Ancora su pedofilia, la musica e i minori

Grazie ad una nostra lettrice che mi ha postato il video su un nuovo idolo quindicenne americano di nome Justin Bieber, ho avuto modo di approfondire il tema della pedofilia nei mass media, stavolta rivolto non piu’ alle pubblicità ma ai cantanti.
Ho trovato anche che ci sono anche idoli ancora più piccoli di Justin e che chi li segue non ha esistato a sessualizzarli per bene.

Poi ho notato che il fenomeno delle star in età pre-teen arrivano dagli anni ’80. Nessuno si potrà mai dimenticare (io ero piccolissima) Chico&Roberta, che lanciati dalla Lambada di Kaoma sono stati invitati su un emittente della Mediaset per ballare un loro singolo. Sappiamo che la Mediaset ama spiare abitualmente con la telecamera sotto le gonne delle signorine, ma non sappiamo che all’epoca Roberta aveva solo 11 (UNDICI) anni.

Secondo l’immaginario adulto i bambini devono anche essere usati per recitare ruoli sessisti.

i bambini vengono fotografati o registrati in pose maliziose da fotografi adulti che le rendono apetibili con Photoshop e le viene richiesto di recitare stereotipo sessista della donna-oggetto per adeguarsi meglio al genere musicale che interpretano.


Ne viene fuori uno scimmiottamento caricaturiale dell’atteggiamento degli adulti, ovviamente insegnato dagli adulti stessi i quali modelli vengono da una sessualità femminile mercificata, che siccome è negativa anche per le adulte stesse figuriamoci per le bambine visto che non solo qui si rientra nel sessismo ma anche nel mercato della cosidetta cultura pedofilia.

Le pose ammiccanti non possono certo essere opera spontanea di un bambino visto che non hanno sviluppato alcuna sessualità e alcun arte di seduzione.

Questa ragazza non ha 20anni ma solo 11,dettaglio che la tradisce appunto è il seno appena abbozzato. Anche lei modificata con Photoshop, adultizzata.

Il mio blog si è da poco promesso di trattar questo tema delicato e chiedersi se è normale trovarsi davanti ad immagini del genere.
L’ultima foto a destra è scattata ad una bambina di soli 13 anni, dove le sono stati fatti altri scatti ancora più agghiaccianti che ho avuto il coraggio di inserire. La foto mette in evidenza i suoi seni, resi prosperosi con Photoshop, come fosse un adulta.
Qui una ragazzina messicana di soli 14 anni ‘Danna Paola’ de il ‘mondo di Patty?’finisce in copertina le altre foto risalgono anche ad anni prima:


Avevo parlato già di pedofilia in un altro post, ma non sono mai troppi. Voi che ne pensate?

6 commenti

  • per ora penso che comincia a farmi male lo stomaco… Poi comunque trovo che è il mercato che governa il mondo e qualunque merce si voglia vendere (dalla ricarica del cellulare allo yogurth, appunto) si usa il corpo femminile.
    Che si scenda ad usare poi il corpo dei bambini è inquietante non tanto per il messaggio che manda (che è sempre il medesimo) quanto per il target che va a colpire: chi accetta un testimonial sfruttato in quel modo?! Evidentemente, c’è richiesta?!?!?
    Inoltre, mi sembra un modo di alzare il “livello dell’impatto”: rendere ancora più choccante (e quindi più “visibile”) il messaggio usando dei bambini. E’ un’escalation, la pubblicità ormai: bisogna trovare soluzioni sempre più “forti”.

    Mi piace

  • Cara desian, usare il corpo femminile rientra nella categoria del sessismo e produce effetti molto gravi, non bisogna sottovalutare, non a caso il mio blog si batte contro il sessismo.Poi ho scoperto da poco che il mercato sfrutta il corpo dei bambini e ci sto postando spesso argomenti poichè trovo cose sempre più agghiaccianti. Mi batto sia contro il sessismo e contro la pedofilia, due fenomeni gravi e vergognosi e legati tra di loro, perchè quelli imposti al minore sono gli stessi modelli presi dal sessismo (es la donna sexy).
    La cosa piu’ grave è che sono in primis i genitori a volere che i loro figli siano ‘sfruttati’ dal mercato.
    Un abbraccio!

    Mi piace

  • È una schifezza.
    Mi verrebbero in mente tante cose da dire, sulla mercificazione, gli interessi commerciali che stan dietro il proporre/imporre questi modelli, eccetera ma alla fine resta solo il senso di schifo. E queste ragazzine che vengono indotte a fare questi servizi, spingendo sul desiderio dei bambini e ragazzi di “essere piú adulti”, visto che la sessualitá é qualcosa che appartiene al mondo adulto.
    Certo, queste bambine penseranno che sia divertente ballare, venir trattate da star, truccate e vestite come attrici e cantanti, ma che impatto avrá poi questo sulla loro personalitá in formazione? Riusciranno ad accorgersi che in realtá sono state trattate da oggetti da esibizione e non da persone?
    Che gente hanno incontrato sul loro percorso?

    Mi piace

  • Già…non l’ho postato ma una baby-cantante degli anni ’80 è morta di anoressia, appunto.
    Non sn la tipa che grida subito al lupo, ma dimmi te se non è pedofilia far posare una ragazzina di 13 anni su una copertina in questo modo:

    http://assol.webs.com/

    Il problema è che non se ne accorgono come nn se ne accorgono quelle adulte come le veline ecc…Perchè se ci sono solo questi modelli è così, è molto grave che le donne devono avere solo il modello di oggetto sesusale, ma quando è imposto ai bambini è ancora peggio!
    Un abbraccio!

    Mi piace

  • Ricordo che da piccola andava molto di moda un programma, non è la rai, ragazzine si esibivano cantando e ballando, cercando di diventare famose. A me era vietato guardarlo, i miei lo ritenevano poco adatto, ma solo crescendo ho capito perchè!
    Da bambine è normale voler scimmiottare il comportamento delle donne adulte, finchè questo rimane un gioco va bene, ma i pubblicitari e quelli che fanno i programmi televisivi che sfruttano questa cosa per i loro fini mi fanno davvero schifo!!…poi la gente si stupisce del fato che un’altissima percentuale di prostitute sono minorenni!
    Ancora complimenti per il vostro lavoro, continuate così!!

    Mi piace

  • Ciao..eheheh proprio a nn è la rai pensavo!…proprio ieri x coincidenza ho visto su youtube qualche video e veramente sn rimasta shoccata..ambra angiolini a soli 14 anni (e anche molte altre) vestite semi nude :(..hai dei genitori ingamba ti invidio quasi :)..io l’ho dovuto capire da sola purtroppo xke mia mamma giustificava questi atteggiamenti e anzi ama le veline &co.
    Già è vero..quando lo fanno gli adulti è a dir poco perverso!..Odio molto le aziende che propongono trucchi per bambine (tipo quelli delle winx) a delle bambine di soli 10 anni! e forse anche meno…
    Si stupiscono (e puntano il dito) su molte ragazzine si sessualizzano subito e a 14 anni si vendono x una ricarica…e poi i primi che condannano (la tv) sono quelli che propongono quei modelli :-(
    Grazie mille io ringrazio tt voi x le visite e solo grazie a voi se il mio lavoro soddisfa e funziona ^^

    Mi piace