Legge anti-burqa : libertà per le donne islamiche o ennesima legge razzista!?

Dopo l’orrore dei vademecum anti-stupro, ecco che arriva, l’ultima orribile novità : la legge anti-burqa!

Proprio due giorni fa la commissione Affari Costituzionali della Camera ha approvato il testo del disegno di legge sul divieto di indossare in luoghi pubblici il burqa e  qualsiasi indumento “di origine etnica” che non permetta l’identificazione del volto.

La proposta è passata grazie ai numerosissimi voti a favore della maggioranza ,contrari invece il Pd, mentre Fli, Idv e Udc si sono astenuti.

La deputata del Pdl di origini marocchine Souad Sbai, promotrice della legge, parla di “scelta storica” e dichiara :”Abbiamo dato oggi una sferzata decisiva ad un provvedimento di libertà e civiltà. Non ci fermiamo sulla via della liberazione delle donne segregate e senza diritti.”

Certo suonano  strane queste parole di libertà e civiltà  da una persona  che ha come capo un anziano signore accusato di sfruttamento di prostituzione minorile .

Ma leggete cosa dice la Carfagna, ministro delle Pari opportunità (?)  “ Il velo non è mai una libera scelta delle donne, ma un segno di oppressione culturale o fisica e che vietarlo nei luoghi pubblici vuol dire restituire la libertà alle donne immigrate e aiutarle nella loro integrazione” .

Certo se a dirlo fosse stata una persona che avesse fatto sul serio una dura gavetta in politica e della  libertà delle donne e della passione per la politica una scelta di vita,  magari avremmo potuto anche ascoltarla con serio interesse e condividere queste sue parole, ma quando a dirlo è una ex-show-girl madrina di calendari e balletti svilenti, catapultata in Parlamento da un giorno all’altro senza alcuna competenza, a ricoprire quel ruolo così importante un po’ di perplessità ce le lascia.

Altra cosa che ho subito pensato: ma questa legge non sarà mica stata promulgata come ennesimo contentino per le  folli ideologie razziste dei leghisti!?

Altro che legge in favore di donne obbligate, questa non è altro che l’ennesima legge leghista e  razzista che semina il terrore e l’odio verso “il diverso”.

Insomma, care donne islamiche, basta con questi burqa (basta sul serio per chi è costretta), e se anche indossarlo fosse una vostra libera scelta, sappiate che qua siamo in Italia e dovete spogliarvi. Questo è il paese del “burqa nudista” , il paese che spoglia le donne per farle credere libere e emancipate, ma lo fa solo per compiacere pruriti maschili(sti).

Faby

60 commenti

  • Non apprezzo la Carfagna, la maggioranza e le sue leggi, mi sembra scontato dirlo, ma, per dirla alla maniera di Elisabeth Badinter: nessuna religione può venire prima dell’uguaglianza delle donne

    "Mi piace"

    • Si Simona, come ho già detto su Fb sul fatto che quelle costrette lo debbano levare in questo istante è ovvio, ma ti garantisco che ci sono donne seppur in minor numero di quelle costrette, che portare il burqa è una loro scelta, ho visto decine e decine di documentari, dove erano coperte e anonime quindi nessuno le avrebbe toccate una volta tornate a casa, e annunciavano la loro liberissima scelta nel portare velo o burqa, dando spiegazioni e motivazioni molto articolate e convincenti!
      A queste donne dovremmo stare vicine in modo diverso, farle emancipare, farle studiare affinchè loro stesse prendano decisioni per la propria vita, su chi voler sposare, se voler mettere il burqa o no, se voler lavorare o meno!LA CONOSCENZA CI SALVERà, prima di proibire il burqa educhiamole a livello scolastico, in modo che loro stesse capiscano se è giusto o meno e perchè!

      "Mi piace"

  • Non sono né di destra né leghista, ma penso che questa sia una legge giusta.
    Innanzitutto per un discorso di pubblica sicurezza è giusto che si possa riconoscere il volto delle persone sul suolo pubblico (anche se mi pare ci sia già una legge a questo proposito).

    Inoltre nascondere il volto è anche un grande problema per l’integrazione delle comunità straniere. Ti fermeresti per strada a parlare con una sconosciuta che non puoi guardare neanche in faccia? Io no, già mi danno fastidio quegli occhiali da sole giganteschi che vanno tanto di moda!

    Ultima cosa, è prevista una multa salatissima per chi obbliga altri a indossare il burqa contro la propria volontà (fino a 30mila euro). Anche qui mi pare giusto.

    E poi la legge mica nessuno a spogliarsi, possono vestirsi come gli pare, a patto che il viso sia visibile! (Tra l’altro andarsene in giro nudi mi pare sia reato o sbaglio?)

    Mi sorprende questo tipo di critica da chi combatte per difendere l’immagine della donna: non è forse spersonalizzante il burqa? Non è degradante? Non rende le donne che lo portano delle “cose” irriconoscibili le une dalle altre? Credi che ad agosto si stia bene sotto quella specie di tenda?

    Secondo me ci sono casi in cui la civiltà va imposta.

    "Mi piace"

    • Escapist prima di dare una conclusione affrettata leggi bene i punti!I sono assolutamente contro il burqa come imposizione ma non per chi lo sceglie!

      Siamo in un paese libero e democratico, il punto delle 30mila euro è giusto ma ti garantisco che ci sono donne che vogliono metterlo, che facciamo le obblighiamo pure noi?Già poverette vengono vessate in qualsiasi scelta di vita e ora ci mettiamo anche noi?

      Poi siamo il paese giusto per fare ste ramanzine e per fare i giustizieri delle libertà delle donne?Noi siamo il paese che se una donna viene violentata è per colpa sua che era scosciata o è uscita da sola!

      Noi siamo il paese che sta al 74 ° posto come pari opportunità ( in GHANA e ROMANIA stanno meglio di noi) , noi siamo il paese dove una donna se incinta viene licenziata, siamo il paese dove solo nel ’96 lo stupro è diventato reato alla persona e non alla morale, siamo il paese che per pubblicizzare una mozzarella mettono una donna a 90 gradi, siamo il paese dove solo nei primi 7 mesi ci sono state 81 donne ammazzate per mano di ex- mariti-fidanzati-compagni!

      E poi diciamocelo ccome possiamo avere fiducia di una legge leghista!?Ma ce la siamo scordata la BOSSI-FINI =) ! Eh si è vero gli italiani hanno proprio la memoria corta!

      "Mi piace"

      • Ah, il bel discorso delle libertà.

        Allora, visto che sei sensibile a questo argomento, ti faccio una domanda: secondo te l’ha obbligata qualcuno la tipa di giallo oro a fare quella pubblicità? E i pubblicitari, avevano la pistola alla tempia quando hanno prodotto quella cacata?

        Il movimento che tu rappresenti non vuole forse (giustamente!!) limitare la libertà di creare pubblicità indecorose?

        Siamo d’accordo o no che la civiltà va imposta nel nostro Paese????

        "Mi piace"

      • Escapist ma che c’entra?Tutto quello che hai detto con il mio post?

        Io con il bel discorso della libertà e tu con il bel discorso di “nessuno le ha messo la pistola alla tempia”, beh allora questo ragionamento lo si potrebbe fare anche per i lavoratori in nero, nessuno li obbliga a farlo, ma non capisci che sono i sistemi da abolire e non i singoli soggetti!?
        p.s. la ragazza della pubblicità dell’oro era anche una nota escort dello scandalo B., quindi oltre alla pubblicità indecorosa,svilente e umiliante per il corpo femminile, non mi sembra un’ottima cosa cucirle addosso quella parte che chi vuole può metterle il suo affare, in più fare pubblicità a una questione così vergognosa non mi sembra proprio il caso!
        In quella pubblicità le cose che non andavano erano molte,moltissime!

        "Mi piace"

      • C’entra perché sono due facce della stessa medaglia. Una donna con il burqa non è forse una pubblicità vivente di una società che promuove un trattamento medioevale della donna? Non è forse come se stesse indossando un cartello con scritto “OGGETTO di proprietà del marito/padre”? Anche se sceglie di propria volontà di indossarlo (ci credo poco), non sta comunque trasmettendo l’ideologia della donna-oggetto?

        Questi sistemi non si aboliscono con i fiorellini e gli unicorni dorati, ma con la legge! Siamo tutti d’accordo che l’istruzione pubblica deve fornire il senso critico alle persone, e infatti i figli degli immigrati da grandi avranno certamente una cultura europea. Ma i nuovi arrivati? Li dobbiamo considerare cause perse?

        Semplicemente mi da fastidio chi critica solo per partito preso. Credo che ogni legge vada analizzata e discussa singolarmente, altrimenti siamo al livello dei tifosi di calcio ognuno con la bandiera della propria squadra.

        Ripeto la domanda di cui sopra: Siamo d’accordo o no che la civiltà va imposta nel nostro Paese?

        "Mi piace"

      • La civiltà va imposta? Ma da chi? Da quelli che sono al governo ora?
        A me questa non sembra una legge per l’emancipazione femminile ma per l’occidentalizzazione degli stranieri, il che è molto diverso!
        Dire che il burqa sia sessita è un conto, dire che l’imposizione di un modello occidentale di donna sia la panacea per tutti è un altro!
        Si trattasse di diritti umani! Il governo vuole solo imporre la sua visione etnocentrica del mondo contro le usanze locali, come il fatto di non voler togliere i crocifissi dalle aule!
        Poi che ci si debba anche adeguare al paese in cui si viene a vivere è in parte vero, come dice luciana. Ma questo è un altro discorso, qua si sta parlando di mistificazione delle reali motivazioni che portano questo governo a prendere delle determinate scelte!
        Perchè non si preoccupano prima della condizione della donna italiana? A loro sta davvero a cuore la sorte di qualche straniera? Ma fatemi il piacere! Questa gente qui vede un burqa e grida allo scandalo poi sostiene un premier ai limiti della pedofilia! Ma che ipocrisia è?
        Un governo che non si è mai interessato della sorte delle sue donne, schernite e umiliate tutti i giorni, relegate a ruoli di casalinga o puttana, svilita nei media, in politica, sul lavoro, violentata per le strade e malmenata e uccisa tra le mura domestiche.. Ma dovè il governo qui??? DOVE? Mi volete far credere che questa legge sia un atto di civiltà verso le donne? No, questo è voler imporre la propria civiltà, il che è diverso!!
        Non è questione di giudicare per partito preso, è il fatto di constatare quanto sia becera e ipocrita l’Italia e chi la governa! Perchè TUTTI RITENIAMO IL BURQA PROFONDAMENTE SESSISTA ED UNA FORMA DI VIOLENZA PSICOLOGICA E NON SOLO! Ma questo è un altro discorso!

        "Mi piace"

      • @Alessia: in pratica anche tu confermi che l’unico problema di questa legge è che l’ha proposta il governo sbagliato. -_-

        L’occidentalizzazione degli stranieri è giusta e necessaria e avverrebbe da sola nel giro di un paio di generazioni.
        Io sono a favore di qualche legge che possa velocizzare questo processo: ad esempio approvo i test di italiano obbligatori per ottenere il permesso di soggiorno a lungo termine.

        Tu che soluzioni proponi al problema dell’integrazione? Ognuno per conto suo, separarti da lingua, cultura e religione sperando che chi viene nel nostro paese abbia voglia di occidentalizzarsi?

        "Mi piace"

      • NO! Non ho assolutamente detto che l’unico problema di questa legge è che l’ha proposta il governo sbagliato! (scrivo arabo? -.-)
        Sono le MOTIVAZIONI! A prescindere dal colore politico! Se lo avesse proposto un governo di sinistra, giallo, rosso o blu avrei guardato comunque le motivazioni e obiettato se fossero state le stesse! mi offende profondamente vedere alzare la bandiera della difesa dei diritti delle donne per scopi subdoli!

        Inoltre tu dici che l’occidentalizzazione è GIUSTA E NECESSARIA? Per me non è così!
        Integrazione non è = a occidentalizzazione! E imparare la lingua italiana è un diritto che non ha nulla a che fare con l’occidentalizzazione, è solo la lingua che viene parlata qui e quindi è necessaria per l’integrazione!
        Integrazione significa CONVIVERE INSIEME NEL RISPETTO DEL PENSIERO E DELLE USANZE ALTRUI. Chiaramente queste usanze non devono ledere la dignità della persona ed una legge contro il burqa ci starebbe anche se avesse questo scopo, ma questo scopo non ce l’ha! Stiamo parlando di un Paese che è il fanalino di coda per quanto concerne i diritti delle donne, che utilizza il burqa della sessualizzazione plastificata dei corpi delle donne come segno di emancipazione femminile! Orrore!

        Nessuno mette in dubbio che il burqa dovrebbe sparire dalla faccia della terra (come molte cose occidentali!!!!!!!!!!!!!) ma questo non significa non poter obiettare contro le motivazioni che spingono a prendere certe decisioni la nostra bella casta di imbecilli!

        "Mi piace"

      • Non aggiungo altro, ha detto tutto in maniera perfetta Alessia!

        "Mi piace"

      • @Alessia, faby: contattatemi in privato che mettiamo su un’azienda e diventiamo ricchi, perché a me farebbero comodo persone che sanno LEGGERE IL PENSIERO come evidentemente sapete fare voi!

        Anche considerando la probabilità non trascurabile che sia una legge fatta dare il contentino alla Lega, ma chissenefrega?

        Il burqa è umiliante? Si. Sei contro il burqa? Si. La legge vieta il burqa? Si.
        DOV’E’ IL PROBLEMA???

        Nel mondo reale sono i risultati quelli che contano!
        Ma credi veramente che i politici abbiano mai motivazioni che non siano il guadagno personale o di amici e parenti oppure il guadagno di nuove fette di elettorato?

        Se avessero fatto oggi la legge che permette il voto alle donne l’avresti rifiutata perché le motivazioni dei politici non ti piacevano? O avresti detto “fanc*lo alle motivazioni, voglio votare!”?

        Poi ovvio che si può essere indignati davanti al fatto che usano una legge per farsi belli davanti alla stampa, ma addirittura rifiutare la legge stessa?

        Se questa legge fosse stata proposta da un immaginario Partito Femminista, l’avresti certamente accettata come un grande passo avanti per la civiltà Italiana.
        Poi immaginati che arriva uno che dice che questa legge è sbagliata perché la MOTIVAZIONE non è promuovere l’integrazione ma è una legge nazi-femminista ecc.: Che cosa gli rispondi?!?!

        "Mi piace"

      • Esca (va bene come diminutivo?Sai mi stanco a scriverlo per intero),ok lo faremo…A parte gli scherzi…

        Il nostro paese è razzista? SI
        Il nostro paese se ne frega delle donne? ASSOLUTAMENTE NO (se ne sbatte delle connazionali figuriamoci delle straniere)
        Il nostro paese è governato da folli che fanno leggi razziste spacciandotele per cose positive?AVOGLIA!(——> fanno lo stesso giochetto con i loro tg “semina-terrore del diverso” quando poi le violenze avvengo 9 volte su 10 in famiglia)

        No ti prego non mi fare il solito ragionamento del “i politici sono tutti uguali, rubano, interessi,bla bla” ti prego me lo sento già in casa a pranzo e a cena, evitamelo, non staremmo qui a parlare se non vorremmo un paese migliore, più democratico, giusto e libero!

        MA LORO NON HANNO FATTO QUESTA LEGGE PER FARSI BELLI CON LA STAMPA =) (questo sforzo è pure inutile per loro, dato che le testate giornalistiche sono tutte dalla loro parte, quindi anche se fanno la cacata più colossale del mondo, di loro verrà detto sempre il meglio) , LORO LO FANNO questa legge PERCHè SONO RAZZISTI, NON C’è ALTRA SPIEGAZIONE!
        Ma perchè invece di levare il burqa non aprono dei centri dove queste donne possono rivolgersi a qualcuno?( VABBè MA CHE CAZZATA STO DICENDO STANNO CHIUDENDO I CENTRI ANTI-VIOLENZA FIGURIAMOCI =D…), perchè non le aiutano a frequentare la scuola e ad istruirsi, eh no ma come vogliono privarci a noi italiani del diritto allo studio affinchè diventiamo tutti capre da addomesticare figuriamoci,…

        Dai su non raccontiamocela… =D

        "Mi piace"

      • Escapist, avessi questo potere sarei già miliardaria e non dividerei certo il bottino!
        Singolare che le stesse “accuse” mi siano poste ogni giorno dal mio compagno, ma lasciamo stare..

        Andiamo per gradi:

        1. “Ma credi veramente che i politici abbiano mai motivazioni che non siano il guadagno personale o di amici e parenti oppure il guadagno di nuove fette di elettorato?”

        No, di questa casta non lo credo, nè a destra nè a sinistra. Ma sinceramente spero (povera ingenua ed illusa) che un giorno le cose possano cambiare. In teoria (sì, per l’appunto in teoria) il governo dovrebbe rappresentare il popolo e non se stesso. Ma sappiamo che questo mondo va al catafascio, Italia in primis. Che facciamo, combattiamo o ci arrendiamo?

        2. “Il burqa è umiliante? Si. Sei contro il burqa? Si. La legge vieta il burqa? Si.
        DOV’E’ IL PROBLEMA??? ”

        Il problema è che ci sono cose altrettanto umilianti per le donne italiane che non vengono prese in considerazione e io non ho proprio voglia di dare la soddisfazione a questi qui di prendersi meriti che non hanno. Non capisci? Quando saranno ancora una volta tacciati di misoginia e maschilismo, di non pensare ai diritti delle donne, tireranno fuori questa storia con orgoglio trionfante come a dire al popolo bacucco: “Guarda! Noi sì che teniamo ai diritti delle donne! Hai visto che non è come pensate?” E la gente sarà capace di tacere!

        3. “Se questa legge fosse stata proposta da un immaginario Partito Femminista, l’avresti certamente accettata come un grande passo avanti per la civiltà Italiana.”

        Un immaginario partito femminista avrebbe prima sistemato un pochino la situazione della donna italiana, operato a livello sociale per equiparare uomo e donna sul lavoro, contro le violenze domestiche e per la strada, per un’educazione sessuale mirata allo sviluppo della consapevolezza del rapporto sessuale come rapporto A DUE, all’abolizione dai media di una visione stereotipata dei due generi sessuali e ad un’educazione delle differenze!
        Allora sì, l’avrei certamente accettata!

        Vorrei farti presente che io non sono pro quote rosa, quindi non so quanto certi mali siano necessari per raggiungere gli obiettivi. Non seguo sempre e comuneu il pensiero: a mali estremi estremi rimedi! Ogni caso va valutato a sè.

        5.”ma addirittura rifiutare la legge stessa?”

        Io non ho detto di rifiutare la legge! Ci stiamo confrontando e ho delle opinioni. Punto.

        Per quanto riguarda la mia presunta veggenza c’è poco da leggere nelle menti altrui. Questa legge è per promuovere i diritti delle donne! E’ chiaro! E domani Berlusconi dichiarerà che è meglio essere gay che scoparsi minorenni! Puahahahahahah!

        "Mi piace"

      • Approposito, il bollettino cresce, siamo a 88 donne ammazzate, dato letto su “Femminismo a sud” che sono sempre preparatissime,toste e informate (almeno più di me =) !).

        "Mi piace"

      • Vorrei aggiungere.. Credete che la situazione di queste donne migliorerà?
        Probabilmente, visto che non possono coprirsi integralemnte e la loro religione, i loro padri e mariti, o loro stesse lo pretendono verranno segregate maggiormente e probabilmente se ne dovranno stare rinchiuse nelle loro quattro mura domestiche!
        Legge a favore delle donne! MA FATEMI IL PIACERE!!!!!!!!!!!!!!!!

        "Mi piace"

  • La giustificazione della pubblica sicurezza avrebbe senso.
    Se in questo paese non esistesse la lega (sempre minuscola per me).
    Non mi esprimo: a me dan perfino fastidio i crocefissi troppo grossi, ho sempre pensato che la fede sia una cosa interiore, già se me la sbatti in faccia con troppa veemenza mi fai saltare i nervi.
    Ma questo sono io e non faccio testo.

    "Mi piace"

    • Purtroppo e molto spesso la “troppa fede” (chiamiamola così) porta al fanatismo!
      Come hai detto tu Francesco, se non ci fosse la lega e questo paese non fosse così razzista. beh magari potremmo credere nella buona fede di questa legge, ma ahimè non è così…

      "Mi piace"

  • se una legge è giusta potrebbe averla fatta pure anche quelli di forza nuova ,prima di tutto si deve considerare la legge in se ,e non chi la fa ,se no cadiamo nei cosiddetti pregiudizi …..
    oltretutto una legge che mi sembra che venga addirittura dai tempi del fascismo ,su questa questione già c’è (quella che il viso dev’essere visibile)
    poi ,l’ambito religioso è un terreno minato anche per me ,per me un uomo libero è quello che riesce a vivere senza religioni che gli dicono cosa fare ,che non è altro una obbligazione …

    "Mi piace"

  • la legge c’è già, e obbliga ad essere riconoscibili nei luoghi pubblici. questa è solo l’ennesima propaganda giocata sul corpo delle donne… trovo il testo comuqnue razzista e disgustoso, cos’è quella parola, “etnico”?? mamma mia… ma tutt* quell* che pludono alla legge lo sanno quante sono le donne che indossano il burqa o il niqab in italia? saranno meno di 100 (io non ne ho mai vista una). vista l’ignoranza in materia,secondo me verranno fermate anche tante donne in hijab che non sono coinvolte dalla legge, perchè c’è molta confusione sulla parola “velo” (basta ripescare l’articolo di repubblica o dell’unità di qualche giorno fa). io fossi in chi fa le leggi, mi preoccuperei più delle italianissime pubblicità che noi denunciamo ogni giorno!

    "Mi piace"

    • Paola concordo tutto, molta gente quel passo “qualsiasi indumento etnico” che tu hai notato (che ho notato anche io e che mi ha spinta ancora di più a fare il post) non l’hanno nemmeno considerato!Ecco perchè ripeto che mi sembra l’ennesima paraculata razzista del nostro governo che ci offrono in modo infiocchettato per farci credere che tengono alla libertà,parità e dignità delle donne.

      Eh delle pubblcità italiane, che se ne fregano =) per loro siamo noi fissate, infondo la minigonna possiamo metterla (in certi luoghi è pure vietata) quindi siamo libere!

      "Mi piace"

      • Non ricordo se ho commentato questo articolo (in ogni caso complimenti, io mi complimento poche volte -quando mi ricordo- ma siete sempre bravissime :D) ma credo sappiate già come la penso. Dato che il paese va a rotoli e pure l’ONU ha riconosciuto quanto sessismo vi sia, bisogna trovare un nemico che, secondo i politici, riunirà il popolo facendo notare che questo stato sia migliore rispetto a quello che useranno come capro espiatorio. Si mostrano dunque ai più come liberatori della condizione femminile, ma in realtà sono i primi che dovrebbero sciacquarsi la bocca prima di parlare di certi argomenti.
        In realtà sono solo razzisti ignoranti, sessisti e omofobi con un’intelligenza e una cultura che fa inorridire i più da quanto è misera, che credono che la gente sia più scema di loro. In realtà si sbagliano, perchè la gente si sta stancando di essere presa in giro. :D

        "Mi piace"

      • Grazie ;) sei nella nostra “top ten” =D!

        Si i politici credono che gli italiani siano una manica di idioti da coglionare a proprio piacimento, certo c’è un gran numero di italiani che molto spesso ha il cervello in off, ma poi fortunatamente ci sono quelli-e come noi, che si informano, discutono e si fanno domande, quindi prenderci per i fondelli per loro diventa una missione impossibile =D!

        "Mi piace"

      • “bisogna trovare un nemico che, secondo i politici, riunirà il popolo facendo notare che questo stato sia migliore rispetto a quello che useranno come capro espiatorio.”
        QUOTO!!

        "Mi piace"

      • Eh si ovvio che stiamo meglio di certi paesi, chissà come mai però il nostro governo non si mette MAI a paragone con i paesi nord-europei ad esempio =D!

        "Mi piace"

      • Ecco XD

        "Mi piace"

    • quello che volevo dire anche io. Ne ho vista una sola l’altro giorno all’aereoporto (mi sembra di averne viste forse un paio in tutta la mia vita) che attirava gli sguardi curiosi di tutti, anche il mio. In realtà non c’era molto da guardare, una figura nera tutta coperta, infatti quasi tutti poi guardavano con disgusto il marito che la accompagnava (fossi in lui si che avrei un motivo serio per coprirmi).
      Comunque come hanno già scritto in molti una legge c’era già da tempo.

      "Mi piace"

  • Tra l’altro mi risulta che il corano non prescriva da nessuna parte di coprirsi la faccia, ma indica a donne e uomini di vestirsi in maniera “onorata” e alle donne di coprirsi i capelli comunque penso che ogni religione organizzata con annessi veli, circoncisioni, limitazioni ecc..sia menzogna ed è bene mettere in chiaro che il giusto rispetto per le culture diverse non può giustificare tutto, tuttavia la gente ha il diritto di credere in ciò che vuole e il discorso sui vestiti, per il quale sono stato tanto criticato vale anche qua: ogni donna ha il diritto in pubblico di coprirsi quanto vuole nei limiti del buonsenso (es: se fai l’insegnante non puoi fare lezione in burqa per lo stesso motivo per cui non puoi farla in bikini)..oltretutto non vedo la necessità di una legge anti-burqa: sia perchè le donne in burqa e in niqab in Italia sono (per fortuna) pochissime, sia perchè come ricordato, c’è già una legge che vieta di coprirsi il volto per motivi diversi da sanità o sicurezza e ovviamente c’è già una legge contro i comportamenti vessatori la riduzione in schiavitù tipo obbligare la figlia o la moglie a mettersi in burqa, e poi perchè allora se vietiamo il burqa ci vorrebbe pure una legge per vietare alle donne cattoliche di rinchiudersi in conventi di clausura e coprirsi dalla testa ai piedi. Precisiamo: non parlo dell’hijab (che è il velo che lascia scoperto il viso), ma burka e niqab sono senza dubbio simboli sessuofobici e maschilisti, in pratica comunicano: “il volto di questa donna non può essere visto da nessun uomo che non sia il padre, il fratello o il marito altrimenti la famiglia cadrebbe nel disonore (e la cronaca purtroppo già ci dice cosa può succedere a chi “disonora” la famiglia vedi i casi di Hina Saleem e Sanaa Dafani), insomma è il simbolo di come l’interesse della famiglia (in particolare degli uomini della famiglia), del clan prevalga, schiacci l’individuo, ma questo simbolo e ciò che significa si combatte con battaglie culturali di laicità e di integrazione (un ruolo primario qui lo gioca la scuola sopratutto verso le giovani generazioni) e non con divieti legislativi, secondo me meno la legge si occupa di abbigliamento meglio è.
    Qualche anno fa, sul blog di Giuliana Sgrena (una delle poche, a sinistra che si occupa della situazione delle donne musulmane), mi sono confrontato con donne musulmane, perlopiù italiane convertite all’islam, e scrivevano di aver scelto liberamente di indossare il velo integrale, io non ho messo in discussione il loro diritto, mi sono solo augurato che così come loro liberamente avevano fatto una scelta, le loro figlie avrebbero potuto fare scelte diverse senza rischiare il ripudio o peggio.
    Beninteso, forse mi sbaglio e che questa legge aiuti veramente le donne musulmane a liberarsi del tradizionalismo più retrivo, se così sarà, allora sarò il primo a gioirne

    "Mi piace"

    • “il discorso sui vestiti, per il quale sono stato tanto criticato”
      questo si riferisce ad una discussione che ho avuto sul blog di Femminileplurale, voi non c’entrate, chiedo scusa.

      "Mi piace"

    • Già Paolo verissimo, anche io ho visto numerosissimi documentari con testimonianze di donne che avevano scelto loro di portare il burqa o il niqab!

      Ottimo commento Paolo =) hai descritto tutto in maniera perfetta, calma e ragionevole!

      "Mi piace"

    • Quoto Paolo. :D

      "Mi piace"

    • “questo simbolo e ciò che significa si combatte con battaglie culturali di laicità e di integrazione (un ruolo primario qui lo gioca la scuola sopratutto verso le giovani generazioni) e non con divieti legislativi”
      QUOTO IN TOTO!

      Ad ogni modo anche io so che molte donne scelgono di tenerselo.. Ma chiaramente in questo ci vedo lo stesso grado di libertà di una che si mette nuda su un cartellone, ovvero assecondare una cultura maschilista. Avevo letto la storia di una donna che aveva un marito a cui non importava la sua scelta ma quest’ultima aveva deciso di tenerlo per non perdere il decoro.. Quindi per assegondare dei presupposti sessisti di cui era stata imbevuta da sempre..

      Ad ogni modo anche a me fa ridere quando si riempono la bocca di belle parole questi cretinetti.. Per loro evidentemente l’emancipzione della donna è fare la escort O_o

      "Mi piace"

      • “Ad ogni modo anche a me fa ridere quando si riempono la bocca di belle parole questi cretinetti.. Per loro evidentemente l’emancipzione della donna è fare la escort” – PAROLE SANTE ALESSIA!

        E anche sul fatto che forse anche quando è una loro scelta non lo è del tutto ma lo è dei retaggi che si portano da sempre, però come ho già ripetuto non sono per i proibizionismi di questo genere, sono già abbastanza vessate, bisognerebbe aiutarle con scuola,cultura, luoghi dove poter parlare e confrontarsi,ecc ecc

        "Mi piace"

    • “penso che ogni religione organizzata con annessi veli, circoncisioni, limitazioni ecc..sia menzogna ed è bene mettere in chiaro che il giusto rispetto per le culture diverse non può giustificare tutto”

      la penso così anche io :) la religione (non la fede: la religione) è umana, non divina; x me quindi qualche limite all’onnipotenza di chi usa il lasciapassare religione per “governare” il gregge, ci sta tutto. (vale anche per il papa non solo per le tradizioni musulmane…)

      "Mi piace"

  • Sono d’accordo con Paolo.

    "Mi piace"

  • Potrei anche apparire banale, se non addirittura superficiale, ma… questa cosa mi spaventa non poco. Cosa stanno cercando di fare? Dove vogliono arrivare? La fanno passare sotto gli occhi della gente come una legge che incentiva la libertà delle persone, ma in fondo io la vedo come una costrizione… Non possono intervenire così totalmente e vietare un qualcosa che molte fanno per scelta, perché la loro cultura prevede quello. (Io sono contro il burqa), ma sono anche e soprattutto contro chi con molta ipocrisia tenta di imporsi.
    Boh… ora frugo su internet per vedere se trovo notizie al riguardo. Questa cosa mi fa venire i brividi.

    "Mi piace"

    • Francesca ho capito che eri tu =D, si comunque ennesima paraculata, che dire!?E poi quante donne ci sono in Italia con il burqa!?Le lorp leggi semina terrore per il diverso che ce la fanno passare per una cosa a favore delle donne islamiche!

      "Mi piace"

  • io la penso così fin da ragazzina, e per ora non so cambiare idea: se vai in un altro Paese ti adegui alle sue leggi e – magari – alle sue usanze. se pensi di non potercela fare, rimani a casa tua.

    sono assolutamente per la società multiculturali e multietniche, ma con dei limiti. ad esempio trovo giusto che una madre, in Italia, non possa imporre alla figlia la mutilazione dei genitali – nemmeno se la trova una pratica “giusta” e “tradizionale”.

    il burqa è una scelta personale e per questo dovrebbe essere inviolabile.
    ma per me la libertà va difesa solo finchè non intacca la libertà altrui.
    girare col volto coperto è limitante e, in alcuni casi, è pericoloso e dannoso (ad esempio quando c’è un incidente, un crimine, ecc). è per questo che girare con la faccia nascosta è vietato anche agli italiani.

    “anche io so che molte donne scelgono di tenerselo.. Ma chiaramente in questo ci vedo lo stesso grado di libertà di una che si mette nuda su un cartellone, ovvero assecondare una cultura maschilista.”

    la vedo come Alessia. e per me questa scelta personale è troppo dannosa per la società. se vogliamo un’Italia meno maschilista, come possiamo tollerare i maschilismi stranieri? giustamente Paolo dice: dovrebbe essere l’educazione a far rivalutare certe scelte.
    io sono più estrema forse: penso che la società si possa cambiare anche dall’alto (qualsiasi legge dall’alto dovrebbe essere espressione di volontà popolare, e credo che la maggioranza degli italiani non approvi il burqa, e non solo per razzismo)

    comunque l’importante è cominciare da qualche parte.

    spero, ovvio, di ammorbidire le mie posizioni col tempo però per ora la penso così… del resto se noi andiamo in vacanza in un Paese musulmano integralista ecc, ci mettiamo il burqa… per rispetto delle loro leggi e della cultura locale.

    comunque, tutto ciò che viene dalla lega è IL MALE, su questo sono d’accordo!
    quindi ci penserò su ancora un po’!
    è un tema importante.

    "Mi piace"

    • E.C.: “tutto ciò che viene APPROVATO dalla lega è IL MALE”

      "Mi piace"

    • Beh Luciana, il tuo discorso è giusto però, un conto è la scelta volontaria di un velo o burrqa un conto è la mutilazione dei genitali, sono due cose molto diverse, e chi la pratica merita l’ergastolo!

      Ripeto detesto il burqa, ma rispetto quelle donne che vogliono portarlo, come infondo rispetto le donne che scelgono di fare le prostitute, ognuno di noi ha una visione della vita,parità e libertà molto diverse!

      Ma l’Italia meno maschilista non si vede dal proibire il burqa, ma da altre tantissime cose che noi donne ogni giorno viviamo sulla nostra pelle!Pensateci…

      "Mi piace"

  • Hai proprio usato il termine giusto: “paese del burqa nudista”!

    "Mi piace"

  • Credo che il divieto del burqa sia una buona legge. Fin tanto che ci sono delle donne che hanno un velo che copre unicamente i capelli puo andare bene. ma un velo integrale è davvero squallido!! e non importa che ci sono delle donne che scelgono volontariamente di metterlo, in Italia bisogna rispettare le leggi italiane e le persone devono essere identificabili per motivi di sicurezza.

    "Mi piace"

    • In Italia bisogna rispettare le leggi italiane =D, ahahha bella questa ma se abbiamo un signorotto al governo che lui per primo insulta magistrati ed è accusato di milioni di reati e dobbiamo fare i giustizieri sulla proibizione del burqa!?Ma dai su un po’ di corenza!=D

      "Mi piace"

      • Tutte le persone devono essere ben identificabili per motivi di sicurezza. In quanto a questa classe politica, sarà giudicata dal tribunale della storia.

        "Mi piace"

      • Ma Francesco dai, in Italia ci saranno al massimo 100 donne che usano il burqa, non attacchiamoci a queste cazzate, è una legge paracula punto!

        "Mi piace"

      • comunque a pensarci bene potrebbe essere una scelta politica piu che ideologica. la Lega deve avere parecchia influenza sul PDL

        "Mi piace"

      • Certo che ha influenza la lega, già in passato la lega fece cadere un governo dello stesso Berlusconi, quindi accontentano Bossi con le sue leggi da razzista di pura razza padana pur di non farlo sclerare!

        "Mi piace"

  • Se fossero a favore delle donne”segregate e senza diritti” si preoccuperebbero delle immigrate senza permesso di soggiorno che sono vendute sulle nostre strade ai “consumatori” italiani, dando loro sostegno e lavoro e combattendo le mafie, senza spedirle dritto nei cie o ignorando le loro esistenze e la loro morte. Si tratta di decine di migliaia di donne, altro che quelle poche che indossano il burqa!
    Che si impegnassero piuttosto a promuovere tra gli italiani la concezione della donna come persona e non merce da vendere al mercato o da consumare in festini privati!
    Comunque la legge sul riconoscimento dell’identità c’è già, è evidente che questo è il solito provvedimento leghista, senza alcuna ragione di esistere, dettato da pericolosa ignoranza (e confusione tra burqa, niqab,ecc.. come è stato detto da più parti).

    "Mi piace"

    • il sito da cui l’hai preso si chiama “in difesa dell’islam”..non proprio un sito laicissimo (lo so che a te interessava solo l’articolo di Michela Marzano, solo che è inserito in una cornice talmente “schierata” che non ho potuto non notarla)..comunque Michela Marzano è stata come sempre molto equilibrata e sostanzialmente condivido..ma c’è una parte dell’articolo che mi colpisce: “Tante altre però, come hanno spiegato alcune francesi davanti alla Commissione parlamentare (la Commission Gérin), sostengono che portare un niqab è oggi un modo per proteggersi dallo sguardo maschile, una maniera per esprimere la fierezza di essere musulmane in un mondo occidentale considerato decadente e corrotto”

      quindi è un modo per esprimere disprezzo verso la società in cui si vive: “voi che vi scoprite davanti allo sguardo maschile (considerato evidentemente come qualcosa di tremendo e violento in sè e per sè) e che trombate quando vi pare siete decadenti e corrotti mentre noi con il nostro niqab, con la nostra forte fede in Dio e le nostre tradizioni siamo pure/i e oneste/i”..ok non discuto ognuno ha le sue convinzioni, dico solo che sentirsi moralmente superiori, migliori rispetto alla società in cui si vive, rifiutare in maniera così radicale la modernità, fuggire dalle sue contraddizioni invece di affrontarle è una cosa che non mi piace, mi spaventa e se il niqab e il burka vogliono dire questo allora è un motivo ulteriore per combatterli, le proibizioni legali non sono la strada giusta,forse (ripeto: se questa legge servirà davvero ad aiutare anche solo una donna io sarò contento) ma una strada bisogna trovarla

      "Mi piace"

      • cioè in pratica il velo integrale è un modo per erigere una barriera tra la nostra cultura “corrotta” e la loro che sarebbe “pura, giustissima e incontaminata”..ora a parte il fatto che le culture incontaminate non esistono..rimane il fatto che il burka è un modo per erigere un muro tra “loro” e “noi”, io i muri vorrei abbatterli

        "Mi piace"

      • Si Paolo hai ragione solo che avevo un po’ di fretta e sinceramente non sono riuscita a beccarlo altrove e allora ho postato quel link, sottoilneando che era per le parole di M.Marzano! =)

        "Mi piace"

      • e proprio il concetto che da un lato ci sono i puri e dall’altro i corrotti che non mi va giù e non accetto il fatto che ancora una volta purezza e corruzione si devono misurare da quanto si coprono le donne

        "Mi piace"