Il canale misogino di la5

Oggi purtroppo è partita la5 e ho notato i programmi più sessisti e vergognosi che trasmetterà:
Fonte:DGMAG

Per quel che concerne la programmazione, il piatto forte sarà Le nuove mostre, un format ideato da Antonio Ricci e condotto dalle Veline, Costanza Caracciolo e Federica Nargi. Saranno loro due ad inaugurare le trasmissioni di La5 stasera alle 21.10. Il programma, spin-off della celeberrima rubrica di Striscia la Notizia, andrà poi in onda tutti i giorni alle ore 20.25 circa. Alle veline il compito di presentare la classifica del peggio di quanto andato in onda sul piccolo schermo per scoprire, di giorno in giorno, quale spezzone catodico salirà sul podio.

Tra gli altri prodotti esclusivi del canale si segnala Ciao Darwin 6: Istruzioni per l’uso (in onda il 25 maggio), uno speciale di 90 minuti con il dietro le quinte e il meglio del programma di Paolo Bonolis. E poi ancora, da luglio, in esclusiva le dieci tappe del Tour estivo di Amici, dove gli spettatori potranno ritrovare Emma, Loredana, Pierdavide, Matteo e gli altri ragazzi della scuola di Maria De Filippi.

Per quanto riguarda le riproposizioni dei programmi, saranno ritrasmesse 16 puntate del Chiambretti Night ogni lunedì in prima serata, tra quelle più apprezzate dal pubblico femminile. E poi ancora Verissimo con Silvia Toffanin e, in seconda serata, Pomeriggio Cinque con Barbara D’Urso.

Anche il Grande Fratello è su La5, addirittura con la storica prima edizione, che 10 anni orsono ha aperto la strada a un nuovo genere televisivo, il reality show, diventando un vero e proprio fenomeno di costume. E a seguire, Mai dire Grande Fratello 1 con la Gialappa’s Band che ha contribuito alla notorietà (e ai soprannomi) di alcuni personaggi della prima edizione della casa quali ‘o guerriero Pietro Taricone, la gattamorta Marina La Rosa o l’ottusangolo, Sergio Volpini.

Ecco gli altri programmi di La5:

LA5 È REALITY DAL MONDO. Dalla rieducazione di ragazze maleducate alla scuola per top model, dalle 30 cose da fare nella vita agli stilisti che si vogliono affermare come guru di stile. Un giro del mondo tra i reality show più divertenti, ironici, originali e sorprendenti.

LA5 È GRANDE CINEMA. Nella serata d’esordio della rete, subito dopo Le Nuove Mostre, andrà in onda Come tu mi vuoi il film in prima visione tv interpretato da Nicolas Vaporidis e Cristiana Capotondi. Tra gli altri film che verranno trasmessi si menzionano: Romeo e Giulietta, Voce del verbo amore, Al cuore si comanda, Juno, Marie Antoinette, 27 volte in bianco, Il diavolo veste Prada, Ho voglia di te, Hairspray, Parlami d’amore.

LA5 È TELEFILM. Le serie tv I Tudors, Privileged, Beautiful People, Pushing Daisies, Eastwick, Women’s Murder Club saranno visibili, per la prima volta gratuitamente, su La5. E ancora, Damages, Cashmere Mafia e Californication, serie già conosciute dal pubblico delle reti generaliste. E per le più giovani, il pomeriggio di La5 è dedicato ai telefilm americani entrati nell’immaginario teen: The O.C., Paso Adelante, Wildfire, Veronica Mars, Il Mondo di Patty.

LA5 È FICTION con le serie più amate dal pubblico femminile. Tra queste, I Liceali, Amiche mie e nella stagione autunnale, I Cesaroni 4.

LA5 È SIT-COM con Così fan tutte, con Alessia Marcuzzi e Debora Villa: uno sguardo ironico e scanzonato sull’universo femminile. E ancora, Le regole dell’amore, (produttore d’eccezione Adam Sandler): il punto di vista di due coppie sull’amore. Una coppia è formata da giovani fidanzati, l’altra da sposi da tempo, in mezzo l’inevitabile amico single.

LA5 È SOAP OPERA. Tutte le domeniche, a partire dalle 19.30, si potranno rivedere, in un’inedita edizione da prima serata, le soap più amate di Canale5, Centovetrine e Beautiful. In day-time, dopo aver appassionato i telespettatori tedeschi, approda anche sul digitale terrestre la soap Alisa – segui il tuo cuore.

Insieme al nuovo canale è stato lanciato anche il sito web attraverso il quale si può interagire ed esprimere gusti e preferenze sul canale e sui suoi programmi; entro fine 2010 sono attesi anche altri due canali free sul digitale terrestre, una rete all news e un canale per i giovani uomini, che sarà Italia 2.

Immaginavo che sarebbe stato pieno di stereotipi sessisti ma non dei peggiori stereotipi sessisti trasmessi in tv. Schoccante è il fatto che vada in onda un programma sulle top model che istiga l’anoressia o un programma per la rieducazione di ragazze maleducate assieme ovviamente ad una sfilza dipublbicità sessiste piene di consigli su come farci belle e non invecchiare…mi sembra che sia una dittatura, che questo canale voglia prendersi il compito di rieducare le ragazze italiane nel regime di Berlusconi. Belle, stupide, sexy, sottomesse ed addomesticate.

Mi hanno segnalato anche questo manifesto pubblicitario con tanto di Toffanin Incinta:

Intanto qualche utente indignata ha aperto una mailbombing.

3 commenti

  • Grande ragazza, io ti ammiro ogni giorno di più! Per le idee e la costanza.
    E vai di mailbombing

    Mi piace

  • Al di là del moralismo, del femminismo, al di la delle bigotte o non bigotte…io da donna comincio solo a sentirmi presa per il c**o. Questi programmi nascono palesemente per mettere una toppa sulle continue proteste da parte del pubblico femminile che non si sente considerato dalla mediaset(anzi, si sente considerato male)Invece di migliorarsi, ci regalano lo spazietto tutto per noi…ma che carini…e che ci mettono dentro?Ancora trash!Quelli di mediaset pensano che le donne amino il trash!Ne sono convinti!!
    Io continuo a credere che vogliono far passare mediaset come fatta per i giovani dai giovani, ma dietro ci sono solo vecchiacci con mentalità vecchiacce: “argomenti classici dei periodici femminili: moda, bellezza, casa, cucina, sentimenti”…(poi siamo noi che protestiamo le mentalità antiche!!!)
    se non credessi fermamente che gli ascolti auditel sono stra truccati(ricordo che e’ un sistema non scientifico e controllato per il 60% da rai e mediaset) penserei che prima o poi fallirebbero, perche’ se il mio mestiere e’ quello di attirare il pubblico, dovrei pensare sempre ad attirare entrambe i sessi. Denigrarne uno e’ la mossa meno professionale che può fare un “venditore”. In pratica oltre che a mancare di tatto, mancano pure di professionalità, ma infatti sono straconvinta che un Papi senza una Pupa, venderebbe castagne per strada

    Mi piace

  • Pingback: Quando il troppo è troppo « Ossidia