Violenza sulle donne? Secondo il tg4 è colpa del caldo

 

Su facebook ho appreso da un’amica che al tg4 ha banalizzato gli ultimi femminicidi avvenuti i giorni scorsi con queste parole:

“il caldo di questi giorni può influire sull’umore e provocare questi danni”

Usare la parola danni poi mi sà tanto di banalizzazione del fenomeno, messo allo stesso piano di un zanzaricidio.

Se d’inverno per “giustificare  i maschi assassini” viene usata la scusa della depressione, d’estate invece sarebbe colpa del troppo caldo. Mai che un Tg sappia riconoscere che il vero motivo sta nell’arretratezza culturale di tipo machista del nostro Paese. La stessa che poi giustifica la violenza sulle donne servendosi di un mezzo di comunicazione che viene seguito da milioni di cittadini.

Questa non sarebbe misoginia?

Occultare i veri motivi di questa orribile strage non solo è vergognoso ma è pure tanto schifosamente misogino.

Tg4 poi lo conosciamo benissimo, è misogino e sessista. Dedica immensi articoli da porno-rivista a calendari sexy e donne in bikini e ha delle meteorine al posto di meteorologhe professioniste.

Come al solito un’altra conferma di quanto è sessista la tv italiana.

9 commenti

  • Anna Maria Giansante

    Il tg4 è la feccia della feccia della tv italiana, si sa…il problema è che influisce molto su una fascia ben caratterizzata di utenti, anche e soprattutto ELETTORALMENTE .
    Siamo veramente “alla frutta” , come dicono a Roma :-(

    Mi piace

  • Perché non si denuncia per Istigazione il TG4?
    Visto che su Facebook, per una frase del genere si rischia il reato di Istigazione?
    Questa è coerenza?

    Mi piace

  • Sono perfettamente d’accordo. E’ un gatto che si morde la coda: la società è così perchè è educata così e quindi fa così la propria Tv. Ma da chi è educata così?dalla Tv. Quindi quando se ne esce?Forse mai. Forse quando l’istruzione diventerà anche educazione e quando diventerà il primo interesse di un paese. Quando la figura professionale dell’insegnante divernterà non cià che resta di un’ambizione disattesa, ma un ruolo a cui ambire piochè se ne conosce e riconosce il valore. Da qui, forse, anche il sessismo ne risentirà.

    Mi piace

  • lo schifo più assoluto è studio aperto, che continuano a chiamarlo tg. Danno notizie di stupri etc e subito dopo mettono le immagini di un calendario sexy, o cmq ogni qualvolta parlino di una donna sullo sfondo sempre immagini di nudo che la riguardano e riprese da maniaco su seno e glutei..che schifo !!

    Mi piace

  • meteor-INE,
    vel-INE,
    letter-INE,

    Le donne sono piccole, sono sminuite già negli appellativi.

    Mi piace

  • L’informazione delle reti Mediaset, compresa quella del tg1 segue un cliche preciso.Più che informare si porta avanti la linea del cavaliere che considera l’universo femminile come un cestino di ciliegine da mettere sulle torte. Non a caso si parla di donne escort che come macchine sfavillanti e da corsa servono a conferire uno status a chi le guida…Ovviamente c’è una maggioranza silenziosa di donne’quelle lasciate fuori volutamente dai tg mediaset che sfugge e rigetta una logica così aberrante. E chi non ci sta, chi vorrebbe vivere la propria vita seguendo metodi e modi che appartengono a qualsiasi essere umano maschio o femmina che sia viene eliminata. Ancora una volta la centralità assoluta è determinata da un maschilismo che grazie al cavaliere è diventato dirompente. A farne le spese , chi chiede pari opportunità di scelte e chi vuole determinarsi e paga il costo della ribellione.Quanto oggi succede non è che la punta di un iceberg. Questo modo di pensare deve essere corretto

    Mi piace

  • DISGUSTOSO. Non seguo più i telegiornali. Ho troppo disgusto

    Mi piace

  • Avete assolutamente ragione, sono in Inghilterra e qui non e’ assolutamente come in Italia, le donne sono vestite normalmente e soprattutto qui addirittura hanno fatto un intervista che per loro e’ normale ma da noi sarebbe improponibile a Cameron diciamo molto aggressiva (la giornalista non lasciava parlare Cameron che per chi non lo sapesse e’ come Berlusconi qui). l’unica cosa di buono che c’e’ nell’essere italiano sta nella carta d’identita’ che mi ha permesso di essere qui ciao a tutte.

    Mi piace

    • L’Italia è un caso quasi a parte per quanto riguarda il trattamento delle donne sui media e nella società, che è comunque come un cane che si morde la coda.
      La svalutazione, la subordinazione della femminilità è presente in tutti gli aspetti della vita delle donne. Inoltre il governo contribuisce a questa forma di violenza. Che intervista era?

      Mi piace