Media&Segnalazioni

q1

Bravi ragazzi dagli occhi azzurri, criminalità sui generis #2 e donne come bersaglio

Due giorni fa un uomo ha ucciso una colf con una mannaia e si è scagliato contro la polizia che gli ha sparato uccidendolo. C’è chi parla di ipotesi, la più accreditata è il rifiuto da parte della vittima di un rapporto sessuale, ma ancora non sono chiari i moventi del gesto e non c’era alcun […]

il corriere della sera

Stragi in famiglia: perché non chiamarli Killer?

Oggi si apre un’ennesima strage in famiglia. Un uomo ha aggredito le figlie, una di 12 e l’altra di 14 anni. La più piccola è deceduta e la più grande è stata sottoposta ad un delicato intervento per ripararle l’arteria mammaria recisa da una coltellata. Nell’altra stanza dormivano gli altri figli, un ragazzo di 17 anni e […]

christy

Christy Mack e GQ. La satira non ride della vittima, la cronaca ( spesso ) sì

Da un po’ di giorni a questa parte, sul web, si è scatenata una grossa polemica circa un articolo pubblicato su GQ. Il post parlava della vicenda di Christy Mack, una nota pornostar pestata dal fidanzato–un lottatore professionista di MMA.  Il post in questione è questo, reperibile solo qui perché dal sito della nota rivista su […]

Leggi articoli più vecchi....

ITALIA

1982234_651495534900231_1387910998_n

A Pescara gli sportelli antiviolenza sono gestiti dal Movimento per La Vita

I centri antiviolenza hanno una storia femminista. Negli anni '70 c'erano i gruppi di autocoscienza nei quali le donne condividevano storie ed esperienze, molte di quelle storie raccontavano di violenze. Alcune di quelle donne decisero di lasciare il luogo dove quelle violenze venivano agite contro di loro, quel luogo … [Continua...]

slide_277113_2031046_free

Politici italiani e omofobia: la libertà di negare la libertà!

In questi ultimi mesi l’avvocato Carlo Taormina - deputato di Forza Italia dal 2001 al 2006 e per qualche mese Sottosegretario al Ministero dell’Interno del Governo Berlusconi II - sta diventando oggetto di discussione per le sue dichiarazioni al limite del grottesco sulla comunità LGBT. Molte delle sue “uscite” sono … [Continua...]

Leggi articoli più vecchi...

CAMPAGNE

10561571_714482295254680_1905580598436311373_n (1)

#InfanziaMadeInItaly #11 Chiudete sotto chiave le vostre figlie: è Italian Style!

L’Italia resta ancorata agli indici più bassi per quanto riguarda il riempimento del gap di genere. E’ tutto parte di una cultura tutta italiana dove le questioni di genere non vengono affrontate poiché percepite “di poco conto”. Perché pensare al fatto che esistano cose piu importanti soprattutto se si tratta di cose di genere, come la recente […]

nr

L’infanzia delle bambine tra Barbie e nuove eroine per future fashion blogger

Circa meno di un mese fa a Pula è stato lanciato un villaggio turistico della Sardegna molto particolare per intrattenere alcune bambine soggiornanti. Mi riferisco al lussuoso Forte Village di Pula quest’anno dedicato a Barbie, per la gioia della più piccole. Si chiama programma “Barbie Experience” e prevede che il tutto sia tappezzato di rosa e […]

Leggi articoli più vecchi....

Esteri

Beyonce-Feminist-VMAs

Pop post di fine estate. Beyoncè: femminismo vs. girl power

Un post pop di fine estate ci vuole. Così viene la voglia di parlare di Beyoncè e della sua performance agli Mtv Video Music Awards di qualche giorno fa. La cantante si è esibita per 20 minuti in un medley canterino tra coreografie, luci, proiezioni e costumi sfavillanti. Verso la fine della performance sullo … [Continua...]

256664-photoshoot-1

Moda e Violenza. The Wrong Turn: lo stupro ti fa bella.

Violenza e moda sono legate a doppio giro. Sia perchè la moda sfrutta il tema della violenza sulle donne per vendere magliette, mutande, braccialetti, sia invece perchè  la violenza diventa accessorio glamour di bellissime vittime di assassini e stupri. Il pericolo è sensuale, eccita, apre immaginari … [Continua...]

Leggi articoli più vecchi...

AZIONI

Educare alle differenze#4: un’Associazione per promuovere la sessualità libera e consapevole

Continua la nostra serie di interviste alle realtà promotrici delle due giornate dell’incontro nazionale “Educare alle differenze”, promosso dall’Associazione Scosse, che si terrà a Roma il 20 e 21 settembre 2014.   Questa volta abbiamo deciso di intervistare AIED, Associazione Italiana Educazione Demografica, che si occupa di diffondere il concetto di sessualità e procreazione libera […]

Gli ostacoli culturali, i progetti e Giorgia!

Gli stereotipi di genere nel nostro Paese sono talmente radicati che i bambini li apprendono davvero presto. Programmi televisivi, cartoni animati, fumetti, pubblicità ma anche la propria famiglia di provenienza e la scuola che si frequenta sono le principali fonti da dove si apprendono gli stereotipi che dividono rigidamente maschi da femmine, causa delle numerose discriminazioni/violenze di […]

Leggi articoli più vecchi...

REBLOGGING

Proteste morte di Savita Foto Getty

Irlanda. La violenza dopo la violenza: le impediscono di interrompere la gravidanza, la obbligano a nutrirsi, la costringono al parto cesareo.

Originally posted on womenareurope:
Ecco cosa succede in Irlanda, dove le donne non possono decidere del  loro corpo. Violenza su violenza: perché l’Irlanda costringe una donna che fa lo sciopero della fame  a partorire il figlio del suo stupratore? Come spettatrice di questo caso, ciò che mi colpisce è il traffico costante di corpi estranei attraverso il corpo di questa donna, imponendo…

zerbino

La cattiva madre

Originally posted on il ricciocorno schiattoso:
Proprio stamani leggevo un articolo a proposito di “quel tipo di stereotipo che conferma il più trito maschilismo che risorge dalle barzellette della settimana enigmistica e che impazza nei racconti delle pazienti nelle stanze analitiche… quella complessa costellazione reale e insieme simbolica di quello che nel gergo junghiano noi…

Forzare i bambini a rispettare i ruoli di genere può essere dannoso per la loro salute

Reblogged from lauradenu :   [...]“Di solito pensiamo al genere come fattore naturale e biologico, ma non è cosi.  In realtà ci costruiamo con modalità rischiose per la nostra salute,” ha spiegato la ricercatrice e sociologa Maria do Mar Pereira,  vice direttore all’Università di Warwick, Centro per lo Studio sulle donne e sul genere,  in un’intervista a […]

Vedi altri Reblog...