Le bambine veline

28223_1429278054135_1298354658_31198206_7910898_n

Toobetoo è un azienda di abbigliamento per ragazzine da 0 a 16 anni. Questo sito ha parlato di uno spot andato in onda su canale 5 dove le bambine si esibivano in balletti troppo sexy per la loro età, da Veline come dice il post. Le foto scattate confermano come questo brand di moda infantile abbia una linea poco adatta per l’età delle bambine e tende a renderle appetibili con i fotoritocchi, sguardi e pose imposte alle piccole modelle.

Su facebook, trovate tutte le foto delle campagne tobetoo. 

Lo spot non si trova da nessuna parte. Ma bastano e avanzano le foto. Ancora una volta la moda e la pubblicità abusa il corpo infantile proponendo orecchini, trucco,minigonne vertiginose e pantaloni aderenti in latex.

Una nota vorrei aggiungere: I genitori che comprano e la televisione che trasmette gli spot, sono gli stessi che poi si lamentano che le ragazzine a 12 anni vestono da prostitute.

Non solo il corpo femminile costituisce attenzione morbosa fin da quando si è nella culla ma allo stesso tempo vengono accusate le stesse che purtroppo crescono con questi modelli e  vi si adeguano perfettamente.

Una bambina riceve parecchie attenzioni ancora oggi: dev’essere bella e sexy, deve piacere anche agli adulti ma le viene allo stesso tempo ricordato che il corpo femminile è anche oggetto di tentazione, di conseguenza la responsabilità della possedente è alta. Il corpo adolescenziale e preadolescenziale diventa un modello anche per le più grandi: ogni sintomo di invecchiamento viene percepito come un qualcosa di terribile da cancellate perchè se no si perde la sensualità.

Le rughe quindi devono essere eliminate, così come i peli superflui pure nelle zone più intime. Occhi azzurri, capelli biondi, naso all’insù e labbra carnose ad effetto broncio hanno la meglio su capelli scuri, occhi altrettanto scuri e lineamenti più marcati.

Più si va avanti più le caratteristiche del corpo infantile diventano un canone estetico da imporre. I fianchi diventano più stretti, la cellulite sparisce (perchè si sa che le bambine non hanno inestetismi che ricordano il cedimento corporeo) e i seni si rimpiccioliscono o vengono raddrizzati.

Da una parte le bambine devono diventare un pò più adulte e sessualmente più appetibili e le adulte devono assomigliare a quelle bambine.

Se la pedofilia è reato, l’attrazione inconscia verso le bambine e le pubblicità che ledono la loro immagine è concessa e bisogna fermarla perchè non solo le leggi sono il deterrente ma la violenza sessuale sui minori nasce proprio dalla percezione che si ha dei minori e corpo infantile che alimenta quell’humus che rende i bambini vittime del peggior reato.

Che differenza c’è tra la pedofilia e queste immagini? Nessuna, tutte e due violano e bruciano le tappe dell’infanzia.

One comment

  • Mary.. Concordo al 100% su tutto! – Quello che mi domando è: dove stanno i genitori di questi bambini !? ..Mah !?

    Mi piace