Ancora bambine-oggetto

byblos

Su Facebook sta girando questa campagna pubblicitaria scattata da una ragazza in un Outlet per bambini di Valmontone (Rm).

Qui siamo all’ennesimo caso di infanzia contraffatta con un’imamgine infantile che poco ha a che vedere con l’innocenza classica di un bambino.
 
 Insomma, la bambina della campagna pare imitasse il modo degli adulti mettendo in atto una sorta di “gioco della seduzione” verso un giocattolo stereotipato e ritenuto appartenente “all’universo maschile”(la scelta di esso non è casuale). Ritengo che questo sia sufficiente per ritenere quest’immagine lesiva e inappropriata.

Immagini del genere proliferano a dismisura ed è preoccupante rispetto ad un anno fa (data la frequenta dei miei post) che veniva pubblicato almeno un post ogni tre mesi o più, vista l’inferiorità numerica di immagini simili.

Eccola per intero:

Che ne pensate? Segnaliamo allo Iap?

 

16 commenti

  • non lo so, non sembra una bambina oggetto…

    Mi piace

  • ciao, Mary, quali sono secondo te i punti da indicare nella denuncia allo IAP? Io mi limiterei alla precoce sessualizzazione e adultizzazione della bambina, che non può che nuocere a qualsiasi campagna di contrasto del fenomeno della pedofilia, dato che sembra incoraggiare la percezione e l’autopercezione di una bambina come di una piccola donna con tutte le caratteristiche della sessualizzazione. Se ti va di precisare o aggiungere qualcosa, aspettiamo i tuoi suggerimenti.

    Mi piace

    • L’adultuizzazione precopce della bambina, attribuire ad una bambina una femminilità inappropriata che in genere appartiene al mondo degli adulti (anche se in molti casi accentuata pure su donne adulte). Mi riferisco quindi:

      -alla posa della bambina che rimarca quella di una donna adulta (pancia in dentro e petto in fuori, sembra che abbia il seno o che mostri il seno)

      -Il robottino indicato spesso come giocattolo “maschile” prende il posto di un fantomatico individuo di sesso opposto che le sta facendo la corte.

      Mi piace

      • sei delicata mary …. il robottino “le sta facendo la corte”……. il robottino punta diretto tra le sue gambe…. e meno male che il pistolone glielo hanno rivolto verso il basso…… forse tirarlo su e’ sembrato troppo anche a loro…..
        io sono arcistufa di vedere sempre ste cavolo di pubblicita’

        Mi piace

      • In effetti sono stata troppo gentile eheehe.. E’ vero è shoccante. La bambina sembra che lo stia seducendo e la scelta del robot non è un caso. Infatti è spesso ritenuto un giocattolo maschile e questa pubblicità non fa che rafforzare gli stereotipi.
        Poi le mani tra le gambe e li che punta e osceno!
        Pensare che la bambina non si stava nemmeno rendendo conto di quello che i fotografi le hanno fatto fare e questo è ancora più schoccante.

        Mi piace

      • piu’ lo guardo e piu’ mi sembra indegno….. diamine la bimba sembra si stia masturbando davanti al robottino per fargli alzare il pistolone….. schiena inarcata, piedini puntati, mani tra le cosce….. manca solo la testa tirata indietro e l’espressione, che sicuramente una bimba cosi’ piccola non conosce, e l’illusione e’ perfetta……
        ma i “creativi” che pernsano a queste pubblicita’ che vite fanno? chi sono? dov’erano i genitori della piccola mentre la fotografavano?

        Mi piace

  • Per non parlare delle mani in mezzo alle gambe…

    Mi piace

  • se c’è qualcuno che denuncerei volentieri sono i genitori della bambina!

    Mi piace

    • sono d’accordo. ho da poco visto un servizio fotografico su una rivista e la protagonista era una bambina VIP (scusate se sono vaga… ho dato solo una scorsa veloce) … la madre per mostrarla al mondo ha acconsentito che la vestissero da modella, con pose adulte, faccino ovviamente serio e “adultizzato”… il risultato era triste e artificioso. i genitori dovrebbero essere i primi a voler garantire un’infanzia lunga e serena ai bambini.

      Mi piace

  • danzatriceorientale

    Scusate, ma solo a me sembra di vedere che abbia le tette?
    Se così non fosse (cioè se non fosse una mia impressione), non sarebbe già questo un motivo sufficiente per segnalarla?

    Mi piace

    • Non solo a te cara :(. Infatti per questo che mi ha indignata parecchio (sembra che ha una quarta di seno a soli sei anni). Infatti sopra tra i commenti ho spiegato ad una lettrice i motivi per cui sarebbe opportuno segnalarla e parlavo anche di questo :(

      Mi piace

  • Pingback: Prima le donne… e i bambini « D I S . A M B . I G U A N D O

  • Ecco come penso vada fatta la denuncia:

    http://giovannacosenza.wordpress.com/2011/04/07/prima-le-donne-e-i-bambini/

    Agiamo in tante, presto e bene!
    Ciaoooo

    Mi piace

    • Grazie mille carissima :)

      Mi piace

    • @giovanna
      ciao
      vedo che insegni comunicazione all’università,
      quindi immagino che tu conosca molto bene tutte le tecniche di manipolazione.
      Non sarebbe interessante organizzare corsi di formazione per tutti durante i quali far conoscere a più gente possibile tutti i punti deboli della psicologia umana?
      Sarebbe molto utile per il progresso sociale rendere noto alla gente i meccanismi attraverso i quali siamo manipolati per ottenere consenso. che ne pensi?

      Mi piace

  • questa pubblicità è offensiva e condivido pienamente l’iniziativa di segnalare in massa allo Iap (già fatto;)) l* bambin* non si toccaano ;V DIFFONDIAMO E SEGNALIAMO

    Mi piace