Oggetto di arredamento domestico

377199_2649598000527_1273040646_3166389_1010148792_n

Tutti pensavano che levato di mezzo quel nano sessista e volgare l’Italia sarebbe diventata il vero paradiso per le donne. Ora ci tocca il Governo Monti che ci regalerà un altro governo senza donne (e giovani) come in Arabia Saudita. Se prima le donne scarseggiavano in qualità ora scarseggiano in quantità. Pare difficile pensare ad una presenza femminile che non fosse dovuta a meriti estetici, risultato? zero donne.

L’Italia trasuda sessismo, scarso rispetto delle donne tant’è che le considera parte dell’arredamento domestico. Così comunica una pubblicità segnalata sulla pagina Facebook “la pubblicità sessista offende tutti” rilevata a Napoli.

Ultimamente pare che i pubblicitari stiano gareggiando a chi produrrà la pubblicità più sessista del mese.

La pubblicità è violenta e sessista e denota scarso rispetto verso la figura femminile, considerandola non solo un oggetto, in quanto ridotta a tette (vi ricordate la parte per il tutto?), ma viene relegata a proprietà dell’uomo padrone di casa, niente pocodimeno che alla pari degli altri oggetti presenti nel suo territorio.

Come può un Paese che considera le donne alla pari di accessori, pensare che possano essere credibili per poter guidare un Paese lacerato dalla crisi? Come può un Paese che considera le donne mera proprietà del marito combattere la violenza domestica (in aumento a causa di questa percezione delle donne)?

Ecco perchè le dimissioni di Berlusconi non hanno cambiato nulla.

Ecco il sito dell’azienda: http://www.scaramuzza.it/sito/scahome.nsf/index e indirizzo: faidate@scaramuzza.it

Mary

6 commenti

  • le Dimissioni, sono state solo un primo passo, ora inizia la ricostruzione secondo me, anche dell’identità femminile, oltre che della cittadinanza in quanto tale, e senza di lui secondo me sarà più facile farlo

    Mi piace

    • Io sono meno ottimista..ovvio che le dimissioni sono un grande passo perche’ per un po’ o forse mai piu’ sentiremo le sue odiose barzellette sessiste ma io credo che in Italia il problema non e’ solo lui…il fatto che Monti non abbia pensato a dare visibilita’ alle donne e’ un fatto triste che denota che il potere e’ ancora maschilista, che si divide tra quelli che ci considerano buone solo x il letto e quelli che ci vogliono riportare in casa. Quanto la pubblicita’ sessista non solo e’ in aumento ma e’ sempre piu’ violenta verso le donne… Ci vorra’ molto affiche il nostro paese si allinei a quelli civili e ricordiamoci che qui abbiamo un altro cancro : il VAticano, riconosciuto non certo per idee femministe!

      Mi piace

      • Concordo con Mari su tutto, dopo aver visto queste ultime pubblicità ho perso totalmente le speranze, l’unica cosa che mi fa credere che ci sia una via d’uscita è il fatto che la gente si è svegliata e lotta per i suoi diritti. Quando nessuno reagirà più, come prima, allora sarà davvero l’inizio della fine, ma non ora. :)

        Mi piace

  • Magari bastassero le dimissioni. La concezione della donna come proprietà/svago del maschio è radicata in questo paese, e Berlusconi ci ha creato su un impero personale. Ci vorranno decenni, sempre se basteranno, e sottolineo se.

    Mi piace

  • scusate, ma siete sicuri? Mi risulta che l’attuale Ministro della Giustizia sia una donna

    Mi piace