Non migliora molto la condizione delle donne in tv

avanti-un-altro-canale-5-logo

Oggi ho acceso la tv su Canale5. e ho scoperto che è iniziato il nuovo quiz preserale condotto da Bonolis e Luca Laurenti denominato “Avanti un altro“. Se il linguaggio per denominare il quiz è sessista,  in quanto declinato al maschile, chissà cosa c’è da aspettarsi, così decido di guardarmelo.

Il programma è di scarsa qualità: domande semplici ed elementari, Mediaset non sa più cosa inventarsi. Dopo un minuto di visione scopro come ancora una volta le donne vengono utilizzate come ornamenti. Nonostante il piccolo miglioramento sulle nudità femminili che questa volta non sono presenti, non siamo contente perchè come abbiamo detto parecchi post fa, non serve allungare le gonne femminili per restituire dignità all’imagine femminile sempre utilizzata come decorazione. Infatti il vero problema è il linguaggio sessista ancora molto utilizzato dalle figure maschili dominanti contro le loro vallette. Sono rimasta basita quando durante il gioco viene fatta entrare in studio una valletta denominata la “supplente”, la parodia delle professoresse dell’eredità ma declassata al ruolo di supplente e costretta a parlare in modo sexy e a mostrare i grossi seni su un ampia scollatura e subendo battute sessiste da i due conduttori.

Vedendo la scena non solo mi è parso uno svilimento nei confronti delle donne, ma soratutto nei confronti delle lavoratrici nell’istruzione, svilite professionalmente e denigrate proprio nel momento in cui tutto il corpo insegnati sta subendo attacchi da parte del nostro Governo.

La stessa comparsa la ritrovo nella pubblicità della Vodafone col testimonial Bonolis durante la pausa dal programma televisivo, dove quest’ ultima interpreta il ruolo della segretaria sexy con la voce da gatta morta. I messaggi veicolati sono molto pericolosi in un contesto dove le donne vengono discrimiante sul luogo del lavoro arrivando perfino a subire molestie sessuali.

Inoltre  in studio ci sono due vallette (una bionda e una bruna) con un ruolo talmente marginale da venirmi in mente la valletta anni ’50 di Mike Bongiorno: Edy Campagnoli. Infatti malgrado fossero più vestite e non ballano stacchetti servono solo a portare i concorrenti fuori dallo studio e non possono parlare. Oltre le vallette c’è ne una avvenente e un valletto uomo in stile macho, entrambi vestiti ma servono a distrarre i concorrenti.

Disgustata cambio canale e vado a dare un occhiata a L’Eredità. Appena cambiato canale, una delle “professoresse”, anch’esse con un ruolo molto marginale all’interno della trasmissione, legge su un copione uno studio “scientifico”  parecchio sessista affermando più o meno così: “Gli uomini vogliono una moglie che sa cucinare”…Ma ce n’era bisogno?

Una mia lettrice mi suggerisce un metodo per boicottare questi programmi: Se contattassimo le aziende che chiedono uno spazio pubblicitario al programma per avvisarli dei contenuti lesivi del programma e minacciarli di boicottaggio se non avvisano gli autori di cambiare rotta o di rinunciare allo spazio pubblicitario qualora non fosse possibile, che ne dite?

Mary

38 commenti

  • Che tristezza! Per non parlare dei loro precedenti programmi, Ciao Darwin e Chi ha incastrato Peter Pan?
    Oppure si potrebbe inviare un’e-mail a Mediaset.

    Mi piace

  • “Il senso della vita” di Bonolis e Laurenti:

    Mi piace

  • mary non pensavo che tu guardassi mediaset, riguardo al linguaggio sessista mi sembri eccesiva per esempio quando si riferisce alla nostra “razza” si dice umanita , poi come mai ti stupisci di mediaset e della tv in generale lo sai benissimo come è fatta,riguardo al metodo di boicottamento ci credo molto poco lo sai quante aziende dovresti boiccotare sapendo anche del fatto che alcune fanno parte di multinazionali con più interessi ed attività.

    Mi piace

  • danzatriceorientale

    Non è cambiata molto merdaset da oramai 2 anni che non la guardo… poi io sarò fissata con questa cosa dell’aspetto esteriore, ma non vedo perché in TV debba continuare a sorbirmi uomini esteticamente come Bonolis, Laurenti, Scotti, Costanzo, Greggio, Iacchetti etc. etc. mentre alle donne non si perdona la presenza di un capello grigio nemmeno a 60 anni.

    Mi piace

    • sottoscrivo tutto, ma fa bene Mary a guardarla: come ci ha ricordato Lorella, bisogna conoscere il nemico per poterlo combattere.

      Mi piace

    • Sono perfettamente d’accordo. Personaggi viscidi e disgustosi Che si mostrano arrapati alla vista di queste ragazze semisvestite e mascherate con completino da sexy shop. Ricordo molti anni fa mio nonno commentava sempre questi programmi dicendo che non capiva perché gli uomini fossero sempre in giacca e cravatta mentre le donne fossero svestite. In effetti c’e qualcosa che non torna anche a livello climatico. Il personaggio della supplente mi ricorda quei film degli anni 80 di Alvaro vitali, con la differenza che quei film ridicolizzavano l’uomo arrapato, qui invece l’uomo e’ simbolo di potere mentre la donna oltre che oggetto sessuale e’ oggetto di scherno.

      Mi piace

  • Un certo “Michele” con l’email michelefabris@infinito.it e il seguente indirizzo ip: 31.189.235.124
    Mi ha scritto queste parole offensive:

    “Mary mi sa che sei un po’ cessa e gelosa.
    Vorresti essere al posto loro e sopratutto avere un fisico del genere?
    Bè io si.
    Se potessi sfruttare il mio fisico per lavorare lo farei.
    Daltronde il mondo va avnti così. Battaglie perse!
    E ovviamente ci sono cose ben più gravi in giro, fosse questo tutto il male del mondo”.

    State attenti a ciò che scrivete perchè le vostre inutili e poco intelligenti provocazioni a donne che ogni giorno si impegnao seriamente saranno pubblicate con tanto di nome, cognome, email e ip…non sputtanatevi

    Mi piace

    • Brava!! :DD

      Mi piace

    • Muahahahhahhahaha =D! Il vero male del mondo è che esiste la gente come lui!

      Mi piace

    • danzatriceorientale

      Se potessi sfruttare il mio fisico per lavorare lo farei. >>> Ecco, bravo, ha detto tutto. Evidentemente lui il fisico non ce l’ha, ha dichiarato di essere un cesso (sempre secondo gli standard di quelli come lui, eh, perché i miei non sono i loro standard, per fortuna), quindi non capisco perché si permetta di offendere le donne sull’aspetto fisico. Tipico maschio (maschio, non uomo) frustrato represso.

      Mi piace

      • Verissimo purtroppo è così, coloro che non possono “permettersi di” poi sono i primi a sparlare sulle donne e sull’aspetto, (che poi non è che difendano le donne- porno star quando non hanno un sorriso da una di loro iniziano gli isnulti anche per quelle), perchè frustrati da tutti i NO ricevuti!

        Mi piace

      • faby , adesso faccio un discorso che ,forse ,ti farà arrabbiare ,ma provo a fare un ragionamento

        questo uomo che ha scritto e ,per come la vedo io ,se non scriveva niente era meglio ,detta da voi è uno che prende un sacco di rifiuti ,cosa più che possibile ,ma allora io mi chiedo
        ma perchè prende rifiuti a ripetizione ? vivendo in una società a forte stampo maschilista ,dovrebbe essere un privilegiato (in quanto uomo) e non dovrebbe succedere questa situazione ,o almeno non a ripetizione .,i sembra un controsenso in una società basata sul maschile

        Mi piace

      • Mauro, tu la vedi in modo sbagliato, tu vedi i problemi di classi sociali, per dire, legati a quelli di genere. Non parlo di questo discorso, non centra nulla, ma dico in generale. Ti chiedi dov’è il maschilismo quando un operaio è povero. E dunque? Il lavoro sottopagato è solo maschile? Ti chiedi dove sia il maschilismo? Se in una società maschilista l’uomo è sottopagato, il maschilismo non c’è, secondo il tuo ragionamento, ma a) tu stesso pensi che i lavoratori siano solo uomini e b) ricordi i tempi andati? 1200, 1400, 1600… li ricordi? Quelli non erano tempi maschilisti? Eppure vedo che i contadini venivano sfruttati comunque, uomini e donne, ma il maschilismo c’era, e portava vantaggi diversi, agli uomini, che non venivano rapiti per essere stuprati e poi uccisi, che non venivano violentati dal signore feudale per la regola della lus prime noctis (look: [URL=”http://it.wikipedia.org/wiki/Ius_primae_noctis”]http://it.wikipedia.org/wiki/Ius_primae_noctis[/URL]), che non venivano bruciati vivi accusati di stregoneria perchè “il loro corpo è lussurioso di natura” e cose del genere. Ora, ti pregherei di finirla qui con questa storia del “giochiamo a chi trova il maschilismo”, ragiona prima di parlare del presente, sul passato.

        Mi piace

      • Mauro, non voglio parlare di questo discorso, non centra niente, ma, in generale, il tuo problema è che non distingui la disparità tra le classi sociali da quella tra i generi. Ti chiedi dove sia il maschilismo quando un operaio è sottopagato, ma tu per primo dai per scontato che l’operaio sia uomo. Ti chiedi dove sia il maschilismo quando in epoche che tutti affermano essere maschiliste (1200, 1300, sono solo esempi, dico tutto il passato fino agli anni del femminismo che tu odi) il contadino era povero. Dunque vorrebbe dire che a quei tempi non erano maschilisti, scusa, che vantaggi aveva il povero contadino, me lo sai dire? Ma, e qui c’è il ma, aveva vantaggi diversi da quelli che la sua classe sociale gli impediva di avere:

        1) Non veniva rapito e violentato
        2)Non doveva concedere la lus primae noctis al signore feudale (http://it.wikipedia.org/wiki/Ius_primae_noctis)
        3) Non veniva arso vivo come “strega” perchè “il suo corpo è lussurioso e debole di natura”
        4) Non veniva considerato incapace di apprendere perchè “più una donna legge meno diventa fertile”, dunque perchè considerato solo per il suo utero
        5) Devo continuare? Non veniva preso come schiavo sessuale nelle corti, anche se allora usavano altri nomi, ovviamente
        ecc… ecc…

        Mi piace

      • faby che lui sia sfortunato in amore lo dici tu perche se il tuo ragionamento fosse esatto, non ci dovrebbero essere i femminicidi le donne maltrattate, quelli che hanno problemi in amore sono perlo più timidi e/o non bellissimi ma non maschilisti ricordatelo sempre.

        Mi piace

      • hailey ,è vero e chi può negarlo che ,in quei periodi ,c’erano donne al rogo ,la prima notte di nozze data al feudatario ecc ecc ,se per quello nella preistoria le donne venivano colpite con la clava ,ma faccio presente che siamo nel 2011 e fortunatamente non vedi donne al rogo o che devono prestarsi alla prima notte di nozze al capo di turno ,merito del femminismo ? ,merito di una società finalmente un pochino più civile ? e chi vuole tornare indietro? io no di sicuro ….
        la situazione ,nel mondo di oggi ,è diversa ,eppure ancora si parla di maschilismo
        come si presenta il maschilismo in una fila di poveri della caritas formata dall’85% di uomini ?
        come si presenta il maschilismo quando gli uomini ,poveri (sempre bene ricordarlo) ,fanno i lavori più usuranti ,ma sopratutto più pericolosi tanto che la mortalità supera il 95 % (del totale di forza lavoro ) ?
        è questo che mi chiedo
        poi ovvio che le donne non predono questi salari da fare i salti mortali (una mia amica di youtube ,prendeva 500 euro al mese in nero ) ,ovvio altre si che ci sono datori di lavoro che guardano le tette al posto del CV ….NEL NOME DEL MACHISMO PIù BECERO , ma guarda lancio un idea ,perchè non fare un post per parlare di uomini dove ,ogni volta tanto ,non sono considerati maschilisti,ma capire le loro debolezze ,le loro paure ,i loro sogni ?

        Mi piace

    • ma poi come ti può dire brutta se vedendo questa foto anche se piccola non mi pari propio brutta anzi.

      Mi piace

    • Questo messaggio sintetizza perfettamente tutti i messaggi che avete ricevuto sin’ora e tutti gli stereotipi sul femminismo e la società dell’immagine.
      Sembra quasi finto! :-)
      Se leggesse tutto il blog e sapesse che il suo messaggio è uguale a milioni di altri, che abbiamo già approfonditamente sbugiardato e deriso, si sentirebbe molto ridicolo!!

      “Battaglie perse!” e passano alle offese.
      Se queste battaglie fossero perse, che bisogno avrebbero di contrattaccare?

      Un mio conoscente una volta mi ha detto che il femminismo ha fallito.
      Dire che il femminismo ha fallito è come rimproverare un bambino di 3 anni perchè non si è laureato!

      Mi piace

    • Ti esprimo la mia più grande solidarietà, Mary.Gli insulti che hai ricevuto squalificano chi li ha fatti . Ritenere comunque che l’aspirazione di ogni donna sia quella di essere degradata a merce, a mero oggetto sessuale, a pezzo di carne e che questo svilimento rappresenti la più grande fortuna di ogni ragazza è un’affermazione maschilista di uno squallore insopportabile, ma è, purtroppo, molto diffusa. E’ da secoli che la donna viene concepita come mero corpo erotico muto e decerebrato. Che schifo!

      Mi piace

    • Una persona che replica in questo modo e’ priva di argomenti: non si attacca sul piano personale, specie che fisico, il proprio interlocutore. Credo che sottolineare che non e’ vero che chi scrive su questo blog e’ brutta, e anche avanzare ipotesi su che tipo sia chi ha scritto quella risposta sia del tutto superfluo:l’unica cosa che emerge chiaramente e su cui non abbiamo dubbi e’ che non e’ dotato di una grande intelligenza, diciamo che anzi ne e’ molto carente…

      Mi piace

  • Da insegnante precaria, anzi da disoccupata, perchè alle convocazione di qualche giorno fa per le supplenze a me non è toccato niente, mi sento offesa e presa in giro dalla raffigurazione della “supplente”. Ma come si permettono?! anche quest’ennesimo attacco alla nostra dignità professionale e umana dobbiamo subire?provo un misto tra rabbia e tanta voglia di piangere!

    Mi piace

  • danzatriceorientale

    Secondo me l’uomo del messaggio, qualora fosse vero che prende rifiuti, li prende per il suo modo di ragionare e a me, una persona così superficiale che bada talmente all’aspetto fisico da sentirsi in obbligo di offendere una persona attaccandola sull’esteriorità solo perché esprime un parere diverso dal suo, non mi attizzerebbe nemmeno se fosse mister universo… infatti allo stesso modo mi repellono le belle donne che accusano di invidia altre donne che non la pensano come loro.

    Mi piace

    • Esatto!Logicamente sia Mauro che Alessio hanno capito quello che vogliono loro, cioè ragazzi dai non è che bisogna fare lo schemino con la vignetta accanto come in prima elementare!E’ ovvio che io facevo un discorso generale, e non parlavo dell’assoluto ma in media (la cosidetta media matematica), è ovvio che ci sono uomini con un aspetto meno piacente che poi non sono affatto così e ci sono uomini carini o belli che fanno discorsi simili a quelli del “signore” dell’e-mail!

      @ Mauro perchè prende rifiuti?E me lo chiedi pure?E chi se lo carica uno che ragiona e fa gesti simili (aldilà della bellezza)?Siamo in una società maschilista vero, ma non siamo nei paesi che ti forzano a sposare uno che non vuoi, ora dirai “hai visto allora che non siete così discriminate?”, beh si se ci mettiamo a paragone con i paesi del 3° mondo ovvio che non lo siamo!

      Mi piace

      • faby io o detto un altra cosa essendo che tu parlavi di rifiuti, lo spiegherò in parole povero, ci sono donne che andrebbero con uomini con una mentalina del genere basta che sono carini , e che se io ci provassi con queste donne anche se io ò più rispetto per le donne rispetto a questi uomini riceverei un secco no, quindi faby i maschilisti non è detto che siano gente sfortunata in amore questo è il concetto.

        Mi piace

      • Magari anche loro sono donne con quella mentalità ma che tu vorresti solo perchè carine. :)

        Mi piace

  • Se invece volete scuotere la testa e dire: “Come siete ridicoli!” sintonizzatevi su Rai 1: c’è il quiz “L’apparenza inganna”, con Max Giusti. Devo dire che l’originalità non è il loro forte! C’erano un gruppo di donne vestite da Cenerentola: se la scarpa era quella giusta vincevano 10.000 euro. Poi c’era il quiz delle coppie sposate: se lo erano veramente dovevano baciarsi.

    Mi piace

  • Le aziende comprano spazi pubblicitari in queste trasmissioni perchè fanno audience. L’unico modo davvero funzionale per boicottare questi programmi è non guardarli.

    Beat* voi che vivete da sol*, comunque, perchè io sono ancora a casa coi miei, e qui la tv è sempre perennemente puntata su merdiaset.

    Mi piace

  • Mi permetto di esprimere un’opinione, da ospite, da maschio (non maschilista…) e un po’ da provocatore.
    Sono d’accordo quasi su tutto. Dalla qualità del programma allo svilimento della figura femminile. Attenzione però a considerare tutto. Mi permetto di far notare che gli autori si sono, per così dire, parati il c… Anche se in forma molto minore anche il maschio palestrato viene utilizzato per massaggiare le concorrenti. E non mi sembrava che la concorrente se ne dispicesse…
    Approvo la proposta di boicottaggio degli sponsor
    Costantino

    Mi piace

  • Sono eticamente d’accordo, anche se in alcuni passaggi dell’articolo la posizione femminista mi sembrava un poco forzata. Non dimentichiamoci che prima di essere uomini/donne siamo persone, e si sa: ognuno di noi si mercifica a proprio modo, con libero arbitrio. La vera intelligenza è non giudicare mai e ascoltare sempre. La televisione è uno specchio che sfalsa; i programmi che ci presenta sono tristi rappresentati di un’epoca dove “pop” fa rima con “merda”.
    Dovremmo essere noi stessi/e a portare in campo la nostra dignità con più convinzione, indipendentemente dal fatto che si sia uomini, donne o fenicotteri.

    Mi piace

  • Scusate ma che differenza ci vedete tra una che è vestita in mpodo succinto per la strada, o in discoteca, e una che lo è in un programma televisivo? Io non ci vedo differenza…

    Mi piace

    • la differenza c’è eccome..la ragazza che veste in abiti succinti lo fa rivendicando il diritto di vestire come le pare e di non subire per forza sguardi per il fatto di mettere una mini..in tv invece è nuda x essere guardata sotto la gonna come un puro oggetto.

      Mi piace

  • In ciao darwin ci sn sfilate sia di donne che di uomini assasi poco vestiti e – solitamente- con bei fisici…

    Mi piace

  • Non esageriamo,trovare qualcosa di sessista anche nel titolo è da pazzi furiosi,non vedo cosa ci sia di scandaloso in questo programma.

    Mi piace