Guardateci negli occhi

Forehead tittaes

Dagli Usa uno spot per affrontare il problema delle molestie sessuali sul lavoro.

L’attrice francese Marion Cotillard pubblicizza un paio di piccole tette  da applicare sulla fronte. L’intento non è commerciale ma provocatorio e sarebbe quello di fronteggiare ironicamente la classica usanza sessista di guardare il seno delle donne mentre si parla a quattr’occhi. Un usanza che lede l’autorevolezza di tutte, specie se in ambiente professionale.

Le “Forehead Tittaes”  (“Tette frontali”) non sono in commercio, ma introducono con ironia un vero problema, quello delle donne nel mondo del lavoro, in cui spesso subiscono molestie o non riescono ad essere prese sul serio.

Il video, diretto da Jake Szymanski, è apparso sul sito Funnyordie.com.

In Italia uno spot del genere sarebbe impensabile. Per carita di Dio! meglio continuino le vecchie tradizioni:  il vecchio consiglio di coprirci, come se un uomo fosse legittimato a guardarci il seno e trattarci da oggetti per non perdere la propria mascolinità. Un discorso che fa certo parte della cultura dello stupro, vecchia figlia del patriarcato.

Non mi sorprende che questi consigli provengano dagli stessi che non vogliono perdere l’abitudine di  guardarci le tette. Sono uomini che non vogliono considerarci persone e di conseguenza non vogliono che pretendiamo rispetto.

Inoltre nessuna attrice realizzerebbe uno spot simile. Il mondo dello spettacolo italiano è un ambiente dove le donne fanno a gara a chi ce l’ha più grosse..a colpi di calendario e chirurgia estetica. Non mi sento nemmeno di giudicare visto che mostrare le tette nel mondo dello spettacolo italiano pare sia un obbligo.

Eppure questo spot sarebbe perfetto nel nostro Paese, dove addirittura se ti presenti alla premiazione di un’opera letteraria, viene incitata la folla a concentrarsi sul tuo decolletè.

21 commenti

  • Se io andassi girando con la patta aperta ed il gingillo ben visibile, tu sei sicura che punteresti gli occhi dritti nei miei, oppure lo sguardo lì giù ti cadrebbe?

    Non sempre è sessista tutto quel che sembra sessista. E’ alquanto imbarazzante dover parlare con una bella donna dal decolleté prorompente ed in bella mostra, evitando che l’occhio cada proprio lì. Non potreste, voi donne, evitare di indossare un certo tipo di abbigliamento se poi ritenete fastidioso che ciò che voi stesse mettete in mostra venga osservato?

    Altrimenti me la spiegate l’esigenza di mettere in mostra qualcosa che non vi piace venga guardato?

    Mi piace

    • Come non detto! per chi pensa che dica cazzate, avete un esempio che la cultura italiana retrograda che sto denunciando è stata confermata!
      Che ne dici se indossassimo un bel burqa?

      Mi piace

      • Ah certo, perché tra il non mettere in mostra le tette ed un burqa non c’è via di mezzo, no.

        Noto comunque che non hai saputo rispondere alla mia abbastanza semplice domanda. Spero in un sussulto d’onestà intellettuale. Ci spero ancora.

        Mi piace

      • Fabio la mia è ironia.
        Tanto le tette ce le guardano comunque. A volte pensate che a noi faccia piacere. Io penso che dipenda dal contesto. Non è bello ricevere complimenti simili (se così si possono chiamare) se stiamo parlando di cose serie, ne va dell’autorevolezza. Alcuni uomini pensano di avere sempre delle prostitute come interlocutrici, perchè tendono a considerare tutte tali tranne la loro madre.
        Non è questione di abbigliamento. Una può essere libera di mostrarle. Ma quando una parla di cose importanti o si presenta al lavoro che sia scollata o meno non è bello che le si guardano le tette. Allora che diresti se la donna che sia davanti è brutta?
        Molti glielo dicono in faccia o glielo fanno capire (un esempio berlusconi con la bindi), non penso che lei debba coprirsi perchè troppo brutta. Beh secondo me è lo stesso discorso.

        Mi piace

      • Ma io son d’accordo che dipende dal contesto, e se un uomo ti punta le tette anche se non le stai mettendo di proposito in mostra è l’uomo ad essere quantomeno incivile, per non parlare degli apprezzamenti alla Bruno Vespa.

        Ma non pensare che ad un uomo faccia piacere quando gli si para davanti una donna con un decolleté in tutta evidenza in un contesto che non sia una cena a lume di candela. E’ decisamente imbarazzante dover mantenere un contegno mentre si lotta – perché in certi casi arriva ad essere una vera e propria sfida – con l’impulso anche atavico e biologico di rimanere affascinati da un petto in forma.

        Mi piace

      • Problema maschile infatti.

        Mi piace

    • “Se io andassi girando con la patta aperta ed il gingillo ben visibile, tu sei sicura che punteresti gli occhi dritti nei miei, oppure lo sguardo lì giù ti cadrebbe?”

      L’esempio corretto sarebbe “Se io andassi girando con la camicia aperta ed i pettorali ben visibili, tu sei sicura che punteresti gli occhi dritti nei miei, oppure lo sguardo lì giù ti cadrebbe?”

      (al massimo ti concedo il jeans strappato con un accenno di natiche visibile…)

      Questo è un paragone equo. Ovvio che un seno oggi non dà scandalo quanto un pisello (o una patata) in bella mostra!

      Aggiustata la domanda, è facile rispondere: ti guarderei negli occhi, e se l’occhio cadesse sul jeans strappato o sulla camicia sbottonata, NON ci si fisserebbe compiaciuto.

      Comunque cito di nuovo quel tale che disse: se un uomo non riesce a mettere la volontà prima dell’impulso alla scopata, (o come dice Fabio “l’impulso anche atavico e biologico di rimanere affascinati”) è solo un idiota schiavo delle proprie erezioni… e non se ne dispiace nemmeno.

      Lo spot è caruccio! :)

      Mi piace

    • Fabio, di certo mi cadrebbe lo sguardo lí, e ti avvertirei subito, guardandoti in faccia, che hai la bottega aperta.
      Posso dirti anche che dove lavoravo prima, in Germania, c’erano alcuni colleghi che molto manifestamente mi buttavano lo sguardo lí, mentre si parlava: e ti assicuro che io non sono una gran bella donna, e non andavo in giro con la camicia aperta. Era proprio una loro abitudine che adottavano con qualunque persona di tipo XX che capitasse a tiro.
      Inoltre, nel caso di decolleté prorompente, posso anche capire che l’occhio possa posarsi lí di tanto in tanto, ma non che ci resti incollato per tutto il tempo di una conversazione: e ti assicuro che accade, anche in un caso come il mio alle condizioni riportate sopra.

      Mi piace

    • danzatriceorientale

      Fabio, guarda, che l’occhio ci cada per un momento ci può pure stare, certo però che, se in un conversazione di mezz’ora, 29 minuti sono spesi a guardare le mie tette, diciamo che inizierei a sentirmi un po’ risentita.

      E, dato che ci si dice spesso che noi donne facciamo quello che dicono gli uomini per assecondarli, soprattutto nell’estetica e dato che molti di voi vorreste che ci coprissimo mentre a me, ad esempio, piace girare scollata, la mia risposta è NO, non mi copro solo perché me lo chiede un uomo, ma solo se mi viene il raffreddore e sto male io.

      Inoltre, colgo l’occasione per dire che a me non dà fastidio l’apprezzamento degli uomini sulle scollature, no, fosse quello… la cosa che mi fa innervisire èp che molti sono convinti di essere simpatici quanto un comico di Zelig, nel fare battute OBSOLETE su “davanzali”, “bocce da bowling”, “pere” e via discorrendo.

      Mi piace

  • non sapevo mica che fosse una fatica così sovrumana quella di alzare lo sguardo dalle tette della donna e guardarla negli occhi e passare ad altro… Dovrebbero dedicarci un poema cavalleresco, caspita…
    Ironia a parte, francamente agli impulsi atavici non credo, sono solo scuse, se una persona sa controllarsi ed è educata bene, altrimenti o si fa vedere da uno psicanalista, o ammette senza ulteriori ipocrisie e scusanti che gli piace comportarsi così perchè è così che pensa sia giusto e lecito comportarsi…
    Se no perché hanno sempre la scusa pronta, tipo ‘è l’istinto, sono le donne che non si coprono, bla bla bla’?
    Poi insomma diciamocelo, non vedo in giro tutte queste donne con le tette quasi tutte di fuori, diciamo pittusto che a certi uomini basta anche l’accenno del solco tra i seni per sentirsi legittimati a commentare… E naturamente mica sono loro che devono sapersi reglare, no, siamo noi donne a doverci coprire… Cosa cavolo pretendono, mi chiedo, che ci portiamo lo scialle nella borsa e che ce lo mettiamo addosso fino a che non siamo nell’unico contesto in cui secondo loro va bene essere scollacciate, la cena col fidanzato?

    Mi piace

    • danzatriceorientale

      Maria, e certo, la donna solo al fidanzato deve mostrarsi, un po’ come nella cultura islamica, dove le donne devono girare coperte e agghindarsi dentro casa, ma solo per il marito. Però loro le guardano, les européenne mezze nude e, in quanto tali, metirevoli solo di essee chiamate “puttane” (charmute) e di essere fatte oggetto di sguardi insistenti e apprezzamenti pesanti che si vanno a cercare, altrimenti non andrebbero in giro così conciate.

      Come puoi notare, le due culture, per quanto lo si voglia negare, hanno molte affinità, anche se all’uomo fa molto più comodo soffermarsi sulle divergenze e in particolare gli piace far notare come noi dovremmo essegli grate perché non ci prende a sassate/frustate/fucilate per ogni contraddizione.

      Mi piace

  • Si ma infatti gli uomini con questa scusa sono ridicoli!!Una volta mi sono sentita dire da un mio professore che l’uomo non può “contenersi” dal guardare,apprezzare,ecc ecc….perchè l’uomo ha gli organi genitali ESTERNI…quindi è un animale???
    L’unica cosa che ci differenzia dagli animali è l’istintoooooooooooo…e con questa scusa primitiva che gli uomini per natura GUARDANO ….c’avete rotto le scatole!!!
    Ma che significa…se non vuoi essere guardata le tette non devi metterle in mostra???
    ….ma ti rendi conto della mostruosità che hai detto??…ma poi chi ti dice che le abbia messe in mostra apposta per qualcuno??e se piace mettere a me una maglia scollata??…cioè queste sono cose del paleozoico!
    E’ come quando una va in giro con la minigonna e qualcuno tenta di stuprarla,o fa commenti…ecc ecc….beh scosciata così se l’è cercata nooo??

    Mi piace

    • danzatriceorientale

      Fabiana, ieri su un video di youtube dicevo che una donna deve curare l’estetica SOLO per se stessa, non per gli altri, ma mi hanno detto che stavo mentendo a me stessa e che noi lo facciamo per gli uomini, che siamo animali sociali e quindi ci omologhiamo al branco e cazzate simili.

      Era un uomo che parlava, ma la cosa è irrilevante perché, ahimé, è un’opinione unisex e che fino a qualche anno fa anch’io appoggiavo: non a caso, lo ammetto, una volta curavo la mia estetica per assecondare gli uomini, ma adesso non me ne frega più niente di loro, eppure questa cosa che ci si cura per se stesse, che si antepone se stesse agli altri, è molto difficile da mandar giù, sia per gli uomini, sia per le dnne.

      Mi piace

  • ciao Mary, ti segnalo questi video, non so se li avevi già beccati da qualche parte….http://suddegenere.wordpress.com/2010/09/12/la-donna-ideale/
    beso

    Mi piace

  • danzatriceorientale

    Se non vuoi apprezzamenti sulle tette, non metterle in mostra = Se non vuoi essere violentata, non mettere la minigonna.

    Devo aggiungere altro?

    Mi piace

  • Innanzitutto complimenti per il blog. :)
    Posso dire una cosa senza che mi scanniate? Io sono una ragazza bisessuale, e devo dire che una scollatura generosa attira parecchio lo sguardo, anche più di quanto lo attiri la camicia slacciata in un ragazzo con un bel paio di pettorali, questo perchè comunque il seno è una parte che protrude e quindi, già per la sua conformazione, attira l’attenzione.
    Questo non vuol dire che se vedo una donna con un bel seno passo tutto il tempo a guardarle le tette, ma certamente ammetto che più di una volta mi ci cade l’occhio, e quindi questo cosa significa?
    Che sono un’allupata cronica? Che sono un uomo? :) O che comunque è una cosa naturale? :)
    Insomma, non voglio fare polemica, nè difendere i bavosi, ma non è che a volte si esagera un po’ a considerare maschilismo tutto ciò che riguarda l’apprezzamento dell’estetica altrui?
    Anche perchè comunque i canoni estetici sono personali, non è detto che venga guardata solo una “bella” donna con un “bel” seno, come quelle proposte dai media :)
    Grazie per lo spazio concessomi.

    Mi piace

    • C’è modo e modo… C’è donna e donna… C’è lo sguardo discreto e c’è la prevaricazione visiva.
      Lo sguardo cade, e può anche ricadere, sul décolleté – non nego nemmeno che ci siano lavoratrici che sfruttano un accenno di tette per ammansire capi e clienti, può essere! – ma se lo sguardo regolarmente si fissa sulla zona seno c’è qualcosa che non va, inizia a essere imbarazzante. Si impone un’attenzione scopaiola che in realtà si potrebbe accantonare almeno sul lavoro, ti pare?

      A me a volte danno fastidio anche gli sconosciuti che abbordano con insistenza senza sapere nulla di me… E metti il caso limite: magari io mi sono vestita provocante sì, ma sono lesbica e volevo provocare solo la mia donna…!!!
      Anche in quel caso non posso essere infastidita dal maschio allupato che crede di poter osare tutto se io oso non vestirmi castigatissima?

      Non so se il mio discorso è chiaro, voglio precisare: per me la bellezza va apprezzata e gustata, ma nel giusto contesto o ALMENO con i modi giusti. Stando attenti con i propri gesti a non prevaricare l’interlocutore/l’interlocutrice.

      Può essere che una scollatura venga a sua volta considerata una prevaricazione… che mette “a disagio” l’interlocutore facilmente (troppo facilmente) eccitabile. E quindi per difesa si reagisca “ammirando” (prevaricando) con lo sguardo. Ma non ci voglio pensare, è troppo sconfortante, specie in un paese di veline scosciate! Sembriamo schizofrenici…

      Mi piace

    • Beh, per me c’è una certa differenza tra un commento magari anche scherzoso fatto da un uomo a una donna in un contesto goliadico e amichevole, e il commento di certi uomini con la faccia arrapata che ti fissano come fossi una succulenta bistecca, in contesti inappropriati (vespa docet)

      Mi piace