Asso e l’erotizzazione delle bimbe

bambine

Questa pubblicità è apparsa sull’Oggi di giugno. Nella foto due bambine su uno sfondo a cartone animato. L’immagine riflette purtroppo come la cultura italiana si sia ridotta ad introiettare i modelli del velinismo imponendoli perfino alle più piccole.

Perchè le bambine sono una bionda ed una bruna e vestite allo stesso modo. Le bambine ammiccano in modo malizioso e sono truccate, forse un pò troppo per la loro età apparente di sette/otto anni.

La pubblicità ormai non riesce a rappresentare correttamente nemmeno i bambini.

Oggi mi imbatto in un altra publbicità: quella delle Lelly kelly. La Lelly Kelly propone per le più piccole il sandalo con il tacco e il lucidalabbra in regalo. Sembra che alla dittatura essere belle e sexy non debbono sfuggire nemmeno le bambine.

Continuamo a condannare la pubblicità e la moda che impone alle bambine di crescere in fretta e di esporre il corpo come oggetto di desiderio incitando e normalizzando la pedofilia. Che schifo!

6 commenti

  • Mandare mail di proteste all’azienda per pubblicità non appropriata?

    Mi piace

    • La pubblicità come finalizzazione contiene in se ciò che ispira l’immagine di primo acchitto, nel caso ” apre alle bimbe di 8/10 anni velinizzate”: conta poco se poi, nel testo, che può contenere l’articolo, ne stigmatizza o ne condanna l’utilizzo . Per questo, anche se il fine fosse educativo, ci mostra l’attuale orientamente dei media e quindi finisce per esserne una sia pure involontaria pubblicità.

      Mi piace

    • Sara e cosa direbbero? che siamo visionari :(

      Mi piace

  • davvero, che schifo!

    Mi piace

    • Già..sembrano lesbiche :( quegli sguardi maliziosi modificati con qualche programma o con il trucco hanno contraffatto l’infanzia.

      Mi piace

  • quando da adulte si renderanno conto di non aver avuto, o quasi, un’infanzia, inizieranno a cercarne una? cresceranno mai?

    Mi piace