Tim ci riprova

La Tim propone un nuovo spot sempre con la sua instancabile testimonial: Belen.

Questa volta la testimonial appare più aggressiva, prende a pugni un sacco ma non mette in discussione il ruolo femminile stereotipato che le viene affidato: quello dell’oggetto di ricoprire il ruolo di oggetto di desiderio maschile che resta il tema più centrale dello spot.

Per poter rendere più accettabile il suo ruolo aggressivo, in quanto sport considerato tipicamente maschile, Belen da copione deve vestire una mise sexy mentre viene inquadrata nei glutei e nei seni resi trasparenti dall’acqua che le cade sulla maglietta.

Con questa scena si assiste alla femminilizzazione di uno sport considerato maschile, il pugilato, che mentre tenta di renderlo più accettabile in una donna, rischia così di contribuire ancor di più a radicare l’idea che gli spot da combattimento sono roba da uomini.

Che ne dite, ci rivolgiamo alla Telecom o allo Iap (che ricordo ha recentemente fatto cessare una pubblicità da me contestata), oppure lasciamo che la Tim pianga lacrime di coccodrillo dopo che le sue vendite saranno calate ancora di più?

21 commenti

  • Agiamo! :)

    Mi piace

  • danzatriceorientale

    Io direi di agire, anche perché così facendo, questo hanno dimostrato che non gliene può frega’ de meno nemmeno dei cali delle vendite, dato che continuano imperterriti a mantenere la loro condotta…

    Mi piace

    • danzatriceorientale

      ps ma una volta non avevamo fatto un mail bombing contro Telecom? Boh, hanno la faccia come il culo, giusto per rimanere in te,a con quel che mostrano.

      Mi piace

  • Anch’io sono per agire, non se ne può proprio più! Quanti spot svilenti e senza senso sono usciti dalla Tim nell’ultimo anno? Possibile che solo in italia si vendono schede telefoniche, abbonamenti ecc. con culi, tette rifatte, vagine, battute sessiste e situazioni degradanti per la donna (e per l’uomo!)? Mi spiegate cosa cavolo c’entra la Tim con le continue radiografie a Belen Rodriguez, o come caspita si scrive? Perchè io non l’ho ancora capito! Ho Tim, purtroppo, e sono due mesi che non ricarico la scheda per non dare soldi a certa gente. Il problema è trovare un operatore decente, perchè ho le mie riserve su tutti. Me lo consigliate voi?
    Tornando a noi io scriverei ovunque contro questa indecenza, tanto i guadagni se devono rimanere bassi rimarranno tali. Devono capire che questi modelli non sono più vincenti per l’utente donna come per l’utente uomo. Che c’è gente pronta a boicottare, che la Tim ci ha definitivamente deluso!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    Mi piace

    • danzatriceorientale

      Io anche sto cercando una tariffa decente, il problema è che oramai quasi tutti gli operatori propongomo tariffe con un canone mensile (io nemmeno ci arrivo a spendere 5 euro al mese) e le tariffe senza canone ti svenano comunque o con gli scatti alla risposta o con i minuti di conversazione.

      A parte questo, sono tornata a commentare perché mi è appena venuta in mente una cosa: Gad Lerner, che ha dato ampio spazio a Lorella Zanardo nella sua battaglia, adesso sembra aver preso a cuore il licenziamento di Belen e ha accusato velatamente, dal suo blog, sia Caterina Soffici, la quale ha detto che ha boicottato TIM non acquistando la chiavetta Internet (salvo poi ritrattare – spontaneamente? – e dire che alla fine l’ha acquistata…) sia le bacchettone che hanno protestato ocntro gli spot TIM… insomma, secondo la sua opinione, l’utenza avrebbe protestato spinta più da un’antipatia personale verso Belén che non per altro e per questo ora staremmo tutt* godendo del flop (però non ha fatto nessuna menzione sul licenziamento del creativo uomo). :/ Mi sta un po’ scadendo, comunque ecco gli articoli che ha scritto al riguardo:

      http://www.gadlerner.it/2010/12/11/mi-spiegate-che-colpa-ne-ha-belen.html

      http://www.gadlerner.it/2010/12/15/belem-e-la-cultura-dei-cinepanettoni.html

      http://www.gadlerner.it/2010/12/21/caterina-soffici-e-una-polemica-superflua.html

      Mi sorge un dubbio: non sarà che, lavorando per Telecom, le opinioni di Lerner al riguardo siano state, come dire, “indirizzate” verso questo fronte?

      Mi piace

  • danzatriceorientale

    Dice che questo commento l’ho inviato ma non lo vedo :S
    Se dovessero apparire doppionii, cancellalo te, grazie.

    Io anche sto cercando una tariffa decente, il problema è che oramai quasi tutti gli operatori propongomo tariffe con un canone mensile (io nemmeno ci arrivo a spendere 5 euro al mese) e le tariffe senza canone ti svenano comunque o con gli scatti alla risposta o con i minuti di conversazione.

    A parte questo, sono tornata a commentare perché mi è appena venuta in mente una cosa: Gad Lerner, che ha dato ampio spazio a Lorella Zanardo nella sua battaglia, adesso sembra aver preso a cuore il licenziamento di Belen e ha accusato velatamente, dal suo blog, sia Caterina Soffici, la quale ha detto che ha boicottato TIM non acquistando la chiavetta Internet (salvo poi ritrattare – spontaneamente? – e dire che alla fine l’ha acquistata…) sia le bacchettone che hanno protestato ocntro gli spot TIM… insomma, secondo la sua opinione, l’utenza avrebbe protestato spinta più da un’antipatia personale verso Belén che non per altro e per questo ora staremmo tutt* godendo del flop (però non ha fatto nessuna menzione sul licenziamento del creativo uomo). :/ Mi sta un po’ scadendo, comunque ecco gli articoli che ha scritto al riguardo:

    http://www.gadlerner.it/2010/12/11/mi-spiegate-che-colpa-ne-ha-belen.html

    http://www.gadlerner.it/2010/12/15/belem-e-la-cultura-dei-cinepanettoni.html

    http://www.gadlerner.it/2010/12/21/caterina-soffici-e-una-polemica-superflua.html

    Mi sorge un dubbio: non sarà che, lavorando per Telecom, le opinioni di Lerner al riguardo siano state, come dire, “indirizzate” verso questo fronte?

    Mi piace

    • Ma dai basta! la cosa che proprio non sopporto è la stupidità volutamente fatta da parte di persone intelligenti. Ma come fa Gad Lerner ad affermare certe cose?? troppo facile accusare di essere puritane ci mancava che dicesse anche invidiose e poi eravamo a posto!un po di decenza per favore dobbiamo sempre difenderci da queste accuse che con quello che diciamo non c’entrano nulla!ma quando parliamo ci ascoltano?ci prendono per stupide?arroganti ,presuntuosi e prepotenti ecco quello che sono questi uomini e infine, come nel caso di Gad Lerner, direi “indirizzati” verso i propri interessi personali.

      Mi piace

      • danzatriceorientale

        Infatti, no comment… finché queste accuse e insinuazioni arrivano da poveracci lobotomizzati che ragionano con un solo neurone, uno ci si quasi rassegna, ma quando vedi uomini colti e intelligenti (almeno apparentemente) come Lerner o attori che si sono fatti il mazzo per studiare recitazione come Solfrizzi (che tempo fa difese Belén contro chi si lamentava per l’invasione del settore cinematografico di donne che non hanno mai messo piede in un corso di recitazione), difendere il nulla cosmico, ti cascano quasi le braccia.

        Poi sono gli stessi che si lamentano dei tagli inflitti al settore: ma se il settore cinematografico, canoro e teatrale devono fare questa fine, invasi da tetteculi che non sanno cosa voglia dire sgobbare nei corsi di canto danza e recitazione, tanto vale che tale settore venga abolito e arrivederci a tutti.

        Mi piace

    • Ecco se c’è una cosa che imputo alla (stimatissima) Zanardo è dare fiducia a uomini che sembrano ragionevoli, ma prove tangibili di questo amore per la causa femminile ne hanno date poche: Vendola, Lerner… e poi accusa il PD (criticabilissimo per tanti altri motivi) di non fare nulla per le donne… (ma almeno si impegna a portarle in parlamento – e senza metterci in mezzo pompini o anelli natalizi.)

      Mi piace

  • danzatriceorientale

    Io anche sto cercando una tariffa decente, il problema è che oramai quasi tutti gli operatori propongomo tariffe con un canone mensile (io nemmeno ci arrivo a spendere 5 euro al mese) e le tariffe senza canone ti svenano comunque o con gli scatti alla risposta o con i minuti di conversazione.

    A parte questo, sono tornata a commentare perché mi è appena venuta in mente una cosa: Gad Lerner, che ha dato ampio spazio a Lorella Zanardo nella sua battaglia, adesso sembra aver preso a cuore il licenziamento di Belen e ha accusato velatamente, dal suo blog, sia Caterina Soffici, la quale ha detto che ha boicottato TIM non acquistando la chiavetta Internet (salvo poi ritrattare – spontaneamente? – e dire che alla fine l’ha acquistata…) sia le bacchettone che hanno protestato ocntro gli spot TIM… insomma, secondo la sua opinione, l’utenza avrebbe protestato spinta più da un’antipatia personale verso Belén che non per altro e per questo ora staremmo tutt* godendo del flop (però non ha fatto nessuna menzione sul licenziamento del creativo uomo). :/

    Mi sta un po’ scadendo, comunque ecco gli articoli che ha scritto al riguardo:

    (ho dovuto eliminare i link perché forse mi fanno finire i commenti nello spam, dato che ne ho inviati tre e non li vedo, comunque cercate su google Gad Lerner Belen Rodriguez e li troverete in cima alla lista)

    Mi sorge un dubbio: non sarà che, lavorando per Telecom, le opinioni di Lerner al riguardo siano state, come dire, “indirizzate” verso questo fronte?

    Mi piace

    • danzatriceorientale

      Come non detto: Mary, se puoi cancella i duplicati, che ho intasato la pagina senza volerlo. Scusate per l’inconveniente!!!

      Mi piace

  • Stefania Allemano

    A meno che la maggiore insistenza sul corpo femminile non sia un modo per richiamare l’attenzione ancor più sul prodotto TIM a fronte del calo di vendite. Io sarei per l’agire comunque :-)

    Mi piace

  • Proprio ieri parlavo con un’amica delle offerte della TIM. Lei dice che per quanto riguarda la pennetta con la promozione internet la TIM le conviene, il problema è che la chiavetta che ti danno loro ha uno stampo di labbra rosse e la firma di Belen Rodriguez. Percui ci ha ripensato (anche io sinceramente preferirei pagare di più piuttosto che avere una pennetta del genere, direi, pensata apposta per le donne!).

    Detto ciò, questi non sono spot pubblicitari ma trailer di film porno. E se la TIM non la smette qua si mette male, mandiamogli un proiettile in busta, come simbolo di avvertimento (una, cento, mille mail di protesta).

    Mi piace

  • @DANZATRICE guardavo la tv e mi sei venuta in mente… la Setta presenta un programma intitolato “solo x amore” in cui, mi pare di capire, un* tizi* innamorat* deve dare una prova d’amore al partner… primo caso: una donna che vuole riconquistare l’amore di suo marito (sospetto fedifrago) dandogli una prova d’amore. E qual’è questa prova? Lei dimagrirà per lui, che la notte fingeva di dormire per evitarla. (nota: la donna, trenta-quarantenne, non è obesa ha solo un po’ bel po’ di pancia. e figli che da quella pancia sono usciti… normale che non sia più quella dei vent’anni, no?)

    L’approfondimento è nullo: non si dice che il marito la evita magari perché si è innamorato di un’altra
    non si dice che se uno si innamora di un’altra è per qualcosa di più grave della cellulite
    non si dice che se uno tradisce solo a causa delle coscione della moglie, forse lei merita di meglio…

    … no: la colpa è della donna che si è lasciata andare… e dimagrendo riuscirà a riconquistare “lo sguardo che aveva Renzo a vent’anni”.

    gli ospiti, colmi di disapprovazione per la pancia della signora, sembravano capire le ragioni del marito.
    Luca Ward, Barbara De Rossi, Monica Setta: una riunione di cervelli, ca**o

    scusate, ma quando ho questi incontri ravvicinati con la tv devo condividere… lo “spettacolo” mi delude su molti livelli

    Mi piace

    • naturalmente Danzatrice mi è venuta in mente perché di solito è lei che ci fa notare quanto la società è dura sul tema chili-in-più… si era capito vero?:)

      Mi piace

      • danzatriceorientale

        Certo che si è capito, non ti preoccupare :)

        Mi meraviglio comunque di Barbara De Rossi, che reputavo una persona diligente, una brava attrice e che fino a ieri stava proprio dall’altra parte, nel senso che aveva anche lei i suoi bei chiletti in più (non so se come questa signora, ma comunque erano kg in più rispetto agli standard televisivi): evidentemente il dimagrimento, assieme alla partecipazione a quella specie di reality danzante, le hanno dato alla testa.

        Mi piace

  • credo che ormai la TIM sia alla frutta…sarebbe sparare sulla croce rossa…

    Mi piace

  • Si, bisogna agire!!!!!!!!!!!!, non oso pensare fino a che punto possano arrivare se non viene fatto niente!

    Mi piace