Pornografia e sessismo

Non so se vi ricordate delle campagne Tom Ford, dei messaggi sessisti che lancia e della presenza quasi obbligatoria di uncorpo femminile accessorio e decorativo per prodotti maschili.
Nel’altro articolo ho acennato qualche pubblicità sessista quasi pornografica. Ebbene sì, perchè una rappresentazione pornografica e sessualizzata delle donne fa rima con sessismo.

Bocca spalancata e profumo maschile fallico tra i seni. Questa pubblicità mima una pratica sessuale.


Il profumo fallico si sposta tra le gambe della modella. Anche questo mima un rapporto sessuale.
Lasciamo le campagne di tom ford e analizziamone altre, perchè sembra che non sia l’unica che utilizza questi mezzi.

Pubblicità apparsa in un quotidiano.Questa pubblicizza una nota marca di automobili. Su questo sfondo.

Affissione della radio kiss kiss con donna a gambe divaricate coperta nella sua parte intima solo da una radio.

Zappalà che continua a vendere i suoi prodotti utilizzando pubblicità sessiste. In questa utilizza una modella che mima un rapporto orale.

Bevanda tipo red bull messa tra le mutande di una modella in tanga.

Giovane donna nuda con carciofi addosso. Di montalbano conosciamo una collezione intera di pubblicità sessiste, come la zappalà e tom ford.

Questa di una bevanda apparsa qualche anno fa sotto lo slogan ‘fatti la cubana’. Notate la posizione della bottiglia.
Tutte queste pubblicità parlano da sole.
Le pubblicità sono del sito UDI che sta portando avanti una lotta contro le pubblicità sessiste che affliggono il nostro Paese. La sua campagna si chiama Immagini amiche. E’ una cosa positiva che il nostro Paese stia iniziando a lottare contro il sessismo nei media.