IO NON CI STO

 IO NON CI STO agli stereotipi

 La campagna è stata lanciata da un gruppo di donne indignate contro gli stereotipi di genere nella televisione italiana, di cui anche    questo blog è promotore. Parte con un iniziativa contro il reality la pupa e il secchione, trasmesso su Italia uno nella primavera del 2010. L’Iniziativa, lanciata come evento su Facebook, il cui banner è stato realizzato da una  firmataria, prevedeva una mail bombing alla mediaset, dal quale hanno partecipato numerosi utenti.

L’evento ha attirato l’attenzione dell’emittente mediaset che ha invitato le promotrici a partecipare al programma Domenica Cinque, invito declinato in quanto la trasmissione televisiva sarebbe faziosa.

Dopo qualche mese l’iniziativa è stata lanciata una lettera aperta ai mass-media italiani contro il Voyeurismo mediatico sui corpi delle donne, sopratutto dopo alcuni scandali politici, attirando l’attenzione di Rai Radio che ha intervistato una delle promotrici.

Nel 2011 tornerà di nuovo attiva per chiedere coerenza alle testate italiane che malgrado abbiano dato visibilità all’indignazione femminile che sta occupando piazze e social network, tendono a mercificare il corpo femminile e utilizzare stereotipi sessisti nell’informazione, rischiando di banalizzare le voci femminili. Su Facebook è stato lanciato un evento.