Pittarello banalizza la violenza sulle donne?

pittarello

Un mio lettore mi ha segnalato questa nuova affissione di Pittarello(sopra) . L’immagine l’ho trovata sottoforma di backstage sul sito.

Il mio lettore ha notato come questa posa assomigli tantissimo a quella delle foto allegate agli articoli di violenza sulle donne.

Possiamo notare che non ha tutti i torti: la modella della campagna di pittarello sembra che pianga e la campagna sembra alluda a queste foto.

Noi speriamo che si tratti soltanto di una coincidenza perchè altrimenti siamo di fronte ad un episodio gravissimo di banalizzazione   della violenza sulle donne aggravato da fini commerciali.

Intanto il mio lettore mi ha pure informata che su un cartellone di Trieste è  stata scritta a pennarello la seguente frase:

“Basta con l’uso del corpo delle donne nella
pubblicità!”

Qualcosa si è mosso, i cittadini non tollerano più le pubblicità sessiste sulle strade. Si sono fatti sentire, escono dallo scoperto hanno sviluppato una coscienza critica e mettono in discussione gli stereotipi nei ruoli di genere.

Quando il giorno dopo il mio lettore è passato per fotografarlo il manifesto è stato sostituito con un’altra pubblicità: che le voci siano state ascoltate? che l’abbiano sostituita solo perchè danneggiata?

One comment

  • Bene, ai Trieste qualcun* si è ricordat*come rispondevano le donne tanti, tanti anni fa, alle pubblicità offensive: strappando i manifesti, incollandone sopra degli altri con messaggi di risposta, o scrivendoci sopra. Rifacciamolo, se qualcuna a Roma è abbastanza sveglia di notte, può contare su di me….

    Mi piace