Sganciamoci

Questa è la nuova campagna pubblicitaria di ‘GANCIA’ apparsa quest’anno per le strade cittadine.

A prima vista sembra un messaggio innovatore visto che la ragazza conduce la moto ma se notate bene è presente un ragazzo incollato con il suo pene sul sedere della conducente. La moto è fatta di bollicine perciò sfugge agli occhi di chi guarda il cartellone, concentrando la scena sui due ragazzi dove pare che sia normale e legittimato che un uomo molesti sessualmente una donna poichè conduce la moto e compie un gesto emancipatorio e che tutto sia così tollerato dalla ragazza.

Il sessismo sta proprio qui: nel vedere le donne come oggetti sessuali ad ogni tentativo di distacco da ruoli prestabiliti.

Immagine: dal PCPS