Giocare con le ambiguità

Questo è l’affissione che qualche mese fa appariva in tutti i muri delle nostre city. Lo slogan stiamo arrivando nasconde un messaggio molto ambiguo.

Lo spot di Amica Chips fu ritirato qualche anno fa poichè giocava con l’accostamento allusivo della patatina all’organo genitale femminile. Dunque il MOIGE ne chiese il ritiro perché volgare e perché il protagonista è un pornodivo.

Poche persone però sembrano vederci un messaggio sessista. Lo slogan è ‘la patatina tira’  o ‘a chi piace la patatina’ quasi voler puntare su un target maschile  rappresentato da Rocco Siffredi che in Italia è considerato un mito in quanto rappresentante della mascolinità dal numero di donne che si porta a letto.

Questi messaggi conferiscono agli uomini il diritto al sesso o di appropriarsi dei genitali femminili quasi come se fossero gioielli speciali nati per il proprio piacere. Le donne invece vengono proposte come oggetti sessuali passivi da consumare.

Qui Rocco è circondato da un harem di belle ragazze che in atteggiamenti seducenti prendono il sole o lucidano la sua auto. Il pubblicitario instaura la necessità degli uomini di voler prendere il suo posto.

Rocco, mentre passeggia per la sua villa, elenca tutte le ragazze che si è portato a letto. Le ragazze non hanno nome, sono solo numeri elencati in base alla nazionalità. Sono oggetti che fano parte di una collezione e non servono solo a procurargli piacere ma anche ad accrescere la sua fama di macho.

Sotto lo spot non ho esitato a leggere i commenti, carichi di odio verso le donne che esigono rispetto e carichi di applausi verso il porno attore. C’ è da lavorare molto nella nostra cultura. Guai chi tocca Rocco, Rocco è un Dio.

Per contro noi donne siamo tutte troie sia se ci rifiutiamo ad aderire ad uno stereotipo sia se dimostriamo di amare il sesso come il Dio Rocco. Per aderire ad uno stereotipo, badate bene, non mi riferisco al desiderio di volersi portare a letto Rocco ma all’approvazione di un mondo che esalta questi machi.

Non è un caso se poi allo stesso modo una donna rivendica di voler fare la pornostar diviene una troia agli occhi di tutti. L’importante è che rida al sessismo ma che si dimostri una santa donna.

Tenetevi forte:

1-1.jpg picture by kikkazz
CPMP0089a.jpg picture by kikkazz
Di una cosa siamo certi: c’è profondo disprezzo del femminile nel nostro paese.