Mi è sfuggita questa

Questa pubblicità viene segnalata da una consumatrice e viene riportata dal blog donne in quota che le dedica il seguente articolo e descrive il contenuto lesivo della pubblicità:

segnalazione di una consumatrice, che avendo acquistato una borsa per computer Kraun, si è accorta del tipo di comunicazione di questa azienda, e ha segnalato l’immagine sessista della società, all’Associazione Protocollo contro la pubblicità sessista.

Noi concordiamo con la consumatrice, che determinate immagini sono offensive e lesive della dignità della donna.

Le donne professioniste certo faranno fatica a riconscersi in quell’immagine, o l’azienda pensa che le sue borse le comprino solo gli uomini, perchè solo loro sono professionisti che hanno a che fare con la tecnologia?

Ancora una volta invece che trovare l’adesione alla risoluzione europea del 3 settembre 2008, sull’impatto del marketing e della pubblicità sulla parità tra donne e uomini (2008/2038(INI)), troviamo aziende che ripropongono immagini offensive e stereotipate.

Crediamo che una delle forme di protesta che possiamo adottare sia il consumo critico, scegliere cioè solo prodotti che on danneggino la nostra immagine:

Bene, il responsabile ha risposto all’articolo giustificando la pubblicità con le solite scuse: miravamo alle donne. Peccato che le donne rappresentate a cui mirano la maggior parte delle aziende chissà perchè sono sempre con caratteristiche fisiche sessualizzate e colte in atteggiamenti sofpornografici, chissà perchè.

18 commenti

  • Ti è sfuggita, ma è sempre bene ripostarla. Inutile dire che non acquisterò mai una borsa per computer Kraun! Vergogna, vergogna, vergogna.
    Questa massa di pubblicitari senza idee, perché di questo si tratta…. quando capirà che anche noi donne acquistiamo? Forse un giorno, forse mai. Quello che ci rimane è non acquistare motivandolo grazie anche al tuo blog.
    Consiglio un testo:
    Frédéric Beigbeder
    Lire 26.900

    Mi piace

  • Cos’è quella roba che sgocciola?

    Mi piace

  • volevo segnalarvi la “nuova pubblicità” dei fanghi guam, per la cellulite…vista( ma guardo poco la tv) improvvisamente durante il festival di saremo, culi (bellissimi tralaltro) e le didascalie veramente odiose.

    Mi piace

  • un mouse rosso che gocciola sangue??? (vedere la macchia sul top della modella)
    chi ha ideato questa pubblicità dovrebbe farsi vedere da uno bravo!!

    Mi piace

  • Ma cazzo io non capirei che cosa vendono se mi mostrano una pubblicità del genere. -_-

    Mi piace

  • guarda questa contro il tumore al seno!

    Si sessualizzano anche le malattie!

    Mi piace

  • No persino adv contro il tumore al seno. Incredibile.

    Mi piace

  • :_d cioè..ma davvero nonn si può capire a cosa diavolo si riferisce un pubblicità del genere.. pubblicizzano proprio la donna che degusta un mouse insanguinato..di borse nemmeno l’ombra…forse vogliono mostrare a una donna come dovrebbe comportarsi visto che si dice che la pubblicità è rivolta a loro… boh…bah..

    Mi piace

  • Panna? Ora abbiamo capito a chi si rivolge!

    Mi piace

    • 1. Non credo proprio che sia qualificata in un cazzo, e se fosse, siccome dice che lo è da poco non fa che aumentare la rabbia nei confronti di chi studia e si impegna davvero davvero e non avrà mai un cazzo così presto, per colpa di quel figlio di puttana di Berlusconi e dei suoi cari amici.
      2. Si sanno queste cose, si sanno, ma tutti stanno a guardare come pesci in una boccia rotonda.
      3. Notare alcuni commenti. Evidentemente tante persone sono pure contente, perchè pensano che la politica non riguardi loro.
      4. Porco D…

      Mi piace

      • Dobbiamo vergognarci per la figura che facciamo fuori, ma anche per quella che facciamo qui in Italia proprio perché, come scrivi, stanno tutti a guardare come pesci. Anche se c’è stato qualcuno che tempo fa si è stancato denunciando che uomo malato è il nostro Presidente:

        Si confessa Guzzanti , avrebbe lasciato il Pdl anche per “il suo (di Berlusconi, ndr) atteggiamento puttaniero di disprezzo per le donne, tutte le donne, essendo un gran porco e una persona che ha corrotto la femminilità italiana”.

        Mi piace

      • i commenti su youtube sono veramente allucinanti..
        viene proprio tristezza..

        ..

        Mi piace

  • Giusto per non dimenticare…..da notare che non seguo il suo blog, ma ricordo queste parole, quindi copio ed incollo:

    “Ennesimo riepilogo su perché ho lasciato Berlusconi DOPO l’invasione della Georgia da parte del suo amato “grande amico Vladimir” e a causa di quel costume grave e corruttore che ho chiamato “mignottocrazia”:

    ritengo che l’idea del tutto illiberale della politica che ha Berlusconi, fra l’altro, corrompa la gioventù e in particolare le giovani ragazze avviate a considerare la propria femminilità come merce di scambio. Ho scritto d’impeto che Berlusconi è un “porco”. Il fatto è che ho visto personalmente quale considerazione torbida e oggettistica lui abbia delle donne. Qui si combatte una guerra di liberazione liberale e lo faccio da militante e sottosegretario liberale. Spiego infine ancora una volta perché non mi sono dimesso dal Parlamento: prima di tutto perché non è tecnicamente possibile, e poi….
    4 agosto 2009
    http://www.paologuzzanti.it/?m=200908

    Mi piace

  • Tutta l’Italia fa tristezza, se è per questo…

    Mi piace