Special stereotipi

sexist

Questo è l’ultimo spot della Special K di fine estate. Uno spot che presenta ruoli di genere molto stereotipati. In realtà sarebbe dell’anno scorso ma ce lo propongono anche questo autunno.

Gli uomini, vanno al bar, guardano la partita e giocano ai videogames. A loro è permesso bere e mangiare e bere ogni tipo di roba ingrassante ed essere spensierati. Alle donne no! Appena finita l’estate devono mangiare solo cereali perchè devono essere sempre belle e perfette.

In realtà, secondo la Special K, dovremmo mangiare così per tutto l’anno. Infatti ogni stagione ha il suo spot. Devi essere magra in estate e in inverno. Devi preoccuparti per la linea e pensare solo all’aspetto estetico. Non puoi permetterti di divertirti con i videogiochi, a meno che non sia la Wii Fit.

 Devi farti bella affinchè quegli uomini distratti dalla partita e dalla Playstation ti notino.

Sul sito ci sono tutte le regole per una linea perfetta e gli indici di massa corporea.

C’è una tabella che ti permette di inserire i dati, invitandoti a farlo perchè tantissime donne si sono rivolte a loro.

Il risultato del test è che devi mangiare cereali almeno per due pasti. Menu che non sarebbe adatto nemmeno al mio canarino. 

In nessuna pubblicità vedremo mai una donna ingozzarsi come un maiale. Se una donna della realtà avesse imitato quelle della pubblicità sarebbe anoressica. Ora non dico che nella realtà alle donne è permesso ingozzarsi, anzi. Se una donna mostra gola allora è un peccato capitale. Tutti le ricordano che va incontro ad un futuro da obesa, ovvero la consecutiva perdita del sex-appeal. 

Nella nostra società se sei donna non devi mai nè esagerare nè eccellere in nessuna cosa. Non puoi avere troppo apetito nè sessuale nè alimentare, se no sei lussuriosa e golosa e in questo caso rischierai sicuramente di diventare invidiosa se vedi “altre tue rivali” belle e magre. Non puoi nemmeno mostrare troppa ambizione perchè se no sei pure superba.

Ne tanto meno arrabbiarsi e bestemmiare, perchè se no sei pure iraconda o acida (come si dice oggi).

Io credo che tutto ciò abbia origini religiose. Sei donna, in quanto tale secondo la Chiesa, essendo peccatrice il doppio, non puoi permetterti il lusso di avere vizi.

Andiamo avanti. Sul sito della Kellogg’s ho trovato poi questo banner animato che porta direttamente sul sito della Special K:

C’è una mano maschile che tenta di fotografare una donna in ogni parte del corpo, per valutare la sua magrezza. A me danno l’impressione di essere scatti da maniaco, quelli fatti alle zone intime. Il banner indica che l’aspetto estetico è un traguardo da raggiungere più che altro per il piacere maschile. Magari gli stessi maschi che secondo la Special K si fanno crescere la pancia davanti alla televisione.

 

15 commenti

  • mamma mia che tristezza… più che altro sembra che le donne in pubblicità abbiano ragione di sorridere solo quando sono magre, senza rughe, elogiate dalle amiche, ammirate dagli uomini etc…. in pratica dopo aver usato ogni prodotto pubblicizzato…

    Mi piace

  • Finalmente un post sulla Kellogs! Li detesto profondamente!
    Fanno gli spot sul genere pure in scandinavia: una ragazza normale, anzi magra, che cambia vestito diverse volte davanti lo specchio perché si vede troppo grassa (!)
    A me sta bene che si cerchi di propagandare uno stile di vita sano, con prodotti naturali e salutari (che poi, a dirla tutta, i cereali della kellogs sono sufficientemente zuccherati da non essere proprio cosí sani…).
    Quello che mi dá fastidio, é che:
    1- i destinatari delle campagne sedicenti salutiste siano praticamente solo le donne (veramente gli uomini non hanno problemi d’obesitá??)
    2- queste menate sul peso forma non vengano fatte tanto per la salute, quanto per l’aspetto estetico, e l’aspetto estetico ovviamente in funzione di un giudizio maschile.

    In italia notai addirittura uno yogurt con la scritta “ti senti gonfia?”, il danone mi sembra, evidentemente destinato alle donne, come se le donne solamente avessero problemi di gonfiore. (ma sará proprio cosí, che gli uomini non hanno mai problemi con l’apparato digerente? a sentire il mio moroso non mi pare).

    Inoltre, guardando i programmi televisivi (italici), quando si arriva alla cosiddetta sezione “di medicina”, i problemi di salute delle donne sono presi in considerazione soltanto se implicano ripercussioni a livello estetico o della sfera riproduttiva (gambe varicose, pelle, tumore al seno).
    Mi ha stancata l’uso del pretesto della salute per andare in realtá a parare sulla questione estetica.

    Mi piace

  • “Mi ha stancata l’uso del pretesto della salute per andare in realtá a parare sulla questione estetica.”

    Non posso che quotare. E poi, una dieta di latte con i cereali non è dimagrante in senso stretto… le quantità devono essere minime come per pasta, fette biscottate, pane. Sono solo bugie (nutrizionali) su bugie (sessiste)…

    Mi piace

  • danzatriceorientale

    Riguardo il peccato della gola, una volta mi incazzai sotto il video di un noto calciatore che decantava le sue qualità di buona forchetta parlando delle tagliatelle e le tigelle che gli preparava la mammina e scrissi questo:

    “E bravi questi calciatori! Loro si ingozzano come porci (o almeno confessano a cuore aperto il loro amore per la buona cucina) e poi a fianco pretendono top model e veline super magre”.

    Vi segnalo comuque questi gruppi di facebook, per rimuovere i quali nessuno fa nulla perché, si sa, questi quattro buonisti perbenisti si indignano solo per cose che fanno loro comodo tipo le discriminazioni contro l’omosessualità, la sindrome di down, la pedofilia, il maltrattamento degli animali, la lapidazione in Iran e poi… davanti a queste manifestazioni di razzismo, discriminazione e svilimento pari a quelli nanifestati nelle pagine contro le categorie summenzionate, gli stessi buonisti contro il razzismo scuotono la testa e minimizzano dicendo: “Suvvia, si tratta solo di gruppi creati da troll! Basta ignorarli” (e perché, gli altri gruppi contro down, omosessuali & co. chi li crea, mia nonna? Perché loro allora non li si deve ignorare e quelli che offendono le “ciccione” sì???)

    http://www.facebook.com/?ref=home#!/group.php?gid=123674790988210&ref=ts

    http://www.facebook.com/group.php?gid=67619918792&ref=search

    http://www.facebook.com/pages/MI-FANNO-SCHIFO-LE-CICCIONE-CON-LA-MINIGONNA-O-I-PANTALONCINI-ATTILLATI/53691917064?ref=search

    http://www.facebook.com/group.php?gid=33838417249&ref=search

    http://www.facebook.com/group.php?gid=95287253919&ref=search

    http://www.facebook.com/group.php?gid=54449191092&ref=search

    Mi piace

    • ho notato che poi sono molto spesso le donne ad incitare l’odio in base all’aspetto estetico…è questo è vergognoso..qualcuna incita pure l’anoressia..come questa:

      io porto la taglia 38, ho delle misure stupende e il piercing all’ombelico… ho una pancia stupenda ke tutti mi guardano…
      evviva le magre!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

      Mi piace

      • danzatriceorientale

        Guarda, non metto in dubbio che esistano donne vipere, ma non lasciarti trarre in inganno, perché dietro i creatori di questi gruppi spesso e volentieri si nascondono dei pippaioli adolescenti MASCHI che usano falsi profili: uno di questi è il creatore di “W le magre nascondiamo le ciccione”, il quale ha passato talmente tanto tempo a perseguitarmi su youtube, che lo riconoscerei persino a occhi chiusi.

        Mi piace

    • Li ho segnalati tutti ma non sapevo che motivo mettere: in realtà x me questi sono incitamenti all’odio verso una presunta “razza”, ovvero contro un gruppo di persone che condividono solo tratti fisici.
      Però so che nessuno capirebbe.
      Allora l’ho segnalato come incitamento all’odio verso persone disabili, in fondo le persone molto obese sono anche inabili a certe attività…

      Mi piace

  • Non sono su Facebook, ma la prima cosa che farei sarebbe proporre un gruppo contro gli imbecilli, quelli sì danneggiano la società! Devo purtroppo confermare: un sacco di gente, non importa il genere, disprezza le persone grasse in generale, ma il loro odio si indirizza molto di più alle donne che agli uomini sovrappeso. Questo si basa su una serie di pregiudizi sessisti assai tristi: una donna DEVE preoccuparsi della linea, non deve mostrare troppo piacere nel mangiare, i suoi appetiti sono inaccettabili. Il presupposto, falso, è che se una persona ha un peso superiore all’intervallo di normalità previsto dalla sua altezza, vuol dire che sta tutto in giorno in casa a ingozzarsi, non ha cura di sé, è PIGRA, LASCIVA e altri orribili peccati. In realtà sappiamo benissimo che il BMI è una misura generica che non tiene conto di parametri importanti, e che ci sono persone che, pur alimentandosi come gli altri, sono sovrappeso. Inoltre essere sovrappeso non vuol dire necessariamente essere in cattiva salute. Ma vedo che queste argomentazioni non servono a nulla. Una volta un’amica, piuttosto fissata con le diete e ossessionata dal suo aspetto, mi disse che le persone grasse “non si volevano bene” e “è colpa loro se SONO così”. Vorrei vedere se si dicesse questo di una persona con altro tipo di “diversità”. Quanto agli obesi gravi, sicuramente ci sono problemi seri alla base della loro condizione, di solito di tipo psicologico, ma non capisco perché se siamo indulgenti con le persone con problemi di dipendenza dalla droga o dall’alcool, disprezziamo come paria quelli che hanno come malattia la dipendenza da cibo o l’alimentazione compulsiva.

    Mi piace

  • Questo pezzo è straordinario :D ….ineffetti è verissimo ci appioppano sempre qualcosa al limite….cereali a pranzo e a cena, assorbenti da perizoma (vorrei sapere chi li usa poi)…..vabbè con gli assorbenti poi si sbizzarriscono in modo particolare….e lo fanno proprio perchè ancora nel 2010 ci vogliono far vergognare o sentire in imbarazzo in quei giorni….io sò che da un momento all’altro usciranno nuovamente quei detti strani “non passare vicino le piante quando hai il ciclo mestruale….perchè la fai seccare”!
    Ormai stiamo tornando all ‘800…dove le donne erano o casalinghe (quindi per bene), o puttane o streghe (femministe,pseudo-femministe o solo semplicemente donne con cervelli pensanti)!!

    Mi piace

  • Dimenticavo: se conoscete un po’ l’inglese, esistono dei blog molto interessanti di giovani americane che trattano il tema dell’obesità e dell’immagine corporea come “feminist issue” (negli Usa, paese con un numero molto alto di obesi, le discriminazioni sono un tema rilevante). Vi mando i link di quelli che conosco:

    http://kateharding.net/ (è il blog “Shapely prose” moderato da Kate Harding, una giovane giornalista e attivista dei diritti civili. Ultimamente però aggiorna poco )

    http://wearetherealdeal.com/ di autrici varie

    http://the-f-word.org/blog/

    Mi piace

  • bello il gruppo FB…

    Mi piace