I più comuni stereotipi sul piacere femminile

ultimate-sex-guide-for-newlyweds-af

Liberiamoci da chi ci vuole mettere le mani nelle mutande. Ancora oggi sono presenti tantissimi stereotipi sulla sessualità femminile. Il vero problema è che questi non sono nemmeno voluti dalle donne.

Questi steroetipi promuovono una vera e propria “mutilazione sessuale” delle donne. Ci portano a sentirci inadeguate, anomale, sbagliate promuovendo un modello che limita i diritti femminili nella sessualità limitando il piacere sessuali e le pulsioni in modo estremo. 

Essi sopravvivono purtroppo nei contesti dove l’informazione sessuale è assente. Chi è disinformato si affida ai luoghi comuni e questo può essere pericoloso, in quanto può generare seri problemi alla vita sessuale.

Le donne, sopratutto in Italia (forse anche a causa di eccessivi luoghi comuni), hanno poca confidenza con il proprio corpo e con il proprio sesso e hanno molta paura di approciarsi ad esso. Altre pur avendo più confidenza tendono a vergognarsi quando si trovano davanti argomenti che riguardano la propria sessualità. Ricordatevi che nessuno deve imporvi regole sul vostro comportamento sessuale. Il sesso è bello proprio perchè non ha regole.

Vediamo (e sfatiamo) alcuni stereotipi sessisti che rendono la sessualità delle donne poco appagante, ansiosa e piena di sensi di colpa:

 1) Una donna “seria” non deve perdere la testa durante il sesso. Questo luogo comune purtroppo allude ad una sessualità femminile ad esclusivo piacere maschile.Sfatiamolo. Il piacere femminile è importante quanto quello maschile così anche la salute sessuale. Lasciarsi andare non è una colpa, ma un diritto della donna.La serietà di una donna non la si dovrebbe misurare dal numero di orgasmi o dal suo comportamento sessuale.

2) Una donna non deve prendere iniziativa sessuale. Sfatiamolo. Non sta scritto da nessuna parte che una donna debba comportarsi sempre da preda. Se una donna ama prendere iniziativa che male c’è? imporre questi luoghi comuni renderebbe poco felice la vita sessuale di una donna “attiva”.

 2) Le donne che hanno avuto molti partner sono delle “poco di buono”. Anche questo è falso. Perchè giudicare una donna dal numero di partner che ha avuto in passato?

3) Le donne serie fanno sesso soltanto se innamorate. Falso anche questo. il sesso è anche piacere. Etichettare come “poco serie” chi fa sesso per puro piacere sessuale è un grave limite morale. Il sesso delle donne sarebbe quindi una moneta in cambio d’amore?

3) Se una donna guarda i film porno è “poco seria” (a meno che non li stia guardando assieme al partner). Sbagliato. Anche questo stereotipo vuole dire che la sessualità dovrebbe soddisfare solo l’uomo e la pornografia serve solo per stuzzicare la donna “a dagliela” datto apaple papale.

4) Le donne normali hanno un orgasmo ogni volta che hanno un rapporto sessuale. Questo luogo comune crea non pochi complessi in quelle donne che non possono raggiungerlo. Una donna su tre non raggiunge l’orgasmo. Spesso dipende dal partner o dalla donna stessa (poca conoscenza del proprio corpo o tabù).

5) Le donne si eccitano sempre ad ogni provocazione maschile.  Questa è la teoria degli stupri. Questo stereotipo è molto presente nella pornografia, dove le donne sono sempre disponibili.

 6) La donna deve venire contemporaneamente all’uomo ed esclusivamente durante il coito. Falso. I tempi dell’orgasmo sono diversi tra uomo e donna e il piacere femminile può anche avvenire fuori dal coito. Questo luogo comune condanna la masturbazione e l’omosessualità femminile.

7) L’uomo raggiunge l’orgasmo prima della donna e con più facilità. Non è vero, non dipende dal genere di appartenenza ma dal partner.

8) Le donne che non raggiungono l’orgasmo con la penetrazione  sono frigide. L’anorgasmia è spesso indice di poca conoscenza del proprio corpo, di un partner che non conosce le preferenze della partner e di tabù psicologici.

9) L’orgasmo clitorideo è tipico delle donne immature. Vi siete fumati Freud?

10) Le donne che hanno orgasmi multipli sono ninfomani. Falsissimo. La donna che ha orgasmi multipli è una che ha acquisito maggior padronanza della propria sessualità. Altro stereotipo che demonizza il piacere femminile.

 11) L’alcool aumenta il desiderio delle donne. Semmai abbassa l’inibizione. Ricordatevi che chi fa bere una donna con il fine di portarsela a letto più facilmente è stupro!

12) Le donne in menopausa non hanno più desiderio sessuale. Sbagliato. Ci sono donne che con la menopausa aumenta il desiderio.

12) Se una donna si masturba perde interesse verso il rapporto sessuale completo. Ma chi ha detto che la sessualità femminile debba ruotare sempre attorno al fallo? La masturbazione è utile, perchè esplorando il proprio intimo si impara a conoscere il proprio corpo.

13) Una donna non dovrebbe mai farsi vedere troppo esperta dal suo partner. Se lo è dove fare finta che sia lui a guidare il gioco e a indsegnarle tutto. Che noia! Siamo o non siamo noi padrone del nostro corpo? Allora chi più di noi dovrebbe conoscere il nostro corpo?

14) La contraccezione è responsabilità esclusivamente femminile. Sbagliatissimo! Ma il sesso non si fa in due? Dagli steretopi sull’orgasmo sembra che deve fare sesso solo l’uomo e in alcuni solo la donna….decidetevi..il sesso si fa in due!!

15) Gli uomini tradiscono  per sesso, le donne per amore. Falsissimo stereotipi nati per deresponsabilizzare il tradimento maschile.

16) Le donne hanno meno desiderio sessuale rispetto agli uomini. Altro stereotipo che permette di dare della malata a chi ama il sesso. E’ strano che sussistano tanti stereotipi che poi si contraddicono. Da una parte non dobbiamo apparire “frigide”, dall’altra non dobbiamo apparire troppo desiderose.

17) Il piacere di una donna dipende dalle dimensioni del pene del partner. Altra teoria fallocentrica.  perchè a noi per provare piacere ci basta un dito di pochi centrimetri. Infatti lka magigor parte delle donne prova più piacere perl’autoerotismo che per il coito.

18)  Tutte le donne simulano gli orgasmi. Spesso purtroppo alcune donne per non ferire il partner tendono a simularlo. Non lo fate mai, perchè vi rende insoddisfatte. Semmai dite al partner che non siete soddisfatte. I tabù sulla sessualità femminile spesso fanno sì che le donne abbiano paura ad esporre la loro insoddisfazione sessuale. Alcuni uomini per giustificare la loro inadeguatezza hanno tirato fuori questo steroetipo.

19) Una donna non può mai rimanere incinta durante il ciclo. Non credete a questo stereotipo.

20) La rottura dell’imene avviene con la fuoriuscita del sangue.  Non è vero. Ci sono donne che hanno l’imene elastico che non comporta fuori uscita di sangue e non si rompe facilmente, ci sono altre che pur non avendo mai rapporti non possiedono l’imene.

E sono venti. Qualcun* ne conosce altri?

7 commenti

  • danzatriceorientale

    Il guaio è che molti di questi clichés cercano di inculcarteli proprio tra le mura domestiche… fortuna che uno non deve sempre dare retta a quel che gli dicono i genitori.

    Comunque c’è un cliché che si è aggiunto recentemente a questa lunga lista: una donna su tre tradisce il partner dopo essersi rifatta il seno. Capisco la contrarietà alla chirurgia estetica, ma di qui a demonizzarla con delle cazzate assurde tipo questa ce ne passa.

    Mi piace

  • credo che per tradizione (?) alcune di queste “regole” sopravvivano di più al sud, e al nord siano meno diffuse o meno esplicite. da noi ho riscontrato la 2, la 3, la 3bis (ma sono le donne le più severe… il porno per loro non va *mai* visto dalle donne, se non per ridere), la 4, e paradossalmente anche la 7, la 8, la 9, la 14, la 15.

    Mi piace

  • Sulla pornografia non sono d’accordo. Concordo che un clima repressivo possa portare per reazione a devianze e perversioni, ma la pornografia cos’è? E’ un mezzo degli uomini per sminuire la donna a mero oggetto. Addirittura molti uomini confessano candidamente di guardare i porno perché così dopo sapranno come soddisfare una donna! e che cosa imparano? che la donna è sempre disponibile? che ci piace quel tipo di sesso “meccanico”? le orge? Altra cosa grave, abbassa tantissimo la soglia del desiderio : agli uomini serve sempre di più per eccitarsi e quindi spesso arrivano ad associare sesso e violenza, per raggiungere un’eccitazione maggiore! e poi ci stupiamo per gli stupri?
    Quindi io direi, invece di voler avere il diritto di guardare i porno anche noi, abbassandoci al loro infimo livello, e confermando il prototipo di donna-oggetto, di donna-prostituta, perché non cercare di “rieducarli” a un tipo di sesso più pieno, soddisfacente, inteso come scambio tra due persone?

    Mi piace

    • Sono la prima a pensare che ci sono generi pornografici che riducono la donna a mero oggetto, ma i pregiudizi contro quelle che scelgono di guardare il porno seppur stereotipato mi danno fastidio.
      Purtroppo molti uomini che guardano la pornografia si fanno un idea sbaglaita della sessualità femminile che non fa altro che produrre poi i pregiudizi che abbiamo compresi quelli che elenco. E’ un cane che si morde la coda.
      Non sto esaltando la pornografia, da vari post che ho scritto si nota quanto sia contro la pornografia e quando essa sia svilente, ma con quel punto ho voluto esprimermi contro chi giudica pervertita una donna che sceglie lo stesso di guardarli.
      il porno è così maschilista perchè le consumatrici donne vengono escluse dal target. E la causa sono i pregiudizi che portano a pensare che il sesso fine se stesso è una prerogativa maschile.
      Se ci fossero meno pregiudizi il porno sarebbe migliore..in nord europa ci hanno provato. hai mai sentito parlare di pornografia femminista?
      E’ un genere che si sta diffondendo e che è nato in nord europa non a caso è un contesto dove le donne hanno più diritti nella sessualità.
      Io direi che anzichè giudicare pervertita e zoccola una donna che guarda i porno maschilisti senza il proprio compagno vicino si dovrebbe iniziare ad accusare il sistema che li produce e anche i maschi che li vedono no?
      Considerare zoccola una donna che li guarda è legato allo stesso sessismo che poi permette il proliferare di certi messaggi stereotipati del porno.

      Mi piace

      • Mary cosa ne pensi, dici che se “i pregiudizi che portano a pensare che il sesso fine se stesso è una prerogativa maschile” sparissero, le donne non cercherebbero per forza i sentimenti per andare a letto con uno che gli piace?
        (e senza sentirsi puttane, facili, senza problemi di autostima dietro.)
        ora tendiamo noi stesse a pensare che le storie di “solo sesso” non facciano per noi, perché abbiamo esigenze diverse ecc.

        E al contrario se si smettesse di dire che gli uomini sono costruiti per il sesso – e l’amore è un’eccezione – e se si smettesse di lasciargli credere che il porno è l’unica eccitazione possibile (ok, questa ipotesi è utopica me ne rendo conto)… se si facessero queste cose, gli uomini si innamorerebbero più facilmente?
        perché se le donne sono “esigenti” per una trombata, sembra che i dongiovanni aspettino la fidanzata ideale prima di concedersi una relazione un pelino profonda.

        di solito si riducono queste differenze alla biologia, ma se davvero noi donne abbiamo bisogno del lato intellettuale per farci conquistare, non si spiegherebbe il successo dei costantini, degli spogliarellisti…

        Mi piace

      • Beh se i pregiudizi sparissero non dico che le donne non si innamorerebbero più però non avranno questa grande esigenza di farsi una famiglia x non restare zitelle oppure non rischierebbero di rimanere fregate innamorandosi con il primo che capita solo per non restare da sole o per apparire sante donne.
        Le donne hanno introiettato i pregiudizi proprio per paura di non apparire puttane, allo stesso modo tendono a giudicare in modo cattivo le altre, proprio allo stesso modo degli uomini maschilisti.
        Secondo te perchè ormai il pegigor nemico delle donne sono proprio le donne?

        Lo stesso si può dire in parte per alcuni uomini. Ci sono molti uomini che amano, cimancherebbe, però se alcuni pregiudizi cadessero non tenderebbero a collezionarci come fossimo francobolli.

        E’ un cane che si morde la coda. Le donne spesso non si concedono per paura di essere usate come oggetti. Altre lo fanno perchè hanno paura di essere giudicate.

        Se si smettesse di pensare che l’uomo pensa solo a quello sarebbe meno giustificato nei tradimenti, negli stupri e nel trattare le donne come fossero giocattoli.

        Così per le donne.Se si smettesse di pensare che la donna deve pensare solo ad innamorarsi e mettere il sesso in secondo piano avremmo meno sensi di colpa e ci saremmo più lasciate andare.
        Il problema è che in italia se una donna ha problemi nel sesso la si chiama frigida, senza nemmeno contare le cause che portano a dare meno importanza alla salute sessuale femminile.

        Il problema è che tutto ciò viene tratato come fosse una cosa biologica…mentre è solo culturale…
        Diciamoci la verità alle donne il sesso piace, come piace mangiare…il problema è che entrambi i piaceri ci vengono pribiti: il mangiare perchè ci fa ingrassare e il sesso perchè ci fa sembrare puttane.

        Purtroppo finchè ci saranno uomini con problemi di inferiorità che hanno paura del confronto questi pregiudizi non cadranno mai. La donna non va controllata nel suo comportamento sessuale…non può più essere tollerato.

        Mi fa schifo sentire uomini che copn toni da sfottò dicono alle donne “siete puttane vi piace il cazzo”…se ad un uomo sembra scontato che gli piace la figa per non mettere in dubbio la sua eterosessualità…mentre dire che ad una donna etero piace il pene sembra una cosa strana..come se alle donne il sesso non dovrebbe piacere.

        Mi piace