la finta bellezza di un’infanzia contraffatta

Ancora una volta parliamo di bambine, bambine ridotte ad oggetti sessuali alla tenera età di 4 anni, bambine che cercano di rappresentare quello che non sono: donne adulte sexy e ammalianti!

Dopo le sexy bambole di Little Miss America, ecco arrivare Maddy Jackson, di soli 4 anni, con un sensuale corpo da pin-up ventenne artificiosamente costruito con delle imbottiture posizionate sotto un’aderentissima tutina rosa shocking, all’altezza del seno e del sedere al fine di imitare la cantante country tutte curve Dolly Parton .

La giovane pin-up a malapena riesce ad esprimersi ma già rappresenta un perfetto oggetto sessuale, pronta a farsi applaudire per i suoi ammiccamenti comandati da quelli che dovrebbero proteggerla e prendersi cura di lei. 

 

L’ennesima marionetta pronta ad esibirsi allo show  Toddlers & Tiaras,  potete infatti  notare dal sito come Maddy non sia l’unica bimba a partecipare.

Ovviamente le critiche sono arrivate come un fiume in piena, ma la madre (veterana dei concorsi di bellezza) durante un’intervista ha dichiarato: “Per alcune persone è un abbigliamento sopra le righe, per noi è solo ciò che sembra… È solo normale. Quando indossa seni finti e sedere finto, è un bonus extra”.

Lei chiama tutto ciò un bonus extra, non rendendosi conto che il vero problema non è tanto rappresentato dalla piccola Maddy, bensì dai messaggi che una bimba così conciata lancia a quei bambini che dal loro divano la guardano ingenuamente come una bambina che ha qualcosa in più di loro e che quindi va emulata, diventando per loro un’icona.

Per non parlare dei danni che si fanno ad una bambina come Maddy, che cresce con determinate convinzioni, ma di questo ho già da dato in precedenza le mio opinioni personali.    

Sempre più frequentemente si stanno cercando di imporre come sex-symbol delle bambine, e i casi sono davvero tanti, per citarne uno si consideri la giovane modella Thylane Loundry Blondeau di soli 10 anni e protagonista indiscussa della rivista di moda Vogue, fotografata con vestiti succinti, look strepitoso, tacchi vertiginosi, trucco pesante, in foto sexy e sensuali. Pensate che neanche i commenti lussuriosi dei pedofili hanno fatto fare retromarcia ai genitori, che nonostante le critiche non ne hanno voluto sapere di ritirare le foto della piccola.  

Questi sono quindi i modelli proposti dal mondo della moda, dalla tv ai nostri bambini che crescono sin da piccoli con l’ideale della bellezza, ma non una bellezza ingenua bensì una bellezza sessualizzata e strumentalizzata, una bellezza contraffatta!

I modelli proposti vanno a stravolgere l’infanzia quasi come se volessero cancellarla rappresentando ,in casi come questo,  materiale che inneggia alla pedofilia.

 Sono dei modelli che vogliono dei bambini già adulti, piano piano il mondo del dio denaro sta creando quelli che in futuro saranno i consumatori perfetti.

Non è infatti un segreto che ogni bambino\a voglia sentirsi grande, ma perché specularci sopra in un modo così malato?

Lo sapevate che in Russia sono nati night club per bambini?

Dalle immagini che trovate qui potete notare come in questi locali sia lecito comportarsi da grandi, facendo tutto quello che normalmente si fa in una discoteca. Ci sono delle foto che mi lasciano allibita, ragazzini\e che imitano grossolanamente gli adulti ballando sul cubo, scimmiottano un atteggiamento da macho, esibiscono trionfanti drink e bevande che spero in cuor mio siano succhi di frutta!

L’infanzia rappresenta un business ormai, un business deviato per quanto mi riguarda, poiché vogliono far diventare una cosa normale il proporre sexy lingerie per bambine o il far vedere come un qualcosa di innocuo la strumentalizzazione  dei corpi delle bambine al mero fine pubblicitario, corpi che vengono rappresentanti fortemente sessualizzati.  

Facciamo in modo che venga restituito all’infanzia il diritto di sporcarsi giocando in un parco, di impiastricciarsi con i trucchi della mamma, di correre liberamente all’aria aperta senza doversi preoccupare dell’impedimento che il nuovo abbigliamento dettato dalla moda impone, di sudare liberamente senza dover pensare che si sciolga il trucco appena messo.

Basta vedere sexy-bambine e prodotti che non sono per la loro età!

Basta a tutti quei genitori che riversano sui propri figli i loro sogni di gloria perduti creando dei piccoli mostri e costringendoli ad essere quello che probabilmente non rappresenterebbero neanche nell’età adulta…degli oggetti sessuali in una tutina rosa che vanno a solleticare la libido dei pedofili!

E soprattutto non facciamoci abbindolare da chi dice che tutto ciò sia normale… contraffare l’infanzia per quanto mi riguarda è un reato!

fonti : Giornalettismo , Blitz

Pin@

Commenti

  1. Date le dimensioni del business e la sua tendenza all’incremento, a questo punto l’unica possibilità di un intervento efficace mi sembra una legislazione internazionali al riguardo, i tempi sarebbero un po’ lunghi ma il risultato ci sarebbe.

  2. Ma è orribile! Bisogna toglierla ai genitori!
    Questi link vi possono essere utili:
    http://www.ccdu.org
    http://www.pensareoltre.org
    Mi fa venire in mente il caso di una bambina che veniva usata per lo stesso scopo e venne trovata morta. Non ricordo il nome.

    • Concordo con Francesca bisognerebbe denunciare questi genitori, e levargli i figli, che schifo! Ma io dico chi li fa diventare genitori a ste teste marce!

    • Concordo con Francesca bisognerebbe denunciare questi genitori, e levargli i figli, che schifo! Ma io dico chi li fa diventare genitori a ste teste marce!

    • Concordo anch’io, sia per togliere i figli ai genitori sia per la legge proposta da Paola. Non so come si possa fare, magari provando a stenderla tutti insieme e proponendola al consiglio europeo, visto che l’Italia ci riderebbe in faccia. So che si può proporre qualcosa e porla sotto esame, ma non so come.

  3. Ha una faccia sofferente!

  4. nn credo sia molto diverso dalle mamme che vestono come le figlie teen ager..: povere donne costrette a non invecchiare!! è l’annullamento del proprio tempo interiore, l’esproprio dell’immagine di un corpo che riflette un’anima.
    Chi da piccola non ha indossato i tacchi della mamma, i suoi cappelli, i le sue borsette eleganti? un gioco tra le mura domestiche lontano dai riflettori e che non finiva certo sulle pagine di un giornale.

    • danzatriceorientale dice:

      “Chi da piccola non ha indossato i tacchi della mamma, i suoi cappelli, i le sue borsette eleganti? un gioco tra le mura domestiche lontano dai riflettori e che non finiva certo sulle pagine di un giornale.” > Appunto… ma c’è gente che usa questa tua argomentazione per giustificare il fenomeno della sessualizzazione delle bambine…

    • Io mai comunque una cosa e’ giocarci per conto tuo: LO VUOI TU e SMETTI QUANDO VUOI. Per favore, non generalizzate cosi’!

  5. al peggio non c’ è mai fine.

    • Ma peggio di così dove dovrebbero arrivare?spero sinceramente che non si spingano oltre ma che faccino marcia indietro!! stanno strumentalizzando l’infanzia in un modo schifoso…che schifo!

  6. le foto del night club sono proprio uno spaccato di vita adulta, solo con bambini: specie l’ultima, dove la bionda si fa tastare il petto da un amico, scimmiottando i comportamenti machisti, per farsi ritrarre dall’obbiettivo. Chissà se è il fotografo che ha richiesto la posa, e chissà se era adulto… Non voglio nemmeno pensarci.

  7. danzatriceorientale dice:

    “…ma la madre (veterana dei concorsi di bellezza)”
    “…per noi è solo ciò che sembra… È solo normale”.

    Ecco qua, questa è la chiave di tutto e, come ho scritto in altra sede, queste bambine di oggi saranno le donne di domani, le stesse donne che la massa pippaiola tenderà a descrivere come “Donne libere cui nessuno ha puntato una pistola contro la tempia per andare a sculettare mezze nude in TV o in un sexy car wash”, quando casi come questo (e ce nesono a iosa) dimostrano che tutto questo lavaggio del cervello ha origine tra le pareti domestiche.

    Prim’ancora che i bambini, occorrerebbe rieducare i genitori.

    Per finire, quando l’anno scorso fecero capolino le foto di Suri Cruise truccata e coi tacchi, non potrò mai dimenticare le persone che minimizzarono il tutto con “Ma chi, da bambina, non si impiastricciava coi trucchi della mamma? Chi non indossava le sue scarpe?”

    Sì, ma per giocare dentro casa, cazzo, per quanto possa restare un gioco sessista, a TRE anni non ci andavamo in giro conciate in quel modo!

    • non ho fatto in tempo a pubblicare il post di oggi che una ragazza che segue la nostra pagina fb ha segnalato questo : http://www.giornalettismo.com/archives/144651/vestita-come-una-prostituta-a-soli-3-anni/#comment-217555
      domani butto due righe per aggiornarvi…

    • mauro recher dice:

      premetto subito che non intervengo mai negli articoli dove si parla di bambine ,perchè sono completamente d’accordo con il testo ,queste è una vera e propria infanzia rubata ,se fosse per me ,toglierei pure trasmissioni come “io canto ” e ” ti lascio una canzone” …detto questo però c’è una grande curiosità che mi preme ,cioè perchè ” massa pippaiola” perchè ,per denigrare un uomo si usa sempre che non scopa ..faccio un esempio estremo..
      un pedofilo che invece di abusare i bambini ,si masturba e non fa male a nessuno (può essere moralmente deprecabile siamo d’accordo) , non è un bene ?
      in definitiva perche denigrare e buttare alla gogna la masturbazione ? uno si masturba e che male fa ,piuttosto che commettere le tanto odiate violenze …..
      scusate OT

      • un pedofilo che non abusa dei bambini è come un serial killer che non uccide…una cosa assurda…
        personalmente , supponendo che ciò che hai scritto corrisponda alla realtà , la vedo come una violazione dell’infanzia lo stesso…che poi uno lo faccia non utilizzando immagini di innocenti bambini… non mi importa… facesse quello che vuole.

      • danzatriceorientale dice:

        “massa pippaiola” per me non è chi pratica la masturbazione in sé, ma chi riesce ad eccitarsi solo con i corpi di plastica e ripudia e schifa le donne normali (e quindi finisce con l’ammazzarsi di pugnette per sua volontà) e di questo fenomeno ho sentito parlare nel libro di Lorella Zanardo, in un passo in cui descriveva appunto l’incapacità di molti ragazzi a eccitarsi di fronte a un corpo vero per via dell’eccessiva assuefazione al porno e ai corpi di cui esso è popolato… beh, in quel caso se non trombi perché non ti accontenti e vuoi la perfezione, allora colpa tua.

  8. …allucinante…siamo davvero alla frutta…ormai però è frutta marcia!

  9. Riguardo il night club per bimbi…succede qualcosa di simile anche da noi purtroppo. Qualche mese fa ho assistito ad un servizio delle Iene su feste in discoteca dedicate a ragazzini delle medie organizzate (illegalmente) durante l’orario scolastico. Immagini raccapriccianti di ragazzine che “bigiano” la scuola per ballare in reggiseno e hot pants. ALtri locali che organizzano Nutella party in cui la golosa crema non si mangia sul panino ma si spalma e lecca dai corpi immaturi di questi ragazzini che stimolano i primi impulsi sessuali in maniera esagerata. Inutile anche ricordare che l’età del primo rapporto sessuale (come quella dell’uso di alcool, fumo e droghe) si sta abbassando spaventosamente. Insomma bambini che vogliono essere grandi, Adulti che non vogliono invecchiare….il concetto di tempo che fine ha fatto?
    Passa la voglia di far figli …

    • @realestatecreativity quello che scrivi è agghiacciante; hai ragione, il concetto di tempo è svanito, appiattito, come fare a riportarlo in vita? Tutto questo si riflette anche su di me, e passa la voglia di far figli perchè è un mondo troppo strano, ingestibile. Non so se sarei capace di difenderli o di trasmettere loro gli stessi valori (non proibizionismo, ma valori di base) che mi trasmisero i miei. Possono i genitori lottare contro una società marcia? MAH! Se trovi link o articoli sul tema delle feste per adolescenti e ti va, magari ce li giri? Siamo molto sensibili alla difesa dell’infanzia e adolescenza…..

  10. I genitori di queste bambine sono malatti, di sicuro! Ma sono le bambine che pagheranno con probleme mentale nell loro gioventù! Oltre che queste oscene spettacoli sono un paradiso per i paedofoli, non capisco neanche gli adulti che fanno parte nella giuria! I dubbi c’e lo!
    Dolores

Trackback

  1. [...] ieri vi raccontavo in un post della piccola Maddy Jackson e delle sue finte imbottiture che la volevano far somigliare alla [...]

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: