Talebani di casa nostra

Qualche volta mi faccio coraggio, accendo la televisione e mi sintonizzo in quei programmi televisivi di fascia protetta rivolti ad un pubblico adolescenziale. Uno di questi è “amici di Maria De Filippi” il programma più visto dagli adolescenti italiani e forse uno dei pochi che ha sfornato giovani talenti.

Vorrei però andare oltre lo scopo del programma per soffermarmi su una triste scoperta: anche in questo programma televisivo vengono veicolati i peggiori stereotipi di genere e questo è grave a giudicare dall’età dei telespettatori che lo seguono, ovvero ragazzi e ragazze che vanno dai 10 ai 18 anni.

Nella puntata che guardavo giorni fa, entrava Belen Rodriguez in studio dopo l’incidente in moto con il nuovo fidanzato, che fa parte dei concorrenti di Amici e assisteva alla sua entrata assieme ad altri concorrenti che a dorso nudo si preparavano ad una coreografia.

Mentre la showgirl si apprestava a fare ingresso in studio barcollando a causa del recente infortunio alla caviglia, e malgrado a questo non ha potuto rinunciare ai tacchi a spillo (uno dei tanti cilici delle donne in tv) veniva accolta da fischi polemici, per cosa? Per essere uscita con un nuovo ragazzo, considerata dai fans di Emma Marrone come la “ruba uomini di turno”, come se lui non fosse responsabile di aver tradito Emma per lei.

Ai miei occhi mi è apparsa una scena veramente strana pensando che siamo in un Paese occidentale del 2012: Belen ha dovuto difendersi e per placare la disapprovazione del pubblico, dichiarava che lei ha cambiato ragazzo perché è innamorata.

Successivamente Paolo Bonolis, conduttore televisivo, mentre lei dichiarava che “le cose non sono come dicono in tv”, le rivolge una battuta umiliante “So tutto di lei guardando Studio Aperto, adesso che gara fa? ne sceglie un altro tra quei quattro [i ballerini semi nudi alle sue spalle ndr]?”. Tutti ridono e applaudono e lei gli risponde “Beh, anche lei avrà cambiato donne in tutta la sua vita! No?”.

Gli occhi di Bonolis hanno uno sguardo quasi di stupore perché certamente nessun uomo italiano è abituato ad una risposta simile e credo che nessuna italiana abbia mai messo in discussione questa pesante disparità tra i giudizi sul comportamento sessuale maschile da quello femminile. Ma Belen viene dall’Argentina e probabilmente là le donne sono più libere di finire una relazione con un uomo senza essere giudicate ragazze “di facili costumi” , pregiudizio che in Italia è ancora presente, uno delle cause fondamentali per cui un uomo non accetta che una donna possa finire una relazione di sua spontanea volontà, con la frase “o mia o di nessun altro” , regalandoci un triste primato: quello del femminicidio.

Probabilmente Bonolis avrà pensato alla teoria “della chiave e dei lucchetti” ma si è guardato bene dal dirlo, però lo ha pensato eccome.

Sono anni che assistiamo a questa tv che umilia le donne, propina stereotipi umilianti dove la donna da una parte deve essere apprezzata secondo i criteri maschili che approvano una donna se fisicamente sexy, desiderabile ma poi la fanno a pezzi quando non corrisponde al modello femminile costruito a tavolino: “bella e sexy te lo possiamo concedere ma guai avere avuto tante storie”.

Perché ancora oggi a causa di questa stupida mentalità in Italia una donna ha avuto più di un uomo nella sua vita viene considerata una “poco di buono”, senza considerare che tante cambiano ragazzi perché può capitare di aver trovato quello sbagliato e non abbiamo la pallina di cristallo per sapere se lui sarà l’uomo della nostra vita. Poi ci sono quelle che vogliono divertirsi, ne cambiano uno al giorno, che male c’è in fondo? Fanno male a qualcuno? Eppure le condanne sociali che ricevono sono ben più pesanti di quelle che subiscono stupratori e pedofili, che hanno sempre una giustificazione in riserbo da parte dell’opinione pubblica.

Ci sono leggi in amore? Ci sono sicuramente ruoli che ci hanno imposto, ruoli che ancora nel nostro Paese sono molto forti, dove la donna deve recitare la parte della preda sopratutto se è bella e dove l’uomo si deve comportare come un “cacciatore”, pena la perdita della virilità e della stima degli altri maschi, senza pensare che questa costruzione fa parte della “cultura dello stupro” che tanto viene condanna in termini di leggi ma poi non si riesce nemmeno a capire che si tratta di cultura e c’è poco da condannare se non sei capace di trovare il “seme” che l’ha generata, cioè la rappresentazione della donna come un mero oggetto sessuale.

L’umiliazione incassata da Belen, ricorda molto una scena famosa presente nel documentario di Lorella Zanardo, quando una showgirl accusava l’altra di essere uscita con tanti uomini, ricordandole che “finché lo fa un uomo è un sempre bene, se lo fa una donna viene definita un’altra cosa”.

Tantissime ragazzine subiscono il lavaggio del cervello tra veline in mise succinta che devono stare al proprio posto, ammiccare al telespettatore uomo per convincerlo a non cambiare canale e comunicare “disponibilità sessuale”, tra stereotipi figli di un retaggio culturale ancora vivo nel nostro Paese, dove la moralità di una donna viene giudicata sulla base del proprio comportamento sessuale e tra l’omertà di una società che non intende liberare le ragazze da un sistema che genera crisi di identità, causa nelle ragazze di un cattivo rapporto -se non una vera e propria avversione- verso il proprio corpo e la propria femminilità, per non parlare del conflitto “eva contro eva”.

Perché ancora oggi, mentre la moralità di un uomo viene misurata dalla pulizia della sua fedina penale [Fabrizio Corona ndr], quella di una donna viene giudicata dalla sua violazione o meno dei “peccati capitali” e allora tantissime donne anche quelle che sembrano più “emancipate” sono costrette a difendersi come se hanno commesso un reato, assistendo a salotti televisivi (gli stessi che in altre occasioni sono “scollacciati”) che assumono l’aspetto di aule di tribunali talebani.

Commenti

  1. Perfettamente d’accordo, grazie per la condivisione di queste riflessioni. Anche io guardo poco la TV e conosco poco le storie di Belen o di altri personaggi che la popolano , ma sono scioccata da quanto sia diffuso il giudizio negativo su di lei solo perchè ha cambiato ragazzo e con lui ha avuto un incidente in moto. Rimane radicato nel nostro paese l’idea che il maschio sia il predatore, conquistatore e latin lover (e per questo legittimato ad avere diverse partner) e la donna debba preservare il suo onore evitando di contaminarsi, almeno in pubblico. Si perchè l’ipocrisia è alla base di tutto questo: il panorama mediatico e televisivo propone alle ragazze l’utilizzo del corpo come unico mezzo per ottenere successo, fama e denaro. Ma l’importante è farlo nei modi giusti e con le persone giuste….

    • Si perchè l’ipocrisia è alla base di tutto questo: il panorama mediatico e televisivo propone alle ragazze l’utilizzo del corpo come unico mezzo per ottenere successo, fama e denaro. Ma l’importante è farlo nei modi giusti e con le persone giuste….

      Condivido e aggiungo: l’importante è farlo in privato…che tristezza. Ricordo Belèn (sempre lei) che è stata condannata per un video hard che in realtà è frutto di un ricatto da parte dell’ex, vendette che subiscono anche tante ragazze comuni da parte di ex-fidanzati che non tollerano la fine di una storia. Questo per far capire che anche se facciamo sesso con il nostro partner e la gente sa di questo, siamo considerate puttane a priori, perché nell’inconscio di una persona ancora si pensa che una donna dovrebbe concedersi dopo il matrimonio, salvo poi fare gli ipocriti e mollare una ragazza solo perché vuole aspettare e non si sente pronta.
      In questa società per una donna o ti comporti in un modo o ti comporti in un altro non va mai bene e passi semrpe per le forche caudine. Per il video Belen è stata difesa dalla sorella che ha detto cose condivisibili ma mi sarebbe piaciuto se fosse stata Belen (la diretta interessata coinvolta) a pronunciarle mentre invece ha detto che era minorenne ma non era vero perché aveva già tatuaggio e l’orologio di Borriello. Io il video di Belen l’ho visto per curiosità ma non mi pareva una cosa su cui scandalizzarsi, c’era banalissimo e normalissimo sesso, quello che fanno tutte le coppie nelle camere da letto e non mi pareva una performance porno e nemmeno così tanto eccitante.
      Anzi Belen mi sembrava anche parecchio impacciata, come se fosse stata convinta dal suo ragazzo, un pò come fanno quelle donne che fanno certe cose solo per assecondare il partner, ma anche se fosse stata una “porca” non c’è motivo di giudicarla perchè bisogna capire che le donne fanno quello che vogliono in camera da letto e se amano essere riprese nn c’è nulla di male, la colpa è di lui che lo ha diffuso (che invece appunto si è beccato tanti plausi).

      • condivido. Il sesso orale è una cosa normalissima, è un “regalo” che gli amanti si fanno come lo è il sesso “normale”

  2. A tal proposito ho giusto condiviso qualche giorno fa un fotomontaggio sulla vostra pagina fb, quello cove Corona le dice, per bocca del creatore del fumetto, che anche se va con mille uccelli, non imparerà a volare.
    Inutile dire i commenti tutti contro di lei, scritti sicuramente da sante marie goretti arrivate vergini al matrimonio o che non hanno mai cambiato partner in vita loro.
    Una ci teneva a far notare che non è zoccola per aver cambiato partner, ma per il semplice fatto di aver “dato fastidio” al fidanzato di un’altra, al che le ho risposto che, fino a prova contraria, esistono anche uomini che “danno fastidio” alle donne impegnate, eppure, anche in questi casi le “zoccole” risultano essere sempre loro e ho aggiunto che nessuno obbliga una persona “impegnata” a cedere alle lusinghe altrui: se lo fa, è perché evidentemente la relazione già scricchiolava di suo (sembra il crucifige di Anna Tatangelo quando si mise con Gigi D’Alessio: se le capitasse la stessa cosa, di essere piantata in asso per una ancora più giovane, le darebbero tutti addosso col forcaiolo “chi la fa l’aspetti!”… ma a me sembra che certe cose capitino anche a ch “non la fa”, quindi…).

  3. il bello è che l’unica che sarebbe autorizzata ad avere delle recriminazioni e cioè Emma Marrone sta al contrario tenendo un comportamento molto controllato e distaccato almeno in pubblico. Ammirevole. Comunque anch’io trovo molto stupide e retrive queste critiche a Belen per la sua vita privata

    • comunque a sentire il padre di De Martino la rottura con Emma non è avvenuta per via di Belen ma per idee diverse sul matrimonio: lei voleva sposarsi e lui no

  4. a proposito di cacciatore (o cacciatrice)-preda: nel gioco della seduzione nessuno è davvero passivo

  5. La polizia avrebbe dovuto intervenire e dire “bello mio, qui stai molestando una persona. viene con noi per fare tre chiacchiere” e io le avrei dato due tre botte che si le ricordava per sempre. sono contro violenza, ma credetemi che molto spesso aiuta eccome! Ho sempre detto (creduto) e lo dico ancora : LE RAGAZZE DOVREBBE ANDARE ALL’ALLENAMENTO DI JUDO/KARATE INSOMMA DI QUALCOSA PER L’AUTODIFESA !!! (sicuramente in futuro tutte noi saremmo più libere perché gli altri sono cosi capiranno che non si devono mettere contro di noi)

  6. attilio doni dice:

    In qualche modo avevo detto le stesse cose sintetizzando per i giornali…

    Un saluto cordiale

    Attilio Doni

    L’Espresso 15 maggio 2012

    In difesa di Belen Rodriguez

    Belen Rodriguez, l’altra sera durante la trasmissione della De Filippi, fischiata dal pubblico, si è dovuta quasi giustificare per essersi innamorata di un giovane ballerino ed aver lasciato Fabrizio Corona. A mio parere ha fatto un salto di qualità, ma è solo un’opinione personale senza importanza. Paolo Bonolis ha fatto lo spiritoso e le ha chiesto se la gara consistesse nello scegliere uno dei cinque ballerini presenti. E lei: “Anche lei avrà cambiato donna durante la sua vita”. Salto di qualità. Mi stupisco che Bonolis non abbia replicato: “Ma io sono un uomo”. Magari lo avrà pensato, giacché questa è ancora la mentalità di molti italiani: se un uomo cambia più volte partner, è un simpatico dongiovanni, se è una donna a passare da un amore a un altro, è un po’ puttana.

    Attilio Doni

  7. Ma per carità…
    Ho letto questo post e non credevo ai miei occhi…
    Ora Belen diventa il simbolo della femminilità emancipata? La stessa Belen che non esita a farsi fotografare a destra e a manca con il nuovo fidanzato, il vecchio fidanzato, con o senza mutande, con il tatuaggio messo nel posto opportuno, ec. ecc.? Ma fatemi il piacere!! ognuno puà fare come gli pare, ma poi non ci si può lamentare se ti fanno una foto che non ti piace o ricevi un commento poco piacevole.

    Leggere tutta questa misogina nel commento di Bonolis (non ho visto la trasmissione), mi sembra davvero esagerato. Non dubito che avrebbe fatto lo stesso commento se ci fosse stato un uomo al posto di Belen.

    Invece di prendersela con Bonolis, per cortesia, prendiamocela con un tipo di televisione che commercializza il corpo femminile come non mai prima (televisione che ha imperversato durante il ventennio, e non parlo di quello fascista).

    Per quanto riguarda Belen (bella, brava quanto vi pare) “chi è causa del suo mal…”. Non ce la possiamo prendere con la stampa o la televisione quando ci si rivolta contro. Se facciamo della nostra vita uno spettacolo, bisogna anche pagarne le conseguenze. Mica la obbliga nessuno a mettere la sua vita in piazza, né la obbliga nessuno a mettersi i tacchi a spillo in TV (al contrario di quanto sembra affermare che ha scritto l’articolo).

    Parlare di “femminicidio” e di tribunali talebani parlando di un programma di Bonolis con Belen… beh, fa davvero ridere. Se la trasmissione non vi piace, cambiate canale.

    • Nessuno sta dicendo che belen e’ un modello di emancipazione, stiamo denunciado i messaggi stereotipati della televisione quando e’ una donna al centro deglu scandali rispetto ad un uomo che viene sempre elogiato edefinito “playboy” quando cambia donne e questa e’ una tendenza della tv italiana che possiede un linguaggio sessista cosi come la popolazione italiana. Nell’articolo STO SOLO DICENDO CHE NON E’ GIUSTO che una donna indipedentemente si chiami Belen o Caia venga giudicata male per la sua vita privata o perche’ cambia uomini nel giro di poco tempo ( e poi erano 2 anni)…tu infatti sei uno che la pendi cosi visto che stai giudicando una ragazza solo x come veste o perche cambia ragazzi e reputi giusto che riceva commenti offensivi..

    • Concordo con Mary. Belen NON è un esempio di emancipazione femminile. Nonostante questo non si capisce perchè debba essere giudicata per le sue scelte private. La sua vita è sotto i riflettori quindi si mette in posizione di ricevere approvazione o disaprovvazione. La cosa che non torna è perchè la pietra dello scandalo deve sempre essere la donna, come rappresentasse il peccato originalein quanto tale, incarnazione della tentazione e dell’immoralità per gran parte della gente abituata a vivere in un contesto maschilista. Si mettessero a fischiare al ballerino, in fondo è lui che ha tradito! O forse è tutta colpa di Belen, la tentatrice? (sono ironica).
      Siamo ancora ai tempi della mala femmina? Bisognerebbe che questo Paese si facesse un esame di coscienza qualche volte e smettesse di sbavare dietro alle nudità posticce di una starlette che sta lì ad assecondare passivamente i desideri maschili, salvo poi giudicarla una poco di buono se decide di vivere la propria sessualità come le pare!

      • Alessia dice: “Nonostante questo non si capisce perchè debba essere giudicata per le sue scelte private.”

        Questo è il nocciolo della questione, a mio avviso, è il motivo che invalida (in parte) l’articolo. Se tu fai della tua vita privagta un spettacolo e nella maggior parte dei casi ne trai benefici, non ti puoi lamentare se a un certo punto ti criticano. Se mantieni la vita privata … privata, allora il discorso cambia, ma se TU decidi di metterla in mostra, allora il dicosro cambia se qualcuno critica le tue scelte pubbliche/private (dov’è il confine?) devi abbozzare. Non c’è assolutamente niente di sessista in tutto ciò.

        Trovo risibile che si possa fare una tal storia sul commento di Bonolis. Sono sicuro che se fosse stato, che so, George Clooney, avrebbe fatto una battuta molto simile.

        C’è da dire che non seguo le avventure né di Belen, ne di Clooney, ma il fatto che sappia che esistono (nonostante viva all’estero) la dice lunga sull’esposizione mediatica che hanno.

        La domanda che mi porrei piuttosto è perché al giorno d’oggi personaggi come Belen (e non mi venite a dire che è un ruolo positivo per la donna) continuano a imperversare sulla TV italiana. Quello sì che è sessista. Quello sì che mercifica la donna.
        Non prendiamocela con Bonolis se la prima a sfruttare/trarre vantaggio/rafforzare il proprio ruolo come donna-oggetto è proprio Belen (e tutta la serei di veline che ci sono in TV; on facciamo l’errore di pensare che lei sia l’unica).

      • “Belen NON è un esempio di emancipazione femminile.” Mary non ha detto questo -.- e mi da fastidio che gli altri devono spiegarti mille volte stessa cosa solo perché tu non riesci prima ad ascoltare i pensieri altrui e poi esporre i tuoi. in questo caso hai solo interpretato la frase a piacimento tuo e rielaborata .

      • Caro Alessandro, se la nostra società fosse più libera dai pregiudizi e dai ruoli imposti, nemmeno un personaggio che sceglie la vita pubblica verrebbe criticata. Belen come le altre hanno scelto quella vita ed è una scelta più che legittima, ma la società non è pronta perchè ancora c’è una visione del femminile schiacciato solo nel privato, tra le pareti domestiche. Parlando di Belen non ho detto che è bene che in tv ci siano questi personaggi, anzi HO SEMPRE CRITICATO il fatto che la tv da spazio solo a donne belle senza talenti particolari, come cornicette per decorare ogni trasmissione, ma non m isento in diritto di criticare Belen perchè ha scelto di andare in tv a msotrare il corpo piuttosto che altre competenze.
        Tu pensi che Clooney di pari grado verrebbe criticato?? ma stai scherzando? Non li segui i rotocalchi? Quelli che danno del playboy ed elogiano un uomo che esce con una ragazza diversa ogni sera, e allo stesso modo elogiano la donna se fa un buon matrimonio e qui sta la disparità, il pensare che una donna non deve essere libera di vivere le sue relazioni con spontaneità. Belen che poi a me sembra una ragazza spontanea, non credo lo faccia apposta, penso che la spontaneità appartenga alla cultura sudamericana che è molto diversa da quella italiana, nel senso che le italiane a causa dei pregiudizi hanno comportamenti forzati, caricaturiali e molto attenti a quello che la gente possa dire di loro. Per quanto riguarda il ruolo delle donne in tv GUARDA CHE CI TROVI DACCORDO AL 100%. Evidentemente non hai letto tutto quello che scriviamo contro la tv italiana che da spazio a donne solo x l’aspetto estetico ma Bonolis non è certo legittimato a rafforzarlo se poi Belen fa del suo sedere il suo oggetto di marketing.

      • Andrea, una cosa non esclude l’altra! Se rileggi la mia risposta, e quella di Mary, è inutile che stiamo qui a ribadire altro.
        Belen non è certo la donna che vorrei vedere in tv! Ciò non toglie che additare la donna come unica responsabile dell’immoralità mi sembra alquanto arcaico e ipocrita! Anche io non conosco queste storie, non seguo nulla, salvo poi vedere tutto questo gossib di serie z sbattuto in faccia su tutti i quotidiani on line!
        Non mistifichiamo il significato dell’articolo! Possiamo anche scagliarci contro l’immagine della donna in tv veicolata da Belen e dalle veline (cosa per altro ampliamente trattata su questo blog!), ma qui si parla d’altro!
        Perchè i maschi non vengono giudicati in egual misura? Belen sta passando per la pietra dello scandalo e gli uomini come imbecilli. Non ho mica capito.. Questo ballerino non aveva la testa per decidere? Le cose vengono fatte in due! O davvero ritieni giusto pensare che donna = tentatrice (Eva insomma)?
        Perdonami ma il tuo ragionamento fa tanto “se l’è andata a cercare” come si dice per quanto riguarda altre situazioni e richiama l’immaginario misogino che vige in Italia! Mettere i tacchi in tv non vuol mica dire esporsi a critiche sessiste di ogni sorta!

      • Sì, scusate… ammetto che non conosco questo blog. Ci sono arrivato per caso seguenmdo un link (mea culpa:) )

        Tuttavia, se uno/a non vuole/riesce a mantenere una vita privata separata da quella pubblica, anzi se fa della propria vita privata uno spettacolo, allora insieme alle copertine devi accettare anche il fango (se di tale si può parlare in questo caso) che ne consegue.
        “Se l’è andata a cercare”? io direi senz’altro di sì. Belen (o chi per lei) può cambiare fidanzato ogni 5 minuti, anzi averne 3 alla volta e non ho alcun problema con la cosa se lo fai a casa tua e lontano dai riflettori, però se decidi di fare tutto davanti alle telecamenre a mo’ di Grande Fratrello, allora quando ti arriva il commento salace o la critica hai da abbozzare.

        Trovo il commento sessista? Non mi sarebbe mai saltato per l’anticamera del cervello se non avessi letto questo articolo e sono sicuro che a Clooney avranno fatto battute simili.

      • Andrea se la criticano è perchè ci sono dei pregiudizi quando una donna va pubblicamente a parlare della sua sfera privata. Anche una ragazza comune se va a dire che ha fatto sesso con un tot di uomini viene criticata pesantemente e non è necessario essere Belen o famosa.
        Il problema è che veniamo criticate e io sinceramente mi sono stancata dei vari “te le sei cercata” che vengono inflitti alle donne x qualsiasi cosa, perchè il problema non è della donna che decide di avere una vita pubblica. Sento di tanti uomini che si lamentano perchè le donne italiane hanno una tendenza a fare le santarelline in pubblico e negare ogni desiderio o storia che abbiamo avuto, e mica lo facciamo perchè ci piace, ma il problema è che veniamo criticate e tu stai appunto lanciando questo messaggio, che una donna dovrebbe tenersi le cose per se per non correre in critiche, ma vogliamo ancora una società che inibisce così le donne?

    • mi è bastato questo tuo commento per volerti rispondere.(quindi non so che hai detto dopo o se ti sei pentita per quello che hai detto qui) -.- una domanda: prendi in considerazione due vedove. una si mette con uno dopo 5 mesi , la seconda se ne trova uno dopo 5 anni. la gente dira della prima “è una puttana” e della seconda “poverina, a sofferto molto.era ora che si trovasse qualcuno”. ma TU cosa dici? cosa pensi? e poi cosa cambia realmente il passare del tempo? L’amore che queste due donne hanno avuto per i rispettivi mariti, era misurata in minuti, ora,giorni,anno?quindi amore=tempo? -.- ma ripensa. e poi tu dove vedi i porno? le donne non sono nude? e belen perché non puo fotografare come gli pare?!e ricorda che i paparazzi sono0 daperttutto . una volta che sei una star è difficile mantenere tutto in ombra. cosa dovrebbe fare belen? chiudersi in casa in il fidanzato?

  8. Alessandra dice:

    La risposta che ha dato a Bonolis è stata impeccabile e logicamente ineccepibile, la migliore che poteva dare.

  9. Premetto che Belen Rodriguez mi sta letteralmente poco simpatica, ma ciò non toglie che io sia d’accordo con l’articolo su tutta la linea. Paolo Bonolis, che notoriamente nei suoi programmi ha sempre avuto atteggiamenti misogini e sessisti, dicendo questa battuta non si è smentito, e Belen che mi sembra una persona intelligente ha dato la migliore risposta che poteva dare. Mi sembra inconcepibile che nel 2012 una giovane donna debba giustificarsi davanti a tutta l’Italia per la sua vita privata, però capita ancora, e capita purtroppo anche nel quotidiano dove ogni donna ancora non è libera di fare quello che gli pare senza essere additata come una donna di facili costumi.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: