La donna è solo un oggetto dice la campagna

In un paese calabrese è stata affissa questa campagna pubblicitaria.

è rappresentata su uno sfondo inquietante una donna incinta che si pesa su una bilancia e uno slogan in piccolo :

tuo figlio (maschio)vuole una mamma in forma”

Mi sono chiesta se queta sia una campagna sulla salute della donna, su una donna vista come un essere umano come o un involucro che deve mantenersi in forma per giovare chi ci sta dentro o addirittura essere funzionale solo in quanto tale.

Oppure addirittura essere un oggetto sessuale attraente per fare in modo che chiunque abbia voglia di riempirla e ingravidarla?

La campagna parla di sovrappeso solo per una vita non per la salute della donna.
Come al solito abbiamo la chiara conferma che in italia la donna è solo un oggetto che va sfruttato a fini sessuali e procreativi.

Lo conferma anche l’ennesimo femminicidio compiuto da un italiano solo perchè la vittima si è rifiutata di darsi a lui.

4 commenti

  • Questa visione é molto simile a quella di coloro che sono contrari all’aborto (premetto che per me l’aborto é una decisione estrema e non andrebbe usata come anticoncezionale) e vorrebbero che la donna portasse avanti la gravidanza per poi eventualmente dare via il bambino: trattano la donna incinta da contenitore, senza pensare che una gravidanza ti condiziona pesantemente: per via degli ormoni, degli effetti fisici e psicologici. Una gravidanza fa cambiare lo stile di vita, non ci si muove come si vuole, non si puó mangiare di tutto, non si puó lavorare come prima, (in certi casi non si puó lavorare affatto). Per non parlare del parto.
    Una gravidanza coinvolge prima di tutto la donna, e non puó essere trattata come un’incubatrice.

    Mi piace

  • grande si collega e come!! è abbastanza grave che è il sistema sanitario (non solo i pubblicitari) che considerano la donna un oggetto, che è lo stesso che nega l’aborto.
    Un abbraccio!

    Mi piace

  • vi segnalo il “calendario delle studentesse” di napoli, ogni anno a tema differente, a detta degli organizzatori, fini benefici o d’istruzione, l’anno scorso era l’alimentazione quest’anno la sensibilizzazione per non abbandonare gli animali…e le donne:))evidenemente di seguito il linkhttp://corrieredelmezzogiorno.corriere.it/napoli/notizie/spettacoli/2009/16-dicembre-2009/studentesse-posa-cani-gatti-1602162930164.shtml

    Mi piace

  • Ogni scusa è buona in italia x mercificare le donne!!!
    Benvenuta :)

    Mi piace