Anche l’estate ci regala il suo spot sessista

Se non è questa volta l’acqua Rocchetta con la sua bionda Cristina Chiabotto che per i pubblicitari è una ragazza magra e purificata da invidiare, questo spot ce la mette tutta a peggiorare ancora di più l’immagine femminile e delle consumatrici.

Può uno spot umiliare le donne rappresentandole tute come delle categorie tutte bellone e senza cervello?

Può uno spot dare della donna un immagine così grottesca e irreale?

Di sicuro questo è lo spot più sessista e più vergognoso che abbia mai visto in tv.

Sessismo culturale? Il popolo italiano spesso definisce questi spot come intelligenti e divertenti e bandiscono le femministe e le donne offese che esprimono la propria opinione da ogni commento.

2 commenti