Sii nuda e taci!

bel

Un’altra mia lettrice dice di aver trovato affisso su 3×6 la pubblicità di 2 Jewels . Indovinate chi è la testimonial?

Belen Rodriguez, tra le poche che non hanno fatto la Velina, tra le poche che hanno fatto la prezzemolina. Giusto per evitare che vi confondiate 2Jewels con la Tim e il sito della campagna con un sito vietato ai minori di 18 anni, analizziamo la pubblicità.

Il sito per come si presenta è pieno di foto di nudi in tutte le posizioni da far invidia ad una rivista di Playboy.

Nel sito sembra che ci sia anche un bel contentino per noi donne: un bel maschietto nudo, che però lascia intendere con un vedo non vedo. Perchè lui è inquadrato solo “a mezzo busto“.

Nella prima  foto sorride modo ironico e si vede a malappena un pezzo di petto, nella seconda ha una posa intellettuale e con un braccio crea l’effetto mutanda in modo che si intraveda solo il pettorale, mentre lei è felicemente smutandata.

Sono tantissime le immagini di Belen, rispetto alle immagini di questo bel modello, che a me pare proprio sia stato inserito per darci un “contentino” (un pò come nella mortadella di Ico Gasparri e questa situazione), per farci tacere e per evitare che gridassimo “lo spot è sessista“. Belen, appare molto più nuda di lui. E’ coperta pudicamente sui seni ma lascia intravedere senza problemi del pelo pubico.

Inoltre lo sfondo del sito ha immagini di Belen praticamente dappertutto . E’ inoltre lei la testimonial del brand ed è sempre lei ad occupare i 3×6 delle nostre città, gli spazi pubblicitari televisivi e delle riviste.

 

Un marchio con la sindrome del velinismo importato. 2Jewel è italiano al 100%  è molto aperto all’immigrazione e alle bellezze  multietniche, importate però come carne da macello.

Diciamo che per uan volta il marchio non rappresenta le donne italiane. A chi si rivolgere? a straniere?

Magari quelle che vengono in Italia alla ricerca di un lavoro precario e indossare gioielli costosi e assomigliare a Belen&Co è l’ultimo dei loro pensieri. Diciamo che se così fosse non è nemmeno in grado di rappresentare le donne straniere…anzi le viene pure peggio.

Quindi arrivo alla conclusione che si rivolge ad un pubblico maschile, che per donne straniere (o in generale) ha solo in mente queste dive plastificate.

Per confermare la testi che la presenza di Belen si rivolge agli uomini, basta vedere le foto della nuda Belen sono inserite anche nella sezione “Gioielli da uomo”. E’ chiaro che il corpo di Belen sia stato denudato proprio per attirare sguardi maschili, promuovendo la solita immagine di donna-oggetto.

“Sii nuda e taci!” , ops “indossa l’essenziale”, recita il claim dello spot.

Chi sceglieranno per il 2011?

Ho già una vaga idea su chi incoroneranno testimonial del 2011.

42 commenti

  • ah ah, la donna porta-gioelli, no? dopo la donna-vassoio, vedrai che venderanno anche questa, dobbiamo solo aspettare…

    Mi piace

  • “Indossa l’essenziale” .
    Banale, patetico, ridicolo, strausato, stupido, incongruente con la realtà, noioso,
    Come la stessa sequenza di immagini con musica “emozionante”, che dovrebbe descrivere la gioia della donna che indossa nient’altro che gioielli.
    Che realizzazione, sbattere le ciglia e rotolarsi in gemme luccicanti!

    Mi piace

  • non avevo notato le ombreggiature sul bacino dell’uomo a effetto mutanda… mi sa che gliele hanno aggiunte dopo, oppure sono proprio delle mutande… Comunque sia perchè gli uomini possono comunque conservare un minimo di dignità (non devono sedurre nessuno) nella loro nudità, mentre le donne stanno lì nude solo per l’occhio maschile? Mah… Comunque mi sa che c’é un certo pudore attorno al nudo maschile, perché nelle pubblicità di solito gli uomini o sono mezzo busto o si nascondono dietro le donne…

    Mi piace

  • ma è la pubblicità di un marchio di gioielli o il trailer di un film porno? sinceramente, non ne trovo la differenza… la belen è onnipresente: qualcuno l’ha abbatti! xD

    Mi piace

    • So che in questo blog sessista contano solo le opinioni femminili e si censurano le altre.

      Ma torno a difendere l’italiano, so di essere il solo a farlo: “l’ha abbatti” è un ABOMINIO, si scrive e si dice “l’abbatta” !!!

      Mi piace

      • ma che cosa dici? qui ci sono anche lettori maschi!!
        Non accettiamo correzioni all’italiano..Se i miei lettori sbagliano chi se ne frega? anche io faccio errori grammaticali. Non contano gli errori conta dire la propria opinione sbagliata o giusta che sia..scrivi la tua opinione e io accetto i tuoi commenti. Non sai nemmeno a cosa attaccarti!

        Mi piace

      • @Mary che non permetti neanche le repliche ai tuoi commenti

        Ragazzina sei cosi’ permalosa che non si puo’ nemmeno far notare un errore ?

        Peraltro neanche tuo ma di Ha|jimE che non ha avuto nulla da ridire.

        Secondo me sei tu che non sai a cosa attaccarti ma ti piace zittire i maschi CENSURANDO I LORO COMMENTI !

        Come fai di solito.

        A te non interessera’ se l’italiano è scritto male, ma per fortuna non tutti la pensano come te.

        Dici che quel che conta è dire la propria opinione, giusta o sbagliata che sia, ma se l’opinione è quella di un maschio corri subito a CENSURARLA !
        Complimenti, bell’esempio di coerenza !

        Mi piace

      • Ragazzina semmai lo dici a qualcun altra. Quii sto svolgendo un lavoro che se non ti piace puoi anche andare a leggere qualcos’altro. I punti di vista opposti li accetto basta che non siano scontri con toni da guerra civile.
        Anche se vuoi farmi vedere l’opposto, è innegabile che in italia le donne vengono malrapprsentate e non contano nulla. E’ come negare l’evidenza ed è questo che mi da fastidio..Se tu vuoi farmi vedere che qui la donna non è mercificata puoi farlo ma spiegami i motivi.
        Ho censurato anche alcune donne che mi insultavano con parolacce e offese varie per il lavoro che faccio, senza spiegare il perchè meritavo questo..quindi quello che tu vuoi farmi sembrare cioè un acida frustrata misandrica non è proprio vero. Ho molti amici maschi che leggono il mio blog.
        Ci sono modi e modi per contraddire le mie tesi..senza attaccarsi a piccolezze….se no mi dimostri che non sai nemmeno il motivo per cui vieni qui a contestarmi. Dimmi perchè non sei d’accordo con quello che faccio, così non ti censuro…Se vieni qui solo a fare il professorino di grammatica, dimostri quanto sei superficiale e ragazzino.

        Mi piace

      • Fammi capire, tu mi cancelli un commento senza neanche darmi una spiegazione, e poi accusi ME di avere toni da guerra civile ?!?!?

        Io non ho mai detto che la donna non è mercificata, ho semplicemente fatto notare un errore di grammatica PERALTRO NEANCHE TUO.
        Molto semplice.
        Io non ti ho MAI insultata, il mio commento non meritava una censura, a meno che tu non abbia la coda di paglia.

        Mi piace

  • danzatriceorientale

    Ragazze mie, noi abiamo un bell’indignarci beccandoci delle acidone invidiose anche dalle stesse donne che si prestano a fare queste cose (vedi Belen, il cui motto è il mantra “Sei invidiossssa” a qualsiasi persona la critichi), ma tanto, finché queste donne saranno contente e non cambieranno idea (e contente lo sono quando vedono gli zeri sul contratto), le cose rimarranno così anche se ci incatenassimo i iazza facendo lo sciopero della fame e della sete.
    Con questo non intendo dire di smettere di lottare e di chiudere blog come questi, solo che mi chiedo spesso sino a che punto il gioco valga la candela, essendo una lotta che va avanti sin dai tempi in cui le nostre nonne vedevano Marylin in TV (che per noi oggi è un mito, ma allora non creo fosse così acclamata).

    Mi piace

    • Ma in due parole sei in grado di spiegarmi dove sta’ l’indignazione ?
      Indignata per cosa ?
      Per vendere dei gioielli devono prendere una ragazza brutta ?
      Ovviamente scelgono una bella ragazza per mostrare dei gioielli, qual’è il problema ?

      Mi piace

      • indignata per la continua mercificazione della donna…ma cosa c’entra la bellezza?!!!?? è normale associare un prodotto sempre con il corpo nudo di una donna???
        Il problema tu nn lo vedi perchè sei uomo…e sessista..prova anche tu a metterti nei nostri panni evederci rappresentati sempre come oggetti.
        La bellezza non dev’essere accopstata al sex–appeal..una puo essere bella ma non dev’essere per forza mostrata nuda e in posizioni che alludono sessualità. Non è la bellezza che offende..ma come essa viene percepita…La bellezza non è sex-appeal. Belen poteva anche essere fotografata coi vestiti e in posizioni non sessuali…invece appare nuda dappertutto..sta qui il sessismo. sE LA BELLEZZA è accostata al sxe-appeal si chiama sessualizzazione della donna e nn c’è cosa più sessista. il problema sei tu che confondi le due cose…e crediche una bella dev’esser eper forza fotografata “a pecorina”. Essere belel nn significa essere rappresentate come oggetti..è un offesa anche x le belle. Sopratutto x prodotti che nulla hanno a che fare con il corpo.

        Mi piace

      • @Mary
        Ragioni veramente per preconcetti. Il fatto che abbia fatto una domanda non significa che sia d’accordo con lo spot, deduzione che tu fai con estrema leggerezza, e ti permetti anche con altrettanta leggerezaz di darmi del sessista !

        Ma come ti permetti ???

        Evidentemente non ti è chiara la differenza tra allusione sessuale e sessismo.
        In questa pubblicità ci sono (forse) delle allusioni sessuali, ma non sono sessiste.
        Ma per te basta vedere una donna nuda che subito urli allo scandalo.

        Inoltre non ti sei accorta che l’oggetto della pubblicità è un gioiello, che ha MOLTO che vedere con il corpo.
        O pensi che abbia una funzionalità intrinseca che non sia la bellezza ?
        E come meglio rappresentare un prodotto estetico se non con un testimonial bello ?
        Concetti che evidentemente ti sono alieni.

        Mi chiedo poi sei riusciro’ a rispondere ad un commento senza che tu ti intrometta senza chiedere permesso.

        Mi piace

      • Semplicemente mi dovresti spiegare perchè non sarebbero sessiste…cosa è per te il sessismo?
        Spiegami cosa c’entra un corpo nudo in posizioni oscene con un gioiello se non quello di sfruttare il corpo della donna per vendere un qualcosa che non ha a che fare con il corpo nudo?
        Perchè io esco nuda con indosso solo una collana?
        Piuttosto direi che viviamo in una società dove fa scandalo che una esce di casa in minigonna (come in certi comuni vieterebbero), ma il corpo nudo che allude sesso in ogni spot con la donna che ha solo indosso una collana no.DIREI CHE IO SAREI BEN LUNGI DAL BIGOTTISMO CHE TU VORRESTI DIMSOTRARE ABBIA.
        Uno spot con il clai “indossa l’essenziale” è di per se sessista, perchè presuppone che la donna dev’essere sexy e non deve avere nulla addosso..un bell’oggetto sessuale.. Ancora più offensivo pensando che i gioielli sono spesso regali che abitualmente gli uomini fanno alle donne..Quindi la pubblicità è rivolta a loro ed è scandaloso che comunichi un messaggio simile, quasi voler dire che le donne devono essere nude e che i regali glieli fanno per portarsele a letto.
        avrà molto a che vedere con un corpo…ma nn certo nudo e in posizioni sconce se poi si censurano quelle dei sex-toys dove laposizione sessuale sconcia e la nudità invece è coerente col prodotto.
        E vedo che ancora la meni con la bellezza…la bellezza femminile nn vuol dire nudità o corpo sessualizzato in modo che faccia pensare sia un oggetto o è questa la tua idea di donna?
        Se belen fossde vestita il messaggio sarebbe un altro..e non mi avrebbe dato fastidio…
        Perchè devo chiederti il permesso se il blog è mio?

        Mi piace

    • Il blog sara’ anche tuo, ma nei commenti si instaura una comunicazione tra due persone, e tu non sei nessuna delle due.
      Chiedere permesso è semplicemente una forma di cortesia, dote che a te, evidentemente, manca.

      Mi piace

  • @danzatriceorientale: e se invece i peoduttori e i pubblicitari si accorgessero, un bel giorno, che il loro pubblico non è più ricettivo? Che al loro pubblico non piace più quello che presentano per pubblicizzare i loro prodotti? Insomma, che “sii nuda e taci” non è più di moda? In altre parole, che la popolazione italiana si è evoluta, e che loro devono cambiare strategia? E’ a questo che dobbiamo lavorare :)

    Mi piace

    • Domanda, ma se fossi tu il pubblicitario, come pubblicizzeresti una collana ?

      Mi piace

      • La pubblicità è una forma di comunicazione visiva di tipo artistico-commerciale.
        Visto che in arte, e ti dico NON SOLO in arte, ci vuole creatività, sarebbe anche ora che le aziende smettessero di pressare i pubblicitari per far continuamente spot uguali e che tramandono i soliti contenuti.
        Chiedi come si potrebbe pubblicizzare la collana, ed è come chiedere di quanti gusti puoi fare la pizza. Ed io ti rispondo, quanti ne vuoi. E quindi non c’è solo un modo.
        Questa pubblicità l’ho già commentata sopra, vai a leggere cos’ho scritto se ti interessa.
        Se io dovessi per esempio fare uno spot di una collana, mi concentrei più sulla qualità del gioiello, piuttosto che far risaltare esso come un accessorio che attraverso uno stereotipo del tipo “una bella donna che porta gioielli è una donna fine” mostra come ottenere uno status sociale. Guarda che una pubblicità è prodotta anche con il contributo pesante di psicologi e sociologi. Non è solo qualcosa che vedi e basta. Ti dice qualcosa, e tu, volente o nolente, la percepisci.

        E comunque per piacere, se questo blog sul concetto che uomo e donna sono pari, ti irrita così tanto, ribadisco ciò che ha detto Mary: almeno argomenta le tue ipotesi, non attaccarti a cose che qui non hanno poi così rilievo. Anche a me da fastidio l’italiano scorretto, ma non ho risposto a quel commento, perchè sono cavoli di quella ragazza se non sa scrivere. Non siamo in un blog di grammatica.

        Mi piace

      • Tengo a precisare che non mi irrita affatto il concetto che uomo e donna sono pari, perchè dici questo ?
        Ho solo fatto una domanda, sono curioso di capire come tu penseresti la pubblicità.
        Ma se qui fare una domanda equivale ad essere attaccati … bell’idea di blog femminile che volete dare.

        E riguardo all’errore (anzi due) di grammatica, secondo te puo’ essere fatto notare solo in un blog di grammatica ?
        Allora se la pensi cosi’ via libera agli errori di grammatica sul corriere della sera, ad esempio, tanto non è un quotidiano di grammatica.
        E anche sui libri di Harry Potter, mica sono libri di grammatica .
        E’ un ragionamento che non sta in piedi il tuo.

        Mi piace

      • danzatriceorientale

        Ercole, forse la collana la metterei attorno al collo della modella vestita e non attorno alle tette?

        Se per te l’unico modo per attirare l’attenzione del target è un nudo femminile perché una donna bella ma vestita non riesce ad ottenere lo stesso risultato, allora scsami, ma qua si tratta di concezione di donna oggetto bell’e buona… poi ripeto, io non mi sento di obbligare queste donne a smettere, se loro si prestano con piacere: sarebbe come se io, non fumatrice, pretendessi che tutti smettessero di fumare o se un vegetariano volesse eimpedirmi di mangiare carne.

        Mi piace

      • come pubblicizzare efficacemente un gioiello senza nudi femminili? non so ricordate le pubblicità De Beers…

        oppure questa, molto semplice e tradizionalista, ma dolce:

        ma anche:

        gioielli + donna + vestiti = yes we can:

        (non sono granchè… ma mi annoiano meno di Belen che ha un orgasmo grazie a una collana)

        e in tutto questo parlare di gioielli e diamanti, vi incollo anche un “off topic”… :P

        Mi piace

      • @Giulia grazie, sei l’unica che ha avuto la compiacenza di rispondere senza fare polemica.

        @danzatriceorientale se chiedo come fareste voi una pubblicità non significa che implicitamente stia approvando quella in oggetto a questo post. Questa vostra facile e sbagliata deduzione è piuttosto superficiale.

        Mi piace

    • danzatriceorientale

      Sarebbe troppo bello, per essere vero, ma l’unico modo per ottenere la loro attenzione in questo senso sarebbe il boicottaggio, che dal mio punto di vista non consiste solo nel mandare email, ma roprio nel non comprare più i loro prodotti e mandarli falliti.
      Difficile, visto il consumismo e l’edonismo dilagnti di oggi e visto che le consumatrici sono spesso donne benestanti sposate a uomini che le usano come trofei da esporre alle cene di gala o ai convegni dove prendono parte.

      Mi piace

      • danzatriceorientale

        @Ercole, ma certe domande non dovrebbe esserci bisogno nemmeno di farle… scusa se sono stata polemica, la prossima volta ricordamelo prima che ti do ragione, ok?

        Mi piace

  • danzatriceorientale

    ps a questo punto sarebbero stati più credibili e in linea con la tanto loro amata nudità femminile pubblicizzando un piercing da capezzolo.

    Mi piace

  • Dai Ercole scusami ora eh, ma non paragonare il blog al Corriere della sera. Chi ha postato un commento non è di sicuro una giornalista, il paragona mi sembra fuori luogo. E’ poi guarda che non è tanto il fatto che tu le abbia fatto notare quell’errore, è più il modo in cui hai espresso il tuo intento: “So che in questo blog sessista contano solo le opinioni femminili e si censurano le altre”. E poi un commento che non c’entrava con il tema. Ammette che c’è stato anche un fine provocatorio.
    E poi non ti ho attaccato, ho espresso la mia idea e basta, forse è meglio che leggi bene cosa scrivo.
    E se evidentemente Mary ti aveva censurato un messaggio, non sarà stato certo per un contenuto privo di offese, o sbaglio?
    E non mi sembra che tu abbia tanto idee preponderati per la parità visti i tuoi commenti, ma questo è un altro discorso.

    Mi piace

    • vedi? Ho scritto sgrammaticato anche io, me ne sono accorta ora. Forse perchè sono stanca. Ma di certo non ne faccio un dramma perchè è solo un commento ad un post del blog, non è un articolo o un tema di italiano.

      Mi piace

      • danzatriceorientale

        L’ortografia viene spesso tirata in ballo quando si è a corto di argmrntazioni (non avendo una nostra foto a disposizione in cui trovare le pecche e paragonarci alla Rodriguez, sai com’è :D )

        A tal propsito ci tenevo a far notare che l'”abiamo” del mio primo commento è stato un errore di battitura, non sia mai ‘sti prof che girano mi prendono per analfabeta.

        Mi piace

    • @cocoValenttine e invece sbagli, perchè la prima volta che ho fatto notare i due errori di grammatica non avevo aggiunto altro.
      E quel commento è stato cancellato, solo perchè scritto da un uomo.
      L’unico modo per far valere la mia opinione era farvi notare l’atteggiamento sessista nei miei confronti, dove la mia opinione non viene rispettata e viene cancellato un commento oggettivamente corretto, solo perchè scritto da un uomo.
      E per di piu’ la censura viene fatta senza alcuna spiegazione !
      Io non ho MAI OFFESO NESSUNO/A e ti sfido a provare il contrario.
      Mentre mary mi ha piu’ volte accusato di essere uno stupratore !
      Io di argomentazioni ne ho molte, ma dubito che siate abbastanza aperte per comprenderle, quindi mi limito a postare cose semplici, ma anche su quelle vedo che ci sono delle difficoltà.

      Mi piace

      • Ti rispondo perchè mi sono sentita chiamata in causa. Il tuo atteggiamento è vittimistico. Cosa c’entra il fatto che sei uomo?
        Se avessi cancellato i tuoi commenti a quest’ora non scriveresti qui..mentre io non lo faccio perchè sono democratica e non sono sessista, appunto.
        Io cancello i commenti che insultano gli altri o quelli non coerenti con il tema che tratto (compreso lo spam). Infatti ho cancellato SOLO quel commento…mentre non cancello quelli che continui a scrivere, con le accuse che mi fai.
        Le accuse che mi fai sno fuori luogo…reggerebbero solo se io ti avessi censurato un’opinione differente dalla mia..mentre ho censurato solo una correzione grammaticale ad un utente. Non vedo nulla di sessista nel mio atteggiamento..
        Ti ripeto che ho molti lettori uomini qui dentro. Dimmi dove ti ho accusato, perchè temo proprio che stai mettendo in atto una stretegia per mettermi in cattiva luce.

        Mi piace

      • A Ercole:
        Hai presente quelle persone che sotto ad un video qualsiasi di youtube rispondono ad una persona a caso, su qualcosa che non c’entra nulla con il soggetto del video, per poi tirare su una discussione, che non si sa come, finisce su temi come la politica, o l’educazione, o. Questo è un esempio. E siccome tu mi sembri proprio una di quelle persone, che postano qualcosa a caso con l’intento di provocare, questo è il mio ultimo commento.
        Puoi dirmi quello che vuoi, non mi interessa non lo leggerò, o forse lo farò come prova di quello che ho scritto qua sopra. Non so se lo fai per divertirti, o per che cosa, ma l’opinione di quelli come te davvero non mi interessa, e non mi sfiora.

        A Danzatrice orientale:
        Hai proprio ragione, è quello che volevo dire io, ma tu l’hai espresso molto meglio. :)

        Mi piace

      • @cocoValenttine “quelli come me” ? Sono curioso di sapere a quale idea preconcetta ti riferisci, visto che non mi conosci ma pensi di avere una precisa idea di me, anzi di una categoria alla quale apparterrei, secondo te.
        sigh .. triste generalizzazione.

        Vorrei sbagliarmi ma il tuo atteggiamento, di non leggere le repliche che ti vengono fatte, non è esattamente sinonimo di apertura al dialogo. Insomma fai la scimmia che non sente. Con questo atteggiamento il dialogo è lontano anni luce qui dentro, ironicamente luogo che vorrebbe proporre l’idea di una donna che non è oca, ma in grado di sostenere una conversazione.

        Mi piace

  • Grazie Giulia della selezione esemplificativa :)… che pazienza che ce vo’.

    Mi piace

  • Oh mio Dio….innanzitutto vorrei dire a Ercole che credo sia molto meno grave un errore grammaticale, di questa pubblicità….oltre al fatto che questa donna ha largamente scassato le scatole, oltre al fatto che è un pessimo esempio per le giovani, resta il fatto che non ha niente di suo, ora, come ha detto danzatrice orientale, ogni volta che ricordi che queste tipe sono stra-rifatte e stra-ritoccate al photoshop, qualcuno ti dice “sei invidiosssa?”, beh no non è per invidia qui nessuno ha foto grazie a Dio, per dimostrare come siamo, e sinceramente non ce ne importa nulla, siamo tutte uguali carine, alte,basse,magre e in carne tutte con la stessa voglia di un paese migliore che non consideri una donna solo dall’aspetto, perchè se sei brutta sei discriminata in modi assurdi, se sei bella non è tanto diverso perchè tutti si aspettano da te che tu faccia la velina o ambisca a faarlo perchè per la società italiana quello è il massimo, quello è il sogno di tutte, quello è l’unico modo per essere qualcuno nella vita!….io ci tengo a precisare che Belen (o tante altre come lei) non hanno niente di loro, appunto per le ragazzine, perchè non si confondano a vedere certi modelli, ci sono migliaia di ragazze che si vedono brutte, grasse e inadeguate e iniziano a farsi del male fisico (anoressia,bulimia) appunto perchè ci rimpinzano di queste immagini platinate e false, dove queste signorine taglia 36-38 non possono avere guancioni con quella taglia, tantomeno con quella magrezza non possono avere seni con misura 3a, tantomeno sederi tondi….è tutto falso sono solo dei pupazzi usciti dalla “fabbrica dei corpi tumefatti”….

    lasciando questo discorso che ho voluto aprire io, solo perchè a 13-14 anni è massacrante vedere quella perfezione quando poi tu ti senti la più brutta del mondo!

    In questa pubblicità oltre che per l’ennesima volta vedere un corpo nudo, sottomesso e appetibile all’occhio maschile c’è un altro elemento da non sottovalutare e cioè le catene….ok, ora qualcuno dirà ma le catene rappresentano le collane,i gioielli da pubblicizzare……..secondo me no!
    Le catene sono il simbolo dello schiavismo, della mancata libertà…….e a me questa stesa in quel modo e attorcigliata in quelle catene, non mi sembra altro che una schiava, del mercato e di questa società maschilista che vieta la minigonna ma ti sbatte in faccia corpi di donne nude in tutte le posizioni!

    Mi piace

    • “a 13-14 anni è massacrante vedere quella perfezione quando poi tu ti senti la più brutta del mondo!”

      giustissimo, ma nonsolocomplessi mi viene da dire. quelli magari (e dico magari) si superano alla bell’e meglio crescendo, se non c’è un disagio più profondo sotto.

      quello che mi spaventa è la disumanizzazione verso cui ci dirigiamo: l’occhio, la vista, sono mezzi potenti che sovraeccitati come sono oggi da tv, foto, cinema (secondo me) rischiano di appiattire l’immaginazione.e ci spingono a pensare “quello che vedo è l’unica cosa possibile”. non riuscendo più ad apprezzare, quindi, tutto ciò che è meno che perfetto. la realtà non patinata diventa più brutta di quel che sarebbe se avessimo occhi “puliti”.

      non so se vi è mai capitato di accorgervi con ribrezzo che i volti (e le foto) di donne normali, vi sembrano quasi sbagliati e viene automatico notare mille difetti. che poi non sono nemmeno veri difetti ma, ad esempio, ti fa strano vedere uno zigomo non piallato, una rughetta non riempita, un accenno di borsa sotto gli occhi, un incisivo da coniglietto, un’occhiaia senza cerone, un capello che non luccica liscissimo.

      insomma l’ideale standard si è fissato pure nella testa di una “combattente” come me!
      non so immaginare quanto sia radicato nelle teste di chi non si pone dubbi, e accetta passivo gli ideali estetici di mercato.

      con gli uomini mi succede molto molto meno. forse perché tra i vari vespa, fede, costanzo, Lerner, di normalità e di difetti maschili in tv ce ne sono ancora un sacco (e beati loro!)

      ora vado… stanotte cerco di divertirmi e non pensarci troppo! ma è importante per me rifletterci almeno un po’ ogni giorno, grazie a voi posso permettermelo :)

      Mi piace

      • Mi è piacuto molto quello che hai detto Giulia, e lo condivido appieno!
        Oggi come oggi se non ha il viso tirato, le labbrone a canotto, le guancione da bambola, il seno come due sfere di Natale finte e immobili, ecc ecc …..risulti “diversa” e quindi brutta!
        Oggi se non fai parte di certi stereotipi sei brutta, se porti una 42 sei in carne, se non hai il capello luccicante sei un cesso, se porti una 1a-2a sei piatta (ma non piatta di petto, ma insignificante), a me infatti capita invece l’opposto, inizio ad apprezzare anche un naso bruttino, o delle rughe, o un seno seppur piccolo ma naturale,insomma anche dei difetti che comunque ti distinguono da questa mostruosità, da questi zombie di silicone per me stanno diventando apprezzabili non solo dal punto di vista fisico ma umano, perchè dimostrano peronalità, coraggio e assoluta voglia di non voler far parte della massa e di questa squallida società!

        Mi piace

  • danzatriceorientale

    Sapete qual è il problema? Che queste donne da giovani credono di essere emancipate e invincibili solo perché posano nude e danno delle bigotte invidiose a chi le critica… nel momento in cui invecchiano e il loro corpo sarà sostituito da uno più giovane perché divenuto inservibile anche se esiste il fotoritocco e la chirurgia plastica (che ti migliora, ma non fa il miracolo di restituirti la giovinezza, quindi si mettano l’anima in pace quelle che ci sperano), allora sì che si renderanno conto di essere state trattate come degli oggetti, buttati poi via perché logorati.

    L’altra cosa preoccupante è che, di fronte all’immagne di una donna nuda in uno spot che non sia di un bikini o di un capo intimo, un uomo abbia bisogno di chiedere cosa c’è di così scandaloso e come andrebbe pubblicizzato un prodotto, come se oramai la nudità fosse diventata una cosa scontata, al punto che dire che la pubblicità venderebbe anche con una donna bella ma vestita costituisce un’eresia: tra un po’ arriveremo al punto in cui l’uomo sarù così rincoglionito che preferirà schiattare di bronchite solo perché il medicinale non è pubblicizzato da una donna con le tette di fuori.

    Mi piace

    • Si infatti la Belen tra qualche anno che qualche altra silicon-girl l’avrà sostituita, capirà cosa ha rappresentato, nel frattempo come dici tu avrà aggiunto tanti zeri al conto in banca, che però se li sarà fumati tra cocaina ed interventi chirurgici…e quindi fra 3-4 anni invece di Califano ci ritroveremo lei che vuole la nostra carità…perchè non ce la fa ad arrivare a fine mese :D!

      La cosa grave non è la nudità fine a se stessa, ma come viene usata e soprattutto come viene mercificata…negli anni ’60 si gridava di spogliarsi per liberarsi dalle catene e dal bigottismo, a distanza di 40-50 anni la mentalità è rimasta sempre quella, ma sono tutte nude, perchè?…..Perchè appunto schiave degli uomini e della società maschilista!
      Io non sò se gli uomini si fanno influenzare da queste pubblicità (noi non sappiamo perchè da quanto pare i compratori possono essere sempre e solo gli uomini, dalla mortadella e mozzarella alla tim fino ai gioielli), ma se lo fanno sono davvero idioti perchè se la wind fa offerte migliori della tim, io come un ebete vado ad acquistare la tim solo perchè c’è quella siliconata che lo pubblicizza?…non posso credere che l’idiozia arrivi fino a questo punto!

      Mi piace

  • danzatriceorientale

    perchè dimostrano peronalità, coraggio e assoluta voglia di non voler far parte della massa e di questa squallida società!

    >>> Vero, oggi ci si distingue dalla massa rimanendo naturali, ma sai che una certa Marika Fruscio che si è rifatta una sesta o settima se n’è uscita dicendo “Mi fa piacere avere un seno che si distingue dalla massa”… te l’ho detto, queste sono talmente piene di sé (e obnubilate dal silicone) che non solo si credono emancipate, ma addirittura che si distinguono dalla massa per essersi rifatte le tette! Andiamo bene!!!

    Mi piace

    • @Fabiana sono d’accordo sulla meraviglia del saper apprezzare “i difetti che comunque ti distinguono da questa mostruosità, da questi zombie”.
      quello che mi sconvolge è che io invece ho un momento di smarrimento: noto istantaneamente le “differenze dagli zombie” e ancora prima di giudicare, io registro che una donna ha pochi capelli, oppure i capelli crespi, o ancora porta la XL oppure si presenta in scarpe da ginnastica invece che col tacco 12… e questi dettagli assolutamente ininfluenti mi colpiscono come se fossero anomalie. vorrei non farlo questo passaggio, vorrei non accorgermi della normalità come se fosse eccezionale. vorrei non dover ammirare una donna solo perché riesce a essere se stessa: non dovrebbe essere una conquista ma un processo del tutto banale. e invece…
      ammetto una mia colpa: guardo troppa tv. in prevalenza film e telefilm… e là le protagoniste sono irrimediabilmente perfette per la maggior parte.

      “Marika Fruscio che si è rifatta una sesta o settima se n’è uscita dicendo “Mi fa piacere avere un seno che si distingue dalla massa””

      è il paradosso! lo dice la stessa persona che al minimo segno di sincera, genuina unicità (un naso importante, una ruga d’espressione o di vita vissuta, un capello bianco, una taglia diversa)… presumibilmente andrà in crisi profonda e correrà dal chirurgo e dall’estetista per “fixare” l’errore/orrore.
      davvero affascinante.

      Mi piace

      • danzatriceorientale

        Forse farei meglio anch’io a guardarli nelle altre, i difetti, anziché fossilizzarmi sui miei, veri o presunti, ma a causa dei quali soon anni che non mi metto in bikini in spiaggia… dico questo perché se magari pensassi più ai difetti altrui, potrei farmi quattro risate su di loro, non pensare ai miei e mettermi in bikini senza tante pippe mentali, ma proprio non mi riesce.

        Mi piace

  • danzatriceorientale a scanso di equivoci io non rido per un corpo bello-brutto-elegante-impacciato-imperfetto-perfetto. ho un altro tipo di umorismo.
    (e poi noto anche i miei mille difetti :) cercando di non prenderli come una condanna )

    Mi piace