Un gruppo di idioti

 
Dopo lo spot che veicolava lo stereotipo delle donne che gioiscono per le scarpe e gli uomini per la birra, la Heineken ne realizza un altro. 

Spesso le pubblicità delle birre sono molto sessiste.
Ricordiamo quello della Guinness, dove il corpo femminile veniva usato come un tavolino poggia-birra mentre la ragazza faceva una fellatio. 

Are you still with us? ovvero: sei dei nostri?

Propone l’idea del branco maschile coeso che maltratta le donne per dimostrare la propria virilità e l’approvazione da parte del gruppo, come avviene negli atti di bullismo.

Provo a spiegare meglio lo spot:
 
Un gruppo di amici decide di guardare una partita di football e tra loro c’è una ragazza, la fidanzata di uno di loro. Il padrone di casa fa entrare tutti compreso il cane ma lascia la ragazza fuori.
 
Lo spot esprime l’idea che il calcio è roba da maschi e che quindi le donne devono essere escluse, soprattutto in nome della coesione del branco. La presenza femminile in ambiti considerati maschili dà fastidio. 
 
Avere una fidanzata è proprio da sfigati soprattutto se hai amici single che amano il calcio!

Malgrado il gesto del padrone di casa, la ragazza continua a restare fuori dalla porta come un cagnolino aspettando la sua birra, il minimo che potessero fare. Uno spot che mostra come ci si comporta da veri uomini esaltando un atteggiamento discriminatorio e sessista. in base al genere.

La cosa che mi preoccupa è che Italia certi spot vengono considerati divertenti  e bellissimi e non fanno scalpore (anzi a chi fa scalpore danno della bigotta, rompicoglioni e viene etichettata con disprezzo femminista , come se fosse normale trattare male una donna o farsi trattare così o al massimo riderci su).
 
Come se la rappresentazione svilente della donna fosse cosa necessaria per rafforzare il sentimento macho o per meglio rafforzare negli uomini l’appartenenza al proprio genere.

L’idea del branco viene proposta in tantissime pubblicità utilizzando perfino lo stupro come strategia di marketing. Ci ha provato la Relish e D&G .

Questi spot nascondono soltanto la paura e l’insicurezza di un mondo maschile verso l’indipendenza femminile, il quale richiede spesso l’azione del branco per sentirsi più forte. Il branco contro una donna sola indifesa perché non ha l’appoggio di altre donne. 

Penso che noi donne non dobbiamo smettere di essere solidali, dobbiamo dire grazie alla sorellanza se abbiamo ottenuto dei diritti, ma vanno mantenuti. Troppe volte ho sentito uomini parlare dei nostri diritti come una gentile concessione da parte loro. Niente di più sbagliato. Solo la solidarietà femminile può distruggere il patriarcato. Cosa stiamo aspettando? Perché ci accomodiamo di fronte a spot del genere?

Perché non denunciamo questi spot? perché stiamo zitte?

One comment

  • Sono completamente d’accordo con l’autrice dell’articolo, il mondo, a parte qualche eccezione è completamente in mano agli uomini.
    Io faccio del mio meglio per difendere le donne, specialmente sul posto di lavoro, ma vengo guardato molto male dagli altri uomini e addirittura vengo accusato di considerare le donne tutte sante solo perchè non mi allineo al maschilismo imperante.
    Ma io non mi lascio intimidire e continuo a difendere le donne quando vengono discriminate e sono convinto che altri uomini lo farebbero se non avessero paura di essere considerati male dagli altri maschi che purtroppo sono in maggioranza.
    Un saluto a tutte le donne e non arrendetevi, io spero che sempre più uomini si rendano conto dell’errore che stanno facendo.
    Gigi

    Mi piace