“Quattro donne morte a distanza di poche ore”

Due omicidi a distanza di poche ore. Le vittime sono entrambe giovani donne, una ad Ostia, l’altra vicino Livorno. Il corpo della giovane trovato nel livornese è quello di Ilaria Leone, trovata con addosso alcuni segni di strangolamento e i pantaloni abbassati con ecchimosi sulla zona pubica. L’ipotesi è tentata violenza sessuale e omicidio, anche se si aspettano gli esiti dell’autopsia che stabiliranno le cause della sua morte. Il paese è sotto choc.

A poche ore di distanza e a pochi chilometri, è stato trovato il corpo di una ventenne privo di vita dentro il bagno di un albergo. Si trovava lì’ con il fidanzato. Apparentemente sul corpo non ci sarebbero segni di violenza ma sono in corso le analisi sulle cause della morte. 

Un’altra giovane donna priva di vita è stata trovata ad Ostia, accoltellata davanti al suo scooter. La polizia sta indagando. A Roma una guardia giurata ha sparato contro la moglie e si è suicidato. La donna è morta sul colpo. Pochi giorni fa l’opinione pubblica è stata scossa dal violento stupro di una ragazza austriaca per opera di due amici. La ventinovenne è stata trovata con alcuni indumenti lacerati e in stato di choc. Non sono mancate le polemiche a sfondo razziale da parte di alcuni esponenti della Lega Nord a danno del neo ministro dell’integrazione Cecile Kyenge, prima donna  italo-congolese nel Parlamento Italiano, che lamentano “tradizioni irrispettose nei confronti delle donne che non appartengono alla cultura italiana”. Tutto ciò nonostante, come dimostrano ogni giorno le cronache, la violenza sulle donne è sopratutto opera di italiani.

Fonti: qui, quiqui , qui e qui

About these ads
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: