Miu Miu ci regala un’altra corporate paedophilia!

1

Una mia lettrice mi segnala un altra pubblicità di una nota casa di moda che utilizza il corpo delle bambine imbellettandolo e presentandocelo come un mero oggetto sessuale alimentando quella cultura che Giulia ci ha descritto bene commentando l’orrore avvenuto pochi giorni fa contro una bambina di 5 anni da parte di un branco di quindicenni cresciuti con l’idea che le bambine sono ormai tutte Lolite da disprezzare ma allo stesso tempo esibite per pubblicizzare ogni cosa, come la tv spazzatura e la stampa “progressista” ci veicola spesso.

Miu Miu assume modelle che dalle foto avranno massimo tredici anni per fotografarle in pose da adulte e accompagnate da allusioni doppiosensistiche.

Secondo voi quanti anni hanno queste modelle? Secondo me non arrivano nemmeno a sedici anni ed è parecchio vergognosa sopratutto se viviamo in un clima dove la pedofilia è in aumento e i carnefici sono perfino minorenni che agiscono in branco infierendo contro bambine che frequentano l’asilo.

Mettetevi nei panni di queste ragazzine, sottoposte a ritmi stressanti e diete ferree costrette da genitori egoisti che usano le figlie per far successo (come ricorda il film “Acqua e sapone” di Carlo Verdone che narrava proprio di questa tendenza già nel lontano ’82).

Ma publbicità come queste ce ne sono tantissime, tante case di moda utilizzano modelle minorenni e tante altre per bambine si pubblicizzano adultizzando i loro corpicini per poi darle in pasto ad un opinione pubblica che malinterpreta questi messaggi e si crede che abusare di una bambina possa essere un gioco o ragazzata da risolvere con una pacca sulla spalla.

Questa è pedofilia allo stesso modo dei tanti abusi subiti dai bambini ogni giorno. Basta.

Mary

12 commenti

  • Faccio giusto un veloce appunto perché vado di fretta: la modella sul sito di Miu Miu è sempre la stessa ed è Hailee Steinfeld, attrice emergente nata nel 1996, che ha ricevuto la nomination all’Oscar (come migliore attrice non protagonista) per il film Il Grinta. Non è una modella, dunque, ma un’attrice molto promettente (a me piace molto, perlomeno).

    Mi sembrava giusto dirlo.

    Mi piace

    • Ah è lei? Non l’avevo assolutamente riconosciuta, grazie! Sì, bravissima nel film dei fratelli Cohen, anche io ho amato molto la sua recitazione! certo, in ogni caso fa impressione vedere una sedicenne vestita e truccata così, sono le case di moda e le agenzie pubblicitarie che dovrebbero iniziare a porsi un problema etico, secondo me. vederla conciata così, con quelle pose da donna matura è davvero esagerato, personalmente lo trovo estremamente fuori luogo e vista la diffusione delle immagini e l’età della ragazza (che comunque si vede assolutamente essere minorenne) diventa pure pericoloso e dannoso.

      Mi piace

    • manco io l’avevo riconosciuta. Era bravissima in quel film e il film in sè era di qualità, spero faccia una bella carriera nel cinema perchè la merita
      Devo dire che esteticamente la foto in cui sta in piedi è molto bella, suggestiva e non morbosa, ma anch’io tendenzialmente sono contrario a modelle minorenni

      Mi piace

  • ma abbiamo veramente bisogno delle modelle minorenni? io penso propio di no.

    Mi piace

    • anche secondo me proprio non ne abbiam bisogno…..

      Mi piace

      • ecco, io su questo davvero vorrei una campagna, qualche cosa. E non solo perché ritengo sbagliato che delle minorenni facciano le modelle, ma perché c’è qualcosa di veramente malato nel fatto che delle 15-16enni sfilino per presentare abiti destinati a donne adulte.

        Mi piace

  • Che tristezza. E poi ci si meraviglia quando per strada si vedono ragazzine forse dodicenni che da come si conciano, ne dimostrano il triplo. Anche loro lobotomizzate da stereotipi che vedono la donna come oggetto sessuale, sempre in ordine, secca, sciocca e muta. Vorrei che queste ragazzine riuscissero a ritrovare la loro innocenza, la loro spensieratezza, vorrei che capissero che quello che cercano di essere, non significa essere adulte, donne, “come i grandi”. Ognuno deve essere libero di vivere il suo tempo. A parte tutto questo, i genitori che costringono le figlie a fare queste cose, li denuncerei per abuso su minore. Perché questo è un vero e proprio abuso, non altro.

    Mi piace

  • questa sarebbe 16enne e famosa??
    ma sembra una bambina di 11 anni che imita la mamma!
    ho una cuginetta di quell’età con una faccia più adulta!

    ODDIO CHE SCHIFO PROFONDO.

    Franca Sozzani (Vogue) ha detto che il problema non è tanto la taglia delle modelle, ma l’età. le prendono giovanissime e immature. sono d’accordo.
    la Sozzani ha aggiunto che anche Kate Moss ha iniziato a lavorare a 14/15 anni… e quando è diventata donna e le sono spuntate tette e cellulite (cosa sacrosanta e naturalissima) molti l’hanno massacrata…

    Mi piace

    • Giulia, riguardo al film ci terrei a precisare che lei infatti con il suo visetto recita la parte di una bambina, quindi è anagraficamente fedele a se stessa e non è un ruolo erotizzato o truccato da femme fatale, tutto il contrario, guarda qui http://www.imdb.com/media/rm512197632/tt1403865 !
      In pubblicità, in queste foto in particolare, fa tutto un altro effetto……..

      Mi piace

      • grazie del link, e sì, in effetti sono le foto qui sopra che mi hanno sconvolto. il fotografo, non si sa perché, la fa sembrare così piccola. come mai la moda vampirizza i bambini? si prendono una pausa dalle modelle anoressiche solo per introdurre un immaginario ancora più mostruoso e ingiusto? già schifavo Prada:
        http://levipere.com/2010/03/16/prada-licenzia-vecchi-brutti-e-grassi/
        (mi ricordo anche quella volta che licenzio delle attrici teatrali e fece andare al loro posto delle modelle… solo perché le attrici non erano “abbastanza magre”!)
        figuriamoci ora…

        “donne che odiano le donne”

        Mi piace