LG offende le donne

Questo è lo spot di LG che per invogliare le donne a comprare un’aspirapolvere le rappresenta in questo modo! Cosa c’è di più sessista che piazzare una modella in posa aspirata da dietro da un uomo per renderla più fotogenica?

Forse in Italia ne vediamo anche di peggiori ma ciò non vuol dire che questa pubblicità non sia sessista e se venisse diffusa nel nostro Paese sarebbe anche peggiore, perchè ancora oggi veniamo discriminate al lavoro a causa del nostro peso, lo dimostra Meridiana che ha imposto alle donne di essere magre per non turbare la sensibilità dei pesseggeri, immagino uomini.

Questa pubblicità potrebbe rappresentare il sessismo classico del mondo americano, forse perchè da noi usare una donna nuda per vendere aspirapolveri è inconcepibile perchè gli aspirapolveri sono considerati roba da donna (vedi Colombina de longhi) ma pur sempre sessismo! Con ciò non dico che rappresentare una donna sempre nei panni di una casalinga che mai lavora fosse meglio, ci mancherebbe, ma possibile che i pubblicitari non riescano mai ad immaginare un modello femminile che sia diverso dalla donna-oggetto o dalla casalinga anni ’50?

Andando oltre al pensiero qui sopra, che sarebbe quello di persone poco portate a fare un’analisi pubblicitaria, la realtà è che questa pubblicità-anche se non appare la solita casalinga anni ’50-non è rivolta alle donne. Per alcuni motivi:

-Abbiamo la solita donna stereotipata che desidera essere magra e fare la modella,

– Abbiamo l’allusione secondo il quale una donna dovrebbe comprare l’aspirapolvere per dimagrire (quindi dovrebbe pulire la casa tutto il giorno);

– C’è un uomo dietro la donna, quindi si deduce che gli uomini non dovrebbero usare mai un’aspirapolvere se non per incitare le mogli a dimagrire;

L’uomo dietro la donna implica che le donne comprano l’aspirapolvere su richiesta degli uomini e per piacere agli uomini. La donna apparentemente magra che poi torna grassa dopo aver usato l’aspira polvere cela un significato subliminale.

Il messaggio è:  compra l’aspirapolvere e i mariti anche se sei grassottella, ti vedranno magra e sexy perchè sono tutti attratti dalle casalinghe!

Mary

9 commenti

  • scusa ma qui non c’è una donna che desidera fare la modella ma c’è una donna che di lavoro fa quello. Nè si può dedurre che l’aspirapolvere serva a dimagrire dato che tutti sanno che non serve a quello e nessuno perde peso usando l’aspirapolvere, l’uso che se ne fa qui è chiaramente assurdo, impossibile. non ci leggo il messaggio che dici tu, lo spot facendo ricorso alla comicità demenziale tipicamente americana (hai presente La pallottola spuntata, Scary Movie, I Griffin ecc..?) vuole enfatizzare la potenza del prodotto facendo vedere che può aspirare persino il grasso corporeo..che la modella sia una donna è del tutto casuale, se avessero usato un modello con una donna che gli aspirava il grasso l’effetto sarebbe stato identico…non escludo che potrebbero girarne una versione maschile prima o poi
    Insomma questa è una gag demenziale che può non piacere a chi non ama quel tipo di comicità, ma non è necessariamente offensiva posto che ognuno si offende per quel che vuole. e lo giudico molto meglio del solito spot con la casalinga ferma agli anni ’50

    Mi piace

  • Ma è veramente terribile questo spot!! E’ un’offesa vera e propria!
    Non solo ancora una volta sullo schermo compare una donna IN COSTUME, ma anche “aspirata” dall’aspirapolvere (prodotto pubblicizzato) per apparire magra e non appena si spengono i riflettori e l’aspirapolvere essa appare grottescamente grassotella, quasi gonfiata come una BAMBOLA!
    Ma che tristezza veramente…tra l’altro non si capisce nemmeno a cosa serva il prodotto pubblicizzato. L’aspirapolvere serve ad apparire magra al marito e agli altri uomini?
    Mah…la ritengo non solo offensiva ma anche scorretta strategicamente…

    Mi piace

    • nella logica della gag l’aspirapolvere non serve ad essere più magra per il marito (che manco compare e manco esiste forse) ma per il servizio fotografico che la modella sta facendo, ma si tratta di una gag volutamente demenziale dato che tutti sanno che l’aspirapolvere non fa dimagrire…devo dire che mi pare comunque una gag abbastanza stupida, in qualunque scary movie (e sopratutto nella pallottola spuntata) ci sono trovate più interessanti

      Mi piace

  • Paolo, concordo con te sul fatto che fare la modella sia un lavoro che una donna sceglie come un qualsiasi altro mestiere. E concordo anche sul fatto che il messaggio sia enfatizzare la potenza dell’aspirapolevere pubblicizzata…ma penso che la comicità demenziale, come la chiami tu, qui rischi di sfociare in un’offesa per l’immagine femminile che grazie alla potente aspirapolvere appare magra e quindi fotografabile, ma subito dopo torna ad essere grassotella, “comicamente” gonfia…
    Come dici tu, al posto della donna potrebbe esserci un uomo…allora perché nel primo spot ci deve sempre essere la figura femminile, poi eventualmente in seguito compare la versione maschile?

    Mi piace

    • Di solito se esistono due versioni vengono girate insieme..se mandare in onda prima l’una e poi l’altra è discrezionale. ripeto, ognuno può offendersi per quel che vuole, è questione di interpretazioni, si potrebbe pensare anche che la gag voglia prendere in giro quei servizi fotografici che a forza di photoshop e trucchi vari ti fanno apparire molto diverso/a da come sei

      Mi piace

  • icittadiniprimaditutto

    Reblogged this on i cittadini prima di tutto.

    Mi piace

  • La tua allusione alla magrezza imposta dalla compagnia Meridiana mi ha riportato alla mente proprio una esaltata che lavora per loro e che in un forum di chirurgia estetica aprì un post per denigrare una mamma e una figlia obese che stavano acquistando un mega gelato.

    Che peccato però che la sua magrezza non sia bastata a risparmiarla dalle corna e che molto probabilmente questa mamma e figlia da lei perculate a quest’ora staranno meglio di lei: un sonoro schiaffo morale a tutte quelle sbruffone esaltate che pensano che per tenersi stretto un uomo basti essere delle bambole gonfiabili.

    Mi piace