Fino all’ultimo pelo di fika

Appena ho visto lo spot pensavo fosse una parodia o una pubblicità regresso, ma invece esiste davvero.

Questo spot viene dalla Germania. A parte l’immagine femminile sempre ridotta a mero oggetto sessuale, ecco che il marketing si imposessa della sessualità femminile fino all’ultimo pelo di fica, trasformandola in una merce di consumo, in un oggetto sempre sessualizzato e totalmente sotto il controllo maschile. Questa è la descrizione del prodotto:

“L’eccitante fragranza vaginale di una donna desiderabile, l’intima fragranza femminile in forma di pura sostanza aromatica, che soddisfa il proprio piacere olfattivo“.

Mi chiedo che effetti pericolosi avrà una simile porcata! Un incitazione allo stupro? un omologazione della sessualità femminile perfino in base all’odore? Ci sarà un odore conforme ai canoni e un odore non conforme?
Giusto per chiedersi quale effetto di persuasione avrà sugli uomini nel scegliere l’odore più simile al profumo, che rischia di essere omologato allo stesso modo del corpo femminile.
Ps: Chissà se la fragranza è quella della vulva pulita o della vulva non lavata…

3 commenti

  • Il tipo che annusa rapito il sellino della cyclette è tremendo, ma lo ha già fatto Tinto Brass in “Monella”, se non ricordo male era addirittura un prete di campagna che si soffermava ad annusare il sellino della bici, ma “almeno” lì era in un contesto narrativo.
    A parte questo, non ci si crede che è una cosa seria, un profumo che si chiama Vulva.. veramente sembra più una parodia, ma purtroppo è vero, è stupido, è volgare, è trash.

    Mi piace

  • Notato il sito alla fine?
    Si chiama http://www.smellmeand.com
    Cioè “smell me and come” = annusami e vieni! Oddio!
    Se non è una satira è terribile!!

    Vulva sudata, Mary, a quanto apre.

    Mi piace