Noi ragazze italiane

Da tempo in internet si è creata una community di uomini italiani che si fanno le vacanze all’estero per cercare “gnocca”. Questo forum trovato per caso mi ha colpito per alcuni post che hanno parto criticando pesantemente noi donne italiane per il fatto di essere poco disponibili a letto (non si capisce perchè dovremmo darla via a uomini così maschilisti e squallidi).

Girando tutti i thread ho scoperto che gli stessi si scagliano contro di noi accusandoci di essere brutte in modo talmente ipocrita dal momento che se si lamentano della nostra scarsa disponibilità perchè evidentemente perchè hanno interesse e si comportano come la volpe all’uva, e poi di essere zoccole perchè la diamo agli stranieri, insomma quelle che fanno viaggi a scopo sessuale vengono criticate anche se fanno quello che fanno loro, sulla base del pregiudizio italico “uomo=figo donna=zoccola“, senza chiedersi poi se le donne italiane sono condizionate a tal punto da questo, da assumere quell’atteggiamento descritto da loro come ipocrita.

Ecco l’atteggiamento del maschilista medio, crea una cultura repressa nella sessualità e poi critica quelle donne cresciute a vivere il sesso con tabù (imposti da loro) e poi ricominciano di nuovo ad usare pregiudizi sessisti sulla nostra sessualità come quello che divide le donne in sante e puttane, è anti-abortista (solo quando è la donna a scegliere) va ad escort, questa rimane incinta, si innamora di lui, ma lui la costringe con minacce ad abortire perchè non accetta il fatto che una “puttana” potesse essere la madre di suo figlio.

Insomma, in poche parole il motto del neo maschilista italiano è “Donna allarga le gambe ma solo con chi voglio io“, vi ricordate quando in un post parlavo della libertà sessuale apparente e forzata imposta alle donne italiane?.

Così ho deciso di farmi un account (all’inizio per trollare aprendo un post) e poi per portarli un pochino a ragionare (anche se è una perdita di tempo) e in men che non si dica (confesso che qualcuno era più pacato e meno maleducato) mi hanno riempito di epiteti poco carini contro il mio aspetto estetico da “chiattona” (cicciona in napoletano) e la mia età “da ragazzina” per poter discutere con loro che si sentono tanto maturi mostrando l’atteggiamento ipocrita dell’italiano medio che non reputano  idonee le venticinquenni a confronti con uomini più grandi ma a letto vanno bene, visto che è chiaro a tutti che si recano in quei paesi per rimorchaire ragazze della mia età o anche più giovani che avranno sicuramente l’età delle loro presunte figlie.

Ecco alcuni screen shot:

Sinceramente, caro mio, dei tuoi 35-40 anni se possiedi un cervello da gallina non te ne fai nulla. Gira e rigira chiaccherando (non lo avessi mai fatto!) con uno di loro salta fuori la storia dei padri separati sfruttati dalle donne italiane sanguisughe e ci risiamo!

Tornando a noi, questo forum non è solo frequenato da vari maschilisti, infatti un tizio che ci conosce ha iniziato a linkare il nostro blog e pagine gestite da noi, ma rappresenta anche un luogo di favoreggiamento della prostituzione con vari annunci di compravendita di sesso e di esperienze con professioniste.

ps: l’Italia ricordiamoci che ha un triste primato per sfruttamento della prostituzione e per turismo sessuale minorile quindi penso che sia utile fare qualcosa per scovare gli orchi (che vogliono anche la giustificazione).

Ecco che abbiamo sgamato un altro cenacolo di maschilisti sul web!

Non si fanno mancare proprio nulla!

Mary

93 commenti

  • Allora, questo sito l’avevano segnalato anche a me nei giorni scorsi e giuro che quando avevo letto le cose che diceva quell’account per un attimo ho pensato: “toh, qualcuna che forse gli fa capire come stanno le cose”!!! Ed eri tu!!! :)
    Comunque volevo capire in questi casi come ci si deve comportare e a chi segnalare questi tipi di siti. Io scrissi un’email al dipartimento delle Pari Opportunità per chiedere consiglio ma ad oggi non ho ancora ricevuto risposta…

    Mi piace

  • “Mary te lo spiego quando sei più grande…” Che stupido, dev’essere proprio un campione di simpatia -.- ma poi dev’essere un incubo parlare con certa gente che ha il cervello quadrato e imbevuto di stronzate e stereotipi.

    Mi piace

  • Concordo su tutto tranne che sulle ex mogli madri di figli. Le donne non sono sante in quanto donne, ci sono anche delle grandissime stronze tra di noi!

    Cinzia Calchi

    P.S.

    Perdonami ma io gli articoli di quel gg……ggg…..iorn… di quel coso che osa chiamarsi quotidiano no li leggo MAI!

    Mi piace

    • Infatti noi non diciamo che tutte le donne sono sante ma condanniamo quando una persona pensa che tutti gli uomini sono santi.
      Purtroppo ho trovato l’articolo su quellla specie di giornale mea culpa!

      Mi piace

      • Mary ma io ho mica scritto che sono tutti santi? Ti posso giurare che ci sono donne che hanno usato ed usano i figli come merce di ricatto, il tutto solo per spillare soldi soldi e ancora soldi .. e te lo posso giurare su quello che vuoi.
        Ovviamente ci sono anche uomini che pur di non prendersi le proprie responsabilità di padri separati si danno per malati drogati disoccupati.. ma qui si son tirate di mezzo le ex mogli. Per cui di quelle ho parlato..

        Per quanto riguarda il ggg… gggio… il coso lì no prolem, ti ammiro uguale ;)

        Mi piace

  • Navigo in internet da sempre.
    Ho lo stomaco forte e forse sono anche un po’ masochista, o forse mi piace guardare in faccia la realtà.
    Sono stato in chat di neonazisti, nel forum del partito di Ferrara, ho visto le foto dei maltrattamenti di animali e tutti i filmati più schifosi che possiate immaginare.
    Ma il vero volto dell’ORRORE l’ho visto andando su gnoccatravels.
    Vedete, io sono stato fortunato. Ho amici che amano le donne come le amo io, cioè non come pezzi di carne. Perfino i “trombatori” che conosco hanno più stile di questi qua e non scriverebbero mai su gnoccatravels.
    Quel forum per me, come uomo, è l’ORRORE.
    Perché c’è dentro tutto. La stupidità, la mercificazione, la rabbia repressa di uomini piccoli ma soprattutto mi sono sentito così incredibilmente DISTANTE da questa gente che mi sono chiesto se sono veramente un uomo…

    Hai notato poi Mary come uno ti dice “ti devo insegnare a leggere”? Non “non sai leggere” che è quello che potrei dire io… ma te lo deve “insegnare”.
    E la veemenza con cui ti hanno detto che te ne devi andare dal forum? Io sono moderatore di un forum ma non userei mai questo tono con uno che secondo me ha “sbagliato” forum.
    Il fatto poi che uno dicesse che tutto quello che conta per un uomo è avere ragazze strafighe con cui essere appagato sessualmente mi ha creato del dolore fisico.

    Mi piace

    • Sì che sei uomo, sono loro che non lo sono.. Sono bestie..

      La prostituzione poi è un tema delicatissimo, affrontato egregiamente da Valentina nel suo blog, Consumabili.
      Purtroppo quando si tratta di turismo sessuale si ha a che fare con sfruttamento della prostituzione, sia adulta che minorile.. Un sacco di italiani tutti gli anni organizzano viaggi a sfondo sessuale verso mete quali la Thailandia appositamente per rapporti sessuali con minori, e sono persone “di tutti i giorni”, quelle che vedi a lavoro, per strada, con famiglia ecc., come saprete meglio di me..
      Bisogna fare tanto, iniziare ad impedire il proliferare di questi forum sarebbe solo l’inizio ma sembra già una missione impossibile. Non si capisce se esista qualcuno che possa aiutarci concretamente a tutelare i diritti umani, perchè di questo si tratta. Viviamo in un paese incivile, non so dove sbattere la testa a volte.

      Mi verrebbe da concludere l’intervento trattando tutta l’incapacità di relazionarsi col diverso di questa gente, la loro considerazione dell’altro come mero oggetto per raggiungere i propri fini, l’utilizzo di un corpo umano come fosse usa e getta, privato di una razionalità, di un passato, di sensazioni, di emozioni, di sentimenti, di una storia.. e spesso si tratta di minori.. Oltre allo schifo che si può provare dinnanzi a certe “persone”, il vero problema è che dovrebbero fare i conti con una legge più onesta e autorità meno corrotte!

      Mi piace

  • Sono perfettamente d’accordo ma è tempo perso cercare di ragionare con certi “maschilisti” : è come voler fare il vino con le rape…..sono teste di c…….!!!!

    Mi piace

  • “Mary te lo spiego quando sei più grande” certo invece per far turismo sessuale vanno bene anche le 16 enni per spiegare le cose a 24 anni si è troppo piccole =D! Non mi va di sprecare nenanche una sola parola, tutto è troppo poco per un contesto come quello! Ah Mary non è un nostro conoscente è un mentecatto, è diverso ;D

    Mi piace

    • Già! è la prima cosa che ho pensato quando quel tizio ha tirato fuori quell’affermazione.
      ahaha già è un mentecatto xD

      Mi piace

      • Certo che se per insegnarti come si vive ti portano ad esempio la Carfagna e la Minetti… si capisce pure di che partito politico sono… blhèa mi vien da vomitare!!!

        Mi piace

  • Sì, infatti, concordo con chi pensa che sia tempo perso cercare di far ragionare certi individui, almeno con mezzi che non siano da psicoterapeuta da educatore. La mia visione talvolta legalistica dei mezzi di intervento sulle realtà “orrende” mi suggerirebbe di cercare gli estremi per il favoreggiamento della prostituzione o qualcosa di simile.

    Mi piace

    • I discorsi di questi “signori” non mi sorpendono molto, voci simili giravano ai miei tempi (anni 90) e la divisione santa/puttana veniva fatta in classe, a scuola. Girava una classifica, scritta a mano, su chi la dava e chi no… Alcuni con i primi soldini a 20 anni, andavano in Thailandia.
      Ho dato una scorsa veloce ai commenti e se posso fare il copia e incolla , qui sta il succo della mentalità di alcuni ragazzi e uomini italiani:
      ..”Ciao a tutti,
      in questi giorni sono nelle Filippine…..come dice anche fran81 le donne da queste parti sono di un altro pianeta
      Se una donna italiana deve parlare di una donna filippina o thai deve farlo solo e soltanto con il massimo rispetto e la massima invidia rassegnandosi che non riuscira’ mai ma dico mai ad eguagliarla per cui per tutta la vita zero rispetto per una donna italiana a parte la madre che mi ha messo al mondo!!!”…

      Come al solito, “…a parte la madre che mi ha messo al mondo…” !!!!

      Mi piace

  • Ciao Mary, qualche anno fa ho provato a discutere della stessa cosa, sono stat insultata anch’io anche se non in modo così infantile e imbecille (nel forum il moderatore era un tipo tranquillo). Concordo con gli altri: è tempo perso. Se uno crede che le donne siano dei buchi che devono farsi “prendere” rapidamente e offrire il miglior contorno estetico possibile, così puoi anche vantartene con gli amici, alla fine si renderà conto che l’unico modo di avere questo tipo di esperienza è frequentare ragazze che vivono in paesi più poveri – facci caso, nessuno va fare queste cose in Olanda o in Svezia, eppure anche lì è pieno di quel fenotipo di ragazza slanciata e snella che loro reputano l’unico accettabile, è solo che lì stanno bene economicamente non hanno bisogno della loro elemosina. Fatto sta che poi stanno tutto il tempo a menarsela su Internet vomitando odio contro le ragazze italiane, con tre temi principali: 1: siete brutte 2 essendo brutte, dovreste essere onorate se qualcuno vuole venire a letto con voi, invece avete la faccia tosta di rifiutarlo 3: le straniere che rimorchiamo ci sorridono, ci ascoltano, sono gentili e ovviamente tutte potrebbero sfilare per Armani. Io non capivo: ognuno può andare a letto con chi vuole, non si discutono i gusti di nessuno, allungare soldi è squallido ma se proprio vuoi farlo, amen: che bisogno c’è, visto che sei così felice con le tue conquiste fighissime, di stare ore su internet a insultare quel cesso che non te l’ha data? e poi, perché mai e in nome di che cosa una ragazza non bella dovrebbe per forza essere sessualmente disponibile? per farsi perdonare qualcosa? Incredibile la pochezza umana di questi personaggi. La cosa triste è che poi, anche se stanno ore a parlarne, se ne restano sempre in Italia, magari si trasferissero in massa tutti alll’estero! Certo, stare in Italia a vantarsi delle proprie presunte prodezze fuori confine mentre mamma butta la pasta e rifà il letto è facile.

    Mi piace

  • icittadiniprimaditutto

    Reblogged this on i cittadini prima di tutto.

    Mi piace

  • Alessio Sportaro

    Mary quando su Facebook avevi postato il tuo primo commento , in cui dicevi di voler andare in nord-europa per trovare bei ragazzi , le prima risposte erano state normali, ma immagino che prima o poi arrivassero a questo punto,partendo che un conto è dialogare con persone con cui puoi essere in disaccordo (anche forte) ma con cui si può dialogare pensa che in questo periodo sto postando qualche commento nella pagina Facebook di casapound , e anche se sono in disaccordo con loro forte, non arrivano a questi livelli, perché non si può pensare di dialogare con tutti(ecco perché succedono le guerre) e come non ha senso dialogare in un sito neonazista ecc.., tornando sul turismo sessuale anche andare ad Amsterdam per i bordelli sarebbe turismo sessuale anche se non sono ragazzine ed è tutto legale, io penso che ognuno nella vita finché rispetta la legge deve essere libero id fare ciò che vuole , e poi non c’ è una eta precisa per sistemarsi, ne nessuna legge dice un limite di eta per una coppia di fidanzatini o sposi, basta che siano tutti e due maggiorenni, quindi cosi come nessuno vieta a Michele Placido di avere una moglie 40 anni più giovane di lui , per esempio nessuno vieterebbe a Pamela Prati di avere un marito/fidanzato di 30 più giovane,io personalmente non lo farei ma ognuno è libero, ma ricordiamo che sono due cose ben diverse andare ad Amsterdam a cercare sesso, rispetto ad andare in Thailandia a cercare bambine/ ragazzine addirittura vergini , questo oltre ad essere illegale è una cosa disgustosa da un qualsiasi punto di vista etico/morale, e Mary ricordati tu sei migliore rispetto a questi esseri o dovrei chiamarli bestie con tutto il rispetto per gli animali.

    Mi piace

  • Ciao Mary, sono uno dei membri della community di Gnoccatravels che con te ha provato a ragionare, senza dare nè ricevere insulti gratuiti. Il nostro sito nasce dal senso di frustrazione che molti di noi provano nel nostro paese quando si rapportano con molte ragazze italiane e dalla scoperta che all’estero (non nel terzo mondo, ma persino nella cara vecchia Europa) per fortuna non è così.

    Credo sia una scelta che vada rispettata, come del resto la vostra di aprire un blog di post (o tardo) femministe. Molti di noi sono pronti a discutere senza le facili generalizzazioni che inevitabilmente compaiono (e che ho letto anche qui nel tuo post) quando il dialogo lascia il posto ad una vuota battaglia tra sessi.

    Amiamo le donne e non riusciremmo a concepire un mondo senza di voi.

    Un saluto a tutte,

    Uli

    Mi piace

    • Ciao ho approvato il tuo commento perchè sei il più moderato della community. Mi sono resa subito conto della frustrazione di chi è presente sul sito in questione ma io ho voluto intervenire lo stesso perchè non riesco a concepire come mai questi ce l’abbiano così a morte con le donne italiane quando queste non devono nulla a nessuno (nè dimostrare nulla a nessuno), perchè ritengo che le donne devono essere libere di essere quello che vogliono. Probabilmente all’estero non è così perchè è risaputo che non si avverte la guerra tra i sessi che c’è in Italia e la rivalità tra uomo e donna, la voglia di schiacciarsi uno con l’altra e sopratutto (quella che contestiamo su questo blog) la violenza sulle donne e la divisione così ampia tra i generi maschio e femmina che a mio parere dovrebbero essere educati allo stesso modo indipendentemente dal sesso e dall’orienamento sessuale. Come ho detto sul forum noi siamo vittime (intendo maschi e femmine) della Chiesa cattolica, del patriarcato e della guerra tra i sessi per non parlare dell’omofobia, per questo che ancora oggi molti uomini sono frustrati, vanno a cercare donne non perchè le italiane non gliela danno ma perchè vogliono dimsotrare alla gente che non sono gay per paura dei pregiudizi, come le ragazze vogliono dimostrare la loro castità senza pensare che stanno rinunciando alla loro salute sessuale.
      Ma mi pare che tu rispetto agli altri almeno mi sembra che sei più maturo mentre gli altri mi hanno ricoperta di insulti, gran parte di quelli salvati su screen shot.
      La mia non è una battaglia tra i sessi, io condanno questa battaglia tra i sessi che resiste solo in Italia e in qualche Paese islamico e condanno pure le generalizazioni che invece compaiono su gnoccatravel contro noi donne italiane.

      Mi piace

    • Francesco D'Arcangeli

      Uli, scusami, ti spiacerebbe spiegarmi cosa intendi per problemi nel rapportarsi con le ragazze italiane? Perché io grossi problemi nel rapportarmi con le ragazze italiane non ne ho avuti, non ho mai fatto grosse “conquiste” ma perfino il termine mi da’ sui nervi quindi la cosa mi tocca fino ad un certo punto.
      Ma a ciascuno la sua filosofia di vita, io non giudico mai, soprattutto non giudico ciò che non capisco.
      In tutta onestà però, a me personalmente il vostro forum sembra un forum di gente intenzionata a trombare il più possibile, il che è una cosa perfettamente legittima, ma non gli darei questa impostazione fiolosofica sul problema del rapporto tra uomini e donne.

      Mi piace

      • Ciao Francesco, mi fa piacere questo mix di generi : donne come Mary che scrivono su GT e voi maschietti qui : è un buon segno, anche perchè dialogare aiuta a capire le ragioni degli altri.

        Da dove deriva la nostra frustrazione nel rapporto con le donne italiane? Potrei farti tanti esempi, ma prova a leggere il post di Paolo qui sotto : 27 anni suonati e ancora vergine. Se è una sua scelta benissimo, ma temo che invece sia il segno visibile di un disagio profondo della nostra società dovuto -come dice giustamente Mary- alla forte influenza della cultura cattolica, per cui sin da bambini il sesso viene visto come una cosa sporca ed essenzialmente volta alla mera riproduzione della specie dopo regolare matrimonio.

        La stessa Mary ha confessato sul nostro sito che ben volentieri in passato si sarebbe concessa (a chi pareva a lei ovviamente) ma che molte volte aveva represso questo suo desiderio perchè temeva i giudizi dei suoi compaesani (paese piccolo, la gente mormora).

        Quindi viviamo un paradosso : le donne non si concedono (o peggio se la tirano) perchè temono di essere giudicate facili e gli uomini frustrati vanno all’estero dove finalmente trovano donne che vivono liberamente la loro sessualità (peraltro anche piuttosto carine, il che non guasta mai).

        Mi rendo conto che questa non è altro che una grossolana semplificazione e che c’è anche molto altro, ma spero di avere almeno un po’ reso l’idea.

        Mi piace

      • Uli, ho appunto spiegato varie volte, perfino ai tuoi compagni che sono un pò tocchi, perdonami ma è così, che è appunto la Chiesa cattolica e il maschilismo di certi uomini ad aver rovinato l’approccio con il sesso opposto.
        La verginità di Paolo non c’entra nulla con il discorso. Paolo è un uomo e quindi se un guorno decidesse di farlo potrebbe farsi tantissime ragazze senza essere giudicato male, mentre una donna vergine se un giorno, stanca di esserlo dovesse farsi anche solo un ragazzo perchè non vuole aspettare non dico il matrimonio ma il fidanzamento (che di solito non ci si concede subito) la da subito viene giudicata come una troia xrchè la verginità delle donne in Italia viene consdierata ancora una virtù e non una scelta. Poi ci stupiamo se ci sono ragazze come Raffaella Fico che mettono all’asta la verginità perchè educate in un sistema che considera un pezzo di pelle come un valore quasi monetario come se noi donne fossimo delle prostitute.
        Si ho detto questo perchè il mio Paese è piccolo e mormora purtroppo quindi se una raagzza single ha voglia di farlo dovrebbe stare in astinenza e non è giusto (io sono fidanzata non parlo di me).

        Spesso le ragazze single fanno sesso ma sono costrette a farlo di nascosto senza andare a vantarsi con nessuno e recitando una parte per apparire più pure e di valore al sesso maschile. Poi ci sono quelle che nonostante lo fanno di nascosto poi le voci girano lo stesso perchè il tipo con cui lei è andata parla con gli amici e in men che non si dica ti fai una fama. Ecco perchè le ragazze italiane hanno quell’aspetto che a voi sembra menoso ma in realtà è timidezza, insuicurezza e paura di approciarsi al sesso opposto per non essere giudicate e non dalle altre donne ma proprio dal sesso opposto! quindi il problema siete spesso voi maschi che ci volete vergini e poi vi lamentate oppure volete usarci come oggetti.

        Mi piace

      • Uli, no la verginità non è esattamente una “mia” scelta ma diciamo che con la mia timidezza e insicurezza non faccio molto per uscire dalla mia situazione.ma non mi sognerei mai di incolpare le ragazze italiane per dei limiti che attengono solo alla mia personalità..quello che non capisco è l’astio verso ragazze colpevoli solo di non voler venire a letto con voi come se ogni ragazza che incontrate avesse il dovere di trovarvi irresistibili

        Mi piace

      • Paolo, ti auguro di trovare una ragazza che possa aiutarti a superare le tue insicurezze. Purtroppo le persone sensibili sono sempre troppo poco apprezzate : le donne (forse per insicurezza) cercano uomini a cui appoggiarsi, non da sostenere, anche se poi i primi il più delle volte si rivelano dei fanfaroni. C’est la vie.

        Mi piace

      • Francesco D'Arcangeli

        Paolo, da persona sensibile anche io ti posso dire che quello che dice Uli è vero ma fino ad un certo punto. Quando un rapporto con una persona si sviluppa, la sensibilità non diventa più un handicap. Anzi.

        Secondo me tu hai un buon modo di affrontare la cosa, soprattutto per l’età che hai. Non farsi prendere dalla frenesia imposta dalla vita e dalla società è capacità rara, di questi tempi.

        Mi piace

  • se una donna italiana vuole andare in Nord Europa a fare “sesso ludico” con gli uomini locali è nel suo pieno diritto, se questi vanno all’estero unicamente per vivere avventure sessuali con ragazze del posto maggiorenni e consenzienti..anche loro sono nel pieno del loro diritto…certo un conto è il nord Europa e un altro è un paese povero come la Thailandia
    Si può fare tutto questo anche senza disprezzare le donne italiane solo perchè “non ce la danno”..cari ragazzi di gnoccatravels, l’eros, il rapporto sessuale non è un diritto, è un regalo che l’amante fa all’altro..se le ragazze italiane che avete incontrato finora non vogliono farvi questo regalo, per motivazioni loro, bè hanno diritto di non farvelo. Io ho 27 anni sono vergine e in teoria dovrei essere arrabbiatissimo con le ragazze che “non me la danno” e invece no, per prima cosa sono abituato a non dare agli altri la colpa delle mie difficoltà e della mia frustrazione e poi non vivo il sesso come un “diritto” ma come un regalo se trovo una persona che mi piace e che voglia accettare il mio “regalo” e “restituirmelo” in quella magia che è il sesso bene altrimenti pazienza. Certamente non andrò mai all’estero con l’unico obiettivo di trombare perchè per mia fortuna non ho il “chiodo fisso” e lo trovo un po’ “squallido” ma voi fate come volete..nel sesso finchè si è maggiorenni e consenzienti non giudico..e chissà magari facendo sesso ludico troverete anche l’amore..le vie del sentimento sono infinite

    Mi piace

  • Solo una osservazione sul fatto che è stato detto che un conto è andare nel Nord Europa e un conto in Thailandia. E’ sicuramente vero che ci sono mete specifiche per turisti pederasti e tra queste Thailandia, Cambogia, Colombia, ecc.. ma non è avero che nel Nord Europa non si trovi prostituzione minorile o schiavitù sessuale. Date un’occhiata ai post su Germania, Olanda e Svizzera: non solo sono le mete più gettonate dell’Europa occidentale e lo si vede dal numero di post(mentre al contrario in Svezia e Islanda questi bei personaggi lamentano di non trovare “gnocca pay” – sigh), supermercati del sesso organizzatissimi che attirano turisti da tutto il mondo, ma le prostitute di cui parlano sono tutte straniere, in particolar modo dell’est Europa e America latina. Quindi comunque di paesi poveri. Nessuno può dire se molte di loro non siano controllate dalla mafia e vittime di tratta, visto che anche questi paesi del Nord Europa figurano in tutte le statistiche ufficiali come paesi di destinazione del traffico di persone. Comunque, chiunque sia favorevole alla legalizzazione dello sfruttamento sessuale, dovrebbe farsi un giro su questo sito gnoccatravels nella parte relativa a Germania Olanda e Svizzera, quando si parla ad esempio di fkk o simili. E’ inutile parlare in astratto senza capire che significa aver creato un business come un altro sul corpo delle donne, che fa aumentare turismo e PIL di un paese. Io lo trovo estremamente pericoloso..

    Mi piace

  • Aggiungo per l’Olanda che un membro del sito riporta le parole del vicesindaco di Amsterdam che avevo letto anch’io, secondo cui il famoso quartiere a luci rosse doveva essere chiuso insieme alla famose vetrine, perché ormai diventato il salotto della malavita, in particolare della mafia dell’Est Europa, dedita al traffico di persone. Non è vero che regolamentare porta alla sparizione della tratta. Per quel che riguarda il portale, è sicuramente di competenza della polizia postale verificare la presenza di reati come favoreggiamento della prostituzione o turismo sessuale (che è reato specifico quando fatto con minori e per cui è prevista una cooperazione internazionale nelle indagini) e questo dovrebbe essere fatto in tutti i casi “a rischio”, cioè in tutti i portali e forum dedicati al turismo sessuale o al consumo di prostituzione.

    Mi piace

  • Mi sono incuriosita e ieri ho letto un po’ di post. Se si va alla sezione Republica Dominicanca c’è un post intero dedicato a un resort con tanto di prezzi, prestazioni e turni di lavoro.
    Dal post:
    ….”Avete due possibilita’: la prima e’ di pagare per unaio d’ore ( prezzo fisso di 1500 pesos= 30 Euro) o altrimenti per tutta la notte ( prezzo fisso di 3000= 60 Euro). Se e’ mattina o primo pomeriggi e la volete con voi per tutto il resto del giorno e della notta fino alla mattina seguente allora si paga le due tariffe insieme 30+60=90 Euro).
    E’un bel risparmio rispetto ai posto come Viking etc….”…

    Oppure commenti di questo genere:
    “ke tristezza… una volta nn era così ..si trombava per 1000 pesos tutta la notte!! ”
    Oppure:
    “spaccare il culo a una ebony é un’esperienza che non si puó non provare nella vita”
    “sono le numero 1!!!! hanno un neurone in meno,ma fisicamente sono strasuperiori alle bianche”
    “Non immaginavo prestazioni così care peró! Pensavo bastasse una ciotola di riso! :D”

    http://gnoccatravels.com/discussion/1249/blackbeard-resort-in-repubblica-dominicana

    Mi chiedo è corretto mettere informazioni di questo genere?

    Quale rispetto si tiene nei confronti di persone che vendono il proprio corpo per pochi spiccioli, spinte da dalla povertà o dalla necessità di sfamare una famiglia? Qui non si tratta di frustrazione nei confronti delle donne italiane ma di rancore e svalutazione per tutto il genere femminile!!

    Mi piace

    • Oltre che maschilisti sono pure razzisti!

      Mi piace

    • “spaccare il culo a una ebony é un’esperienza che non si puó non provare nella vita”…..complimentoni! Stiamo freschi a commemorare giornate della memoria, a lanciare messaggi su come non bisogna approfittarsene dei più deboli, su come non bisogna umiliare e usurpare la dignità di esseri umani e di certe minoranze, ecc…Vanno li per fare sesso, nessuno se ne frega nulla ma almeno abbiate un minimo di rispetto per gente che è costretta a venire a letto con voi per mangiare! Preferisco che insultino me italiana almeno ho la forza di potermi difendere. Lo schifo umano mi sconvolge ogni giorno di più!

      Mi piace

    • Alessio Sportaro

      se si vuole andare in paesi per le prostitute gli unici paesi che hanno senso sono Germania e Olanda negli altri trovi solo schiave.

      Mi piace

    • In effetti molti usano un linguaggio da caserma : non c’è da stupirsi essendo un forum NON MODERATO (diversamente da questo dove i messaggi sono filtrati) e con una quasi esclusiva presenza maschile.

      Anche a me non piace quel linguaggio, ma il senso di GT resta quello di scambiarsi informazioni di viaggio per passare una vacanza in dolce compagnia : sta alla sensibilità di ciascuno (che evidentemente spesso manca) non eccedere sia sul forum sia poi in viaggio.

      Mi piace

  • ma allora non capisco: questi “gnoccatravellers” vanno in cerca di “sesso ludico” con donne maggiorenni e consenzienti oppure vanno con prostitute provenienti da situazioni di povertà ed emarginazione e sovente minorenni? Perchè nel primo caso nulla da dire, ma nel secondo dovrebbero farsi un serio esame di coscienza!

    Mi piace

    • Paolo non ho mai letto nessun commento sul nostro sito riguardante minorenni, quindi mi sento di escluderlo.

      Mi piace

      • Francesco D'Arcangeli

        Neanche nei forum che gestisco io sentirai mai parlare di software o film scaricati, questo non vuol dire che questo genere di cose non avvenga.
        Minorenne=reato. Nessuno è così idiota (soprattutto in un forum aperto).
        Ciò detto, neanche secondo me si tratta di QUEL tipo di turismo sessuale.

        Mi piace

    • Paolo, sul sito parlano di “gnocca free” e “gnocca pay”, quindi ci sono entrambi gli aspetti, sesso “ludico” e con prostitute. Sono citati anche paesi molto poveri e famosi tristemente per essere mete tipiche di turismo sessuale con minori (che tra l’altro sempre più riguarda non pedofili ma uomini “normali” in cerca di emozioni forti, secondo gli studi di ECPAT, ad esempio). Anche neri paesi non poveri si parla quasi esclusivemente di prostitute provenienti da paesi poveri. Sul fatto che nessuno parli di esperienze con minorenni nei commenti mi pare ovvio. Sarebbe la confessione di un reato, nessuno è così stupido. Ma non è da escludere che qualcuno lo abbia fatto nella messaggistica privata, se è prevista su quel portale, questo non lo so. Non pensiamo che sia raro cercare sesso con minorenni: l’Italia ha anche un triste primato in molti paesi del mondo su questo.

      Mi piace

  • @Uli: non so quali siano le tue motivazioni, è chiaro che se trovi le ragazze italiane troppo represse (ma non credo che la morale sessuale dei paesi dell’est sia molto più elastica di quelle latina, è solo diverso il contesto) e vuoi andare in un altro paese, sei liberissimo di farlo. Quello che non mi convince è l’idea che le altre ragazze, le giovani moldave, ucraine o tailandesi o dominicane con cui massivamente i tuoi sodali si relazionano, lo facciano perché anch’esse desiderose di vivere esperienze erotiche con italiani spesso 40/50enni. Non ci credo. Non è una relazione paritaria fra amanti del sesso. Loro si aspettano una contropartita economica, anche piccola ( non tutti possono regalare appartamenti), scambiata con una gentile compagnia e del sesso. Guarda, anch’io che non sono ricchissima potrei andare a Capo verde e dire che un bellissimo ragazzo nero è pazzo di me, ma non riesco a prendere in giro me stessa e gli altri fino a questo punto. Beati voi che ci riuscite.

    Mi piace

  • Appena si entra l’immagine generale è veramente triste, e ci sono frasi da inorridire qualsiasi essere umano con un cervello, altro che italiane. Per me è da studio sociale.
    Sono principalmente incazzati con le donne italiane che non gliela danno,ma poi la maggior parte dei post riguardano il sesso a pagamento all’estero (ci potevano risparmiare la ramanzina allora), quindi stanno li a fare conti su conti per spendere meno, e alcuni si organizzano per partire insieme. Anche io ho viaggiato nella mia vita e posso dire che le ragazze fuori hanno un’immagine un po’ negativa del maschio italiano, “sempre li a rompere i coglioni per portarti solo a letto”. Le più tranquille ci ridono sopra ma ho visto donne con un vero e proprio odio verso i maschi italiani.
    Al contrario all’estero le donne italiane sono molto apprezzate e ben viste (ecco perché ce la rimorchiano beatamente.Nessun mistero).
    Comunque non li prenderei troppo sul serio, a me immaginare questi che si organizzano per fare i viaggi insieme mi fa venire in mente solo una scena (che poi è la stessa immagine che avranno le ragazze all’estero quando si vedono questi arrivare dall’italia.): http://www.youtube.com/watch?v=yrreSNyK3ZI

    Mi piace

    • La cosa sconcertante è il groviglio di non-ragionamenti con cui finiscono per incartarsi: da un lato “le donne che hanno tanti uomini sono troie, gli uomini che hanno tante donne sono fighi, perché se una chiave apre tutte le serrature è mitica, ma se una serratura si fa aprie da tutte le chiavi fa schifo”, una perla del pensiero fascio-maschilista -reazionario detta dal gonzo verbalmente violento che gestisce il forum. Poi peró odiano quelle che se la tirano e non gliela danno, italiane ma anche straniere – ma come: non hai appena detto che chi la dà troppo è una troia schifosa? Quelle che si prendono la spazzatura italiana in vacanza sono forse delle verginelle che non conoscono uomo? Quindi fanno schifo perché facili, o sono mitiche perché non vi rifiutano? Non sanno neanche loro cosa dicono, il pensiero logico-razionale è sconosciuto.

      Mi piace

  • “Vedete, io sono stato fortunato. Ho amici che amano le donne come le amo io, cioè non come pezzi di carne. Perfino i “trombatori” che conosco hanno più stile di questi qua e non scriverebbero mai su gnoccatravels.
    Quel forum per me, come uomo, è l’ORRORE.”
    Grazie a Francesco che ha individuato un punto importantissimo: come uomo è l’orrore, scrive, grazie, davvero. Uomini come quelli di quel sito – e non sono pochi, anche se magari non tutti scriverebbero su un sito così, ma, sia ben chiaro ce ne sono ben di più diversi da questi per fortuna- considerano le donne non delle persone ma dei pezzi di carne da cui trarre soddisfazione. E’ proprio su questo che si fonda il mercato della prostituzione inteso come industria organizzata. Su questa idea di donna, venduta come si vende un prodotto da supermercato. C’è anche tanto razzismo, implicito nell’apprezzare le caratteristiche presunte delle varie nazionalità. Una tristezza e un orrore profondo soprattutto per gli uomini, anche se pure io mi sento molto ferita come donna a leggere quelle discussioni. Come orrenda è la pubblicità di un sito che vende viagra e simili, che abbina la sua offerta di prodotti per “la sessualità” all’immagine di un aereo, con chiara allusione al turismo sessuale. Uomini che si autodefiniscono macchine da guerra impegnati in “spedizioni punitive”. Una sessualità maschile ridotta anch’essa a un pezzo di carne visto come arma da combattimento e alla gara tra chi “ce l’ha più duro”, spesso e volentieri a colpi di Viagra. Sono sempre più convinta che la mercificazione del sesso sia il vero problema del nostro tempo nei rapporti tra i generi, che niente si risolverà se non si affronta questo nodo. La pubblicità sessista non è che un riflesso di un mondo in cui la donna è davvero ridotta a un prodotto offerto “dalla casa”,un mondo che ha diviso uomini e donne in consumatori e consumabili.

    Mi piace

    • Francesco D'Arcangeli

      “Uomini che si autodefiniscono macchine da guerra impegnati in “spedizioni punitive”. Una sessualità maschile ridotta anch’essa a un pezzo di carne visto come arma da combattimento e alla gara tra chi “ce l’ha più duro”, spesso e volentieri a colpi di Viagra. Sono sempre più convinta che la mercificazione del sesso sia il vero problema del nostro tempo nei rapporti tra i generi, che niente si risolverà se non si affronta questo nodo.”
      Hai colto nel segno Valentina e hai perfino espresso meglio di me qualcosa che quando ho scritto il post pensavo ma non ho espresso: questa idea che tutto deve essere prestazione, numero.

      E’ una cosa che non ho mai sopportato né capito. Anni fa dei miei amici andarono non mi ricordo in che paese e mi raccontarono che per una folle notte di sesso (non so se free o pay) uno addirittura si era portato il viagra.
      Il viagra. Il più vecchio del gruppo aveva allora credo 23 anni. Perché il viagra?
      Per “fare scintille”, dare il più possibile e non sfigurare.
      Non lo capii allora e mi rifiuto di capirlo adesso. Non sopporto proprio questa società in cui tutto è prestazione e quantità. Si sa godere meglio la vita chi mangia di più, esce di più, beve di più, balla in disco più a lungo, scopa di più e più a lungo.
      MA ANCHE NO

      Quando, da ragazzino, invidiavo un po’ i playboy (ma quelli dei film, gli sciupafemmine alla James Bond per cui fare il playboy non era un mestiere ma un talento aggiunto) non gli invidiavo il fatto che la loro irresistibilità gli avrebbe permesso una grande “quantità” ma semmai “qualità”. Crescendo e acquisendo una visione meno bidimensionale del rapporto uomo donna il mio pensiero si è ulteriormente raffinato e ho smesso di provare invidia per chi conquistava tante donne.

      Così, quando si insinua o sostiene che un certo tizio (Corona, ad esempio) in realtà mi fa invidia e vorrei essere come lui per via del “successo con le donne” io rispondo pacatamente: “non mi risulta che Corona sia mai stato con una che a me piaceva o di cui ero innamorato, quindi non vedo cosa avrei da invidiargli” così come non ho mai vissuto le conquiste sentimentali o sessuali degli amici (quelle di cui so qualcosa perché, per fortuna, i miei amici sono abbastanza riservati sull’argomento e se sono riservati con me lo sono con l’universo mondo) come qualcosa che debba riguardare me e gli altri uomini della cricca in quanto uomini.
      Con chi vai a letto, con chi ti metti assieme e chi frequenti sono e restano affari tuoi anche se sei mio amico, fintanto che quella persona non la fai entrare anche nella mia vita (cioè diventa una mia amica) ma anche lì ciò che c’è tra voi resta un affare vostro, sempre pronto ad ascoltare ed eventualmente dare consigli ma è perché stiamo parlando di amici.
      Probabilmente mi manca la “solidarietà maschile”.

      Mi piace

      • l “viagra. Il più vecchio del gruppo aveva allora credo 23 anni. Perché il viagra?
        Per “fare scintille”, dare il più possibile e non sfigurare”

        Incredibile, questi tuoi amici non lo sanno che il Viagra è un farmaco da prendere in caso di vero bisogno (impotenza e disfunzioni erettili) e non una caramella? Se se ne abusa gli effetti collaterali possono essere spiacevoli

        Mi piace

      • “Solidarietà maschile”: direi meglio doversi sentir parte del “branco” , pena l’esclusione. Si vede che tu hai abbastanza libertà di pensiero da mantenerti fisso in ciò che sei e in ciò che vuoi. Da parte mia, ogni stima per gli uomini come te.
        Il viagra preso in età giovanissima e a sproposito è una vera piaga che si dovrebbe affrontare e dovrebbero farlo soprattutto gli uomini. Non è un caso se tutti i sessuologi vedono con preoccupazione un grande aumento dei problemi sessuali maschili. A volte guardo i ragazzini e le ragazzine con preoccupazione, per quello che questa società li farà diventare, per la libertà di essere se stessi che sarà loro tolta. Questi problemi, ne sono convinta, vanno affrontati da uomini e donne insieme. La lotta ai modelli sessisti è una battaglia comune.

        Mi piace

      • il VIAGRA ? Ho visto qualcuno usarlo in Germania .. non so che dire, evidentemente qualcosa fa … non mi spiego altrimenti un uomo che in 1 giorno va con 12 donne … io personalmente non ho mai provato, ma chissà … un giorno forse mi toglierò la curiosità una volta sola …tanto per provarne i tanto decantati benefici…. comunque personalmente non condivido l’ uso abituale di questo tipo di farmaci alla leggera … più per le conseguenze a carico del cuore … mi sembra un uso del tutto gratuito e pericoloso

        Mi piace

  • Sono un utente di gnoccatravels (con l’ occasione saluto Uli), per quanto riguarda paesi come la Thailandia sicuramente c’é l’ aspetto delle minorenni che si prostituiscono, ma non é l’ unico: molti vanno lì per fare sesso con ragazze maggiorenni e personalmente ne conosco un paio che hanno un debole per le asiatiche. Non ho mai conosciuto pedofili in vita mia e ne vado fiero essere attratto dalle donne é una cosa … dalle bambine é un altra: é importante distinguere bene di che si sta parlando.

    Sul fatto che le donne facciano quel lavoro perché costrette é una generalizzazione di comodo; ciò avviene per lo più nei paesi dove il meretricio non é legalizzato e regolamentato, le altre hanno diverse motivazioni …

    Semmai lo fanno per necessità economiche, ma é un discorso comune a tutti …anche io vado a lavorare per necessità economiche , ma non avendo particolari esigenze non mi serve un lavoro in cui rapidamente posso guadagnare cifre astronomiche … e nemmeno lo pretendo … ragione per cui non mi sbatto a fare l’ imprenditore o “peggio” con tutti gli impicci che ne conseguono (anche perché dubito che ne sarei capace)

    Per quanto riguarda me pratico sesso mercenario prevalentemente in Germania, ma ho avuto esperienze anche in Spagna e Olanda … paesi dove quello é considerato un mestiere legale come un altro… preciso che a me NON piacciono le ragazzine e non ci sono MAI stato: in tutti questi posti non ho mai visto minorenni, quindi ne escludo la presenza

    L’ immagine dell’ italiano all’ estero é sputtanata ? Non per colpa mia nè di quelli che ragionano come me … io non vado a fare il gallo cedrone all’ estero sbavando dietro alle ragazze per strada o a fare casino in giro …ricordo a Praga orde di italiani e italiane … ragazzini coatti vestiti firmati che tendevano a dare nell’ occhio in senso negativo …
    Peggio ancora il danno di immagine che ha dato all’ Italia il ventennio Berlusconiano…
    Cominciamo a non votare Berlusconi se ci riusciamo, poi ci sarà da ragionare parecchio … perché purtroppo di gente simile a lui che va in politica per gli affari propri sono pieni parlamento e senato. La situazione é drammatica, un politico deve essere irreprensibile… io ad esempio non sarei adatto e se me lo proponessero rifiuterei, non vorrei mai una responsabilità come questa e non me ne sentirei all’ altezza (altri non si fanno troppi problemi pensando allo stipendio da 12.000 € al mese, valutate voi chi é più corretto…)

    Il problema é che non esiste alternativa alla legalizzazione del mestiere più antico del mondo.
    La donna che lo desidera semmai ha la possibilità di guadagnare grosse cifre senza violare nessuna legge… sul fatto che siano sfruttate quelle che lavorano negli FKK sinceramente mi sembra un ipotesi fantascientifica, certo se ne può discutere, ma pour parler perché nessuno qui può dimostrarlo …

    Per un uomo che viceversa vuole guadagnare certe cifre le alternative sono altre e assai meno legali …e ove lo fossero assai più complicate che allargare le gambe: da questo punto di vista un punto in più alle donne per i facili guadagni, comunque vige la regola che chi si fa meno scrupoli di entrambi i sessi guadagna di più …che scoperta …non so voi ma io lo sapevo già da un pezzo.

    E’ innegabile che le donne hanno quello che gli uomini vogliono … il punto é: visto che siete così selettive quelli che rimangono tagliati fuori dalla vostra selezione cosa devono fare ? Uccidersi ? E per quelli che non trovassero il coraggio di premere il grilletto ? Così si formano i pedofili… l’ esempio é la chiesa cattolica: fateci caso… i preti ortodossi si sposano, i pastori protestanti pure, e i cattolici ? Loro secondo una visione assurda dovrebbero menarselo a vita …. se pensate che una cosa del genere sia realista per un uomo ok, ma ignorate che uomini e donne hanno sessualità differenti. Per riassumere il marcio secondo me sta nella stessa religione cattolica, il nuovo testamento evidentemente é stato fatto ad uso e consumo di qualcuno …

    In sostanza

    Di cosa parliamo ? Non credete che ci siano donne che lo fanno per amore dei soldi ? Alle donne non piacciono i soldi ? E questo che sostenete? … non tutte hanno i valori morali che dite di avere voi, non tutti hanno le vostre priorità nella vita, non tutte vogliono sposarsi e avere figli, e soprattutto non tutte hanno un determinato retaggio sul sesso … ve lo dico per esperienza perché a me é capitato (certo non molto spesso) pure di andare con una e pagarla una volta, e tutte quelle dopo no …chiaro il concetto ? Sono donne, io sono un uomo , se fra due corpi c’é chimica anche in un rapporto mercenario possono uscire fuori cose dell’ altro mondo …. che ci crediate o no, se é un business che muove tutti quei soldi evidentemente il fenomeno é di portata molto ampia e dovrebbe farvi riflettere: non servono a niente le leggi repressive, in Italia le abbiamo sempre attuate e cosa abbiamo risolto ? Niente appunto

    Sarei curioso di conoscere i vostri punti di vista in merito al mio ragionamento se possibile: ci trovate qualcosa di non condivisibile

    Mi piace

    • Intanto la prostituzione minorile non riguarda affatto solo la Thailandia ma anche il nostro Belpaese, Svizzera, Germania, Olanda, ecc.. , forse il mondo intero.Non si deve essere pedofili – almeno se Berlusconi non lo è – per andare con una ragazza minorenne. Per i bambini veri e propri già è un altro discorso. Alcune statistiche sulla prostituzione che lessi tempo fa dicono che la maggior parte delle prostitute nel mondo inizia da minorenne. Non ho mai detto che sono tutte vittime di tratta costrette con la forza, lungi da me affermarlo. Certo che ci sono quelle che lo fanno per altre motivazioni. Io sono semplicemente: 1) Contraria al luogo comune secondo cui i paesi in cui è stata resa legale una forma di sfruttamento della prostituzione altrui non conoscano tratta e forme di grave sfruttamento. Il caso delle vetrine di Amsterdam è uno di quelli che dimostra il contrario ed è uno tra i tanti. Dovrebbe far riflettere che le ex vittime della tratta che lottano per la fine di questo orribile traffico non considerano la regolamentazione utile a risolvere il loro problema2) E’ palese che la stragrande maggioranza delle prostitute del mondo – e i vostri post lo dimostrano – viene da paesi poveri o molto poveri e dove è presente una condizione fortemente discriminatoria per il genere femminile, a cui non sono date grandi possibilità di acquisire indipendenza economica 3) E’ chiaro che ci sarà sempre chi lo fa solo per arricchirsi e perché ha sposato questo modo di essere. Francamente se non ci fosse il resto – sfruttamento, sistema organizzato, business di terzi, tasse ricavate dagli Stati, tratta di persone, prostituzione minorile – non mi starei a interessare per nulla della prostituzione, come non mi interessa la vita di una donna che sceglie di farsi mantenere dal marito ricco. Purtroppo però non è così. C’è un sistema economico intero basato su questo, un sistema che purtroppo sfrutta le diparità economiche e le discriminazioni di genere per fare lauti affari. Mi spiace che queste persone stiano sempre nell’ombra. 4)Il mestiere più antico del mondo è il protettore, non la prostituta5) Siamo selettive?? Insomma, voi clienti non avete alcuna responsabilità nelle vostre scelte. Le donne scelgono di prostituirsi e sono felici di farlo, voi ci andate perché altre donne sono selettive. Peccato che la maggior parte dei clienti non sono uomini soli, ma sposati o con relazioni. Certo il mondo al momento ruota a favore di quelli come te, che trovano tanta carne fresca di tutte le nazionalità a disposizione (è come pezzi di carne che trattate nel forum le donne, né più né meno, nei discorsi che fate). Continua pure con i rapporti mercenari. Certo è una bella scorciatoia per evitare di rapportarsi ai desideri di un altro e per evitare di poter non piacere. Se ti fa star bene, vai pure avanti così.Apri il portafoglio e vedrai che tutte faranno finta che non ti subiscono. Lo prevede il contratto.

      Mi piace

      • Posso capire il tuo punto di vista , come il disprezzo che ovviamente provi per quelli come me; di tutto quello che hai scritto una cosa é vera: é pieno di uomini sposati e fidanzati che ci vanno… li ho visti andarci con la fede al dito, e la cosa ha abbastanza infastidito anche me. Solo su questo abbiamo una visione comune, permettimi di dissentire sul resto.

        Andiamo per ordine:

        1) se in un fkk (cito un genere di locale a me congeniale) entra una ragazza minorenne e la polizia fa un controllo,(e ne fanno spesso) il locale chiude e i gestori arrestati. Ora un locale del genere non lo si mette su tanto facilmente…. bisogna ottenere la licenza per aprirlo e il governo federale ha recentemente dato un giro di vite, perché dal 2002 (anno in cui il cancelliere Schröder rese di fatto legale l’ attività), il proliferare di questo genere di spa ha avuto un incremento del 200% all’ anno …. ne nascevano di nuovi come funghi.
        Oltretutto l’ investimento é ingente: costruire uno di questi posti richiede un esborso di diversi milioni di € … in definitiva é idiota anche solo pensare che un locale di questo tipo vada a rischiare la chiusura per far entrare delle ragazzine…se tu ti vuoi convincere di questo per partito preso sei libera di farlo ma io ti inviterei ad andarci prima (se vuoi ti do un paio di indicazioni così vedi con i tuoi occhi)

        2) Non so quali paesi credi che siano Germania, Olanda, Svizzera, Spagna e Francia ma ti assicuro una cosa … l’ Italia in termini di civiltà e senso civico non può nemmeno essere paragonata lontanamente a nessuno di loro.

        In nessuno di questi paesi vedi un Berlusconi in politica perché non sarebbe credibile, nè candidabile per legge (lì il conflitto di interessi é una cosa seria, come lo é uno di 70 anni che si fa le sedicenni…), qui invece ce l’ abbiamo da un ventennio come fosse Dio sceso in terra…

        Da nessun’ altra parte del mondo vedi uno col passato di Joseph Ratzinger diventare papa … perché anche questo é un insulto al più comune senso di giustizia … se avete preso le informazioni che ho preso io sul personaggio già sapete il perché ….

        In nessuno di questi paesi é tacitamente permesso a una buona metà della popolazione di non pagare le tasse …se dovessimo essere precisi qui bisognerebbe arrestare e sbattere in galera così tanti italiani che a confronto le deportazioni dei nazisti nei campi di concentramento sembrerebbero un escursione domenicale ….

        In nessuno di quei paesi hanno il problema di 2 entità come lo stato e le mafie che si sovrappongono fino a coincidere … Sorvoliamo sulle collusioni di una marea di personaggi politici di rilevo con fatti di mafia … starei qui a fare una lista di nomi troppo lunga, informati e scoprirai che ho ragione.

        Potrei andare avanti per ore a dirti che razza di paese schifoso, popolato da gente della peggiore specie sia il nostro … l’ unica cosa di cui provo vergogna é il mio passaporto , che purtroppo mi accomuna a gente che secondo me non é degna di essere annoverata fra gli esseri umani… (scusa la sincerità ma noi con l’ Europa proprio non c’ entriamo niente, come e forse peggio dei Greci)

        Ma analizziamo le tue parole:

        “Contraria al luogo comune secondo cui i paesi in cui è stata resa legale una forma di sfruttamento della prostituzione altrui non conoscano tratta e forme di grave sfruttamento”

        E’ una tua opinione e io la rispetto come tale, ma vorrei capire quali dati hai per fare un affermazione di questo tipo…

        “Il caso delle vetrine di Amsterdam è uno di quelli che dimostra il contrario ed è uno tra i tanti”

        Ad Amsterdam (dove le vetrine sono presenti da tempo immemorabile), solo recentemente ci sono stati fenomeni di minacce e tentato sfruttamento delle prostitute… ovvero bande di delinquenti che intimavano loro di versare parte dei loro guadagni con la minaccia di violenze fisiche o altre ritorsioni: (succede anche ai commercianti in Italia che pagano il pizzo alle mafie)
        Di fronte alla richiesta di protezione avanzata dal sindacato delle prostitute, il governo ha approfittato per ridurre progressivamente la presenza delle vetrine nel centro storico recuperando l’ area a favore di altre attività commerciali come ad esempio boutique: … il prossimo passo sarà l’ eliminazione delle vetrine, ma questo non vuol dire che stanno rendendo illegale la prostituzione … ti posso dire che strutture tipo FKK e bordelli privati stanno nascendo anche ad Amsterdam (al momento ne sono stati costruiti 3 o 4 se ricordo bene e sono tutti già operativi e avviati), perché il successo che ha avuto questa forma di organizzazione ha ormai soppiantato la concezione della vetrina …

        Ad Amsterdam se vuoi essere esaustiva hanno anche cambiato legislazione sul tema delle droghe leggere…ora i coffe shop possono vendere solo ai residenti … se non sei olandese nisba; in questo modo hanno ottenuto 2 risultati:
        1) eliminare progressivamente il turismo dei fumatori di canne che venivano da tutto il mondo a sballarsi
        2) spostate le prostitute e il mercato della droga, tagliano le gambe alle nascenti organizzazione malavitose almeno in parte

        Tutti questi cambiamenti anche perché sostanzialmente vogliono liberare una delle parti più belle e turistiche del centro storico a favore di un turismo più convenzionale, fermo restando che chi vorrà potrà continuare ad andare con le prostitute e le stesse continueranno a pagare le tasse … loro saranno meglio tutelate e protette, liberando le forze di polizia da compiti di body guard che non gli spettano

        Tutto al più gli unici che ci rimetteranno saranno proprio i fumatori di spinelli che ora dovranno affidarsi al mercato nero

        altra frase che hai detto:

        “E’ palese che la stragrande maggioranza delle prostitute del mondo – e i vostri post lo dimostrano – viene da paesi poveri o molto poveri e dove è presente una condizione fortemente discriminatoria per il genere femminile, a cui non sono date grandi possibilità di acquisire indipendenza economica”

        Questo é palesemente falso: in Olanda sono stato con 2 prostitute Olandesi e perfino con un italiana di Taranto, ma la migliore é stata una Norvegese di 19 anni (io ne avevo 24).
        Per quanto riguarda le altre che provengono da paesi poveri in realtà hanno una condizione privilegiata rispetto agli uomini .. una donna lavorando pochi anni guadagna cifre esorbitanti che di solito investono nei loro paesi per mettere in piedi attività lecite che consentano rendite di posizione…tradotto significa che tornano e fanno la bella vita (facendola fare anche ai familiari o ai fidanzati che hanno scelto e che scopano per amore…). Se poi negli altri casi si fidano delle persone sbagliate e li perdono o se li fanno fregare quello é un altro discorso … essere belle ed essere furbe o intelligenti sono 2 cose diverse … ma in quei casi direi che non possono prendersela con nessuno tranne che con loro stesse.

        Altra frase:

        “C’è un sistema economico intero basato su questo, un sistema che purtroppo sfrutta le diparità economiche e le discriminazioni di genere per fare lauti affari. Mi spiace che queste persone stiano sempre nell’ombra”

        Non sfrutta un bel niente…non più di un datore di lavoro che ti assume e ti garantisce uno stipendio in cambio del tuo operato… con la differenza che tu magari prendi 1000 € al mese e loro li fanno in un giorno …quelli che stanno nell’ ombra che dovrebbero fare? Mettere la loro foto sui cartelloni per strada ? E’ un attività legale, ripeto LEGALE non si nascondono da nessuno, ma di che parli ?

        altra frase :

        “Il mestiere più antico del mondo è il protettore, non la prostituta”

        :-) Sei seria ? Chiedi a chiunque qual’ é il mestiere più antico del mondo e senti che ti risponde … il femminismo lasciamolo fuori da una discussione seria come reputo essere questa.

        Altra e ultima frase:

        “Certo il mondo al momento ruota a favore di quelli come te, che trovano tanta carne fresca di tutte le nazionalità a disposizione (è come pezzi di carne che trattate nel forum le donne, né più né meno, nei discorsi che fate). Continua pure con i rapporti mercenari. Certo è una bella scorciatoia per evitare di rapportarsi ai desideri di un altro e per evitare di poter non piacere. Se ti fa star bene, vai pure avanti così.Apri il portafoglio e vedrai che tutte faranno finta che non ti subiscono. Lo prevede il contratto.”

        E’ come portafogli viventi che loro trattano noi, ma non solo le prostitute ufficiali, anche quelle che si cercano il fidanzato rampollo pieno di soldi o sposano uno di 40 anni più vecchio, adducendo giustificazioni che farebbero ridere un bambino… insultate l’ intelligenza delle persone se pensate che qualcuno creda a queste balle. Cercate di dimostrarvi più mature e meno “mignotte” interessate solo a fare la bella vita e le cose cambieranno… fino a che vi farete abbagliare dalle comodità e dal lusso tutto resterà esattamente così com’ é.

        Molti usano un linguaggio che mi fa rabbrividire in quel forum ed é evidente che determinate esperienze di vita abbiano instillato una buona dose di misoginia in alcuni soggetti, che ripeto essere sono solo alcuni soggetti iscritti al forum e non la totalità dei suoi partecipanti… io non mi reputo così e sinceramente mi offende che qualcuno insinui il contrario; se vuoi conoscermi di persona non hai che da chiedere, ma non credo che lo farai: sei troppo prevenuta e ragioni a slogan, evidentemente sei giovane e arrabbiata

        No, non mi vanto di quello che faccio: non bisogna saperci fare con una donna per pagarla e portarsela a letto, (e comunque quelli mercenari non sono gli unici rapporti che ho avuto in vita mia ovviamente…) tuttavia vedendo i soggetti che le più belle di voi scelgono come compagni, direi che il più delle volte sono il ritratto dello squallore fatto persona… della serie “se non sono stronzi non li vogliamo” e anche questo é un dato di fatto … potrei farti esempi di gente che conosco io, solo che i loro nomi non ti direbbero niente: invece diversi personaggi pubblici sono persone da vomito che stanno con delle gnocche assurde, e te ne potrei citare parecchi ma sorvoliamo …

        Ma che credi … che se ero bello, ricco, famoso, potente e fico andavo per bordelli ? Ma ti senti ? Ovvio che avevo la fila alla porta … il fatto é che nella migliore delle ipotesi é anche difficile entrarci in certi giri … specialmente in Italia sono giri chiusi: é molto difficile conoscere ragazze carine (non dico modelle, ma appena “carine”) che non siano pure delle stronze da far passare la voglia… per lo più le donne di oggi (come gli uomini) sono superficiali, viziate e arroganti ..tra l’ altro non solo odiate gli uomini, ma vi fareste la pelle pure fra di voi tra rivalità, gelosie e invidie varie per cazzate immani che noi uomini nemmeno riusciamo a concepire.

        C’é da aver paura per quanto potete essere subdole e calcolatrici, non lo dico per niente, io non ce l’ho con le donne e non concepisco un mondo senza di voi: ma la mia esperienza mi porta a dire che spesso le più brutte e indesiderabili si sono rivelate delle persone squisite e con alcune ho stretto una profonda e sincera amicizia, semplicemente non posso andare a letto con ragazze per cui non provo attrazione fisica: é impossibile anche avere un erezione soddisfacente in questo tipo di condizione e non credo nell’ amore platonico quindi … com’ é che si dice ? A chi tutto e a chi niente … ma non é vero ci sono tante altre sfumature in mezzo e io sono esattamente questo: non sono un mostro e non sono un santo. E come me tanti altri partecipanti al forum gnoccatravels, certo che se qualcuno viene a trollare e gli rispondono male se la cerca pure un po …

        In definitiva meno bandiere di posizione e più confronto civile … nessuno di noi é un orco, un pederasta o un assassino, né tanto meno un pappone : da noi la libertà di espressione é sacra in quanto é un forum non filtrato da moderatori in cui persino un troll dichiarato per sua stessa ammissione non viene bannato.

        Secondo me le vostre battaglie sono giuste ma credo che come nei casi di fuoco amico stiate sparando a zero sulle persone sbagliate … se fosse vero che alcune ragazze vengono costrette a prostituirsi con minacce di vario tipo, allora é contro questi sfruttatori che dovete scagliarvi e sinceramente nel nostro forum non ne ho visto nemmeno l’ ombra.

        Nessuna prostituta può dare l’ amore perché l’ amore non si compra, e chi riesce a trovarlo in questa vita ha trovato la cosa più bella che ci possa essere e per cui vale la pena di vivere. Personalmente non mi stancherò mai di cercare, ma devo anche essere realista: potrei non trovarlo mai e non ho intenzione di aspettare in eterno… scusatemi non ce la faccio … in un mondo come questo e per la fiducia che nutro nel genere umano e in quello femminile, proprio non ce la faccio … non riesco a incontrare ragazze che siano delle belle persone con cui condividere qualcosa di più profondo del sesso … spero di incontrarle ma nel frattempo devo accontentarmi del sesso a volte mercenario, a volte no, ma sempre solo di sesso si tratta. Non é il massimo ma é meglio di niente, almeno secondo me.
        Ora vi saluto e vi auguro una buona notte, spero di continuare ad avere un confronto costruttivo e pacifico senza incomprensioni e senza insulti A presto

        Mi piace

      • Valentina , lui (Sandro) non è sposato e un uomo solo, quindi va con le prostitute perché non ci riesce a trovare una donna che sta con lui, lo a pure scritto , perché lui nella selezione viene escluso diciamo cosi, e non perché considera le donne come dei pezzi di carne fresca , questa è una tua considerazione personale.

        Mi piace

  • Aggiungo: “Per un uomo che viceversa vuole guadagnare certe cifre le alternative sono altre e assai meno legali …e ove lo fossero assai più complicate che allargare le gambe” Questo è un altro luogo comune che detesto. E che rivela disprezzo da parte vostra per le donne che frequentate che si prostituiscono (se non bastassero i graziosi appellativi che riservate loro sul forum). Prostituirsi non significa “aprire le gambe”, né può essere paragonato alla personale attività sessuale: è un’attività pesantissima per fisico e psiche. Non ne parliamo per le vittime di tratta che ci sono costrette sotto ricatto, ma persino per chi ha effettuato una scelta precisa e non è in condizione schiavistica, non è affatto facile dover fingere trasporto quando magari si prova schifo, rapportarsi alla persona, schivare violenti, porre dei limiti, reggere tutto questo senza danni psichici, ecc..

    Mi piace

    • Infatti concepisco la prostituzione solo come scelta personale della persona che la fa .. in totale autonomia e senza coercizione alcuna: se una maggiorenne consapevole delle sue scelte e delle sue priorità decide di fare questo del suo corpo nessuno può dirle che non può farlo: tanto meno una che rivendica il diritto per le donne di fare quello che vogliono. Da donna a donna una che così guadagna cifre astronomiche ti direbbe senza tanti giri di parole di pensare agli affari tuoi … assurdo dal tuo punto di vista ma ti garantisco che é così. All’ uscita da un noto FKK di Francoforte mi accingo a salutarmi con una delle mie preferite, Roxana, fotomodella moldava di 25 anni la quale se ne entra tutta contenta nella sua Audi R8 5.2 V10 pagata la modica cifra di € 190.000 …. non credo che sarebbe felice di sapere che deve andare in giro in 500 perché voi femministe considerate il suo lavoro umiliante per la donna … pensaci bene …

      Dici questa frase:

      “Non ne parliamo per le vittime di tratta che ci sono costrette sotto ricatto, ma persino per chi ha effettuato una scelta precisa e non è in condizione schiavistica, non è affatto facile dover fingere trasporto quando magari si prova schifo, rapportarsi alla persona, schivare violenti, porre dei limiti, reggere tutto questo senza danni psichici, ecc..”

      Le prostitute non sono costrette ad andare con un cliente se non ne hanno voglia …hanno l’ imbarazzo della scelta, io stesso in un FKK sono stato rifiutato da una di loro, ho provato a offrire più soldi e mi ha detto che non era un problema di soldi, che sapeva di essere così bella da potersi scegliere lei i clienti … é stata dura da mandare giù ma quando una é così spaziale ci può stare… comunque mi sono consolato abbastanza in fretta perché lì le ragazze altrettanto belle erano circa 50

      Tu sei abituata in Italia con informazioni sballate che vengono dai giornali e dalle televisioni politicizzate: quelli hanno il monopolio dell’ informazione e sparano boiate cosmiche solo per deviare l’ attenzione dai veri problemi del nostro paese che non sono la tratta delle prostitute… i veri problemi sono la mafia, l’ evasione fiscale, l’ iniquità sociale, la non certezza dalle pene e del diritto civile e penale, che rende il nostro paese non competitivo sui mercati internazionali… ho lavorato per multinazionali estere che hanno di proposito chiuso le filiali italiane licenziando i dipendenti fra cui il sottoscritto … fidati di me non ti sto mentendo il nostro paese é a un passo dalla bancarotta, se non cambia qualcosa arriviamo al punto di non ritorno: altri 5 anni di malgoverno porteranno il paese alla guerra civile, qui siamo tutti spaventati: i giovani sono senza lavoro, i “vecchi” lo perdono e non sanno come mantenere le famiglie … quello di cui stiamo parlando noi scusami ma sono problemi relativamente “marginali” almeno in un momento critico come questo …ma in fondo ti capisco …anch’ io alla tua età ragionavo un po così … non te ne faccio una colpa… un giorno capirai quello che ora ti sto dicendo. Senza rancori a presto.

      Mi piace

  • Sandro: il tuo ragionamento è certo piú pacato e meno becero rispetto a altri frequentatori di Gnoccatravels. Quello che mi dispiace è che tu ti limiti a spiegare e dare forma e presentabilitá alla prostituzione, renderla legale e levigata, dire che è inevitabile (il mestiere più antico, espressione fatalista). Io non credo e non crederò mai che per le ragazze che vengono scelte dagli uomini come salsicce alla steak house la vita scorra lieve e senza traumi. Andare a lavorare per necessità economiche è una cosa comune, ma un lavoro in cui tu sei la merce acquistata ti pone in una posizione che può essere molto, molto umiliante (parlo anche di prostituzione maschile). Non è come frequentare una ragazza che fa l’impiegata in banca e ama il sesso alla follia; quello è un rapporto carnale e appagante fra due persone le cui vite non sono legate dal pagamento di una prestazione, dalla necessità per una di loro di fare cassa. Guadagnare grosse cifre con la prostituzione, poi, è appannaggio di poche che frequentano persone molto ricche e per lunghi periodi. Le ragazze davvero ricche e benestanti non si prostituiscono, non vedrai mai Paris Hilton farsi scegliere da un uomo/ acquirente. Rispondimi sinceramente: vorresti mai vedere una donna a cui vuoi bene (un’amica, una sorella) in vendita in un bar di Bangkok? Alzeresti le spalle dicendo che è una sua scelta e che è fortunata a poter guadagnare solo aprendo le gambe? E poi la storia della sessualità maschile differente è molto scivolosa: tutti amiamo il sesso, uomini e donne, tutte noi ne vorremmo di buona qualità e grande quantità. Ma poche decidono di andare a comprarlo a chili all’estero. Credo che i retaggi culturali pregiudichino la felicità sessuale di molte donne, ma lo standard inverso con cui vengono cresciuti i maschi – devi scopare per dimostrare che sei un maschio vero, scopare chiunque sia disposto dire sì, anche a costo di pagare – non mi sembra meno squallida.

    Mi piace

    • Francesco D'Arcangeli

      Aggiungo anche che la prostituta che può scegliere di dire no ad un cliente è un caso credo più limite che la norma, e che bisogna poi vedere a quanti ha dovuto dire di sì per forza prima. In ogni caso, libera scelta, ma anche dal mio punto di vista quello della prostituta è e resta un mestiere umiliante, quanto poi possa essere pagato bene è del tutto irrilevante.
      Certo, “preferisco” per così dire la prostituta pienamente indipendente e libera nelle sue scelte che quella che si prostituisce per fare carriera e poi me la ritrovo parlamentare o ministro, almeno lo stipendio non glielo pago io.
      Ci sono tanti mestieri pagati bene, ma restano mestieri – dal mio punto di vista – umilianti e non dignitosi.
      Quanto alle differenze di sessualità tra uomo e donna, sono molte meno di quel che si creda. Il desiderio puro e semplice lo proviamo entrambi, così come la frustrazione e tutte quelle reazioni cancerogene per l’anima che ci capitano quando ci convinciamo che ad essere rifiutati ci stiano facendo un torto, come se stesse scritto da qualche parte che solo perché abbiamo un desiderio esso debba essere soddisfatto comunque.

      Mi piace

      • “Aggiungo anche che la prostituta che può scegliere di dire no ad un cliente è un caso credo più limite che la norma, e che bisogna poi vedere a quanti ha dovuto dire di sì per forza prima.” Quando è un lavoro c’è sempre una forzatura in una cosa che invece dovrebbe essere libera, in una cosa delicata e che ha dei risvolti psicologici non indifferenti. Questi discorsi della libera scelta li ripetono di continuo le tenutarie per indurre le ragazze. Sarà forse un caso? Sembra comunque che si sia persa la memoria storica. Si parla solo di escort ricchissime, mentre la maggior parte sono le filumena Marturano di una volta, buttate dalle famiglie in strada e nei bordelli. E dagli anni ’90 c’è persino una nuova tratta di persone a scopo di sfruttamento prostituzionale che riguarda centinaia di migliaia di donne e minori. Noi invece ci continuaiamo a occupare di quelle che “scelgono”, così da far finta che per tutte sia una scelta. Comodo. Per tutti.

        Mi piace

    • qui non c’ entra il patriarcato, ma un altro discorso, che è più facile per una donna trovare un ragazzo che il contrario,oltre tutto il concetto di merce e relativo per voi ,anche le modelle vengono trattate come merce, o le spogliarelliste o le showgirl che fanno i calendari.

      Mi piace

  • Alessandra … che le ragazze vengano scelte dagli uomini come salsicce é opinabile… sicuramente é vero per la percezione che hai tu (come molte altre) del fenomeno qui in Italia;
    non é la stessa impressione che ho avuto io frequentando certi ambienti, su eventuali traumi emotivi non so dirti, se li hanno riportati li nascondono benissimo (da Oscar della recitazione oserei perfino dire….), ad ogni modo anche questa é una tua deduzione derivata non so se dalla tua concezione del sesso mercenario o dall’ essere al contempo anche femminista. Sul tuo ragionamento della condizione umiliante é sicuramente vero che alcune delle stesse professioniste che praticano il mestiere la pensino come te … ma la loro “carriera” non dura a lungo … una che prova schifo per questo lavoro i clienti la sgamano al volo …non siete le uniche ad avere il sesto senso … non so come ti immagini all’ atto pratico un rapporto di tipo mercenario ma le ragazze non sono dei sacchi di patate che fissano il soffitto mentre un bavoso le monta …é un immagine distorta, anche perché una così non potrebbe mai fare questo lavoro …bisogna essere predisposte a farlo …magari anche aver il pelo sullo stomaco perché no … secondo me bisogna avere una mentalità completamente diversa dalla vostra …voi ad esempio non potreste mai fare quel lavoro … è evidente dai discorsi che fate .., ma voi non rappresentate tutte le donne, anzi ne rappresentate una parte infinitesimale.

    Poi dici …

    “Non è come frequentare una ragazza che fa l’impiegata in banca e ama il sesso alla follia; quello è un rapporto carnale e appagante fra due persone le cui vite non sono legate dal pagamento di una prestazione, dalla necessità per una di loro di fare cassa. Guadagnare grosse cifre con la prostituzione, poi, è appannaggio di poche che frequentano persone molto ricche e per lunghi periodi. Le ragazze davvero ricche e benestanti non si prostituiscono, non vedrai mai Paris Hilton farsi scegliere da un uomo/ acquirente. ”

    Siamo d’ accordo in linea di massima … ma ci sono molte sfumatore in mezzo che tu non consideri: quando due persone stanno facendo l’ amore e sono amanti, fidanzati o coniugi prima si sono trovate e scelte …(meglio dire che la donna ha scelto)… Ora bisogna vedere quali parametri usa la donna per scegliere il compagno …secondo me molte di voi sono molto meno sincere con se stesse di quanto tu non voglia credere… il discorso sarebbe lungo e si andrebbero a toccare vari aspetti sociologici come la “scelta del maschio alfa”, che in un mondo (e in un italia) dove i peggiori dettano legge va a favorire non le persone migliori ma appunto come dicevo i più stronzi abietti e spregiudicati …sono quelli che in questo modo si prendono le donne migliori…e non sto parlando solo dei casi più sputtanati ed eclatanti che riguardano i vip ma il fenomeno è presente a tutti i livelli della scala sociale.
    L’ esempio di Paris Hilton va preso con le pinze ..quella non ha proprio bisogno di lavorare, che é diverso: se per lavoro intendi farsi pubblicità con un video porno amatoriale girato col fidanzato oppure dire “meglio cambiare nè” alla pubblicità della 3 e guadagnare per questo cifre da capogiro, ti assicuro che tutte vorrebbero fare quel lavoro ma stai citando un caso limite ..il cognome Hilton di per sè significa che fai quello che cazzo vuoi (scusa il francese)
    Oggi molte le ragazze belle vorrebbero lavorare in televisione …e possiamo immaginare a che prezzo ci riescono alcune … sono le stesse che abbiamo trovato alle feste di Berlusconi … o che diventano ministre o finiscono guarda caso alla regione …

    sul fatto che la prostituzione di lusso sia appannaggio di poche poi….. se rileggi quello che ho scritto nel mio post precedente dovresti capire che non é vero…non bisogna per forza andare con Berlusconi per essere ricche…

    Comunque no , io non vorrei che mia sorella o mia madre lo facesse e ne soffrirei se fosse così e lo venissi a sapere.

    Che poche di voi vadano a comprarlo all’ estero se ne può discutere … diciamo che la cosa non viene pubblicizzata o enfatizzata dai mass media per ovvii motivi .. comunque ti potrei girare numerosi link di articoli di giornale che dicono cose che mai vedrai in un TG o sulla carta stampata … non so se é il caso di postarli qui, potreste andare su tutte le furie … ma ditemi voi … ho litigato con una mia amica che é andata in vacanza in Giamaica con altre 2 sue amiche quando le ho girato le informazioni in mio possesso … a giudicare dalla sua reazione credo di avere toccato un nervo scoperto … specialmente considerando che lei ci aveva provato con me e io l’ ho rifiutata (la vedevo solo come un amica…). comunque molte di voi non hanno bisogno di andare all’ estero …le donne italiane hanno una gran fama tra gli uomini stranieri che le definiscono in un modo che preferisco non riportare … in particolare tra i senegalesi.

    Un mio amico é andato in depressione dopo che la sua ragazza ha partorito un figlio di colore: sono passati anni e non si é mai ripreso, non ha mai più avuto una ragazza…. anche lui a modo suo é diventato un “caso umano” … bisogna stare attenti a chi dai la tua fiducia … un cuore spezzato tende a diventare duro, ve lo dice uno che ha sofferto parecchio e che adesso ha scelto di non soffrire più ….. vittime … non lo siamo tutti ???

    Mi piace

    • Sandro: non conosco bene il mondo della prostituzione, ma posso arrivare a capire che un atteggiamento rilassato e sorridente è parte del pacchetto, nessuno vorrebbe andare con una ragazza che guarda il soffitto con aria schifata, sicuramente molte simulano anche godimento. Forse qualcuna in determinate circostanze può arrivare anche a godere davvero, ma credo siano pochi casi: il sesso quando è fatto piú volte al giorno meccanicamente deve perdere parecchia magia. Il tuo discorso delle ragazze che cercano solo soldi riguarda alcune, non certo tutte: di solito quelle coscienti di essere belle, e determinate a monetizzare la loro bellezza agganciando un uomo ricco che poi, con un po’ di fortuna, le manterrá a vita. Io stessa non sopporto questo tipo di parassitismo, perché si nutre di maschilismo vetusto (io ci metto il corpo, non ho nessuna intenzione di lavorare, trovo un uomo e mi sistemo), e alimenta stereotipi orrendi sul mondo femminile. Ti assicuro che una delle mie migliori amiche è una ragazza bella davvero, spettacolare, che si è laureata a 24 anni, fa l’avvocato e sta per sposarsi son il ragazzo con cui sta da 8 anni, che guadagna 1.100 euro al mese. Poteva stare con il figlio del notaio o di un industrialotto locale, ma lei ha scelto la persona che piú le piace. Non credo che sia
      l’unica.
      E il discorso che fai posso rovesciartelo: ci sono donne che vogliono il macchinone come status symbol, ma d’altro canto gli uomini vogliono la bellezza femminile come status symbol. Tu andresti con una ragazza non appariscente, non altissima etc? Ne dubito, perché non la reputi attraente, non è all’altezza delle tue fantasie. Anche questa è discriminazione. Le ragazze non belle vengono derise e insultate sul vostro sito. I frequentatori di gnoccatravels vogliono solo – a quanto dicono – ragazze da copertina. Tu peró non lo vedi: le chiami “le donne migliori”. Migliori sul piano fisico. E allora è ovvio che alcune di queste “migliori”, sapendosi merce preziosa, non vedono l’ora di monetizzare il loro aspetto. Lo fanno perché possono farlo.
      Sul turismo sessuale femminile non so che dire. Penso che, tolte le ovvie differenze, non sia dissimile.
      Il tuo amico è stato tradito. Una mia amica è stata mollata dal convivente subito dopo un aborto spontaneo dolorosissimo. Cosa dovrebbe fare, andare solo con gigolo a pagamento per il resto della vita? Non ci si può chiudere nel dolore e non dare a nessuno la possibilitá di dimostrarsi diverso.

      Mi piace

      • vedi che secondo un recente sondaggio il 75% delle donne(e qui non parliamo di prostitute ) almeno una volta nella vita a finto di avere un orgasmo col proprio Partners.

        Mi piace

      • ma poi si fa presto a dire “lui sta con lei solo perchè è bella”, ” lei sta con lui solo perchè è bello ricco col macchinone” e questi casi ci sono pure..ma alla fine il perchè due stanno insieme lo sanno solo loro, giudicare una coppia dall’esterno lascia sempre il tempo che trova.
        Per conto mio i miei amici non sono nè bellissimi nè ricchissimi, sono ragazzi fisicamente non bruttissimi e sono felicemente fidanzati non con delle supermodelle, certo, ma con altre ragazze fisicamente non bruttissime (poi ognuno ha i suoi gusti). Punto

        Mi piace

      • ma vedi Alessandra, se una donna li rifiuta è un affronto (e allora le danno della “stronza”), se loro rifiutano una donna è normale..per loro le donne non hanno il diritto di dire no, questo diritto esiste solo per i maschi..anche da qui si vede che sono infantili

        Mi piace

      • “Ne dubito, perché non la reputi attraente, non è all’altezza delle tue fantasie. Anche questa è discriminazione”
        No, è selezione del partner, gli uomini scelgono e le donne pure e ciascuno ha i suoi criteri (alcuni possono essere più discutibili di altri ma ognuno ha i suoi)..il problema è che i sandro di questo mondo pensano di avere solo loro il diritto di scegliere

        Mi piace

      • @Alessio
        questo perchè ci si fissa con il rapporto “tradizionale”, il c.d. coito. Scusate la franchezza, e con la cultura del buco tanto osannata dai frequentatori di gnoccatravels e similari.
        Le donne non sono delle “fighe di legno”, non sono anorgasmiche, lo diventano ce si fissa ad utilizzare sempre gli stessi strumenti, se non si chiede e soprattutto non si studia, sul campo e non. Anche qualche bel libro di sessuologia serio non sarebbe male metterlo sotto l’albero di Natale oltre al viaggio low-cost nelle mete esotiche… ;-)

        Mi piace

      • Miriam … io ho l’ impressione che quello che sapete sul sesso qui lo avete solo studiato sui libri … posso apprezzare la cultura universitaria , ma in questo caso la ritengo una evidente “deformazione” professionale. E’ evidente per chi di voi ha dei compagni (se qualcuno li ha) che avete impostato il rapporto di coppia lasciando il sesso come appendice …del resto Mary ha più volte sottolineato nel nostro forum che il retaggio della società ha educato la donna a non dare libero sfogo agli istinti sessuali …così come ha fatto il contrario con l’uomo. E da come scrivete mi sembra che i pantaloni a casa li avete voi … permettimi una considerazione …sarà solo un’ impressione ma credo di fare molto più sesso di chiunque altro qui dentro … e non parlo di masturbazione …

        Mi piace

      • No Sandro nessuna cultura universitaria, purtroppo.
        Mi riferivo alle molte frasi denigratorie apparse su gnoccatravels, dove ad es, ci si riferisce alle cubane o brasiliane molto disinibite nell’uso dei “tre buchi”. Premesso che quei buchi lì possono dare molto piacere alla sottoscritta ed ad altre donne, molto, molto difficilmente però porteranno all’orgasmo. Si può gioire anche di un rapporto così ma non sempre e sistematicamente. Molte donne fingono, vuoi per cultura, per interesse, per vergogna, per paura di essere giudicate poco serie, ma se non si va ad accarezzare la zona del clitoride nessuna arriverà mai al piacere completo. Per questo invitavo ironicamente a leggersi qualche manuale di sessuologia, non te ma alcuni frequentatori del sito della gnocca… Quanti uomini ancora credono che con il proprio pene possono ad andare a stimolare il fantomatico e INESISTENTE punto G?
        Quanti di quelli presenti sul forum sono pronti ad un confronto serio con le donne italiane? Il confronto necessita di pazienza, di perseverenza, di letture erotiche insieme perchè no? Certo che si cresce a pane e porno -senza voler generalizzare- ogni confronto con l’essere umano è impossibile, poichè le dive del porno non rappresentano l’umano ma l’incarnazione estremizzata delle fantasie erotiche maschili.
        Mi fermo, sono OT.

        Mi piace

      • Sandro, perdonami, ma di che parli?
        Prima di tutto non puoi fare insinuazioni campate per aria, così, ad intuito.
        In secondo luogo chi vive una sessualità appagante lo fa senva sentire il bisogno di vantarsene o di urlarlo ai quattro venti.
        Questo misurerebbe la maturità di una persona? Sono sconcertata.
        Per quanto mi riguarda ho una vita sessuale appagante e senza remore, ma non devo certo star qui a raccontare a te o agli altri lettori cosa faccio e come lo faccio, non mi interessa. Mi piace fare sesso, come a qualunque persana sana.
        Ripeto, il complesso di castrazione non fa di un maschio un uomo, ricordalo.
        Il bisogno che hai di sbandierare le tue prestazioni sessuli mi dà da pensare. Se ne godi come dici che bisogno c’è di cercare approvazione o di metterti in competizione? Posso assicurarti che molte convinzioni che hai sono errate. Ho amcihe che sono state con centinaia di uomini per puro piacere sessuale e magari adesso sono felicemente fidanzate. I luoghi comuni fomentano l’ignoranza.
        Poi c’è chi davvero preferisce farsi qualche scopata in meno ma trovarsi davanti una persona per lo meno eccitata. Se sei così fiero della tua condotta continua così, che problema hai con chi la pensa diversamente scusa? Nessuno si messo a fare paragoni, credo sia abbastanza squallido e infantile, oltre che dimostrazione di poca sicurezza personale.

        Mi piace

      • Myriam … in questo forum vedo molti miei commenti che vengono “moderati” … al lettore potrà sembrare che dici cose sacrosante perché non potrà mai leggere cosa ti rispondo …stessa cosa pure per Paolo, Alessia R, Cinzia e Vita da Streghe…. datevi ragione fra di voi , censurate i commenti che non vi garbano e che fanno apparire voi come dei veri ragazzini … tanto questo forum lo conoscete solo voi … lo frequentate solo voi … e qualcun’ altro con problemi ….. Mary sa di chi parlo … io ho detto quello che avevo da dire … torno fra gente benpensante vi lascio alle vostre lusinghe …

        Mi piace

    • “Comunque no , io non vorrei che mia sorella o mia madre lo facesse e ne soffrirei se fosse così e lo venissi a sapere.” Sandro

      qua viene fuori la tua ipocrisia: “viva la prostituzione libera ma mia madre e mia sorella MAI!” e perchè? Se è una scelta, se si guadagna un sacco di soldi, se a un certo punto puoi persino scegliere il cliente…perchè tua sorella o tua figlia non dovrebbero farlo se vogliono? Te lo dico io: perchè sei in malafede, sai bene che la prostituzione non è un lavoro come un altro, è diverso anche dall’attrice porno che almeno ha davanti a sè un altro attore, un collega che fa il suo stesso mestiere, che ha scelto la sua stessa carriera e non un cliente..è questo ridurre il sesso ad un rapporto “cliente-fornitore” che ritengo avvilente nella prostituzione..e poi non fai che ripetere la solita solfa: “le donne sono tutte stronze e vanno solo con gli stronzi” (categoria da cui ovviamente ti auto-escludi)…poi si scopre che la “stronzaggine” delle donne consiste nell’esercitare il loro diritto di fare sesso con chi vogliono e non con te..cerca di essere meno infantile e forse una compagna la trovi

      Mi piace

      • Riformulo visto che diversi miei commenti sono stati “moderati” … o censurati per comodità … Paolo, ovvio che non vorrei che lo facesse mia madre o sorella ma neanche condanno chi lo fa … nell’ immaginario collettivo che hanno le prostitute (specialmente in quello di certe persone con un certo tipo di mentalità) quello non viene considerato un mestiere come un altro….in Italia infatti non lo é …nel resto del mondo civile si o quando non ufficialmente regolamentato é comunque tollerato … tranne che in pochi paesi dove peraltro le mentalità sono molto più aperte che da noi …

        Non sono in malafede … lo sei tu (un pizzico di ipocrisia?) ho provato a risponderti a tono, ma qualcuno ti sta proteggendo con un giubbotto antiproiettile …. credimi se vieni su gnoccatravels ti rispondo … lì non ci sarà un moderatore a risparmiarti una figuraccia … scusa ma quello che é giusto é giusto

        Mi piace

      • La classica ipocrisia dell’italiano medio, mia madr e emia sorella sante e tutte le altre puttane!!E poi volete pure che vivessimo il sesso come voi uomini e che le donne tollerino che andate a sfruttare il fenomeno della prostituzione? ma x favore!

        Mi piace

    • “tanto questo forum lo conoscete solo voi … lo frequentate solo voi … e qualcun’ altro con problemi ….. Mary sa di chi parlo”

      Riguardo alla censura, personalmente sono contraria, a meno che non si tratti di offese gratuite e pesanti o di troll..

      Mi piace

      • Scusa, ho saltato un pezzo.. riguardo alla frase citata mi chiedevo di cosa parlassi..

        Poi aggiungerei che le ragazze moderano quando il discorso va off topic e invece di essere uno scambio di idee e di argomentazioni costruttive diventa campo libero per accuse personali, che esulano dallo scopo del blog. tutto qui.

        Mi piace

  • @Sandro Mi scuso se ieri sembravo rispondere per slogan, ma avevo poco tempo e ho sintetizzato molto. Spero di avere più tempo in seguito per rispondere con calma a tutte le questioni poste, anche se mi sembra che spesso tu abbia travisato ciò che ho detto. Ad esempio, non ho mai detto che in un fkk ci siano minorenni (ho conosciuto questo tipo di locale dalle vostre parole sul forum, non ne so altro per ora) ma solo che anche in Germania e in Olanda esiste la prostituzione minorile. Questo lo so da fonti certe, come il libro di Iana Matei “Minorenni in vendita” o le storie di ragazze di un centro di accoglienza anti-tratta che ho anche avuto la fortuna di conoscere di persona. Oppure, il fatto che ho detto che la stragrande maggioranza delle prostitute al mondo viene da paesi poveri non significa che non ci siano prostitute tedesche, olandesi, italiane, ecc.. Certo che ci sono, non ho mai detto il contrario. Io comunque non sono né troppo giovane, né arrabbiata, tutt’altro, mi dispiace di aver dato questa impressione, ma si vede che gnoccatravels e i suoi toni decisamente misogini hanno fatto perdere la pazienza persino a me. Invece ho letto diversi libri su tratta e prostituzione, leggo materiali da circa un anno e mezzo per capirne di più. Materiali di tutto il mondo e non solo italiani. Ovviamente è un lavoro lungo di comprensione. Forse anche tu dovresti documentarti un po’ di più leggendo ad esempio qualcosa sulla tratta, mi pare tu abbia le idee un po’ confuse. “Il mestiere più antico del mondo è il protettore” è una citazione da Lydia Cacho, grande giornalista messicana ed esperta di tratta e prostituzione, che ha rischiato la vita per smascherare una rete di pedofili nel suo paese. Come vedi una femminista, ma dedita anche a cose serie, a volte capita. “:-) Sei seria ? Chiedi a chiunque qual’ é il mestiere più antico del mondo e senti che ti risponde ” Infatti questo è il luogo comune, lo so bene.
    In conclusione, spero di rispondere prossimamente a tutte le tue obiezioni. Comunque, non ce l’ho con te personalmente, anche se è potuto sembrare diversamente. Solo, visto che sei cliente di prostitute, ti invito a leggere e ad approfondire sempre più, a non vedere solo i lustrini e il denaro, ma anche l’opacità che si nasconde in questo mondo. Sugli aspetti personali di cui parlavi, il discorso sarebbe ancora più lungo e non penso sia il caso di dare risposte corte che sicuramente sarebbero interpretate male. Infine tu dici “non credo che sarebbe felice di sapere che deve andare in giro in 500 perché voi femministe considerate il suo lavoro umiliante per la donna” Personalmente invece per chi si prostituisce lo trovo solo pericoloso per la sua incolumità psicofisica e per la sua libertà. E’ per il cliente che lo trovo umiliante. Punti di vista.

    Mi piace

  • Sandro, guarda fai quello che vuoi, io personalmente preferisco restare vergine e masturbarmi a vita piuttosto che andare a leto con una donna che non solo non mi ama, ma non è neanche attratta da me..solo una cosa però ti dico: da quello che scrivi emerge chiaramente il tuo disprezzo per le donne italiane che specie se sono belle, vorrebbero tutte il lusso, l’uomo ricco e “stronzo” (ma stronzo in base a quali parametri?) ed esisteranno sicuramente donne superficiali come anche uomini..ecco dato che le donne, belle o no, non sono tutte così..non credi che avvertano il disprezzo gratuito e generalizzato che provi per loro e perciò stiano lontane da te? Poi oltretutto se tu sei il primo ad attribuire importanza ai soldi (ma cavolo se frequenti tutte queste prostitute europee così “costose” vuol dire che tanto povero non sei) e sei convinto che nessuna donna ti voglia perchè “non sei ricco” allora parti male, se tu stesso non credi nelle tue qualità (dovrai pur possederne qualcuna) non puoi pretendere che ci creda qualcun’altro o altra nel caso specifico

    Mi piace

    • e comunque Sandro, ci si sceglie sempre in due quindi le donne selezionano e gli uomini pure e sopratutto mi lascia di stucco questo tuo e non solo tuo atteggiamento di chi ritiene che una donna abbia quasi il dovere di venire a letto con lui e se non lo fa vuol dire che è per forza superficiale, interessata ai soldi ecc..
      secondo te, le donne amabili e bruttine che hai rifiutato dovrebbero giudicarti superficiale solo perchè non sei attratto da loro? Tu hai tutto il diritto di non trovarle attraenti e le donne hanno tutto il diritto di non trovare attraente te

      Mi piace

      • assolutamente infatti … mai detto il contrario, é che in molti casi mi é sembrato sospetto il criterio adottato … non si parla di una botta e via o di solo sesso, le donne scelgono, anche se spesso é l’ uomo a credere di avere voce in capitolo…

        Penso che in comune io e le donne abbiamo uno spirito di osservazione più acuto del tuo … o forse é solo una mia impressione … chi lo sa ?!

        Mi piace

    • Non sai che ti perdi … ad ogni modo non mi sembra tu abbia centrato il succo di ciò che ho detto …

      ecco dato che le donne, belle o no, non sono tutte così..non credi che avvertano il disprezzo gratuito e generalizzato che provi per loro e perciò stiano lontane da te?

      Non é disprezzo é prudenza ….

      Poi oltretutto se tu sei il primo ad attribuire importanza ai soldi (ma cavolo se frequenti tutte queste prostitute europee così “costose” vuol dire che tanto povero non sei) e sei convinto che nessuna donna ti voglia perchè “non sei ricco” allora parti male, se tu stesso non credi nelle tue qualità (dovrai pur possederne qualcuna) non puoi pretendere che ci creda qualcun’altro o altra nel caso specifico

      Non so di che parli, non ho detto questo semmai la preoccupazione é un altra …come hai fatto a capire il contrario ?

      Mi piace

  • Francesco D'Arcangeli

    “su eventuali traumi emotivi non so dirti, se li hanno riportati li nascondono benissimo (da Oscar della recitazione oserei perfino dire….)”
    Ho frequentato per anni una persona, non ci sarò mai andato a letto ma la conosco molto bene, di recente ho saputo che da bambina ha subito abusi sessuali.
    I traumi li sappiano nascondere molto bene tutti, non è come nei film americani.

    Mi piace

  • Ognuno di noi é frutto delle esperienze di vita che ha vissuto: ne sono consapevole per questo cerco di non giudicare persone e situazioni che non conosco … ho imparato forse per forza di cose a lasciarmi andare completamente anche in un rapporto mercenario …. l’ atto sessuale in sè stesso lo trovo una cosa bellissima e lo faccio con naturalezza …niente é meccanico, niente scontato dipende da chi mi trovo davanti … capita a volte che qualcuna ne goda veramente … altre volte no… perfino io in particolari circostanze in cui sono teso o preoccupato da altri pensieri posso non arrivare all’ orgasmo e lasciare perdere …e la cosa che più mi stupiva, le poche volte che capitava era la reazione della ragazza che era con me… alcune sembravano esserci rimaste veramente male … come se avessi insultato la loro femminilità , come se il mio corpo avesse detto loro che non le trovava attraenti … A talune ho dovuto spiegare e non poco che in quel momento il problema era mio e non loro, che non avevano colpa di niente … ho conosciuto alcune di loro al di la del rapporto mercenario … come amiche … e in molti casi le ho sentite così vicine a me … così simili a me … stesso tipo di delusioni che ho avuto io, stessa amarezza nelle conclusioni … ne sono rimasto colpito … forse mi sento così attratto da loro perché in fondo anch’ io mi sento una puttana, usato quando faceva comodo e buttato all’ occorrenza … non lo so nemmeno,non mi va di fermarmi a pensare… non so il perché so solo che ne sono attratto … mi eccita e allo stesso tempo non mi faccio illusioni e non prendo batoste. E’ come una specie di simbiosi, percepisco che c’é qualcosa di malato … di deviato in questo ma anche di eccitante ..é come una droga, il sesso senza complicazioni da dipendenza

    Alessandra, sono consapevole che non tutte le ragazze ragionano così … e io prego tutti i giorni di incontrare una persona speciale che mi faccia innamorare perdutamente e che ricambi con sincerità, anche se per forza di cose mi sono dovuto adattare a vivere senza… il tempo passa e io come tutti invecchio. Non voglio voltarmi indietro ed essermi perso anche le gioie del sesso, specie se ho modo di goderne appieno.
    Il caso della tua amica non é l’ unico, ne ho visti anch’ io … ma molto pochi … in tanti anni ne ho visti 2 di casi così….. Con questo non vorrei precludermi la possibilità un giorno di amare qualcuna, ma inevitabilmente in me scatta qualcosa …quando sento che sto per innamorarmi, o sento qualcosa nei confronti di qualcuna (non parlo di prostitute) tendo a scappare perché ho paura dei sentimenti. Ho paura di innamorarmi della persona sbagliata perché quando amo lo faccio con tutto me stesso, ma quando qualcosa va storto mi cade il mondo addosso e finisco col darmi tutte le colpe.

    E’ come un meccanismo di difesa, da questo punto di vista ammetto di essere un codardo… un codardo sentimentale. Sai che amo gli animali ? Li adoro tutti … cani, gatti e chi più ne ha più ne metta, mi diverto come un bambino con loro … ma non ho mai avuto il coraggio di adottarne uno.

    Il fatto é che non voglio sopravvivere a coloro che amo…non voglio perdere qualcuno che amo, preferisco non amare… non sarà il paradiso che è l’amore, ma nemmeno l’ inferno della perdita, il mio é solo un limbo …un limbo di lusso in cui mi sono rifugiato, e in cui mi sono adattato per forza di cose

    Poi sul fatto che le non bellissime non siano a livello delle mie fantasie non é vero … chiaro che se pago per del sesso prendo una modella, é anche più facile il tutto se ci pensi … diverso é nel caso di un rapporto non mercenario, non tutte quelle normali con cui ho fatto sesso erano modelle anzi … direi che le modelle si contano sulle dita di una mano…certo deve essere un minimo carina …nessuno va con i mostri , anche se in qualche caso invece le donne guardano altre “doti” …e non parlo solo dei soldi. (ma anche qui é un discorso lungo)

    Ho analizzato il mio comportamento in diverse occasioni e sono giunto a questa conclusione … forse il trauma che ho riportato con la fine della mia ultima storia … e la consapevolezza di come tutto in fondo sia solo apparenza … non lo so ma non riesco a uscirne … non so come fare ma quello che forse é peggio é che non so se voglio provare a rimettermi in gioco. Quel genere di sofferenza per me é qualcosa di straziante, non lo vivo come le persone normali … me ne faccio una malattia, mi logora dentro, mi distrugge.
    Io non voglio ridurmi ancora così per una persona … voglio finalmente vivere per me stesso e cercare nel mio piccolo di divertirmi con quello che ho e che posso fare, di trovare almeno un barlume di serenità e di felicità. Forse non approvi e lo capisco ma é difficile spiegarti a parole come vive la sofferenza uno con la mia sensibilità … l’ unico motivo per cui riesco a fare quello che faccio é proprio che in quel modo non lascio spazio a illusioni, e per essere delusi bisogna prima essersi illusi…é logico. Non posso innamorarmi di una che pago o di una che fa sesso con me e non molla il suo ragazzo, viceversa il sesso staccato da tutto il contesto emotivo é facile e appagante almeno per me (e per tutti gli altri gnoccatraveler, ma anche tanta altra gente ipocrita da cui mai ve lo aspettereste e che lo negherebbe fino alla morte)

    Valentina S., quanto alle citazioni letterarie le apprezzo, ma per me restano opinioni di altre persone, io non cito gli altri … vivo le mie esperienze e traggo conclusioni mie … forse l’ essere stato costantemente fregato dalle persone di cui mi fidavo mi fa vedere il mondo sotto un altra luce … quando qualcuno mi dice qualcosa io istintivamente penso a quale secondo fine possa avere quella persona con me … quando vado con una prostituta, o anche con una ragazza normale per fare sesso occasionale, io riesco a rilassarmi e a godermelo perché so da subito qual’ é il secondo fine (nel caso della prostituta il compenso per la prestazione, nell’ altro la scappatella dalla monotonia del rapporto di coppia perché magari la ragazza in questione ha già un ragazzo), quindi so che con me é solo sesso una tantum fine a se stesso… l’ espletazione di un bisogno fisiologico, e non implica altro … in questo modo non posso soffrire e rimane solo la parte “piacevole” … il sesso per me é anche una valvola di sfogo, oltre che qualcosa di estremamente piacevole. Se fossi una donna credo che mi definirebbero una ninfomane…. Secondo voi ?

    Francesco D’Arcangeli, io ho un esempio ancora più calzante … la cugina del mio migliore amico che si é suicidata a 18 anni con un overdose di farmaci ….lei veniva abitualmente abusata dal padre alcolizzato quando era piccola, e per quanto la famiglia dopo averlo scoperto ha tentato di aiutarla non c’é stato niente da fare … io la conoscevo .. i discorsi che faceva… era come se fosse già morta dentro molto prima di arrivare al suicidio … aveva completamente perso la voglia di vivere …i problemi però si vedevano …erano evidenti a tutti ….quando c’ é un problema grave le differenze di comportamento si notano …si notavano da parecchio nel caso suo…. se conoscessi me ti accorgeresti subito delle mie anche se io non ti avessi raccontato la mia vita … a meno che non sei uno molto distratto o non curante del prossimo, in tal caso non ti accorgeresti di niente, ma perché non leggi i segnali ….

    Paolo1984, Non disprezzo e non giudico nessuno in particolare senza prima averlo conosciuto, ma a un certo punto bisogna anche avere la capacità di riassumere la sostanza delle persone : così come ad esempio certo non si può dire che tutti gli italiani siano ladri, mafiosi o evasori fiscali …ma nel complesso non mi sento di dare torto agli stranieri che non hanno una buona opinione degli italiani …io in primis che ho studiato, vivo e lavoro in Italia mi rendo conto del popolo che sono gli italiani, é evidente a tutti: certe cose dovrebbero fartelo capire

    Come purtroppo certe donne rovinano la categoria e consentono facili generalizzazioni … di esempi come quello citato della ragazza bellissima che ha sposato il fidanzatino del liceo che prende 1100 € al mese ce n’ é qualcuno si … ma un po poco per tirare su le mie statistiche … la società di oggi ha preso una piega che non mi piace, … e comunque non hai capito che il mio problema é l’ opposto: i soldi ce li ho ma non per questo dormo e non capisco quando una mira solo a quelli : il fatto é che se mi devo prendere una che di fatto mira a questo, allora rovescio la frittata e gioco di anticipo. E non vado con una, ma con 1 milione di donne bellissime
    Si tratta di prendere l’ iniziativa anziché farsi fregare …di dimostrare a me stesso che ho il controllo

    Io ho trovato ragazze che hanno cambiato radicalmente atteggiamento nei miei confronti quando hanno saputo che ho una casa mia e quando hanno visto la mia macchina … le ho viste interessarsi a me … osservare ogni cosa che facevo e farsi un idea … addirittura una si é interessata a me quando le ho detto che sono un puttaniere incallito (gliel’ avevo detto perché avevo capito il tipo e volevo farla scappare, invece mi si é appiccicata ancora di più addosso) … inutile dire che mi fa pensare ..una ragazza che non é della mia città che vive in una stanza in affitto che drizza le orecchie per determinate informazioni “sensibili” che sono evidentemente rilevatrici del mio status, é una che non me la da a bere… sono troppo vissuto e troppo di mondo, e soprattutto ho fatto sesso con troppe donne bellissime per farmi girare la testa e spegnere il cervello alla prima che me la sbatte in faccia … ci sono abituato e sono molto diffidente… viceversa amici e conoscenti miei che non hanno percepito certi segnali in tempo ora piangono …e pagano il mantenimento ala ex che si scopa un altro in quello che fu il loro letto e usa i figli come arma di ricatto.

    Chissà forse mi salvo perché sono troppo codardo, ma l’ importante é salvarsi; specie di questi tempi in cui le certezze ,a partire da quella del lavoro, stanno venendo meno . E’ una partita troppo importante per essere persa, e se non giochi non vinci … ma nemmeno perdi
    So che é contorto ma se ci riflettete il tutto ha una logica ben precisa …il problema é che é come un cane che si morde la coda
    Al momento non mi é chiaro come e se riuscirò ad uscire da questa empasse, ci devo lavorare su…

    Mi piace

    • sandro, non ho intenzione di giudicare o discutere il tuo vissuto,e le tue esperienze..mi colpisce però la sicurezza con cui affermi di non poterti in nessun caso innamorare di una donna che paghi o con cui fai sesso occasionale..io non ne sarei così certo.
      Comunque non posso che augurarti di incontrare una persona speciale..e lo auguro anche a me stesso

      Mi piace

    • Hai detto bene, è proprio un empasse.. e il fatto che sia diventata una droga significa solo che non è vero che ti appaga, anzi.. stai cercando in queste donne disperatmente qualcosa che non avrai mai.. un po’ mi dispiace e in parte ti capisco.. sono diffidente per eccellenza.. mi son sempre chiesta dovr sarei finita se fossi nata uomo. Guarda, io ho un compagno e un figlio di tre anni e mezzo ma la mia situazione familiare (ho i genitori separati da quando avevo 4 anni, non sto qui a raccontare la storia) fa sì che io abbia ancora degli strascichi nel modo di vivere il rapporto di coppia. Come te sono cresciuta stando attenta a nonprenderlo in quel posto.
      Dalle tue parole trasuda una forte insoddisfazione che mi auguro potrai in qualche modo arginare. Perchè invecchiando e guardandoti indietro dubito che il pensiero di tutte le esperienze sessuali passate possa farti stare meglio quando ti troverai comunque solo con te stesso.

      Mi piace

    • Sandro, nonostante non sia facile capire che c’è dietro la tastiera e nonostante ogni giorno subiamo l’attacco di provocatori dei movimenti neo-maschilisti e neo-misogini che cercano di far degenerare la discussione e far perdere tempo, voglio dirti comunque una cosa. Ci sono gruppi di auto-mutuo-aiuto da uomo a uomo per clienti ed ex clienti nati dal progetto La ragazza di Benin City. E’ nato per i clienti di prostitute nigeriane vittime di tratta, ma penso che possa comunque rivolgersi per un aiuto o un confronto chiunque senta di avere un disagio.

      Mi piace

  • Sono intervenuta poco in questa discussione perchè sono un po’ stanca di ripetere sempre le solite cose.
    Invito i frequentatori di prostitute a documentarsi (sarebbe già qualcosa dare un’occhiata al blog di Valentina) e ringrazio Paolo e Francesco per le loro parole. Non è certo il complesso di castrazione a fare di un maschio un uomo.
    Saranno parole sdolcinate ma Paolo, ormai è un po’ che ti leggo sui vari blog.. a volte abbiamo avuto pareri un po’ discordanti ma ti auguro davvero di trovare una ragazza che sappia apprezzare tutto quello che hai da dare perchè è tanto. Credo che sappia più tu di donne e di rapporti interpersonali di molti altri uomini.

    Io ribalterei un attimo i termini del discorso e chiederei a tutti i frequentatori di prostitute: ma siete felici?
    Troppo facile additare altri per la vostra infinita frustrazione, fare cameratismo per sentirvi meno soli e ignorare la realtà dei fatti.
    Apprezzo il fatto che veniate a confrontarvi ovviamente.
    Spero di trovare nei prossimi gg la lucidità per scrivere le cascate di cose che avrei da dire sull’argomento..
    Per il momento mi limito a quotare Paolo: perchè rimarreste scontenti se questo lavoro lo facessero le vostre familiari in assoluta libertà e ricchezza? Meditiamo, meditiamo.. E soprattutto non mentiamo a noi stessi per giustificare le nostre condotte..

    Mi piace

    • ti ringrazio molto Alessia.

      Mi piace

      • Mi associo con Alessia. Ho anche buoni motivi personali derivati da esperienza diretta di persone a me vicinissime per ritenere che uomini come te non si devono mai scoraggiare, perché la vita di solito riserva cose ancora più belle a coloro che sanno cosa vogliono e rifiutano facili compromessi. Scusate l’o.t. : questo non c’entra nulla con la discussione, ma è una cosa che volevo dire a Paolo.

        Mi piace

      • grazie anche a te, Valentina

        Mi piace

  • @Paolo: grazie per la risposta. Quando dicevo “anche questa è discriminazione”, riferendomi a ragazzi che non vorrebbero mai una ragazza al di sotto di certi standard estetici, ho sbagliato termine. Intendevo dire che appunto questi uomini operano una scelta in base alla loro priorità, la bellezza (che poi magari è accompagnata da mille altre qualità, ci mancherebbe). Così anche le donne, se vogliono, possono scegliere di discriminare in base alla ricchezza o a quello che vogliono: a me non piace, ma il diritto di scegliere deve essere universale. Hai ragione tu: quello che non accettano i ragazzi di Gnoccatravels è la possibilità di essere giudicati e non essere ritenuti all’altezza, cosa che invece loro si sentono in diritto di fare con le ragazze. E pensano di avere questo diritto in quanto maschi, anche se non tutti lo ammettono. Del resto l’Italia un tempo era così: una mia zia ottantenne mi ha spiegato che quando era giovane, i fidanzamenti si rompevano solo se era lui a lasciare. Le ragazze non avevano questo diritto, non potevano mettere fine a una storia, le poche che si azzardavano venivano giudicate malissimo da tutti. E in fondo accade in molti paesi dove il marito può ripudiare la moglie, ma non viceversa. E’ un filo rosso che può unire gli Gnoccatravels e arrivare ai talebani, la stessa non considerazione per la donna.

    Mi piace

  • Valentina: “Scusate l’o.t. : questo non c’entra nulla con la discussione”.
    Sì è vero non c’entra niente: se qualcuno ora legge gli ultimi commenti, cosa capisce, quale era la discussione?… Così sembra quasi che l’articolo di Mary non conti più: è questa una altra “tattica” dei maschilisti: sviare la discussione portandola sul “personale”?
    Mary scriveva: “Sinceramente, caro mio, dei tuoi 35-40 anni se possiedi un cervello da gallina non te ne fai nulla”. Secondo me questo è la frase più importante: si può discutere con uomini così e tentare di convincerli a cambiare? No!!! Pensate alle lotte femministe degli anni ’70, cosa hanno portato in pratica?… Oggi nel 2012 le cose sono molto peggiorate e c’è più maschilismo (violenze, stupri, femminicidi ecc) di allora! Molte (tutto quello che scrivo è sempre diretto principalmente alle donne) di voi sanno come la penso sul “che fare”, cioè la PREVENZIONE!!! Come potete cambiare queste persone adulte (vedi Sandro ecc., ma anche Paolo…) e in fin dei conti fare l’errore di 40 anni fa (oltre a fare inutili discorsi personali in discussioni come questa), cioè volere “tutto” e subito, questo porta solo a frustrazione perché è impossibile, “lavoriamo” invece sulla “mentalità” partendo da come sono educati i bambini… che poi così è più facile anche ottenere qualche miglioramento negli adulti…
    Se le femministe vogliono “condannare” i maschilisti che vanno a prostitute, devono fare la stessa cosa per le donne che volontariamente si prostituiscono!!! Perché anche loro hanno e rinforzano la mentalità maschilista che la donna è solo un oggetto/buco per il “piacere” (tra “ perché è una illusione…) maschile!
    La domanda “e chiederei a tutti i frequentatori di prostitute: ma siete felici?”, va fatta anche alle donne che si prostituiscono!!! Quello da condannare in tutti/e le menti maschiliste è il concetto di donna = buco: si deve insegnare ai bambini che le donne sono PERSONE, NON un buco tra le gambe!!! Quando Paolo scrive della sua verginità (e cosa gravissima, quando scrive che sì il clitoride è importante, ma sarebbe felice che la sua futura donna godesse con il pene in vagina, vedi in altri post…) è la mentalità maschilista sottintesa che va combattuta: NON si deve più “insegnare” ai bambini il “culto del pene” e la “cultura del buco”, NON si deve fare capire più ai maschietti che saranno considerati “uomini” solo se metteranno il loro pene in “quel buco”, che la verginità non è mettere per la prima volta un pene in una vagina!!! Che la “bellezza” NON è un canone fisico: TUTTE le donne (persone: quindi anche tutti i maschi) sono belle, uniche!!! Che andare a prostitute NON è fare l’amore ma solo sesso con “se stessi”… e che gli uomini si illudono se pensano che piaccia anche alla prostituta o che sono accettati non per i soldi o di poter possedere il corpo di una donna… che gli uomini si illudono se pensano che staranno meglio dopo “averlo fatto” con una prostituta o con ragazzini/e o dopo aver violentato qualcuno…
    I ragazzi devono sapere cosa significhi amare ed essere informati sulle possibili conseguenze negative del sesso senza amore… Oggi si crede che pensare al proprio piacere e alla propria libertà fa stare meglio, ma spesso è proprio il contrario, si sta peggio nonostante la libertà, perché è come vivere in una oasi dimenticandosi che intorno c’è solo il deserto! Bisogna insegnare che essere innamorati non significa perdere la libertà… È proprio amando che ci si sentirà veramente liberi e con tanta voglia di vivere; sapere di essere amati dà felicità e ci si sente felici, forse di più, quando si ama… l’amore dà sicurezza e aumenta il nostro entusiasmo in qualsiasi attività che svolgiamo, non solo lavorativa, ma anche della vita quotidiana… ecc…(ho scritto troppo, scusatemi).

    Mi piace

    • La mia frase era riferita ai clienti perchè qui c’erano loro. Ad ogni modo sono contraria ad ogni forma di prestazione sessuale che oggettivizzi la donna. fermo restando che ognuno è libero di fare ciò che vuole nei limti della libertà altrui non condividerò mai la scelta di una donna che deliberatamente intraprende questa strada. Il problema maggiore però secondo me è che le persone che si prostituiscono consapevolmente senza costrizioni di sorta (tratta, povertà, traumi, situazioni degradanti, forti condizionamenti in tenera età) è talmente irrisoria che si dovrebbe parlare maggiormente della concezione di ‘rispetto per l’altro’ e di ‘diritti umani’ che hanno certi signori.

      Mi piace

    • Siamo tutti unici, ma non si può negare che non siamo tutti attraenti per le stesse persone nè si può negare che ogni cultura in ogni epoca abbia i suoi canoni di bellezza fisica femminile e maschile, canoni che si possono pure contestare.
      sinceramente non ho mai ritenuto le donne “un buco” nè vedo me stesso come “un pene” e comunque non ho l’ossessione di perdere la verginità e/o infilarlo nel primo “buco” disponibile..se avessi questa fissazione andrei anch’io con le prostitute invece preferisco aspettare di trovare una donna che mi desideri come io la desidero, è proprio perchè condivido quello che dici sull’importanza dell’amore e perchè non riesco a separare il sesso dal coinvolgimento emotivo che non potrò mai essere uno “gnoccatraveller”..e scusa se la rimetto sul personale, non c’è alcuna tattica ma dato che mi hai tirato in ballo ho risposto

      Mi piace

    • Francesco D'Arcangeli

      Quindi un uomo che, pur conoscendo la sessualità femminile un pochino meglio che nei porno, ed essendo fondamentalmente convinto di NON essere un pene continua ad avere il desiderio di provare anch’egli piacere in un rapporto sessuale (il che significa ANCHE usare il pene, a meno che non abbiano cambiato tutto mentre ero girato da un altra parte) è un maschilista?
      Allora sono maschilista.
      Mannaggia
      E io che credevo di essere solo Francesco…

      Mi piace