Sanremo : Morandi e Papaleo spogliano Ivana Mrazova

Care amiche e cari uomini che ci accompagnate nelle nostre battaglie della parità di genere e della sana comunicazione, a quanto pare le nostre lotte sul web sembrano proprio non essere ascoltate da chi fa la tv.

Come ben sappiamo questo è il periodo in cui la tv non fa altro che sfracassarci -scusate il francesismo-con tutti i dettagli sul festival di Sanremo.

Al via la solita pagliacciata: vecchi conduttori vestiti come pinguini e imbalsamati come mummie affiancati dalle solite vallette mute, sorridenti , impalate e impacciate, il tutto accompagnato dalla solita mania “Che look userà?” insomma trattate come manichini viventi.

La donna che affiancherà quest’anno i presentatori -non sia mai il contrario- si chiama Ivana Mrazova è una modella ceca, e il suo compito come ho già detto prima e come succede da decenni sarà quello di sorridere e indossare abiti e su questo ormai ci abbiamo fatto il callo.

Il peggio è accaduto in un sevizio fatto dal tg1 dal titolo: “La donna del Festival”

Vi posto il video (pubblicato dal movimento DonneEmedia) e cercherò attraverso degli screenshot di analizzare i comportamenti offensivi dei due “giovanissimi” e intelligentissimi presentatori.

Il servizio si apre con un Morandi che le ordina di baciare tutti gli italiani, la ragazza sorridente e educata come una geisha si piega e bacia verso la telecamera.

Andiamo avanti: ci sono i tre -presentatori e modella- che parlano tra di loro e qui avviene la prima inquadratura ossessiva sul suo decolletè (talmente tanto che la ragazza imbarazzata si sistema il vestito).

La scena cambia, e la ragazza indossa un giubbotto (elemento chiave di questo video).

Nonostante subito di fianco a lui ci sia la modella,  -che dovrebbe poi essere la protagonista del servizio-  Morandi si rivolge a Papaleo dicendo : “Scusa Rocco suggerisci tu quello che dobbiamo dire ai telespettatori

Mi chiedo : si sono resi conto che è un essere umano o da dietro la muovono con i fili proprio come si fa con le marionette?

 All’improvviso una pala, ooops volevo dire la mano di Morandi incombe sul corpo della ragazza e la invita anzi le sposta il giubbotto per farle capire che lo deve levare!

Ma ovviamente non le lasciano neanche la volontà di farlo da sola, infatti da dietro Papaleo glielo sfila completamente.

In tutto questo la ragazza imbarazzata e con lo sguardo fisso verso la telecamera continua a ripetere a pappagallo le frasi che Papaleo le suggerisce da dietro. Circa un secondo dopo l’inquadratura si ferma nuovamente sul suo decolletè e la mano di Morandi indica la scollatura per quei pochi che ancora non l’avessero notata.

Ricordiamo che la ragazza è straniera e ovviamente non riesce a ripetere tutto alla perfezione così si inceppa un po’ tra una parola e l’altra, motivo in più per trattarla da burattino stupido e ridicolizzarla. Lei per superare l’imbarazzo scoppia a ridere, peraltro l’unica cosa che l’è concesso fare.

Per concludere, Papaleo dice : “Simbolicamente saluta tutti i telespettatori -lo aveva già fatto- dando un bacino a me” .

Insomma per tutto il servizio hanno trattato questa ragazza a metà tra l’imbecille statuina e una bambina di due anni.

Che Sanremo non sia amico delle donne questo lo sapevamo già, infatti, invece di assoldare vallette mute potrebbe sostituirle con  presentatrici o esperte di musica, giusto per dare spazio ad altre immagini di donne e non sempre quella della velina-valletta subordinata e non pensante che ha come unico compito quello di fare il manichino vivente di  abiti da migliaia di euro.

Credo che in questo servizio i due presentatori abbiano un po’ esagerato soprattutto per quanto riguarda lo sfilarle il giubbotto e sottolineare più volte il decolletè della modella.

In un piccolo servizio di minuti abbiamo visto due uomini adulti che spogliano una ragazza, la trattano come una marionetta e le suggeriscono anche le parole da pronunciare.

La Rai, ricordiamolo sempre  è un servizio pubblico finanziato dai cittadini, dove ci ricordano ogni 20 secondi di pagare il canone ma quando si tratta di onorare questo tributo che gli italiani con tantissimi sacrifici pagano se ne fregano altamente dei messaggi che mandano, dei gusti dei telespettatori e del rispetto verso le donne.

Su molti spazi del web hanno parlato di questo servizio del tg1.  Una nostra amica infatti ha scritto un articolo inerente a questo episodio su  Linkiesta.it  .  Su facebook sono partite diverse proteste  grazie anche al gruppo “Facebook favorisce il cyberbullismo contro le donne” che ha postato un’interessante analisi con l’invito di lasciare i nostri commenti e la nostra indignazione per l’accaduto sulla bacheca del Festival di Sanremo e dei due presentatori (Morandi e Papaleo ).

Insomma, facciamoci sentire! Scriviamo le nostre proteste sui loro spazi.

Pretendiamo di essere ascoltati!

(Video preso dal canale “Donne e Media”  la loro pagina facebook potete trovarla qui! Visitate la pagina e aderite!)

Faby

Annunci

62 commenti

  • Che tristezza che anche gli pseudo sobri, pseudo intallettuali e pseudo talentuosi diventino tutti degli emeriti DEFICIENTI davanti a una bella donna, al punto da sentirsi autorizzati a trattarla da imbecille come invece sono loro. Che morti di figa.

    Mi piace

    • Si Papaleo mi ha delusa U.U ma io credo che alla fine per soldi si pieghino a certi ruoli, magari certi sono tranquillissimi poi siccome gli ideatori televisivi hanno una fantasia pari a 0 l’uomo lo costringono a fare sempre il cascamorto viscido!

      Mi piace

      • Non credo che l’abbiano costretto a fare il cascamorto, secondo me il suo comportamento VOMITEVOLE e’ semplicemente il frutto di un ventennio di cultura sessista e pappona per cui gli uomini si sentono tali solo se possono trattare le donne come bambole gonfiabili.

        Mi piace

  • Ottima analisi, speriamo che diventiate autrici di programmi, prima di questo non so quanto sperare in reali cambiamenti. In misura molto diversa e in tono certo molto più garbato, in me suscita …perplessità anche il comportamento di F. Fazio verso F. Lagerback . Spero che il mio commento non suoni OFF Topic.. ne parlo qui mi riallacciandomi alla vostra analisi di pratiche sessiste (e non solo di linguaggio o comunicazione). Ad esempio, prima che lei svolga i suoi compiti, perchè é Fazio a darle la parola? perchè non può intervenire direttamente dato che il suo ruolo è (solo) quello? Mi farebbe piacere conoscere il vostro parere!

    Mi piace

    • Grazie Jessica ;) …Filippa pure mi sembra troppo “frustrata” in quel contesto e da Fazio soprattutto!

      Mi piace

    • Fazio le da’ la parola perchè il presentatore è lui comunque a inizio puntata credo che sia sempre Filippa la prima a parlare presentando tutti gli ospiti della puntata..che poi ripresenterà singolarmente..o sbaglio?

      Mi piace

      • poi che il ruolo della Lagerback sia marginale nella logica del programma, quello è vero

        Mi piace

      • e non mi pare che Fazio (che c’ha tanti difetti: è cerimonioso ecc..) la umili, vabbè ora mi taccio

        Mi piace

      • No, Paolo infatti non ho detto che Fazio la umili ho detto solo che mi sembra un po’ “frustrata” dal contesto,dalle situazioni, ecc non da lui eh…

        Mi piace

      • Mi piace il programma e quindi mi sentirei di suggerire una relazione più dotata di senso ai protagonisti. Fazio fa gli onori da casa, ma Lagerback presenta e non mi sembra abbia un senso che lui introduca lei come, come a volte succede: “Ora avremo un ospite. Filippa vuoi introdurre il nostro ospite?”. Questo esempio mi sembra utile per dire che le pratiche anche di dare il turno etc sono di rilievo e a volte sfuggono anche a chi credo abbia le migliori intenzioni!! Grazie ancora per la discussione!

        Mi piace

  • Che schifo. Già è un programma di merda (come praticamente tutto quello che passano in TV), in più comporta anche situazioni di questo tipo, direi che protesta e boicottaggio insieme siano una reazione anche troppo tranquilla. Che merde. E non scrivo altro tanto scrivo sempre le stesse cose e mi son rotta i coglioni.

    Mi piace

  • Maronna mia, non sono riuscita a vederlo tutto… Impressionante. La parola dignità sempre sotto i piedi…
    Da circa 7 anni non guardo la tv tradizionale, mi informo solo attraverso pc, tremo all’idea di mio figlio lasciato solo con i nonni (muti) davanti allo schermo. Meno male che capita raramente.

    Mi piace

  • Analisi stupenda!

    Mi piace

  • E’ vergognoso, come torniamo indietro! Nemmeno Belen e la Canalis a Sanremo erano trattate in questo modo.

    Mi piace

  • Cara Mamma Rai,
    Le scrivo indignata riguardo la vostra scelta della nuova valletta dell’edizione 2012 di Sanremo, ennesima dimostrazione di come il servizio pubblico non ha intenzione di rispettare le donne e sopratutto le consumatrici che pagano mensilmente il canone ed è un dispiacere che malgrado questo, anzichè essere pienamente rappresentate in modo dignitoso, veniamo svilite ancora una volta con lo stereotipo della valletta muta, scelta appositamente straniera in modo che non parli o che lo faccia imboccata dal conduttore come fosse una bambolina e proposta come oggetto sessuale da dare in pasto a telespettatori di sesso maschile.
    Ma come? l’ONU si è fatto un mazzo così per consigliarci di abbandonare questa becera, sessista e retrograda rappresentazione femminile, problema solo italiano, e voi continuate a sviare le aspettative di una società che ci sprona a promuovere le pari opportunità tra uomo e donna, promuovendo ancora un modello televisivo arcaico che ci rimanda ai tempi di Mike Bongiorno, contestato da Pier Paolo Pasolini circa 40 anni fa.
    Possibile che non sia cambiato nulla e sopratutto malgrado le richieste continue delle donne italiane, affinchè vengano rappresentate in modo dignitoso e non stereotipato?
    Vedere una valletta straniera su un servizio pubblico del TG1 spogliata, umiliata e inquadrata sul decolletè nonostante il suo evidente imbarazzo e mancato consenso, accanto a due conduttori maschi che hanno il triplo della sua età e che la spogliano e le ordinano di amiccare alla telecamera, deridendola per il fatto che lei in quanto straniera non fosse in grado di ripetere bene le parole che le suggeriscono di dire come un pappagallino, è una rappresentazione che mi fa inorridire e che dovrebbe far indignare non poco le donne italiane e sopratutto quelle straniere.
    Spero tanto di ricevere una risposta, noi donne abbiamo bisogno di risposte e di sapere perchè continuate a rappresentarci in questo modo.
    Cordialmente,

    Mi piace

    • Annamaria Arlotta

      Cordialmente…mica tanto cordialmente! Il contenuto della tua lettera è buono, come tutto ciò che scrivi, ma non condivido il tono finale, quasi una preghiera di avere una risposta che spieghi perché siamo rappresentate così. Beh, più che una risposta bisogna che se la smettano! Ci rappresentano così perché dei vecchi babbioni nati al tempo in cui secondo loro una mucca serviva a dare il latte e una donna a fare quello lì detengono il potere in Italia, la Rai è tutta loro, il ricambio generazionale non esiste da decenni e ci impongono la loro sessualità malata e voyeristica e una concezione della donna che le loro madri, classe 1930, ha trasmesso loro. Soltanto la protesta costante e forte può servire secondo me, delle loro “spiegazioni” non me importa un fico secco! Scriverò anch’io, ora sto appena guarendo dall’influenza, magari domani mattina.

      Mi piace

      • Parole “sante” ! Non ci sono risposte per una sessualità malata ma solo “eventualmente” medici e psichiatri …..

        Mi piace

  • ho aggiunto:

    Spero tanto di ricevere una risposta, noi donne abbiamo bisogno di risposte e di sapere perchè continuate a rappresentarci in questo modo e pretendere allo stesso tempo CHE NOI CONTINUASSIMO A PAGARE IL CANONE TELEVISIVO. Basta!
    Cordialmente

    Mi piace

  • Orrido. Boicottiamo Sanremo (non che prima guardassi questa merd* di programma ovviamente)
    e facciamo una mail bombing.
    Ogni commento è puramente superfluo.
    Che schifo

    Mi piace

  • che schifo!!!! odio sanremo …odio la rai..odio tutta la tv..
    boicottiamoooo tutti i programmi di merda!!!

    Mi piace

    • Condivido il tuo pensiero al 100 % ed io infatti non sto più guardando la tv perchè mi fa profondamente schifo !!! Il problema è che la maggior parte delle persone le guardano ed il messaggio che ricevono è sempre lo stesso, che la donna è un oggetto sessuale, che è l’uomo che decide cosa farne, può spogliarla a suo piacimento, stuprarla o anche uccederla se vuole. La scena dove le tolgono il ciubbotto è vomitevole ed è ancor più vomitevole che non ci abbiano visto niente di sbagliato a mandarla in onda, su un tg serla per di più, cioè visto da tutti. Per loro è normalissimo che si tratti così una donna ed io ora sono veramente stanca. Sanremo deve essere un flop megagalattico e poi gli spiegheremo il perché !!!

      Mi piace

  • Ti ringrazio tantissimo per il grande lavoro di sempre.
    Firmato e inviato la mail. Ora diffondo sul mio blog.
    Dai, dai, dai!

    Mi piace

  • Elena Schivalocchi

    Finiamola con le canzonette e lo spettacolino delle donne giovani e belle e mute e gli uomini parlanti e intelligenti. Dobbiamo insegnare alle nostre figlie ed ai nostri figli che intelligenza preparazione e dignità non hanno sesso. Dobbiamo insegnare alle nostre figlie che sono persone che devono piacere a se stesse non soggetti creati per piacere ai maschi. Se gli spettacoli TV mezzo divulgativo e di cultura non ci aiutano boicottiamoli!!!!

    Mi piace

  • Basta con la tappezzeria per sostenere personaggi “vecchi” in tutti i sensi!!!!!!

    Mi piace

  • E’ ora di finirla con queste boiate e con spettacoli antidiluviani!
    Basta con queste “bambolone” tutte rifatte… basta con personaggi maschili squallidi e insignificanti!

    Ci si chiede,poi, di pagare un canone e se non lo paghi ci pensa l’agenzia delle Entrate… ma ci rendiamo conto… è tutto uno schifo! E a questo schifo io non ci sto… finiamola con sanremo (volutamente con la “s”minuscola), ballando con le stelle ed altre trasmissioni…E’ tutto vecchio e obsoleto!

    Mi piace

  • Poi mi spiegate la mania di metterci sempre delle straniere? Capisco il fascino dell’esotico ma io trovo che se metti una persona a presentare, senza darle autonomia sui contenuti, cercane almeno una con una dizione decente (il che vale anche per un sacco di italiane, non è questione di passaporto, solo che con le modelle straniere si nota di più. Pure Filippa che mi sembra totalmente accessoria al programma e presente solo perché bonazza, bionda e moglie di… è sicuramente migliorata rispetto a un paio d’ anni fa ed essendo una donna intelligente e capace è chiaro che patisce il ruolo di bambolona e basta. Però evidentemente lo stipendio conforta abbastanza da farla continuare).

    Mi piace

  • Quello che non è comprensibile è perchè non p stato postato il video in questa pagina o il link perlomeno!! Il video è quì;http://youtu.be/rcXWRemCREQ ed è stato realizzato da “Donne e Media”, un progetto che si occupa di studiare l’immagine della donna nei media…
    Questa è la pagina su facebook:https://www.facebook.com/pages/Donne-e-Media/105034279611657
    Visitate la pagina, ed aderite. Divisioni ed oscurantismi servono solo a mantenre lo status quo!

    Mi piace

  • Condivido il commento di Antonella Russo:
    Quello che non è comprensibile è perchè non p stato postato il video in questa pagina o il link perlomeno!! Il video è quì;http://youtu.be/rcXWRemCREQ ed è stato realizzato da “Donne e Media”, un progetto che si occupa di studiare l’immagine della donna nei media…
    Questa è la pagina su facebook:https://www.facebook.com/pages/Donne-e-Media/105034279611657
    Visitate la pagina, ed aderite. Divisioni ed oscurantismi servono

    Mi piace

  • Scusate ma qui non si dice da dove è stato preso il video e chi ha lanciato e aperto la discussione….La fonte sarebbe buona cosa citarla sempre! Dunque per chiarire: Il video è stato pubblicato da “Donne e Media”, un progetto che si occupa di studiare l’immagine della donna nei media e lo trovate qui: http://youtu.be/rcXWRemCREQ
    Questa è la pagina su facebook:https://www.facebook.com/pages/Donne-e-Media/105034279611657
    Visitate la pagina, ed aderite. Divisioni ed oscurantismi servono solo a mantenre lo status quo!

    Mi piace

    • Signori (Antonella Russo, Antonio Rossano,Natascha) ho messo le fonti spero vada bene ora. Non è stata una cosa volontaria non mettere le fonti del video, e sinceramente ne ero anche all’oscuro di questa associazione, ho preso spunto dalla pagina fb che ho citato anche nel pezzo!

      Mi piace

  • che tristezza infinita.

    Mi piace

  • Davvero imbarazzante questo spot. I luoghi comuni ci sono tutti, il vecchio galante, il cinquantenne bruttarello e untuoso che chiede baci alla ventenne straniera che non sembra capire bene cosa sta accadendo. L’Italietta becera e passata, quella che spero sempre stia per finire, risorge sempre dalle sue ceneri.

    Mi piace

  • Davvero, che squallore, uno schifo! Umiliante! Approffiatare di una ragazzina appena 20enne! Ma che segnale vuole mandare “mamma” RAI ai nostri ragazzi? Pepetuare un maschilismo becero anni ’40/’50 nel 2012? Questi due personaggi volgari non mi rappresentano affato come uomo. Bisognerebbe lanciare una campagna per boicottare Sanremo!

    Mi piace

  • Crudelmente….quanti anni hanno Gianni Morandi e Papaleo?Sono vecchi,soprattutto anche di testa c’è poco da sperare ,e non dovrebbero essere i peggio,figuriamoci gli altri .Danno quello che pensano vogliono i vecchiarelli che guarderanno Sanremo,lo schema è sempre quello….da secoli.Che tristezza!Tra l’altro …che fine hanno fatto le canzoni dell’anno scorso?Un fallimento su tutta la linea ,mi sembra ,modelle o non modelle…..Il modello è quello unico….La modella….ma non potrebbe essere per es,.un’attrice brillante ?No, i due simpatici babbioni vogliono la ragazzetta.Tra l’altro sempre più giovani.”Non c’è apprendimento ,se non c’è modificazione del comportamento”.Anzi ,più si protesta e più peggiorano le cose ,anche con gravi conseguenze nella vita di tutti i giorni………Forse bisogna cambiare tipo di protesta ,francamente non saprei come.

    Mi piace

  • Per quanto mi riguarda questo anno Saremo fa 0% di share. Mi dispiace per qualche bravo cantante ma non si può più guardare questo schifo. Eppure con la Clerici e Bonolis sembravano aver capito qualcosa….

    Mi piace

  • Ormai Sanremo è soltanto un’istituzione che serve a far girare tanti soldi, i nostri che siamo obbligati a pagare, con compensi assolutamente non in linea con i tempi che corrono, quando quasi tutta l’Italia è disoccupata. Le canzoni sono solo il pretesto, peraltro sembrano fatte solo per l’occasione, mai nussuno si sognerebbe di tirarle fuori se non per il fastival. Per quanto mi riguarda lo boicotterò perchè non è possibile in un’Italia dove non si ascolta la voce del popolo per tutto ciò che sta accadendo, si debba sentire che Celentano prenderà tutti quei soldi per dire la sua opinione, tra una pausa e un’altra di cui non mi frega niente! Mica è il Padreterno!!!!
    Per l’anno prossimo darò la disdetta del canone, poi venissero a dire che devo pagarlo, ma a che tittolo!!!! VERGOGNA VERGOGNA VERGOGNA!!!!!!! e poi pure Morandi….visto e rivisto…….

    Mi piace

  • Sottoscrivo l’appello, è desolante vedere ancora la riproposizione di modelli di rapporti uomo donna , miseri e meschini

    Mi piace

  • che tristezza, non posso sperare in un’Italia decente nemmeno per mia figlia…

    Mi piace

  • Papaleo, credevo fossi una persona intelligente. Mi sbagliavo.

    Mi piace

  • In Italia quasi la totalità degli over 50 sono intrisi di questa cultura così a lungo assimilata e portano questo modo di fare in ufficio, in Tv, in politica, non c’è niente da sperare.
    Sempre la stessa m…
    Ragazzi, coraggio

    Mi piace

  • indignamoci! straniera, bambina e usata dai nonni…e dalla TV di Stato! che immagine, che Paese!
    ester pacor
    “il caffè delle donne” UDI TRIESTE

    Mi piace

  • Pingback: Appello alla direttrice generale della Rai contro il servizio del Tg1 «La donna dell’Ariston» | D I S . A M B . I G U A N D O

  • mi vergogno!. FACCIAMO PERVENIRE ALLA RAI TANTI MESSAGGI CON LA SCRITTA MI VERGOGNO. MI VERGOGNO DI VIVERE IN UN PAESE DOVE QUESTE COSE FANNO ANCORA DIVERTIRE, DOVE UNA DONNA PER AVERE SUCCESSO è COSTRETTA AD ACCETTARE QUESTE COSE, DOVE UNA DONNA ACCETTA QUESTE COSE PER AVERE SUCCESSO

    Mi piace

  • Basta con lo stereotipo donna bella oca ! Noi donne vogliamo rispetto e dignità ! Vergognatevi !

    Mi piace

  • Già è penoso anche solo scrivere la parola sanremo,questo genere di spettacolo “gerontofilo”e squisitamente italiano,di basso profilo e teso a distrarre ulteriormente i cervelli delle persone,ma come non bastasse a questo si aggiungono le scene penose che ci propongono i telegiornali.Non che sia una novità,questa .Il nostro è un paese per tradizione sessista e gli ultimi 20 anni non certo illuminati non possono averlo migliorato

    Mi piace

  • Vi dirò una cosa, giusto perchè la so, ed è comunque evidente che il siparietto l’ha pensato e “condotto” Papaleo, che è stato chiamato nel ruolo che anni fa era stato di Chiambretti di aggiungere del “pepe” alla conduzione tradizionale di Morandi. Mi rattrista leggere i commenti di chi da showman “progressisti” si aspettava ben altro. In Italia basta dire che non ti piace Berlusconi oppure fare l’apologia del sud , genuino e ingiustamente dimenticato, per diventare un eroe della sinistra. Conosco Papaleo ed è cosí come lo vedete nel video. Non lo giudico, è così, se vi piace. Ed è cosí che piace in Rai e nei circolini progressisti dello spettacolo romano.

    Mi piace

  • Pingback: Le Vocianti

  • A me ha lasciato un senso immenso di disgusto e violenza. Sembra una molestia sessuale filmata e istituzionalizzata.

    Mi piace

  • Pingback: A Sanremo voglio una Mistress, anzi un Commissario O.N.U. « Vongole & Merluzzi

  • Io non ci sto!

    Mi piace

  • Solita robaccia italiana da cervelli di gallina. E’ per voi che sto paese va di merda. Sanremo è lo specchio dell’italia. Un festival per vecchi, con musica per vecchi, guardato da vecchi (porci).
    Io non lo guardo da 26 anni e ne vado fiera. La vostra è controcultura a pagamento..che schifo.

    Mi piace

  • Cristina Cattafesta

    Si sono comportati come due mercanti di schiavi, come due vecchi e bavosi magnaccia… che schifo.

    Mi piace

  • Continuiamo a dire basta!

    Mi piace

  • LA TELEVISIONE MI FA RIBREZZO, MI PASSA LA VOGLIA DI VIVERE

    Mi piace

  • Pingback: Sanremo, le donne e la rete: un bilancio mesto | D I S . A M B . I G U A N D O