Spiegazioni

Una mia lettrice che gestisce il blog Ladyradio, tampo fa ha scritto un post in cui spiegava cosa fosse il maschilismo, un post per nulla offensivo e riceve un commento di un tizio che si ritiene essere il titolare di un agenzia di lavoro, la Orienta.

il commento è questo:

Complimenti ai maschi che hanno efficacemente controbattuto le idiozie femministe
E’ fastidioso vedere maschi che vi contrastano, vero?
Siete abituate ai maschi pentiti, si capisce. E, purtroppo per voi, di maschi che replicheranno agli sproloqui di voi fallocefale ce ne saranno sempre di più.
Buona sofferenza!

Un commento offensivo direi. Vorrei fare chiarezza. Siccome il tizio, un certo Vladimiro,  che ha commentato ha usato l’email che appartiene all’agenzia, non vorrei che il titolare o lo staff dell’azienda fosse stato sputtanato da qualche idiota esibizionista o che sia veramente lui che non si fa alcun problema ad utilizzare la mail di lavoro. Walai appunto si chiede:

 a) il gestore di quest’azienda sia il mittente

b) come selezionano il personale se l’ agenzia deve essere assolutamente imparziale

c) come è possibile che il loro staff e/o il titolare dell’azienda utilizzi la propria email di lavoro per mandare simili schifezze.

Nel caso che fosse veramente il titolare dell’agenzia di lavoro non vorrei immaginare la situazione delle donne che si rivolgono ad essa e come verrebbero scartate in quanto donne. Se il commento è stato scritto da questo signore, invito solennemente le donne a boicottarla e non rivolgersi più là per cercare lavoro che già in Italia siamo discriminate abbastanza.

Se fosse veramente lui, caspita, almeno abbia la decenza di utilizzare un altro indirizzo. Però ragazz* se penso che dietro a questi maschilisti si nascondono aziende, padri di famiglia, mariti, il nostro panettiere, il vicino di casa eccetera..mi vengono i brividi.

Se si tratta di un equivoco, invito il tizio a scrivere a comunicazionedigenere@email.it. Deciderà lui se procedere per vie legali contro il commentatario sopra citato, vi aiuteremo senz’altro a pescare il suo IP.

11 commenti

  • Sono sconcertata dal constatare la quantità di sfigatoni risentiti che c’è in giro. Odiano le donne in generale, e quelle pensanti in particolare, farebbero fuori tutte quelle che non incarnano lo zerbino che vorrebbero sotto i piedi. Davvero c’è da aver paura di questi pazzoidi.

    Mi piace

  • danzatriceorientale

    A proposito di sfigati, stamattina ero in un negozio e c’era la radio sintonizzata su un programma dove si parlava di quote rosa: qui è intervenuto telefonicamente uno sfigato che diceva non è giusto concederle, che le donne meno lavorano e meno guidano, meglio è, al che (lo so che non si augura la morte) mi è uscito uno spontaneo “Ma sparati!” con tanto di commessa attonita :D

    Mi piace

  • capisco la rabbia ma bisogna anche evitare fatiche inutili: la madre dei cretini è sempre incinta, e val la pena utilizzare le energie in cose costruttive anzichè correr dietro alla peggiore esemplificazione di maleducazione e ignoranza.
    buon lavoro!

    Mi piace

  • Ragazze, abbiate pazienza, ma frequentate la rete da anni e ancora cadete con tutte le scarpe nelle provocazioni di questi idioti, che prima di essere maschilisti sono TROLL! Se il vostro fosse un sito per la pace in Medioriente scriverebbero post che inneggiano alla guerra santa, con tutta la violenza sterile e la stupidità che di cui sono capaci, qualunque cosa pur di farvi incazzare.

    Allora secondo me è una manifestazione d’intelligenza non rispondere proprio a questi qui, altrimenti si rischia solo di legittimare le loro tesi e il loro modo di procedere. Concentriamoci piuttosto sulle campagne che stiamo seguendo e sulle azioni di boicottaggio e segnalazione che stanno dando i loro frutti.
    Buon lavoro a tutte.

    Mi piace

    • danzatriceorientale

      Il fatto che siano troll non mi fa cambiare idea su quanto siano sfigati. Da quando ho vuto direttamente a che fare con uno di loro che era riuscito a risalire ai miei dati personali e li andava sputtanando per tutto il web, il mio motto con questa gente è diventato BANNARE BANNARE BANNARE!

      Mi piace

  • E’ vero Renata, ci sono cascata anch’io, è una cosa da non fare primo perchè non è un uso efficiente delle nostre energie, convincere questi malati è un’utopia, e poi perchè non si dialoga con chi insulta sistematicamente e con gusto (le parole più usate contro le donne sui loro forum sono “lobotomizzate, fallocefale, decerebrate, acefale, imbecilli…), mentre per gli uomini che intervengono confutando le loro tesi hanno coniato il termine che vuol essere umiliante di “maschiopentito”.
    Non lasciamoci logorare da questi reazionari, però non sottovalutiamo neanche la forza trainante di certe posizioni che fanno leva su sentimenti frustrati di dominio e rivalsa. E soprattutto non facciamoci buttare addosso colpe e responsabilità terribili per ogni uomo in difficoltà (ad es. ora sembra che il problema n. 1 della società siano i padri separati e impoveriti – che per carità ci sono anche ma è un problema di cui eventualmente si deve far carico la società nello spirito della normale solidarietà, non devono essere colpevolizzate le ex-mogli o le donne in genere; le loro lobby invece restano chiuse nelle loro farneticazioni e odio viscerale).
    Stiamone alla larga perchè l’odio fa male alla salute, ma vigiliamo.
    Un abbraccio.
    Flavia

    Mi piace

  • D’accordo con Flavia, ignorateli e fate opera di divulgazione della consapevolezza, anche verso gli uomini.

    Mi piace

  • mi fanno pena… non capisco il meccanismo dei troll sfigati: se fossero un attimo più civili riceverebbero molta più stima. forse amano essere compatiti…

    Mi piace

  • Anche se fosse un troll, dietro si nasconde una persona, quindi c’è comunque da preoccuparsi. Non è un computer programmmato per provocare, è una persona che ha pensato ciò che ha scritto. Mai sottovalutare ciò che viene dal basso. Da qualcosa che sembra innocuo.

    Mi piace

  • Stì dementi o troll o come diavolo li vogliamo chiamare, sono le classiche persone che non hanno nulla da fare, dei frustrati,con una vita così vuota che il creare scompiglio in rete è l’unico modo per dar loro un po’ di adrenalina nella loro squallida e triste vita, piatta come il loro encefalogramma!

    Mi piace