La sindrome di Berlusconi e la rabbia delle donne italiane

100_2224

Berlusconi è malato non c’è dubbio. Si sente continuamente ossessionato dai comunisti. Oltre a organizzare festini con minorenni è sua abitudine interrompere il servizio pubblico con le telefonate in studio. Berlusconi telefona a Mattino Cinque criticando le manifestazioni che le donne ieri hanno organizzato per difendere la dignità calpestata dallo stesso premier che oggi accusa la manifestazione come faziosa.

Al premier gli dev’essere venuto un colpo a vedere che migliaia donne italiane si dichiarano diverse dal modello femminile che egli promuove ad Arcore e nelle sue televisioni. Le donne parlano e non ci stanno più.

La sua manipolazione mediatica lunga 30anni e volta a far tacere le voci femminili, non ha funzionato, le donne si sono svegliate e ora lui ha paura, così bolla la protesta delle donne come un qualcosa di stampo comunista.

Inoltre non finisce mai di raccontare le sue barzellette. Lui ritiene di avere un profondo rispetto per le donne, ma verso che tipo di donne? Belle,minorenni, veline e con la quarta?

E’ chiaro che a lui non piacciono le donne che parlano, così fa parlare come fossero dei burattini le “sue donne” che anch’esse su sua richiesta inveiscono contro la manifestazione etichettandola come un femminismo estremo che non rappresenta le donne italiane.

C’è una Brambilla che bolla la manifestazione come inutile e che non rappresenta le donne italiane, ma a giudicare dalle sue scosciate sembra intenda che il modello femminile che dovrebbe invece rappresentarci e quello della Velina o la donna di Arcore, sottomessa e merce del potere maschile.

 C’è una Minetti che fieramente sostiene che le vere principesse non vanno in paizza, nelle  fiabe non esistono donne che protestano…quindi la protesta è ridicola consigliando alle donne di usare il corpo. Aggiungerei che non si è vista nessuna principessa  frequentare bunga-bunga e ottantenni. Ma tralasciando questo è vergognoso come certe donne-veline continuano ad utilizzare stereotipi di genere ed autopromuovere il proprio ruolo per andare contro quelle che si liberano da quella rappresentazione svilente che gli è stata appiccicata da una società tutta al maschile.

Ci sono i sostenitori di Silvio Berlusconi che tre anni fa lanciavano con molta insistenza una crociata cotnro l’aborto e oggi sostengono il premier in nome della libertà sessuale, come se mercificare il corpo femminile fosse libertà e come se sfruttare la prostituzione minorile (che in italia è reato) fosse libertà, senza considerare che Ruby ha rinunciato all’adolescenza entrando in un mondo corrotto che la sta solo sfruttando.

Gli stessi sostenitori, gli elettori, sostengono che le vere puttane sono quelle che manifestano per la loro dignità. Sono parole che ho sentito sulla bocca della gente di destra che per loro dobbiamo stare al nostro posto.

Spero vivamente che questa manifestazione, grandissima manifestazione di cui sono soddisfatta, non sia l’ultima. L’Italia ha bisogno di svegliarsi, l’Italia è l’Iran dell’occidente.

Per vedere il reportage  della manifestazione cliccate su Vita da Streghe . L’immagine della campagna IONONCISTO appartiene al blog di Giorgia che ha partecipato alla manifestazione di ieri.

11 commenti

  • L’ho letto l’articolo della Minetti, nella rubrica “il meraviglioso mondo di Nicole”. Già qualche post fa avevo sostenuto come la maggior parte dei racconti della Disney veicolasse messaggi sessisti. Ho evidentemente trovato una sostenitrice, per quanto inconsapevole e involontaria!

    Mi piace

  • Bisogna decisamente che questa protesta non sia l’ultima, e che ne si facciano altre, per dimostrare che non sarà la tipica notizia che scompare dopo due giorni, che le donne italiane si vogliono ribellare a questa situazione. Si sono spaventati, vedendo che il loro regime mediatico non ha funzionato, e adesso bisogna dimostrare che non si sbagliano a spaventarsi. :)

    Mi piace

  • Guardate un po’ come titolava ieri il Guardian… un po’ più esplicito dei titoli italiani!

    “Silvio Berlusconi al centro della giornata di proteste da parte delle donne italiane
    Migliaia partecipano a marce per il rispetto dei valori nel paese con un divario di genere peggiore del Kazakistan”

    http://www.guardian.co.uk/world/2011/feb/13/silvio-berlusconi-protests-italian-women

    Mi piace

  • (dopo averlo scritto mi rendo conto che questo commento è pieno di insofferenza e insulti, quindi, se queste cose vi infastidiscono non proseguite, grazie :))

    oddio, la Minetti è una vera idiota, mi vergogno per lei. le donne del pdl sono proprio burattini senz’anima, perché non si svegliano??? gli interessano solo i soldi? e l’intelligenza, l’acume, l’indipendenza, la dignità dove se le mettono?!

    e i berlusconiani che non capiscono la differenza tra difendere le prostitute e difendere la prostituzione?! mi fanno pena! probabilmente non hanno mai saputo far godere una donna e pensano che sesso = orgasmo dell’uomo + soldi dati alla donna. quale donna non ha un orgasmo spontaneo grazie a una mazzetta?!?!? immagino le donne di questi uomini, frustrate che devono compensare la mancanza di sesso vero con una borsetta firmata.

    mi stupisce che le elettrici del pdl si ricoprano di questa merda: probabilmente pensano che finche’ i loro interessi economici sono protetti, va bene tutto e mantengono comunque il loro onore… MA ANCHE NO!
    io in questo momento le considero tutte povere dementi disposte a tutto per avere sgravi fiscali. (e queste elettrici-manager non sapranno nemmeno delle 22, VENTIDUE, nuove tasse uscite sotto questo governo… tanto per completare il quadro di idiozia compiaciuta)

    mi scuso per le offese, ma proprio non credo che una donna intelligente possa identificarsi con una patetica Minetti o con le donne ministro che sembrano robottini telecomandati.

    donne del pdl fateci ricredere!

    tornando al post, spero che non sarà l’ultima manifestazione, ma temo di sì. ci sono voluti quindici anni per farci muovere il culo in tante, ce ne vorranno altrettanti per un’altra manifestazione così imponente.
    non dico di rassegnarci, ma una manifestazione non fa primavera.
    anche se è stata bellissima, emozionante e giusta.

    Mi piace

  • danzatriceorientale

    Lui ritiene di avere un profondo rispetto per le donne, ma verso che tipo di donne? Belle,minorenni, veline e con la quarta? > Le stesse parole che ho usato io per commentare la notizia oggi.

    A proposito di veline, anche la Canalis si è detta contraria alla manifestazione (ma no???), la Minetti è incommentabile (il potere della bellezza lo puoi usare se vuoi fare la modella, non per usurpare un posto di lavoro a gente meritevole in cambio di un bunga bunga), incommentabile anche la Carfa, che parla di donne strumentalizzate quando fino a ieri era lei stessa a farsi strumentalizzare tette al vento e chiappe all’aria su un calendario da camionisti. Incommentabile anche la pidiellina (quella che ha chiesto le dimissioni della Minetti) che ha preso parte alla manifestazione dicendo “Si può avere dignità anche facendo parte del centro – destra”, dimenticando però che una donna con dignità non fa due pesi e due misure e non ci penserebbe due volte a chiedere anche e soprattutto del magnaccia fomentatore di certi fenomeni “bungatici”.

    Cioè ma rendetevi conto, queste vorrebbero fare la morale A NOI?????

    Mi piace

  • Cara Mary, ovviamente condivido tutto quanto hai scritto, dato che è condivisibile da qualunque persona mediamente intelligente (penso di essere nella media) e mediamente sana di mente, e mediamente onesta. Vorrei però soffermarmi su un punto, che conosco per esperienza diretta e indiretta: tu scrivi “Berlusconi è malato non c’è dubbio. Si sente continuamente ossessionato dai comunisti. Oltre a organizzare festini con minorenni è sua abitudine interrompere il servizio pubblico con le telefonate in studio. Berlusconi telefona a Mattino Cinque… etc.”. Sì, è proprio così, ti confermo che chiunque lavori con persone affette da disagio psichico, e più precisamente con sindrome paranoica, sa bene che una loro modalità di espressone delle patologia da cui sono affetti è proprio quella di acchiappare il telefono e … telefonare. Alle persone che ritengono i loro interlocutori del momento, alle persone dalle quali si sentono perseguitate, alle persone alle quali pensano di poter ricevere aiuto contro le persecuzioni di cui pensano di essere oggetto. Senza stare a considerare, ovviamente, questioni di oppotunità, situazione, pertinenza, di ora della giornata, etc. etc. La loro ansia persecutoria travalica qualsiasi buon senso, che non può loro appartenere, in quanto psichiamente sofferenti. Il nostro problema, nazionale, è che una persona affetta da tale sindrome, delirio di onipotenza, paranoia, etc. (ma Luigi Cancrini ne ha scritto con la competenza che io non ho) occupa tuttora la carica di presidente del consiglio dei ministri.

    Mi piace

  • E ieri La Ventura in brodo di giuggiole perché Masi ha detto che non ha nulla contro la sua trasmissione…

    Mi piace

  • Mary: Belen e Canalis, non si può cavare sangue dalle rape :)

    Mi piace