Sbianca la tua vagina con Clean and Dry

Girando sul web, mi è capitato sotto gli occhi questo interessantissimo articolo.

A quanto pare in India si è scatenata un’aspra polemica per la pubblicità di Clean and Dry Intimate Wash.

Questo prodotto, non è un normale detergente intimo, ma promette alle sue consumatrici di tenere le loro parti intime oltre che pulite e protette anche …schiarite.

Si, basta guardare il video della pubblicità per capirne il chiaro scopo del prodotto

Una coppia indiana, ripresa in una normale giornata casalinga. Lei offre del te a lui, poi torna a sedersi sul divano. Lui è totalmente assente, preso dalla lettura del suo giornale –e qui partono già i soliti stereotipi vecchi quanto il mondo-  non si è neanche accorto della presenza di lei.

Lei ha un’aria triste e sofferente, il perché non ci è dato saperlo ma potremmo ipotizzare che ciò sia dovuto alla totale indifferenza che il marito le riserva.

Da cosa dipenderà questa indifferenza che il marito ha nei suoi riguardi? Perché la ignora?

Sono giovani (quindi il loro rapporto lo sarà altrettanto) e attraenti, avranno qualche problema più delicato e profondo molto probabilmente, che va al di là dell’aspetto fisico o dell’età.

Forse avrebbero bisogno di una terapia di coppia, o di una vacanza o semplicemente di ritrovarsi un po’? Ma no,  quello che non va bene, è la vagina di lei. Il suo colore. Ma come avevamo fatto a non capirlo prima?

All’improvviso qualcosa illumina il volto della ragazza, un pensiero. Lei sotto la doccia che usa  Clean and Dry Intimate Wash e qualcosa nella sua vita matrimoniale e sessuale cambia. L’effetto è questo :

Prima

Dopo

Da una vagina “scura” a una vagina chiara e tanti petali di rosa che dovrebbero rappresentare la freschezza e il piacevole profumo!

Da volti funesti e depressi, passiamo a sguardi vispi e di intesa. La ragazza con gesti e occhiatine ammiccanti ruba le chiavi dell’auto al marito, e lo invita a fare qualcosa di meglio che guidare la sua auto. Ad esempio guardare la sua vagina fresca e chiara dopo un intenso candeggio.

Da così

A così

Un matrimonio salvato grazie all’uso di un prodotto che promette freschezza e pulizia, talmente profonda da schiarire l’epidermide dei genitali.

Forse era il caso di farsi qualche domanda su che razza di matrimonio fosse prima di schiarirsi la vagina!?

Non bastavano tutti i tabù che le donne si portano dietro da sempre, sulla propria sessualità ed in particolare sui propri genitali, che troppo spesso non meritano di essere chiamati neanche con il proprio nome ma vengono relegati a stupidi nomignoli che identificano i nostri gentitali a metà fra pedopornografia e demenza pura.

Non bastava il pelo o il non pelo, il “pratino” a forma di cuore o di triangolo rovesciato

Ora abbiamo qualcosa di più : Clean and Dry Intimate Wash.

A quanto pare i prodotti schiarenti  sono molto in voga nei paesi come l’India, l’ Africa e il Pakistan perché la pelle chiara rappresenta ancora nel 2012 un sinonimo di bellezza.

L’intento di queste creme sarebbe quello di occidentalizzare a tutti i costi le donne indiane (e non solo), come se poi il modo di vivere, pensare ed essere in  Occidente  indichi a tutti i costi il bello e il giusto. C’è una forte dose di razzismo in queste creme e detergenti schiarenti, e questo non è che uno dei tanti prodotti che in quei paesi vantano una forte richiesta da parte dei consumatori.

Vi riporto una frase davvero illuminante dell’autore del post linkatovi

“Se state per commercializzare un prodotto che combina astutamente misoginia e razzismo, probabilmente dovreste mettere le cose in chiaro”.

Noi siamo rivoluzionarie e la vagina ce la teniamo così com’è!

(Immagine : qui . Fonti : qui ).

Faby

42 commenti

  • in America è un must come andare a farsi la lampada o farsi depilare….e non solo la vagina ma anche l’ano…e qst è celebrato persino dai programmi americani che anche noi possiamo vedere sulla piattaforma Sky in orari normalissimi e non protetti…

    Mi piace

  • ma non è aggressivo chimicamente? In secundis, so pazzi? In terzi, è tipo una tinta per capelli?

    un po di tempo fa trovai questa assurdità http://www.bettysa.com/media/bakery/images/item20/love-betty.jpg

    Mi piace

    • Ma secondo me possono inventarsi pure un’arriccia peli pubici o qualsiasi roba strampalata! Il problema è il concetto che passa! Ovvero questa coppia smorta, lei depressa perché non ha la vagina chiara (secondo canoni dettati da chi? occidentali? perché così piace A LUI?). Per non parlare della pubblicità già trattata del pratino che ritrae le donne come decerebrate che pensano solo a quale forma debbano prendere i peli pubici!! Ma un po’ di dignità no?

      Mi piace

      • non è occidentale è idiana, perchè in india essendo tutte more anche i peli pubici sono neri e le cosce più scure…dato che in india la donna è sottomessa e deve piacere al marito senno la manda a quel paese e lui può crearsi harem, sbiancandola si renderebbe occidentale..nota trasgressione indiana

        Mi piace

      • appunto, secondo canoni estetici che emulano caratteristiche occidentali..

        Mi piace

    • Si a quanto pare provoca diversi problemi, proprio ora ho beccato un altro articolo dove ne parlavano : http://blog.ilmanifesto.it/babel/2012/04/13/quel-detergente-intimo-per-sbiancare-la-vagina/

      “Secondo: sicure di volervi spalmare queste creme in faccia o addirittura sulle parti intime? No, perché studi scientifici accreditati non sono affatto rassicuranti. Una ricerca pubblicata sulla rivista scientifica Lancet ha messo in guardia – sulla base di uno studio britannico – dall’utilizzo di queste creme che in genere contengono Idrochinone (sul quale uso la farmacovigilianza mette in guardia le donne in età fertile) anche se l’utilizzo di questa molecola è vietata a fini cosmetici, sottolineando che spesso – in quelle illegali – si utilizzano anche steroidi e in diverse donne (ma le creme sbiancanti vengono utilizzate ache dai maschi) è stata ravvisata la Sindrome di Cushing che determina un grave squilibrio ormonale”.

      Mi piace

      • meno male che in italia non sono venduti…bisogna solo importarti tramite ebay etc a proprio rischio…ma spero che non ci siano cosi tanti malati di mente!

        Mi piace

  • mah..per me l’importante è essere puliti, sinceramente non capisco l’esigenza di “sbiancarsi” le parti intime (basta lavarsele, per l’appunto) come fossero denti..però non giudico chi lo fa. Se però questi prodotti sono un danno per la salute vanno tolti dal mercato, senza dubbio

    Mi piace

  • Quando ho visto il titolo gia mi è salita una risatina nervosa del tipo:” che c***o si sono inventati adesso?”
    Eh gia ci mancava solo questa…lo sbiancante per le parti intime ma dove siamo arrivati??!!
    L’inventore di questo detergente per caso aveva delle scimmie urlatrici con tanto di piattini in testa mentre pianificava il suo progetto senza senso??
    E poi lo spot…se hai le parti intime chiare non è che la tua vita sessuale cambia!!!
    E oltretutto non provoca dei danni?? ci saranno dei prodotti chimici dentro…
    Tratta dalla frase celebre:”se bella vuoi apparire tanto devi soffrire”—>”se vuoi apparire scema provocandoti dei problemi alla pelle, allora sei sulla strada giusta…comprati Clean and Dry!!!!!”

    Mi piace

  • In India si ho passato un annetto a fare ricerche ed é evidente ed ossessiva la propaganda “bianca” sbiancante, altroché Michael Jackson e le sue manie, (soprattutto le ragazze che sono stigmatizzate), queste si metterebbero nella candeggina tutte intere sul serio! Nei supermercati potete trovare tutti gli sbiancanti che volete, l’antropologa che era con me ha la pelle chiarissima e gli occhi verde chiaro: la guardavano come una specie di dea. E a lei, la prima domanda appena restavano da sole, era naturalmente sulla sessualità mitizzata degli occidentali che loro fantasmano a manetta guardando la TV. Mentre io osservavo estatico la bellezza delle ragazze indiane, loro sognavano la pelle color latte. Ad ogni costo. Gli uffici marketing indiani, oramai americanizzati (in India stanno passando in diretta dal villaggio rurale al supermarket dell’ultraconsumo, e vi ricordo che il bacino di utenti-consumatori ha superato il miliardo e con 500 milioni di indigeni da succhiare…) aspettano al varco i sogni propagandati della loro cultura e li rigirano in prodotti demenziali come quello pubblicizzato. Aspettate che anche li’ arrivi la moda (c’era il sito di chirurgia estetica USA con tanto di foto) del “voglio la passera come quella di una pornostar!” (tipo “marmo”) e vedremo dove va a finire il Kama Sutra del Mercato, ahimé…

    Mi piace

    • “E a lei, la prima domanda appena restavano da sole, era naturalmente sulla sessualità mitizzata degli occidentali che loro fantasmano a manetta guardando la TV.”

      bè se è vero che da un lato hanno il Kamasutra ma dall’altro nei film di Bollywood gli attori non possono neanche baciarsi, non mi stupisce che ci mitizzino. Anche noi, per altre ragioni, siamo spesso affascinati dalle culture orientali

      Mi piace

    • la differenza di casta si vede anche dal colore della pelle. Più uno è “chiaro” più appartiene alle caste elevate. I paria notoriamente sono molto scuri.

      Mi piace

  • che poi a pensarci bene oltretutto se sei indiana e quindi di carnagione olivastra-scura avere un chiazzone bianco all’altezza dell’inguine non è che ti faccia fare questa gran figura, onestamente…detto ciò, son senza parole…già mi suonava strano lo sbiancamento anale di cui ancora ora giuro che fatico a capire la necessità, figuriamoci poi lo sbianca patata… che mondo di gente malata…

    Mi piace

  • però a volte mi sembra che noi donne siamo stupide! perché anzicchè cercare un uomo cui piacere non cerchiamo un che ci piaccia e in primo luogo per le sue idee e il rispetto che ha di noi!

    Mi piace

    • per un rapporto sentimental-sessuale è necessaria anche l’attrazione fisica, ma proprio per questo non riesco a immaginare quale uomo davvero innamoratopretenderebbe uno “sbiancamento” dalla sua compagna

      Mi piace

    • Appunto, è quello che mi chiedo io! Una persona che ti ama ti ama per quello che sei, non per quello che VUOLE che tu sia. Quando tu cerchi nell’altro qualcosa che ti possa colpire, non cerchi di cambiarlo per poterla vedere anche quando non c’è.

      Mi piace

  • forse a bere molto the, come sembrano suggerire le prime immagini, si macchia pure quella! :)

    Mi piace

    • Anche io ho notato le varie inquadrature sulla tazza di tè, magari volevano indicare o comunicare qualcosa di tanto idiota che preferisco non pensarci.

      Mi piace

  • Il piacere della lettura (post scritto benissimo!) dà ancora più risalto all’assurdità di comportamenti di antico retaggio.
    Stefano

    Mi piace

  • Io sono sempre più convinta che dietro a questo genere di cose ci sia la mente perversa di un uomo! :D

    Mi piace

  • Davvero assurdo. Stiamo diventando sempre più Barbie, tra poco ce la faranno anche plastificare e inventeranno un deodorante da mettere all’interno come quello dei water.

    Mi piace

  • Reblogged this on gregorybateson and commented:
    Penso alle donne che lo compreranno e che lo regaleranno…
    l’ennesimo inutile prodotto che guarda alle donne e agli uomini come a dei fautori della “crescita infelice”

    Mi piace

  • ma perchè non se lo sbiancano loro?
    penso che anche azzurro non sarebbe male…in tinta col mantello….

    Mi piace

  • Scoprire nuovi mondi, usanze, ma purtroppo quanto è deleteria la pubblicità, lo è qui in Italia, figuriamoci in un mondo ancora per certi aspetti ingenuo come quello indiano, che ancora non è diventato ‘critico’ di fronte alle promesse di bellezza e di sogno del consumismo…
    Anche noi negli anni sessanta ci illudevamo di molte cose… in fondo loro devono ancora crescere.

    Mi piace

  • Spero che non esca sul mercato, oltre allo sbiancante, anche una crema catarinfrangente per consentire una migliore rilevazione notturna delle parti intime.
    Posso capire che possedere un alito da drago, un’ascella fango-paludosasa e il capello ingrassato sia un insulto continuo all’amor proprio, però adesso si é fin troppo vicino al limite.
    Sembra quasi che prima di uscire di case occorra oltre che lavarci, sterilizzarci, anche denaturarci.
    Oltre al pensiero comune, ci si sta indirizzando verso un odore comune, plastificato, innaturale, ma assolutamente indispensabile … per le borse delle case produttrici di cosmetici e affini.

    Mi piace

  • Oddio, questa mi mancava!! Anch’io ero rimasta allo sbiancatore anale, che già mi sembrava assurdo, ma questa poi…
    http://mentretiaspettorido.wordpress.com

    Mi piace

  • Giusto giusto parlavo a marzo dello sbiancamento anale… ANDATO IN ONDA IN ITALIANO …
    http://weneanderthal.wordpress.com/2012/03/09/sbiancamenti/

    Mi piace

  • Ma che cagata.
    Scusate il francesismo.

    Mi piace

  • Purtroppo in India vendono pure le creme per il viso con effetto sbiancante… questo prodotto era il “naturale” passo successivo nella scala verso l’assurdo. Volendo essere altro si pensa di andare verso l’alto, ahimè.

    Mi piace

  • proponiamo una nuova visuale, estraniamola dalle nostre fazioni (è impossibile)
    venticinque può essere:
    io mi sbianco la vagina, poi ti prendo le chiavi

    Mi piace

  • Mi piacerebbe sapere quale uomo nota il colore della vagina. No sul serio, si palesasse che voglio complimentarmi .-.

    Mi piace

  • Lo sbiancamento della vulva viene praticato in occidente ultimamente per nascondere l’età, visto che le grandi labbra dopo i 35 anni circa cominciano a pigmentarsi e inscurirsi..quindi per risultare più giovani…

    Mi piace

  • delirio!

    Mi piace

  • Pingback: Viva la vagina bianca « Milocca – Milena Libera