Una cucina paritaria

Da giovanna cosenza un articolo che parla di uno spot che finalmente non usa stereotipi di genere rigidi:

Il nuovo spot di Ikea Italia pubblicizza le cucine mettendo in scena un gruppo di amici in cui gli stereotipi maschili e femminili sono distribuiti – evviva! – con una equità per l’Italia davvero sorprendente: fanno il tifo in modo irruento, cucinano e pasticciano sia i maschi che le femmine, scambiandosi continuamente di ruolo.

La campagna – che coinvolge tutto il media mix – è stata affidata a 1861 United.

Vale la pena ricordare, a proposito di nessi fra mondo reale e pubblicità, che nel Global Gender Gap Report stilato nel 2009 dal World Economic Forum – che classifica 134 paesi sulla base delle differenze di genere in quattro ambiti: economia, politica, educazione, salute – l’Italia sta al 72° posto, mentre la Svezia sta al 4°.

Ma stavolta i benefici influssi svedesi sono arrivati fin qui

5 commenti

  • fa piacere vedere uno spot dl genere, dopo secoli di cuccarini che accarezza sportelli e cassetti per un’altra nota marca di cucine (la più amata dagli italiani…)! ;)

    Mi piace

    • Già quella della Scavolini…
      L’ ikea essendo svedese ha pubblicitari forse che si rifanno un pò alla cultura pubblicitaria della Svezia, senza stereotipi sessisti.
      Un abbraccio!

      Mi piace

  • La Svezia non sarà la terra promessa, ma si vive in maniera che dista anni luce dall’Italia! Io ci sono stata poco ma quando sono tornata in Italia mi pareva di essere tornata nel medievo!

    Mi piace

  • Anna Maria Giansante

    Gli stereotipi continuano a trionfare, dalle cucine alla pulizia a …tutto ! Quello che mi infastidisce di più è che le donne (la maggior parte, non tutte, ovvio) non dicono neanche “bà”
    :-(

    Mi piace