La misoginia della Chiesa Cattolica

mons_arduino_bertoldo-anteprima-400x344-261699

Mi arriva una segnalazione, non perchè non sia informata sui fatti che avvengono nel nostro Paese, ma questa mi era proprio sfuggita. Monsignor Bertoldo giustifica gli stupratori affermando con fierezza (la fierezza di essere un mentecatto) che sarebbe colpa delle vittime ogni qual volta si verifichi uno stupro:

Se una donna cammina in modo sensuale o provocatorio, qualche responsabilità nell’evento ce l’ha perchè anche indurre in tentazione é peccato. Dunque una donna che camminando in modo procace suscita reazioni eccessive o violente, pecca in tentazione. (Monsignor Arduino Bertoldo)

La sua coerenza lo spinge anche ad assolvere Berlusconi reputando lo sfruttamento della prostituzione minorile alla pari di una ragazzata  e la pedofilia della Chiesa Cattolica, un caso raro e meno grave degli aborti (sai agli uomini tutto è permesso). Certo che a questo punto poco ci mancava che ritenesse anche i bambini dei procaci tentatori del male (qualche altro esponente della Chiesa Cattolica lo ha già fatto).

Ma l’arretratezza culturale della Chiesa Cattolica farebbe impallidire persino un talebano, forse anche grazie ad alcuni atteggiamenti ipocriti. Se le esternazioni di Monsignor Bertoldo, vescovo di Foligno, sarebbero simili a quelle pronunciate poco tempo fa da un teologo turco, diverse sarebbero le reazioni dell’opinione pubblica.

In Turchia fa scandalo ed è passabile per denuncia, praticamente un reato insinuare che lo stupro è colpa delle donne, qui magari i pochi che si scandalizzano sono pronti ad assolvere i loro figli, parenti o amici che si macchiano di uno stupro.

Questo non aiuta di certo le vittime a denunciare e riconoscere una violenza, la condizione femminile in Italia a momenti è peggiore perfino di quella islamica nelle società islamiche le donne subiscono soprusi e hanno dentro una rabbia che le porta a reagire, in Italia veniamo educate ad essere sottomesse e allo stesso tempo subiamo una manipolazione tale da illuderci di essere libere, ma il problema italiano risiede proprio nel fatto che lo stereotipo della donna-oggetto è troppo radicato nel nostro immaginario collettivo che da una parte di può sfruttare economicamente e dall’altro può essere usato per puntare il dito contro quelle che cadono vittime di un delitto che viene alimentato in contesti di questo tipo.

9 commenti

  • Purtroppo è storia vecchia che dimostra oltre a misoginia anche molta ignoranza. Prima di tutto lo stupro non c’entra niente col sesso. E’ un atto di violenza, non appartiene alla sfera del desiderio sessuale. Gli stupratori non vogliono esprimere il loro desiderio sessuale (una persona normale chiede un appuntamento o fa una proposta, non stupra!), vogliono esprimere solo dominio, imporre un atto si sottomissione. Sulla prostituzione è ovvio che l’offerta nasce dalla richiesta e non viceversa. Se non ci fossero uomini disposti a pagare per fare sesso, non ci potrebbe essere questo mestiere. Sulla pedofilia è incommentabile! Come può un bambino che non ha ancora sviluppato gli istinti sessuali indurre volontariamente una tentazione in tal senso? Questa è gente che andrebbe messa in galera per istigazione alla violenza. E poi non capisco perché per giustificare qualsiasi cosa mettono in mezzo l’aborto. Che c’entra? Purtroppo è un problema non solo di questa religione, ma anche di altre come quelle donne ebraiche che fanno indossare una specie di burka anche alle bambine perché dicono che “sono una tentazione agli occhi degli uomini”. Spero si renderanno conto che non sono le bambine il problema, lo sono certi uomini. Sarebbe bello se il papa intervenisse, ma purtroppo la misoginia è storicamente radicata nel Vaticano e nella Chiesa ed è anche la posizione ufficiale del Vaticano che le donne non solo uguali agli uomini. Io non sono religiosa, non so cosa si può fare a riguardo oltre che parlarne.

    Mi piace

  • Non ci si può aspettare molto dalle religioni e dalla chiesa.
    Sono entrambe manifestazioni di miopia/ottusità…
    Arduino Bertoldo (che per me non è né Mon, né Signore…) è un povero mentecatto privo di quel poco che serve di intelligenza e amore per il prossimo da non rendersi conto dell’idiozia della propria “tesi”…
    Purtroppo non è il solo all’interno della chiesa a sostenere tali idee… Direi che la stragrande maggioranza delle persone di chiesa nutre un non so che di risentimento nei confronti del mondo femminile. Cosa quest’ultima, che è figlia di assurde, quanto ridicole, regole sull’astinenza sessuale e sul concetto di “peccato”…
    D’altra parte, cosa ci si può aspettare da una religione il cui peccato *originale* consiste nel tentativo del tutto umano e sano di “conoscere”… Ti faccio per altro presente che la colpa poi è ricaduta su Eva… ;-).
    Non voglio sembrare “ruffiano”…:penso sinceramente che una donna debba essere orgogliosa di essere tale e non badare a certi miserrimi mentecatti…
    Ciao.

    Quadrato Imperfetto.

    Mi piace

  • Ciao Mary,
    Chiaramente questo monsignore è un mentecatto che, come molti preti, odia le donne perché vuole tenersi gli uomini tutti per sé.
    A parte questo, è interessante la cosa che dici sul teologo turco e le reazioni della gente, però dobbiamo considerare che la Turchia, per fortuna loro, è uno stato laico da quando ci sono state le riforme di Ataturk. La religione prevalente è quella musulmana, ma è uno stato laico e non confessionale come invece purtroppo sono la maggior parte degli stati con l’islam come religione prevalente. Anche in Francia la religione prevalente è quella cattolica, ma la laicità dello stato è considerata una delle cose più importanti.
    Cioé non farei un paragone tra Turchia e Italia come esempi di paese musulmano e paese cattolico, perché il rapporto di ognuno con la religione prevalente è – purtroppo per noi – diverso…
    Ciao

    Mi piace

  • Mary, la maggior parte delle donne islamiche non reagisce. Neanche al di fuori di paesi arabi.

    Mi piace

  • Credo che tutte le religioni monoteiste del Mediterraneo predichino fondamentalmente un valore di base: il patriarcato. La sottomissione delle donne una volta era sancita dalle leggi e dai costumi: oggi nell’occidente le leggi hanno cambiato segno, e allora la Chiesa cattolica (ma è lo stesso per l’islamismo o l’ebraismo) cerca di mantenere tale discriminazione nella prassi e nella vita quotidiana, ben sapendo che delle belle cose scritte su un pezzo di carta non cambiano la società da un giorno all’altro. E oggi trovano meno opposizione di venti o trenta anni fa.

    Mi piace

  • danzatriceorientale

    http://www.facebook.com/l.php?u=http%3A%2F%2Fwww.giornalettismo.com%2Farchives%2F116568%2Fin-caserma-nessuna-violenza-sessuale-lei-ha-provocato-i-carabinieri%2F&h=d8601

    Io non commento nemmeno più: proporrei solo il taglio netto della lingua a chi pronuncia queste parole, istigando e legittimando lo stupro.

    Mi piace

    • ODDIO CHE SCHIFO!
      spero che la donna fosse davvero consenziente. (tutto può essere pur di uscire un po’ di cella, non lo escludo a priori)
      però che sia ACCERTATO con esami medici sulla ragazza, non so avrà ferite ematomi lividi, la pelle sotto le unghie, sarà rimasto qualche segno?! (intanto che il rapporto sessuale ci sia stato è indubbio) non valgono le solite testimonianze fuffa degli imputati (ETTECREDO che sono tutti d’accordo, piantone compreso! che si aspettavano una ammissione di colpevolezza?)
      concludo con una nota per Taormina: PRRRRRRRRRRRRRR!!!!!!!!! (schifoso incapace)

      Mi piace

    • Oggi ennesima notizia simile, su fb ho scovato questa pagina che riportava la notizia con commenti a dir poco assurdi (soprattutto da donne) che giustificano il gesto perchè fare il soldato non è un mestiere da donne o perchè se in guerra tutto è concesso anche violentare; leggete un po’ qua:

      http://www.facebook.com/notes/informazione-libera/volontaria-esercito-denuncia-molestie…-sessuali-durante-missioni/10150111321054154

      Mi piace

  • che la Chiesa fosse sessista e misogina è appurrato ma ogni volta che leggo queste “esternazioni”, il sangue mi ribolle! è mai possibile che si trovino, ancora oggi, giustificazioni simili?! una donna è liberissima di vestirsi come le pare senza che un porco le salti addosso! allora tutte vittime di violenza vogliono intimamente essere stuprate? questo mondo è alla frutta ormai…

    Mi piace