Tiberio sei proprio tu!

La Tv di Stato continua a umiliare le donne e utilizzare quotidianamente un linguaggio sessista o da bar. Infatti, dopo la segnalazione di un episodio avvenuto durante il quiz show dell’abbronzatissimo conduttore, un’altra lettrice ci segnala la puntata di “Storie Vere” andata in onda su Raiuno il 17 aprile scorso. Noi l’abbiamo “rubata” dal sito della Rai e caricata su Youtube. La parte del video che potete vedere qui sopra, tratta di una testimonianza importantissima, poichè noi avevamo già parlato del presunto account di Tiberio Timperi (conduttore televisivo Rai). Dalla trasmissione, in cui lui figurava come ospite, in qualità di padre separato, poichè il tema era quello dei padri separati argomento discusso tantissimo dalla tv di Stato, dichiarava di possedere Facebook e per tutta la trasmissione parlava di false accuse di pedofilia e violenza domestica e utilizzava il termine “nazifemministe” contro i movimenti delle donne con toni che parevano proprio frasi fatte.

In realtà Tiberio si fece un’altro profilo, poichè noi glielo abbiamo sgamato e lo contattai per chiedere se fosse lui, ma poco importa ora sappiamo che è lui e non abbiamo più nessun dubbio. Quanto alla Rai, non ci frega se in studio si siano fatti una grassa risata, perchè invitare gente che butta fango contro il femminismo, che sostiene la Pas e che collabora con i gruppi che noi abbiamo sempre denunciato (si vede che è tutto preparato)?

E’ grave che un personaggio pubblico, uno che lavora come conduttore alla Rai, utilizza un linguaggio del genere e che sostenga una rete di criminali. E’ grave che la Rai sa tutto di questo e che forse (non abbiamo dubbi) li sostengono e collaborano con loro, dal momento che il tema dei padri separati viene spesso discusso in tv e che il problema non è tanto il fatto che parlano di “padri separati” ma i toni che utilizzano e gli ospiti che invitano che sono chiaramente i responsabili dei cloni o i misogini della rete.

Ora non possiamo nemmeno più solo parlare del velinismo, perchè la rappresentazione delle donne in Rai è peggiorata e non siamo più solo veline e donne-oggetto ma veniamo costantemente criminalizzate e i toni antifemministi sono ormai espliciti.

Mary

8 commenti