Non c’è spazio per le donne, al loro posto culi

Queste immagini vengono trasmesse ogni giorno in prima serata prima del TG5. Sarà forse una strategia per procacciare telespettatori del tg5?

Le immagini che ho riportato sono relative ad una scena che va in onda poco prima che il TG5 annuncia i titoli dell’edizione.

Provengono da un quiz a premi, Sarabanda, dove la presentatrice argentina Belen Rodriguez compare accanto ad un presentatore maschio che dirige il programma. Non si capisce perfettamente il ruolo della soubrette: balla con altre belle fanciulle nella sigla e poi fa degli stacchetti in cui fa il bagno in piscina ed è sempre in costume da bagno.

Nulla di nuovo sotto questo sole. Ah, una cosa un pò insolita: parla, ma dice poche parole perché è straniera e penso anche perché le hanno voluto dare un ruolo un pò da oca svampita. Infatti la showgirl 24enne si limita a dire cose insensate, infantili, fa smorfie da pesciolino e sale le scale della piscina mentre la telecamera la segue inquadrandole il fondoschiena come in un film porno.

Tutto da copione.

Ah canta pure e anche bene ma questo passa in secondo piano nel programma. Ci vogliono ben altre doti sei sei una giovane donna che vuoi sfondare in tv.

Ormai da anni ci siamo abituate a vedere donne che non esprimono le loro idee e che non conducono programmi ma solo lì come decorazione esaltando la loro sensualità.

La tv italiana ormai s’è trasformata in uno spettacolo erotico quotidiano, che non lascia spazio nè alla parola delle donne nè al loro talento. Al contrario cela una sottomissione femminile al sistema patriarcale dove esse sono rappresentate come dei corpi da mostrare.

La tv inoltre esclude le telespettatrici come potenziale target, inculcando ai telespettatori maschi che la donna non conta nulla ma è solo un oggetto sessuale che deve mostrare il culetto.

 

o le tette.