche che differenziano il genere Homo dai primati è che le femmine di questa specie sono disponibili al rapporto sessuale durante tutto il proprio ciclo mestruale e non solo durante il periodo…

View original post 827 altre parole