Odio stirare

LOGO%20DE%20LONGHI

Come dire: Tu sei donna e quindi anche se non ti piace fare i lavori domestici sei comunque costretta a farlo in quanto tale. E ti rifilano il prodotto più tecnologico che però praticamente non ti cambia la vita perchè stirare lo devi fare comunque.

Mica ci pensano che potrebbe farlo il marito al posto tuo se non hai proprio voglia o se odi stirare. Sopratutto se si tratta di camicie maschili.

Lo spot della DeLonghi che non ho trovato ancora su Youtube, piazza una bella sfilza di camicie maschili da stirare. Con il nuovo ferro da stiro che non stira da solo, fa venire entusiasmo a stirarle tutte.

La vicina di casa poi che odia stirare anche lei, anzichè farsi aiutare in casa, consegna un altro cumulo di roba all’amica.

Mi devo proprio chiedere: perchè gli spot ancora oggi promuovono un modello femminile a metà tra casalinga remissiva e tra oggetto di desiderio maschile?

Perchè nelle famiglie della pubblicità è priprio difficile concepire che un marito possa dare una mano o per lo meno stirare le sue cose (che sarebbe pure il minimo)?

Qualche pubblicitario però ci arriva a malappena a pensare che forse sarebbe più paritario rappresentare famiglie che si dividono i ruoli domestici anche per lanciare un messaggio educativo ai bambini che li guardano.

E’ uno spot di Mulino Bianco mi pare.  C’è una famiglia che si divide il tempo libero dedicandosi ai bambini.

C’è il padre che si occupa del bambino chiamandolo ironicamente “appuntamento con il capo“. la mamma che porta i bambini al parco come “un servizio taxi“.  

Insomma, una famiglia che per lo meno  sfata lo stereotipo che vuole la gestione dei figli sia compito esclusivo della donna.

Qui non ci sono uomini che pensano solo a lavorare, ma tutti e due si occupano dei figli. Tutti e due, in modo paritario, ma fino ad un certo punto.

Lo spot sembra non voglia sbilanciarsi più di tanto. C’è però uno stereotipo sessista: lo spot non accenna minimamente se la donna lavora o meno. Lui alle nove fa la “palestra” in ufficio e lei cosa fa a quell’ora?

Fa un part-time dal momento che porta i figli a passeggio alle sei?

Non ha un occupazione dal momento che impegna il pomeriggio a portare i bambini in giro?

L’occupazione della moglie ci lascia parecchi dubbi e non viene citata, come se facesse scandalo o come se non fosse importante.

Inoltre la cura dei bambini per i padri è rimandata alla sera cioè quando non lavorano.