Dizionari sessisti?

femminile

Il primo aggettivo che ho digitato su Virgilio è “maschile“. Gli aggettivi sono pochi e positivi, esprimono forza, vigore, energia. Al femminile troviamo aggettivi negativi come: molle, snervato, fiacco accompagnato a sinonimi positivi  ma stereotipati come grazia e armonia,dolcezza, tenerezza e fragilità.

Poi digito maschio. Il sinonimo femmina c’è ma assieme a donna compaiono: donnicciuola, femminuccia, termini con cui viene descritto negativamente un uomo che si comporta da femmina.

Andiamo avanti e digitiamo la parola donna.

Troviamo stereotipi sulla gentilezza, debolezza, e la bellezza che sommati perfino ai mestieri stereotipati ne viene fuori una bella monnezza sessista.

Qui viene il bello:

L’uomo è anche persona, essere umano, individuo e in più c’è una lista di mestieri stereotipati.

Andiamo avanti. Sono andata su http://grammatica-italiana.dossier.net e ho digitato donna. Guardate un pò:

Appaiono parole che alludono alla moralità della donna e mestieri stereotipati. Cosa diversa accade per uomo:

Allora mi chiedo: Sono sessisti i nostri dizionari o la nostra lingua ?

4 commenti

  • io ho un dizionario dei sinonimi e contrari degli anni sessanta…
    cerchi maschio trovi ‘virile, forte, robusto, vigoroso’
    cerchi maschile trovi ‘virile, mascolino, maschio’
    cerchi uomo trovi ‘maschio, persona, essere umano, essere pensante / plur. uomini: genere umano, sesso forte’ contrario? ‘donna, sesso debole, gentil sesso’

    fin qui niente di che…

    cerchi femminile trovi ‘muliebre, femmineo, effemminato (?)’
    cerchi femmina trovi ‘donna, femminuccia, femminetta’

    ma ora tenetevi forte… arriva il meglio:

    cerchi ‘donna’? trovi un SACCO di parole, tra cui cito le perle ‘femmina (dell’uomo), figlia d’Eva (!), matrona, bimbetta, zitellona, maritata, vedova, figlia, madre, nonna, ava, donnaccia, bagascia, prostituta, contadina, serva, donna di servizio, strega (!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!), maga, megera, virago (eh?), arpia, furia, sirena, befana, il contrario? maschio, uomo. per gli uomini tutto qui. Insomma, noi donne siamo uno zoo di creature immaginarie.

    Puoi immaginare al momento che voglia che ho di buttare il dizionario dalla finestra….
    Quindi non è la lingua a essere sessista, siamo NOI, poi dice che gli stereotipi non ci riguardano… Gli uomini al massimo devono preoccuparsi del ‘pensano solo al sesso’ e del ‘sono tutti porci’…
    Capirai, in confronto all’arsenale secolare che noi donne dobbiamo sopportare ancora oggi nel 3 millennio… Tutta roba che si traduce in aspettative (tipo che da piccola ti vogliono già brava donnetta di casa mentre ai maschi gli si chiede di essere bravi calciatori), che se non vengono fatte proprie dalla donna in questione allora cominciano le rogne (tipo arrivi a trent’anni e tutti attorno a chiederti quando ti sposi, quando figli, quando ti sistemi, non gli viene in mente che magari sei ben sistemata anche senza figli e matrimonio, e c’é sempre il ‘zitella’ dietro l’angolo, l’etichetta più appiccicosa dell’universo, mentre invece un uomo al massimo gli dicono ‘sei proprio un mattacchione sciupafemmine!’ oppure ‘eh, è un lupo solitario lui, un po’ l’invidio’…queste sono frasi che ho realmene sentito… Poi dice che c’è la depressione post-partum… )

    Scusa il commento kmetrico ma certe cose mi fanno venire la rabbia…
    Qualcuna comunque ha un dizionario sinonimi contrari più recente?

    Mi piace

  • totalmente SENZA PAROLE

    Mi piace

  • Rispondo alla tua domanda (Sono sessisti i nostri dizionari o la nostra lingua?): né gli uni né l’altra :)
    I dizionari riportano non solo ciò che è previsto dalla nosta lingua ma anche ciò che emerge dai nostri usi. E purtroppo è proprio la nostra “cultura” odierna che usa tutte quelle parole, esattamente così come le riporta il dizionario online, tant’è vero che diverse parole del dizionario anni ’60 sono ormai desuete (e per fortuna!).
    Fa QUASI ridere leggere che mentre per la donna la seconda definizione è “di malaffare”, per l’uomo è “di Chiesa” :)

    Mi piace